Alimentazione e Guarigione

Salve lettori,

oggi vorrei parlarvi di un argomento molto attuale, ossia dei vari tentativi dell’uomo di ottenere la guarigione.
In particolare, tramite l’alimentazione.

Abbiamo infatti numerosissime testimonianze – molte delle quali certificate da esami medici – di guarigioni miracolose ottenute soltanto cambiando radicalmente alimentazione e passando ad un regime del tutto vegetale, spesso a base di succhi vegetali soltanto.

Quanto sopra sono dei fatti.
E non sono in discussione.

Ma qual’è in realtá la vera causa di tali guarigioni?

L’alimentazione in realtà è soltanto la causa APPARENTE della guarigione.

La VERA causa della guarigione è invece lo SPIRITO.

Tutto quello che una sana alimentazione può fare è far funzionare meglio il corpo, farlo sentire più leggero e pulito, e fornirgli carburante migliore.
Questo semplicemente FA SENTIRE MEGLIO lo spirito che vi abita.
E DI CONSEGUENZA, lo spirito fa guarire il corpo.

Ecco perciò come stanno le cose in realtà: nonostante in apparenza tutto sembri indicare che l’alimentazione abbia guarito il corpo, in realtà non è l’alimentazione la vera CAUSA della guarigione.

La vera CAUSA della guarigione è lo spirito.
Così come lo spirito è la vera CAUSA della malattia.

Guarigioni miracolose simili di ottengono ANCHE in altri modi, e non soltanto tramite una migliore alimentazione, o un cambiamento di alimentazione.
Per esempio, cambiando abitazione, cittá o nazione.
Per esempio mettendosi a praticare intensamente dello sport.
O iniziando a lavorare assiduamente a qualcosa che ci piace e che ci coinvolge, ad esempio cambiando lavoro o progetto lavorativo.
O innamorandosi.
O sperimentando un improvviso colpo di fortuna nella vita.
O trovando improvvisamente la “fede” in qualcosa – non importa in cosa in realtà, nella madonna, nella vita dopo la morte, o altro.

Perciò, quali sono state le cause della guarigione in questi altri casi?
L’aria pulita della nuova dimora?
Lo sport?
Il lavorare sodo?
L’amore?
La fortuna?
Oppure la fede?

Nessuna di queste in realtà.

Come nessuna di queste, in realtà, può VERAMENTE far ammalare qualcuno quando non è presente, oppure quando è di cattiva qualità.

Tutte queste cose possono soltanto far star MEGLIO o far stare PEGGIO lo spirito che abita e dirige quel corpo.

Ed in conseguenza di ciò, tale spirito può attivare inconsapevolmente dei vecchi e remotissimi traumi, che a lungo andare diventeranno malattia in quel corpo.

Persino l’INQUINAMENTO o persino le varie RADIAZIONI nocive per l’uomo non sono la CAUSA DIRETTA della malattia.
Se ciò fosse vero allora dovremmo essere già tutti morti o ammalati, il che non è vero.
Infatti, pur sperimentando tutti inquinamento e radiazioni, soltanto una parte alla fine si ammala.

Ed il meccanismo coinvolto è quello descritto sopra.

Perciò l’unico agente terapeutico esistente è lo SPIRITO.

Il quale è anche l’unica cosa che può VERAMENTE far ammalare un corpo.

Ma tutto questo non significa che non dovremmo ricercare un ambiente più sano e pulito e un’alimentazione migliore.
Significa soltanto che dovremmo conoscere come stanno le cose in realtà.

Perché se non conosciamo CHE COSA veramente produce risultati positivi o negativi nella vita, si intraprende un sentiero sbagliato – uno degli infiniti sentieri sbagliati – che l’uomo da infinite ere è solito prendere, e che, alla fine, lo condurrà ad ulteriore sofferenza e ulteriore miseria, nonostante le premesse fossero sembrate delle più rosee…

Vi spiego come ciò possa accadere.
Questi in realtà sono insegnamenti di Ron, ma ve li propongo a parole mie.

Puoi prendere QUALSIASI azione corretta che una persona possa fare, oppure un qualsiasi concetto ritenuto universalmente sano, buono e giusto, e semplicemente ESAGERANDOLO lo avrai trasformato in aberrazione (ossia follia).

Copio incollo un mio commento postato altrove, dove spiego ciò con esempi:

“Il veganesimo ha parecchio senso, se visto dal punto di vista di non far soffrire inutilmente essere viventi e per altri sensati motivi.
Ma quando lo si “idealizza” ad un livello “religioso”, diventa aberrazione esso stesso.

Prendi qualsiasi cosa sensata e giusta e nella vita: quando la esageri diventa stupida. E quando la esageri ancora di più diventa follia.

Prendi ad esempio il lavarsi. Lavarsi è giusto, no? E che dire di uno che si lava 5 volte al giorno, senza effettiva necessità? Lo troveresti un pochino stupido, no? E che dire allora di uno che si lava 20 volte al giorno? Sarebbe folle, esatto.
Ora prendiamo il digiuno. Digiunare di tanto in tanto sembra essere salutare, giusto? Digiunare una settimana sì e una no io lo troverei giusto un tantino stupido. E che dire quindi di uno che vorrebbe vivere senza mangiare? Esatto, sarebbe folle. Possibile, ma folle.

Puoi fare questo procedimento per qualsiasi cosa giusta e desiderabile. E’ un esercizio utile.
Prediamo ad esempio la bontà.
E’ giusto essere buoni, non trovate?
Ma che mi dite di uno che vuole sempre e soltanto essere buono, sotto qualsiasi circostanza?
Esatto…

Purtroppo l’Uomo ricerca la salvezza della propria anima in ogni modo possibile.
L’Uomo si trova in uno stato così desolato e insicuro, che si aggrapperebbe a qualsiasi speranza di salvezza, pur non avendone alcuna prova.
Ecco come, quindi, l’uomo riesce a trasformare qualsiasi idea in religione.”

Bene, ecco come, quindi, da un concetto essenzialmente giusto come il nutrirsi correttamente si possa imboccare un sentiero che porta del tutto fuori strada, nonostante il punto di partenza fosse assolutamente fantastico e le premesse fossero delle migliori.

Ma questo è esattamente quel che accade ad ogni frammento di conoscenza umana, ad ogni filosofia o scienza varia.
Prendi ad esempio il comunismo. O la religione cristiana.
Entrambi sono partiti da concetti essenzialmente buoni, ma guarda alla fine dove hanno portato l’Uomo (tralasciamo se in realtà siano nate sin dal principio con un’intenzione malvagia, non è questo il punto. Questi sono soltanto esempi).

Il meccanismo coinvolto è quello descritto sopra: esagerando un’azione corretta, alla fine diventa aberrazione.

Quando l’uomo ottiene una vittoria o un successo inaspettato, o quando semplicemente scopre qualcosa di nuovo e di positivo e che cambia in meglio la sua vita, allora improvvisamente si attiverà in lui una specie di “mania religiosa” che lo porterà dritto alla stupidità, e poi alla follia.

Questo accade semplicemente perché NON CONOSCE veramente le leggi fondamentali della vita. Non sa che cos’è uno spirito – un thetan. Non sa che cos’è la mente. Non sa come le nostre azioni vengano registrate in eterno e che poi si rivoltino contro di noi. Non sa un sacco di altre cose come queste.

Ecco quindi che, nel suo assoluto stato di abbandono e oblio, non appena afferra una roccia mentre viene trascinato dal fiume in tempesta, puoi esserne certo che ci affonderà le unghie e le dita e non la mollerà più.
Sarà pronto a scommettere che quella sia l’UNICA roccia nel fiume, e che tutti dovrebbero aggrapparsi a QUELLA di roccia.

Questo è un rischio a quale tutti noi siamo soggetti nella nostra condizione umana. Persino noi scientologist. O forse, a maggior ragione noi scientologist.

Pensate un po’ a quanto stupidi possiamo essere stati noi scientologist in certi momenti della nostra vita. Avevamo in mano le leggi della vita, eppure questo non ci ha impedito di diventare davvero molto stupidi nel nostro fanatismo e nella nostra convinzione che le org fossero la salvezza, e che ogni altro essere umano che non vi entrasse e non vi aderisse fosse un povero inconsapevole e che noi dovessimo salvarlo persino contro la sua volontà…

Perciò questo è un rischio che chiunque può correre.
Ossia quello di diventare un fanatico “religioso”. Non importa in quale campo.
Perché si può diventare religiosamente fanatici in qualsiasi campo, non soltanto nella religione.

Abbiamo infatti fanatici religiosi di ogni tipo.
La “scienza” di oggi ne è un esempio.
Essa infatti non è una vera scienza, ma è in tutto e per tutto una RELIGIONE.
Se non ci credete, provate a discutere per un attimo con un cieco fedele nella scienza.
Una di quelle persone che è convinta che noi siamo un cervello, e che il pensiero sia frutto di reazioni chimiche o di impulsi elettrici generati dai neuroni…
Provate a discutere con qualcuno del genere una volta tanto…
Non ho ancora deciso chi sia più folle fra i due – se il fanatico religioso, o se il fanatico della “scienza” – ma so solo che entrambi sono quanto di più disastroso si possa augurare alla civiltà umana.

Ma tornando a noi, tornando alla nostra di stupidità in quanto “scientologist”, dobbiamo prenderci la nostra parte di responsabilità per quanto riguarda questa “naturale” inclinazione umana al fanatismo.
E ritengo che uno dei passi fondamentali in questo percorso sia la disobbedienza.
Il disobbedire ad un ordine scorretto di un executive.
Il disobbedire ad un caldo e “amoroso” consiglio di un ufficiale di etica, che magari ci invita a lasciare una fidanzata o un coniuge…
Il disobbedire persino ad un “ordine” di Ron, sempre che egli ve ne abbia mai dato qualcuno… tralasciando il fatto che magari l’abbia scritto qualcun’altro firmandolo come suo.


RIASSUNTO

Nonostante si possa assistere a guarigioni miracolose avvenute grazie all’alimentazione o ad altri cambiamenti nella vita, questi sono soltanto delle CAUSE APPARENTI di tali guarigioni.

La VERA CAUSA in tutte queste guarigioni è in realtà sempre e soltanto lo spirito.

Il motivo per cui ciò va sottolineato ed è fondamentale sottolinearlo, è che se non viene riconosciuto e se non viene tenuto bene a mente che la vera causa della guarigione è stata lo spirito (ossia l’individuo stesso), si imboccherà un sentiero COMPLETAMENTE sbagliato, che nonostante possa sembrare giustissimo in partenza, porterà totalmente fuori strada. Porterà al MATERIALISMO. Ed contribuirà ad OSCURARE la vera causa della guarigione. Contribuirà ad abbandonare e a dimenticare la strada corretta.

Questa probabilmente è una delle trappole fondamentali nella vita.
Colpi di fortuna che ci portano del tutto lontani dal sentiero corretto in cui si era.

La verità fondamentale è che soltanto lo spirito è.
E che soltanto lo spirito è il creatore delle cose, della vita, e della materia.
E che la materia non può realmente cambiare lo spirito.
Ma che soltanto lo spirito può cambiare la materia.

Ora pensate un attimo:
di quale regno fa parte il cibo?
O l’inquinamento?
O le radiazioni?

Esatto.
Fanno parte del regno materiale.

Perciò che possano veramente portare cambiamenti nello spirito non è possibile.
Al massimo possono portare cambiamenti in quell’oggetto materiale che è il corpo.

Perciò ben venga una sana e corretta alimentazione.

Ma nell’esatto istante in cui si TENTA di guarire tramite l’alimentazione, si sta imboccando un sentiero SBAGLIATO, dal momento che si sta abbandonando l’unico vero campo a cui appartiene la guarigione, ossia lo spirito.

E per spirito non si intende nulla di “religioso”.
Non ha NULLA a che vedere con la religione. Non almeno nel modo in cui  l’uomo intende la religione in questa epoca.
E non ha NULLA a che vedere con la fede, o con la preghiera, o con il “sacro”.

Lo spirito è soltanto quello che è.
Occorre studiarlo un po’ per capirlo, ma può essere fatto.

Ecco perché Scientology non è una religione.
Non ha NULLA a che vedere con le altre religioni.
E non ha NULLA a che vedere con quello che l’uomo intende per religione, o che sia convinto tale termini significhi.

Il chiamarla “religione” è stata una soluzione ad un problema nel passato, e la breccia attraverso la quale loro si sono infiltrati, ed il mostro in cui l’hanno trasformata in seguito.
Oggi sì che è davvero una religione.
E lo dico con tutto il mio disprezzo possibile.

Scientology è una scienza esatta e precisa.
Probabilmente una delle poche in circolazione che possano definirsi tali.
Non è mai stata una religione e mai lo sarà (lo spero).
E’ tempo di scrollarsi di dosso questo errore del passato.
Ma vi fummo costretti a causa delle pressioni del nemico.
Senza tale protezione probabilmente non saremmo sopravvissuti.

Il problema fu la proibizione a guarire se non si fosse un membro dell’ordine medico o dell’ordine religioso.
Per cui fu scelto il secondo.
Fu solamente per protezione, e per poter fare il nostro lavoro in santa pace.

Ma oggi forse i tempi sono cambiati.
Non siamo ministri di culto.
Trovo persino offensiva tale “qualifica”.

Non vi è nulla di religioso in noi, in quanto non vi è nessuna “credenza”.
Questa è la prima cosa che uno scientologist impara.
“E’ vero quel che è vero per te…”.

Ogni cosa in Scientology può facilmente essere sperimentata dalla persona stessa.
Se non la può sperimentare, allora non esiste per quanto la riguarda.
Perciò, che senso avrebbe “convincere”?

Ok, sono forse andato un pochino fuori tema.
O forse stavo soltanto risalendo la nostra condizione di gruppo in quanto scientologist, per quanto riguarda la nostra parte di stupidità umana.

Buon proseguimento

David

 

 

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Le Due Scientology

Salve lettori,

questo è un articolo leggermente triste in apparenza. 
Ma la domanda è sempre la medesima: “E’ meglio una bugia rassicurante, o una scomoda verità?”.
Ovviamente l’intera Scientology si basa sulla scomoda verità. E’ tutto scritto negli assiomi. L’auditing funziona nella misura in cui ci si approssima alla verità di ciò che è successo nel passato del preclear. 
Perciò questo articolo in realtà è destinato a farvi sentire meglio, in fondo.

Allora, in questo periodo mi sto dedicando allo studio dei nastri del Briefing Course.
In realtà il mio scopo è studiare tutti i 3000 nastri circa, ammesso che riusciremmo a scovarli tutti. Ma per ora l’obiettivo è studiare i circa 440 nastri del Briefing Course, che vanno dal 1961 al 1966, perché secondo me l’intera Scientology moderna è contenuta lì. E soltanto lì. E non oltre 🙂
(Ad ogni modo mi riservo, come sempre, il diritto di cambiare idea strada facendo 🙂 ).

La faccio breve: è evidente oltre ogni misura l’opera maliziosa di sabotaggio della tecnologia di Scientology.
Vi faccio due esempi lampanti:
Nei nastri del BC (Briefing Course) ci sono ben 2 nastri sul TR 0 (Training Zero: un esercizio che insegna ad affrontare piuttosto che ritirarsi). 
Il primo è una DIMOSTRAZIONE VIDEO!
Il secondo è una conferenza dal titolo: “CONFERENZA SUL TR-0”.

Ma pensate mai che queste due conferenze del 1963 siano state inserite in seguito in un qualsiasi corso?
Ma pensate mai che i MODI CORRETTI di allenare il TR 0 (ben evidenziati in questi due nastri) siano mai stati inseriti in un qualsiasi bollettino?
Secondo voi quale può essere mai la risposta a queste domande?? 🙂

Il secondo esempio di quanto detto sopra (il sabotaggio) è che abbiamo DECINE E DECINE di dimostrazioni video di come funziona Scientology, di come si audisce, di come funziona una seduta, e tutto il resto.
Secondo voi è disponibile anche solo uno di questi filmati??
La risposta la conoscete già.

Va beh, in poche parole il concetto è questo: 
esistono 2 Scientology.
Quella falsa è quella contenuta nei corsi e nei bollettini cartacei.
Nonostante appaiano qua e là dei bollettini autentici degli anni ’60 circa, quel poco di buono lì contenuto viene totalmente spazzato via dalla malignità dei bollettini fasulli successivi.

La seconda Scientology invece è quella contenuta NEI NASTRI (e in misura minore, nei libri). Questa è la vera Scientology.

E adesso arriva veramente la parte dura da digerire.
Ma questa, per fortuna, è del tutto un’opinione personale:
Era inevitabile che Scientology finisse così.
Che finisse con l’andare perduta. E infiltrata. E conquistata. E sabotata. E pervertita.

Il motivo è che per apprenderla veramente, purtroppo, è necessaria una DEDIZIONE d’altri tempi.
E’ necessaria una dedizione del tipo antica Grecia. Una dedizione a vita.
Studiando questi nastri, ecco l’esatto pensiero che mi è balenato nella mente, e che ha dato l’impulso a scrivere questo articolo: “Ma chi diavolo vuoi che si metta a studiare una roba del genere, a parte me?”.

E subito dopo ho pensato: “Forse una manciata di persone in tutto il mondo. Al massimo dieci. O venti”.

E subito dopo: “Era ovvio che andasse a finire così. Chi vuoi che si metta mai a studiare la VERA Scientology, a studiare tutti questi nastri? Ecco perché le persone si sono messe a studiare la scorciatoia, la Scientology falsa, la versione ‘facile’ “.

Va bene.
Oggi come oggi vi posso dire che se state studiando la Scientology cartacea, state studiando la Scientology 2. Quella falsa. Ovviamente i libri si salvano. Ma purtroppo nei libri non c’è abbastanza, e spesso sono incomprensibili senza ascoltare i nastri che li accompagnano.
La Scientology 1, quella vera, è contenuta soltanto nei nastri.
Ovviamente ci sono i bollettini autentici, scritti tra il ’50 e il ’66 circa, ma purtroppo spesso sono striminziti, spesso sono riassuntivi, e danno per scontato che si abbia ascoltato le conferenze che li accompagnano, dove tutto ciò viene spiegato PER DAVVERO.
(Magari si salva qualche bollettino fra il ’67 e il ’72, ma al momento non posso stabilirlo).

E’ stato molto facile portarci via Scientology.
E’ bastata la firma di L. Ron Hubbard su documenti falsi.
Ed è bastata la mole sopraffacente di materiali da studiare.
Ed è bastata la totale dedizione a vita necessaria per comprenderla. Al punto che, quando ci hanno presentato la “versione semplificata”, la “versione facile e veloce”, la cosa ovviamente è stata accolta con un fragoroso applauso!

A questo punto occorre studiarla nuovamente da capo.
E a quel punto, gli esatti punti di manomissione saranno visibili come un’insegna luminosa al neon di 3 metri per 3, in una notte buia…

Già si intravedono le prime insegne luminose.

E un bel giorno avremo VERAMENTE una versione più semplice da studiare.
Ma questa volta fatta de persone in buona fede.

🙂


6 aprile 2018

Una mail di un lettore che richiedeva ulteriori informazioni, mi ha spinto a spiegare ulteriormente il contenuto di questo articolo.
Vi aggiungo quindi il testo della mia risposta:

Domanda: “Cos’è la vera Scientology?”.

Risposta:

“La vera Scientology è quella sviluppata originariamente da L. Ron Hubbard fra il 1950 e il 1966 circa.

Gli anni che vanno dal 1967 al 1972 sono invece pieni di punti interrogativi, secondo la mia personale visione delle cose.

Dopo il 1972 invece, non abbiamo più NESSUNA traccia dei lavori di L. Ron Hubbard, ma abbiamo soltanto lavori di altre persone firmati con la firma fasulla di LRH.

La Scientology dal 1950 al 1966 è del tutto lineare e comprensibile. Non c’è nessun punto interrogativo. E’ si una gran mole di materiale da studiare, ma con buona volontà può essere appresa. Ed è al 90% contenuta nei nastri (le conferenze registrate, sia audio, sia video).

Dal 1967 invece, quando LRH dovette salpare per il mare con le navi, iniziano le opere di infiltrazione. Iniziamo ad avere i primi bollettini scritti da altri (sebbene appaiano ancora le firme di chi li scrisse, avvalorati però dalla firma e dalla approvazione finale di LRH). Il numero di conferenze crolla in questi anni. E stranamente la qualità audio è pessima! Come a voler nascondere qualcosa. Quando invece abbiamo nastri dei primi anni ’50 la cui qualità è notevolmente migliore!
Nel 1967-72 inoltre, assistiamo ad una “militarizzazione” di Scientology. Assistiamo quasi ad una perdita graduale di “umanità”, quella calda umanità che la contraddistingueva in passato, in favore di un uso sempre maggiore della “forza”, anziché della vera e profonda Affinità, Realtà, e Comunicazione (il famoso Triangolo di ARC). E assistiamo all’introduzione del management selvaggio, della produzione a tutti i costi, della disciplina pesante, del “fine che giustifica i mezzi”.
Gli stessi Livelli OT sviluppati in quegli ultimi anni non hanno più NULLA di quello che si dovrebbe ottenere con i Livelli OT.
OT significa Operating Thetan, ossia un spirito che ha raggiunto un livello in cui non è più dipendente dal corpo, in cui non è più intrappolato in un corpo, e che può abitare o meno, e dal quale può uscire a volontà (la famosa esteriorizzazione).
I veri livelli OT invece sono contenuti nel libro “La Creazione della Capacità Umana” (1955), e hanno a che fare DEL TUTTO con l’esteriorizzazione di un thetan, e con il rifamiliarizzarlo con l’interazione con l’universo fisico senza l’ausilio di un corpo.

A mio avviso qualcosa è successo nel 1966 circa.
E dal 1967 in poi Scientology è stata definitivamente infiltrata e segretamente conquistata dalle solite forze occulte che cercano il dominio delle menti degli uomini.

Spero di aver risposto alla sua domanda.

Saluti
David Effe”

5 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Iniziamo ad incontrarci

Salve lettori,

il problema fondamentale che ci affligge è la distanza, ed il fatto che le “persone come noi” si trovino sparpagliate per il territorio nazionale, o addirittura per l’intero suolo mondiale.

E chi sono le “persone come noi”? 

Penso che chiunque di voi sia in grado di rispondere a questa domanda.
Dal canto mio, vi risponderò che cosa significa per me.

Le “persone come noi” sono quelle persone che molto tempo si oppongono ad un regime invisibile che aleggia qui sulla Terra.
Recentemente tali persone si sono radunate nel movimento di Dianetics e Scientology. Sicuramente non tutte sono riuscite a trovarlo, ma buona parte sì.

Oggi tale movimento è scomparso, e la sua reputazione è stata così infangata che un giorno saremo costretti a chiamarla con un nome del tipo “tu sai cosa”, un po’ come Voldemort viene chiamato nella saga di Harry Potter. 😀

Scherzi a parte, la Scientology ufficiale è morta e defunta. 
Resta a noi prendere in mano ciò che ne è rimasto, e usarlo nei migliori dei modi.

Per fare ciò è necessario quindi che “quelli come noi” inizino a incontrarsi regolarmente, diciamo una volta al mese, in modo da iniziare a combinare veramente qualcosa di buono.

La parte difficile è passata. 
Era quella parte in cui bisognava capire l’enigma. Troverete le tappe fondamentali negli articoli di questo blog.
Ora abbiamo capito cos’è successo.
Ora siamo in grado di far funzionare veramente questa tecnologia, al netto di tutte le insidiose e maligne alterazioni.
Adesso serve che iniziamo a formare un vero gruppo.
E penso che si dovrebbe iniziare a mettere lì un nostro appuntamento mensile.

Pensavo quindi di iniziare incontrandoci in una qualche località, affittare la sala conferenze di un hotel, e fare una giornata (o anche due) in cui vi terrò delle conferenze su Dianetics e Scientology, e dove imparerete ad audirvi a vicenda e vi audirete.

Non ci saranno soltanto ex-scientologist.
In questi anni ho conosciuto anche altre “persone come noi” che non hanno mai fatto Scientology. Ma è facile riconoscere tali persone: sono quelle che per qualche “misterioso motivo” capiscono al volo. Sono quelle che non hanno bisogno di lunghe spiegazioni e maneggiamenti…

Perché dovete sapere che c’era un gruppo da queste parti, il famoso battaglione perduto di L. Ron Hubbard che si perse sull’Himalaya circa dieci mila anni fa, e venne poi “smemorizzato” a dovere, e confuso con la “popolazione locale”. 

Va bene, non ha alcuna importanza se crediate a queste cose o meno. In ogni caso, accettiamo anche nuove reclute 😀

Non preoccupatevi se su questo blog appaiono pochi commenti. Vi assicuro che i lettori mi contattano regolarmente.
Inoltre sono su Facebook come David Effe, e anche lì ho persone che seguono il blog, o che mi scrivono per informazioni su Dianetics e Scientology.

Perciò la cosa da fare ora è sentire quante persone sarebbero disposte a radunarsi (vi terrò aggiornati sul numero di partecipanti qui sul blog). E poi sceglieremo la località, l’hotel, la data e tutto il resto.

In linea di massima suggerirei un luogo a metà strada fra l’area di Milano e quella del Veneto/Friuli, che sono i due luoghi dove abbiamo più simpatizzanti. Io direi “Lago di Garda”, così su due piedi. Ma andrà benissimo qualsiasi località. Ed in ogni caso, visto che l’idea e la volontà è di farne un appuntamento mensile, non ha alcuna importanza il dove, visto che potremmo benissimo girare le località più belle d’Italia, mese dopo mese.
Voglio dire, oggi con cento euro si viaggia in tutta Italia e non solo. 

Ecco una serie di motivi per cui partecipare:

– Abbiamo bisogno di far parte di un vero gruppo con un alto scopo per essere veramente felici. I normali rapporti famigliari, lavorativi e di amicizia non sembrano soddisfare del tutto le nostre esigenze più profonde. Sbaglio?

– Dianetics e Scientology sono ancora le risposte. Nient’altro funzionerà. Potete provare tutte le diete che volete e potete fare tutti corsi filosofici che vorrete, ma niente funzionerà veramente perché l’unica vera origine di tutte le cose negative sono le Immagini Mentali. Caso chiuso. Fine. Stop. End. 
E non mi risulta che tali Immagini Mentali vengano neppure menzionate da nessun’altra disciplina tranne che in Dianetics e Scientology. Figuriamoci possedere un corpo di conoscenza profonda ed evoluta per occuparsene…

– C’è bisogno di fare qualcosa per migliorare noi stessi in primo luogo. In secondo luogo per migliorare le nostre persone più vicine a noi. In terzo luogo mettere queste altre persone in condizione di migliorarne altre. Questo è tutt’ora l’unico modo in cui si può fare qualcosa per il mondo insano in cui viviamo. Nessuna campagna “morale” funzionerà. Nessun programma politico funzionerà. Nessuna filosofia funzionerà, perché sono i componenti stessi (le persone) ad essere difettose. Perciò nessuna idea, programma, regime politico o economico potrà funzionare finché gli elementi stessi che lo compongono (le persone) non saranno veramente sane e libere.

– La soluzione era e rimarrà per sempre l’AUDITING. 
Chiunque vi abbia convinto del contrario, in primo luogo la Chiesa di Scientology, vi ha mandato completamente fuori strada! 
Potete studiare quanto volete, ma se non fate AUDITING non servirà a nulla! A nulla!
La Chiesa vi ha mandato del tutto fuori strada facendovi studiare, inventandosi altri corsi in cui studiare, inventandosi barriere per cui non poteste ricevere auditing, e inventandosi ulteriori DISTRAZIONI per cui non doveste più fare auditing… 
Al diavolo tutte le distrazioni, al diavolo i “ma non so usare il meter”, al diavolo i “ma aspetta, devo rifare il Purif…”, al diavolo tutte queste storie!
DOBBIAMO METTERCI TUTTI A FARE AUDITING!

Chiunque può ricevere auditing.
Non ci importa dove sia rimasto sul Ponte.
Non ci importa di nulla, perché sono tutte false barriere, calcolate apposta per FERMARCI.

E chiunque può essere riparato.
Non serve neppure un meter.
Serve CONOSCERE VERAMENTE i nostri fondamenti sulle Immagini Mentali, sul Ciclo di Comunicazione, e tutto il resto.
Ovunque siate bloccati, vi tireremo fuori.

Ok, penso possa bastare.

Attendo conferme di partecipazione.
Attendo suggerimenti per la data del nostro primo appuntamento.
Attendo suggerimenti per il luogo, l’hotel, il numero di giorni e tutto il resto.

Porteremo avanti il lavoro fatto da L. Ron Hubbard.

9 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Prima del 1972

Salve lettori,

questo è un articolo dedicato agli auditor e ai preclear.
Mi dispiace se i nuovi lettori ne capiranno poco, ma possono sempre scrivermi in privato per delucidazioni. [Ho aggiunto un breve glossario a fondo articolo. I termini definiti hanno un asterisco *. Il resto dei termini li trovare al solito Glossario che trovate nell’intestazione del sito]

Vi espongo una serie di cose che per me sono vere al di là di qualsiasi dubbio, nella speranza che possano mettervi “la pulce nell’orecchio” quanto basta per mettervi sulla via corretta, e per far sparire ulteriore carica sull’indicibile atto soppressivo perpetrato nei confronti di L. Ron Hubbard e dell’umanità intera.

  • Le alterazioni della tecnologia sono iniziate ben prima del 1972. Abbiamo diversi punti in cui Ron afferma di aver scovato bollettini fasulli, scritti da altri ma firmati a suo nome. Il famoso corso di Dianetics Standard del 1969 ne è pieno zeppo, e gran parte dei firmatari di quei bollettini (Tony Dunleavy, Otto Ross, ecc…) altro non erano che agenti sotto copertura.
  • Il mio sospetto (e questo è soltanto un sospetto) è che l’ultimo Ron di cui ci si può fidare è quello della fine del Saint Hill Special Briefing Course* (1966). Già il Ron del Classe VIII* (1968) appare un uomo di parecchi toni* sotto il vero tono di LRH, che a mio avviso in tutte le sue conferenze si aggira su ilarità (8.0). Non ha importanza se sia stato sostituito da un sosia o se sia stato sottoposto a PDH*, ma quello che salì sulla nave* (1967) era un lontano ricordo del vero LRH.
  • Ovviamente come sempre non sono le “storielle” credibili a guidare la mia ricerca. A guidare la mia ricerca è l’applicazione della tech. 
    Quello che funziona ed è logico = standard.
    Quello che non funziona ed è illogico = è stato alterato.
    Poco importa quale firma ci sia sopra.
  • Di seguito un lista di “dati tecnici” che secondo me sono del tutto discutibili o addirittura palesemente falsi. Provare per credere:

    – Le procedure e le fraseologie da imparare sono tutte false. Tali esercizi sono stati implementati dal team di conquista, allo scopo di creare auditor ROBOTICI che non comprendono la tech. Imparare a memoria è l’esatto OPPOSTO del ciclo dell’apprendimento. Questo è un argomento così ampio che meriterebbe un articolo a parte, e probabilmente lo farò. In realtà le procedure vanno COMPRESE, in modo da capire quando OMETTERE i passaggi non necessari, in quanto il pc a volte li fa già senza che tu li dica, e pronunciare il gradino che ha GIA’ fatto gli causa una grossa ARCX*

    – Ron infatti si è sempre RIFIUTATO di fornire le FORMULAZIONI ESATTE dei vari gradini delle procedure di auditing! Se ascoltate le sue conferenze troverete numerosissimi riferimenti in merito. Gli studenti gli chiedevano sempre le FRASI da dire, e Ron si infastidiva perché voleva che COMPRENDESSERO il principio, e allora sarebbero stati in grado di trovare le giuste parole di volta in volta

    – Ben diverso invece è un PROCEDIMENTO*. Qui la formulazione del procedimento è già stata studiata e raffinata nel corso del tempo.– Un esempio di ciò è COME CHIARIRE LE PAROLE. Vi siete chiesti come mai il PRIMO e UNICO bollettino su come chiarire le parole appaia soltanto nel 1978?? Ve lo dico io: perché Ron non vi ha mai detto COME chiarirle. Capito? Ed il motivo è esattamente espresso nei punti sopra. 
    Solo chi vuole un esercito di rimbambiti vi dirà “LA PROCEDURA ESATTA” per chiarire le parole. Suvvia….
    Chiarire tutte le definizioni, espressioni idiomatiche, etimologia, precedente simile, e bla, bla, bla…. 
    Attenzione a non SPIEGARE la parola al pc, mi raccomando…
    Stupidaggini ragazzi. Stupidaggini.
    Il prodotto di ogni C/S 1* è un pc segretamente ARCX con voi e con Scientology.
    Ovvio che deve comprendere i termini usati, ma quelli glieli spiegherete voi man mano che lo audirete. Fare intere sedute di W/C* non è la soluzione. E’ del tutto fuori gradiente. 
    E volete sapere perché lo manderete ARCX al 100%?
    Perché oltre a mandarlo del tutto fuori realtà, oltre a farlo studiare su dizionari incomprensibili e fatti con i piedi, oltre al fatto che “non potete” spiegargli nulla, ci mancherebbe, siete persino costretti a portare ad F/N ogni parola!!
    E qui arriviamo al grande sacrilegio di Scientology. “Portare tutto a F/N”.

    – Portare tutto a F/N* (1971) è un falso. QUESTO è l’atto soppressivo più grosso che ci è sfuggito fino ad oggi. Tecnicamente è un ARBITRARIO. Questo è il motivo per cui i preclear vanno ARCX durante i chiarimenti di parole, e durante i rudimenti. Questo è il motivo per cui ripulire O/W è un’azione da far accapponare la pelle. 

    – Il fatto che “tutti gli auditor parlano troppo” e che “il massimo del linguaggio consentito ad un auditor è la seduta modello e i TRs*” sono la causa delle sedute che naufragano. Queste saranno anche vere parole di LRH, ma se non comprendiamo cosa volesse veramente dire, e soprattutto se non comprendiamo come queste parole siano state usate a scopo maligno, non ne usciremo vivi.
    L’auditor DEVE parlare con il pc. L’auditor DEVE tenerlo informato su come stanno andando le cose. L’auditor DEVE spiegare le cose al pc, e DEVE tenerelo fuori dai misteri! L’auditor invece NON DEVE parlare durante il procedimento! E’ là, e soltanto là che deve usare l’auditing “imbavagliato”, ossia soltanto i TR 0-4! Ma per tutto il resto  ha il diritto e il dovere di rimanere in ottima comunicazione con il pc! E come può farlo rimanendo muto come un pesce santo cielo!!??

    – E’ falso che l’auditor non possa dare nessuna informazione sul meter al pc. Ovvio che non deve dare il valore del Tone Arm! Ma può sicuramente dire che questo o quello ha una reazione! Come in ogni altro caso, ci vuole comprensione delle cose. 

    – Ascoltate i nastri MODELLO di Ron del 1962. Quando li avete ascoltati, cosa avete pensato? Sono sicuro che avete pensato: “Sì, ma Ron qui NON sta audendo… parla troppo con il pc!! Ron sta soltanto facendo una dimostrazione, è per quello che parla! E poi qui è il 1962, non si audisce più così… Adesso l’auditing è cambiato, ed è moderno!”. 
    Lo so, è quello che si pensa facendo l’Accademia. Si studiano PRIMA tutti i bei bollettini falsi del 1971-1978, e poi si ascoltano i nastri modello di Ron del 1962… Ed è quindi dissonanza cognitiva (un termine psicologico che detesto, e che a furia di sentire mi viene da ripeterlo…). In altre parole, non si riesce a fare pace col cervello. due dati contrastanti e apparentemente corretti entrambi… Vi aiuto io: i nastri sono corretti E SI AUDISCE ANCORA COSì! Non è cambiato nulla dal 1962! Quello è il modo corretto di occuparsi di un preclear. Ascoltatateli nuovamente per favore, E QUESTA VOLTA CAPIRETE! Garantito.

    – L’abolizione degli ISTRUTTORI e il rimpiazzamento con i SUPERVISORI pose definitivamente fine alla COMPRENSIONE del soggetto.
    Ormai addestro persone già da alcuni anni, e l’unica cosa di cui sono certo al di là di qualsiasi dubbio è che usando i dati della “supervisione standard” soltanto, ossia soltanto la tech di studio ed i materiali, NON SI RIUSCIRA’ MAI AD ADDESTRARE NESSUNO!!! Non si creerà mai nessun auditor! Nessuno passerà mai i corsi di comunicazione! Ecco perché le org producono 2 auditor all’anno, sempre che li producano!! Il motivo è che i supervisori non possono più insegnare. E che ai supervisori non è più richiesto di essere auditor prima di supervedere.

Ora ho altri sospetti, ma su questi ultimi devo ancora indagare bene. Ma vi metto comunque la pulce all’orecchio, e magari avrete modo di verificare voi stessi.
I miei sospetti sono 2:
1) che non succeda ASSOLUTAMENTE NIENTE di male a percorrere 2 volte un’immagine mentale, engram, secondario, lock*, overt, o quello che volete. ANZI!! Potrebbe persino essere terapeutico. Intendo un’immagine già cancellata o percorsa in precedenza, e percorsa nuovamente. A sentire i bollettini sembrerebbe che il preclear rischi di esplodere in aria!
Non che avessi bisogno di indizi, già sospettavo questa cosa, ma proprio oggi mi sono imbattuto in questo bollettino: 7 Aprile 1960 “Un Nuovo Riassunto dell’Auditing” (Visto che Ron li ha fatti i riassunti? 🙂 ) 

“Per rendere flat un episodio con Dianetics, lo si cancella soltanto. Per renderlo flat con Scientology lo percorri finché il preclear lo riottiene indietro completamente ed è causa totale su di esso (lo percorri dopo che lo hai cancellato)”.

Capite? Qui sopra addirittura lascia intendere che prima si dovrebbe cancellare le immagini con Dianetics, e poi RIPERCORRERLE con Scientology per diventare CAUSA TOTALE sui propri facsimili!!! 🙂

2) Sospetto persino che il percorrere engram per catene sia una cazzata, non nel senso che non si debba andare alla base, ma nel senso che una volta cancellata la base la catena NON sparisce tutta come per magia! A sparire è soltanto la base, ed ora l’engram simile successivo diventa la NUOVA BASE di quella catena. 
Se rileggete il book 1* vi dice proprio questo. Nel book 1 una volta raggiunta la base, si va poi a cancellare gli engram fino al tempo presente.
Ovvio che non vi sto dicendo di andare oltre all’ago libero.
Vi sto dicendo soltanto: “Occhio. Esaminate le cosa da voi. Traete le vostre conclusioni”.
E ripeto che per il momento è solo un sospetto.
Ma già so che è una questione di tempo. Nessun mistero ha resistito. Stanno cadendo come i birilli, uno dopo l’altro.


Come sono arrivato a tutto ciò?
Semplice: applicando. Provando ad aiutare veramente. E notando le innumerevoli ILLOGICITA’ dell’auditing, o perlomeno di quello che veniva spacciato per “auditing”.

I primi indizi li ebbi quando iniziai ad allenare in Accademia.
Scoprii che per me era facilissimo aiutare le persone! 
Avevo successi incredibili nell’allenare gli auditor in addestramento, nel tenere le lattine, nel fare l’allenatore, nel dare verifiche di teoria, ecc… 
Un po’ alla volta capii che potevo aiutare chiunque, ma proprio chiunque (persino gli sp), soltanto con la comunicazione e soltanto conoscendo gli Assiomi.
Sapete quando iniziarono i problemi? 
Quando iniziai ad “audire”.
Lì proprio non c’era verso di far funzionare questa stramaledetta tecnologia…
Non vi dico la lista di fallimenti…
Beh, adesso HO CAPITO!
L’esatto motivo è che si è COSTRETTI A SEGUIRE UNA PROCEDURA ROBOTICA E FALSA!
Le PERCEZIONI dicono una cosa, l’INTUITO dice una cosa, la tua INTEGRITA’, il tuo  “SESTO SENSO” dice un cosa, e tu non la segui perché i tuoi “bollettini” dicono di fare altro!!
Ragazzi, buttate via tutto quello che pensate di sapere, buttate alle ortiche tutti i vostri dannati bollettini, la “seduta modello”, il “chiarimento di parole”, i “rudimenti”, tutto quanto, e AUDITE QUEL PC CHE AVETE DAVANTI! Fate la cosa giusta! 
Vi sorride, e sentite che sta bene? Azione maggiore! Che li verifichi a fare i rudimenti? Per mandarlo ARCX??
Entra in seduta ed il suo sguardo da vittima vi dice all’istante che ha un withhold, e voi che fate? Chiedete ARCX e PTP*???? Sul serio?? Suvvia… Questo è quello che intendo con “FATE LA COSA GIUSTA! NON FATE QUELLO CHE C’E’ SCRITTO”.

Viene da voi qualcuno in stati disperati, e non ha dormito a sufficienza, oppure il giorno prima ha bevuto un paio di birre, e voi che fate, non lo audite?? Aspettate che suicidi magari? Agite! Al diavolo il codice per una volta!

Questo è un esempio che mi è realmente successo…

Viene da me una persona in condizioni disperate. Iniziamo a parlare e mi dice che stava meditando il suicidio. So che non riesce a dormire da giorni e che non mangia da giorni. Allora mi metto a fare TR 0* con lui, in modo da scaricare un po’ la cosa (prima di ciò ci parlo un po’, in modo da far uscire un po’ di carica). 
Mentre facciamo il TR 0 gli spiego a cosa serve e perché lo stiamo facendo. 
Neanche a tempo a farlo e parte un’ondata di carica di afflizione.
Al che mi dice: “Ma secondo te è normale? Non sono normale, sto impazzendo”.
Ed io: “E’ assolutamente normale invece!”, e gli spiegai in che modo le immagini mentali si restimolano, e tutto il resto.
Al che lui mi dice: “Non vedo via d’uscita. E’ come se fossi dentro ad un pozzo”.
Al che io sorrido, perché avevo già capito tutto. E gli dissi: “Ah sì? E come è fatto questo pozzo?”
E lui: “E’ di pietra, antico, ….”.
Ed io: “Ok. Vai all’inizio dell’episodio”… 😀
Sono stato forse a dirgli: “Guarda, ti do una seduta, ok?”.
Oppure gli ho forse detto: “Guarda, vorrei darti una seduta ma non posso. Torna quando hai mangiato e dormito. Adesso mi dispiace ma ti devo lasciare dentro quel pozzo in cui sei finito 2 secoli fa, e dal quale probabilmente non sei più uscito!”.

No. Il pc ERA dentro quel pozzo proprio davanti ai miei occhi. 
Che cosa avrei dovuto fare? Lasciarlo lì perché non era sessionabile*?
Al diavolo le regole. Ora ti tiro fuori!

Il pc percorse come un cavallo da corsa. Rievocazione totale, data precisa, colori, suoni, linguaggio dell’epoca… tutto!
Capite?

E lì capii l’importanza del COMPRENDERE veramente, e di quanto le procedure e le fraseologie fossero SBAGLIATE. E sapete perché?
Il perché è che l’auditing funziona SOLO se il pc ESEGUE VERAMENTE i comandi.
Purtroppo i pc dicono “sì” anche quando non lo eseguono.
Esempio (realmente successo): 
“Vai all’inizio dell’episodio”
“Sì”
(Ma il pc non mi convince. Dà l’aria di non averlo fatto).
“Che cosa vedi?”
“Il pozzo!”.
(Il pc nel passaggio precedente era riuscito a vedere il momento prima che cadesse dentro al pozzo. In altre parole era emerso un Inizio Precedente. E questo è ovvio, no? Ci sarà finito in qualche modo lì dentro. Non può essere iniziato dentro al pozzo, giusto? Perciò lo portati pian piano a trovare l’Inizio precedente, e alla fine ci riuscì. Soltanto che quando gli dissi “Vai al nuovo inizio” il pc si ritrovò ancora intrappolato nel pozzo a causa della carica. La carica infatti è come un muro di gomma che fa rimbalzare via dalle cose. Ma il pc mi disse di essere all’inizio. Cosa feci io? Accettai un comando non eseguito? No. Feci qualcosa che per la procedura era “sbagliata”. Chiesi ancora una volta “Che cosa vedi?”. E questa è una cosa da NON fare assolutamente by R3R*, giusto? E invece no, è proprio questo che sto cercando di farvi capire! Le procedure imparate a memoria vi faranno sbagliare! Io chiesi ancora una volta “che cosa vedi”, in modo da capire se aveva eseguito o meno il comando! Se mi avesse detto “mi vedo fuori dal pozzo”, allora avrei saputo che effettivamente era riuscito ad eseguire il comando. Ma invece mi disse: “Vedo il pozzo”. Al che gli dissi: “Va bene, andiamo al vero inizio dell’episodio”. E lui “Non ci riesco…”. Ed io pensai: “Eh lo sapevo che non ci eri riuscito!”.
Idem con patate per la parte finale dell’episodio, ossia la parte in cui ovviamente tirava le cuoia, e dalla quale continuava a rimbalzare indietro.
In poche parole, se avessi seguito le regole e il codice alla lettera, questo ragazzo sarebbe ancora nel pozzo. Avrei dovuto aspettare giorni che si rendesse sessionabile, e forse avrebbe fatto un gesto inconsulto.
E se avessi seguito la procedura R3R alla lettera, non avrei risolto e cancellato l’engram.
Fu necessario non seguirla alla lettera per avere successo. Fu necessario usare il buon senso.

E durante la seduta mi accorsi che ogni volta che cercavo di seguire le istruzioni dei “bollettini” finivo col sbagliare, e che invece ogni volta che mandavo al diavolo tutto e semplicemente osservavo e cercavo di fare la cosa giusta, ci azzeccavo. Ogni volta.

Ecco quindi risolto il mistero del come mai nel ruolo di allenatore riuscivo sempre, e invece nel ruolo di auditor fallivo molto spesso. Le istruzioni erano sbagliate!

Ecco il motivo del fallimento di Scientology:
LE ISTRUZIONI SONO SBAGLIATE!

Fatelo come prova una volta:
Buttate via tutto quello che pensate di sapere su Scientology.
Audite se state audendo, oppure conversate se state conversando, o aiutate se state aiutando, ma non pensate mai a quello che dicono i vostri bollettini. 
Non seguite mai le istruzioni. Fate invece QUELLO CHE VI SEMBRA GIUSTO!
E vi garantisco che non fallirete mai!
Fallirete soltanto quando darete retta ai consigli dei bollettini.

Alla fine, dopo un po’ di tempo, riuscirete a vedere quali bollettini sono originali e corretti, e quali invece sono falsi o alterati.


CONCLUSIONE:

La verità non può essere nascosta per sempre.
Il sabotaggio iniziò già attorno al 1967.
Probabilmente Ron fu acciuffato attorno alla fine del 1966, portato in qualche ospedale e sottoposto a qualche trattamento. Da lì in poi non fu più lui, non del tutto.
Gli infiltrati furono quindi liberi di sabotare lentamente la tecnologia.
Vi dico persino che ho dei dubbi su TUTTI i livelli OT.
La prova del nove? 🙂

DOVE DIAVOLO SI PERCORRE L’IMPLANT “AREA DELLE VITE” NEL PONTE??
Hehehehe…

Visto che non c’è?

Suvvia, ma perché nessuno si pone le domande corrette?
Qual’è il problema N.1 dell’uomo? 
Qual’è il vero scopo di Scientology?
Esatto.
Lo scopo di Scientology è ottenere l’immortalità.
La causa della condizione di “mortale” dell’uomo è l’Implant Fra le Vite.
L’implant fra le vite non fa parte del Ponte…
Serve un genio per capirlo?
Serve un genio per smascherare tale sabotaggio?

I livelli OT sono contenuti nel libro “La Creazione della Capacità Umana” (1954).
Sono esercizi sull’esteriorizzare e sul accrescere abilità da esteriorizzato.
Non c’è nulla di misterioso in essi.
Gli unici materiali confidenziali sono quelli relativi alla Routine 6, gli schemi delle GPM e degli implant. E lo sono a ragione. Mi chiedo invece cosa ci sia di così confidenziale in OT III, e nel resto dei “livelli OT”. 
Non ho ancora elementi per giudicare, ma raramente mi sono sbagliato riguardo a Scientology. E’ sempre stato un continuo progresso di scoperte. Le matrioske erano soltanto un po’ più di quelle che pensassi.
Ma così su due piedi l’intera faccenda dei Livelli OT mi sembra una trappola, in questo momento. LRH non ha mai fatto segreto delle sue scoperte. Se leggiamo la storia dell’uomo e i vari implant della traccia intera, ci sono avvenimenti della stessa caratura (se non peggiori) di OT III, eppure non sono confidenziali. 
Io dal canto mio sono già abbastanza certo, ma ulteriori indagini sono d’obbligo.

Scientology è finita alla fine del Briefing Course. E’ finita quando salì sulla nave.

Certo, ci possono essere degli elementi interessanti anche dopo tale data.
E se ci sono ne verremo a capo.
Fin’ora ne siamo sempre venuti.

E’ un terreno pericoloso.
Molte persone si sono fatte male.
E’ per quello che il pubblicare queste cose è una sorta di polizza sulla vita. Le persone vengono fatte fuori quando sono agli inizi di scoperte pericolose, o quando sono a metà strada. Noi abbiamo scoperto tutto invece. Ed il renderlo pubblico ci mette in una posizione più sicura, perché non ha più alcun senso farci fuori adesso. Servirebbe soltanto a dimostrare che quanto abbiamo scoperto è vero e pericoloso!
Sapete, l’atteggiamento dei nemici di Scientology riguardo Scientology è un apparente “snobbismo”. In realtà per metterci le mani sopra e per mettere a tacere i potenziali ribelli sono stati compiuti sforzi oltre ogni immaginazione… Soltanto che vogliono far sembrare che Scientology sia una stupidaggine, e che nessuno la stia prendendo seriamente, e che non ne siano preoccupati. Magari oggi veramente non ne sono preoccupati, dato che la Scientology che è rimasta è un vecchio rottame arrugginito, che fra un decennio o due sarà dimenticato…

I miei amici sono già stati informati da tempo che se mi accade qualcosa non è un incidente. E sapranno cosa fare.
Tanto noi ritorniamo sempre.

Buon proseguimento

David Effe

P.S.
Potete aiutarmi facendo copie di questo articolo, in modo che se un giorno il sito dovesse “scomparire” e io avessi un “incidente”, non tutto sarebbe perduto.


GLOSSARIO

SAINT HILL SPECIAL BRIEFING COURSE: Nel 1961 Ron si trovava a Saint Hill (la sua dimora nei pressi di Londra), dove aveva stabilito la sede mondiale di Scientology. In quell’anno diede il via al più grande corso per auditor esistente in Scientology, il famoso Briefing Course (Corso di Istruzione) di Saint Hill. Era un corso riassuntivo di tutta la tecnologia esistente in Scientology, il cui scopo era formare un vero esperto totale di Scientology. Il corso comprendeva (e comprende tutt’oggi) tutti gli scritti, tutti i libri, e la serie di conferenze che diede dal 1961 alla fine del 1966 (oltre 450 conferenze).

CLASSE VIII: Corso che Ron tenne sulla nave nel 1968. Il suo scopo è formare uno specialista di Tecnologia Standard.

TECNOLOGIA STANDARD: Standard significa un livello di qualità ben preciso in un determinato settore. Significa anche un modo ben preciso e riconosciuto universalmente di fare le cose. Ad esempio esistono degli standard universali nell’industria, nella produzione di prodotti ospedalieri (siringhe, guanti, flebi, ecc…), e così via. Per Tecnologia (o “Tech”) si intendono i vari procedimenti di auditing e le varie tecniche che si usano in seduta. Perciò “Tecnologia Standard” in Scientology significa che esistono dei modi ben precisi di fare le sedute, che nel corso del tempo si è visto essere i modi “perfetti” di fare le cose. Il contrario della tecnologia standard sarebbe che nel mondo ogni auditor di Scientology facesse le sedute in modo diverso, a seconda dei propri “gusti” e delle proprie convinzioni personali. In Scientology esiste quindi una procedura standard, ossia un modo uguale per tutti gli auditor di fare una seduta. Questo è uno standard di qualità.

TONI: Si riferisce alla Scala del Tono, ossia ai vari livelli delle emozioni umane.

NAVE: Nel 1967 Ron fu costretto a lasciare l’Inghilterra, in quanto il crescente antagonismo nei suoi confronti culminò con il mancato rinnovo del permesso di soggiorno in Inghilterra. Decise quindi di acquistare una piccola nave e di salpare per il mare. Fu l’inizio della famosa Sea Organization abbreviata in Sea Org.

La motonave Apollo

PDH: Pain, Drug, Hypnosis, ossia Dolore, Droga, Ipnosi. Tecnica di controllo mentale in cui si utilizzano torture assieme a droghe e a ipnosi per inserire segretamente nella persona dei comandi mentali a sua insaputa. Una volta “sveglia” la persona non ricorderà nulla, ma sarà segretamente sotto il controllo di altre persone, oppure si comporterà in modi “prestabiliti” in certe occasioni. Si possono persino trasformare innocenti civili in spietati sicari, che ovviamente non ricorderanno nulla degli omicidi compiuti. Vi consiglio il film “The Manchurian Candidate”, dove ciò viene spiegato piuttosto bene. I progetti segreti della CIA “Monarch” e “MK Ultra” (MK= Mind Kontrol) ne fanno parte. Gli attacchi a Hubbard e a Dianetics e Scientology derivano interamente dal fatto che Dianetics e Scientology annullano gli effetti del controllo mentale, rovinando quindi il “bel lavoro” che i servizi segreti compiono.

ARCX: ARC = Affinità, Realtà e Comunicazione. X = che si spezza. Si legge “Arsì Break”. Significa “Rottura di ARC”. Una Rottura di ARC è quando la propria Affinità, o la propria Realtà, o la propria Comunicazione verso qualcuno o qualcosa si spezza. In altre parole, un ARCX si verifica quando improvvisamente qualcosa o qualcuno non ci piace più, o quando qualcosa o qualcuno ci manda del tutto “fuori realtà”, o quando si smette improvvisamente di comunicare con qualcosa o qualcuno. Esempi: una grossa delusione ci fa passare da amare qualcuno ad odiarlo o esserne disgustati (rottura in Affinità). Si scopre che il nostro parroco, così gentile ed educato, e così “cristiano” nel comportamento, in realtà adora segretamente Satana (rottura in realtà): è una cosa che ci lascia del tutto increduli, che ci manda letteralmente fuori realtà. Oppure scoprire che in realtà le malattie vengono diffuse dai vaccini, o che la Terra non è tonda. Sono tutte cose che mandano fuori realtà. Una rottura di comunicazione ad esempio è quando uno smette di parlarci, e noi non riusciamo a capirne il perché.

PROCEDIMENTO: Una serie di domande ben precise che vengono poste al preclear in modo continuo finché non scopre cose nuove su sé stesso e la vita. In Scientology abbiamo centinaia di procedimenti, ciascuno dei quali è calcolato per ottenere dei risultati ben precisi. Ecco alcuni esempi di procedimenti:
– Procedimento sui Problemi (1965):
1) Che problema hai avuto con qualcuno?
2) Che soluzioni hai avuto per quel problema?
(Si chiede la domanda 1), e poi si continua a chiedere la 2) finché la persona esaurisce le risposte. Quindi si chiede ancora 1) per un nuovo problema, e poi ancora 2) finché si esauriscono le risposte, e così via fino al risultato finale.
– Procedimento di Comunicazione (1961)
1) Quale comunicazione considereresti cattiva?
2) Quale comunicazione un altro considererebbe buona?
(Questo si percorre 1-2-1-2-1-2-1-2…. ecc., fino alla fine)
– Altro procedimento di Comunicazione (1961)
1) Chi ha mancato di comunicare con te?
2) Con chi hai mancato di comunicare?
3) Che cosa ha mancato di comunicare con te?
4) Con che cosa hai mancato di comunicare?
(Questo si percorre 1-2-3-4-1-2-3-4-1-2-3-4 ecc…)

C/S 1: Case Instruction numero 1. Significa la prima istruzione da eseguire su un caso. Istruzione nel senso di “istruzioni” da seguire. Il C/S 1 sono le primissime cose da fare con un preclear nuovo, e le prime cose da fare sono chiarire i termini di Dianetics e Scientology che verranno usati. Se uno non prende confidenza con i termini specifici di una nuova materia, è ovvio che non ne capirà nulla. E’ per quello che è la prima cosa da fare.

W/C: No, non significa “gabinetto”. Significa Word Clearing, ossia Chiarimento di Parole. 

F/N: Floating Needle, ossia Ago Fluttuante, o Ago Libero. Quando il preclear sta bene, l’ago dell’E-Meter inizierà a “fluttuare” avanti e indietro, avanti e indietro, come se galleggiasse sulle onde. Questo indica che è il momento perfetto per terminare le azioni che si stavano facendo. Smettere prima di questo punto, oppure dopo questo punto è un grosso errore.

TRs: Abbreviazione di Training Routines. Sono gli esercizi di addestramento sulla comunicazione.

TR 0: E’ l’esercizio fondamentale sulla comunicazione, ma anche sulla vita. Insegna a stare di fronte alle cose, insegna ad affrontare le cose piuttosto che sfuggirne. Due persone siedono una di fronte all’altra per lungo tempo, senza parlare o fare altro, e i guardano.

BOOK 1: Il primo libro scritto da Hubbard, il libro Dianetics (1950).

PTP: Present Time Problem: Un problema imminente (non uno del passato) che impedisce al preclear di fare la seduta, che lo distrae o lo preoccupa a tal punto che non riesce ad eseguire i comandi o a rispondere alle domande con facilità.

SESSIONABILE: in grado di ricevere una seduta (in inglese: SESSION). Significa essenzialmente che il preclear ha dormito e mangiato a sufficienza, e che non ha assunto droghe.

R3R: Il nome della procedura standard per occuparsi di engram e catene di engram.

ENGRAM: Immagine mentale che contiene una registrazione di un trauma fisico avvenuto nel passato.

SECONDARIO: Immagine mentale di una perdita sconvolgente (una morte di un parente, di un animale domestico, la fine di un amore, ecc…). Trauma emotivo.

LOCK: Immagine mentale spiacevole. Non contiene né dolore fisico e né emotivo, ma inconsciamente viene restimolato (riattivato) un engram o un secondario. Sono quelle varie situazioni nella vita che troviamo spiacevoli per qualche motivo sconosciuto a noi (ma il motivo c’è).

 

 

2 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Benvenuti Nuovi Lettori (parte 1)

Benvenuti nuovi lettori.

Questo articolo è dedicato ai nuovi arrivati su questo sito, in modo che possano capire meglio di cosa di tratta.

C’è una pagina in alto, nell’intestazione, dedicata alle persone nuove, “PER I NUOVI ARRIVATI”. Sono giusto alcune righe scritte tempo fa. Ma le informazioni non sono sufficienti per poter comprendere tutti gli articoli di questo blog. C’è pure un glossario, dedicato in particolar modo alle persone nuove, ma anche questo contiene poche definizioni, e provvederò quindi ad ampliarlo.

Con questo articolo di oggi si cercherà di dare tutte le informazioni necessarie alle persone che non conosco bene Dianetics e Scientology. Ciò si rende necessario dal momento che questo blog nacque per gli scientologist (ossia i praticanti di Scientology) che erano fuoriusciti dalla Chiesa di Scientology, o che erano ancora dubbiosi sul da farsi, e in tal caso questo blog avrebbe potuto aiutarle a prendere una decisione.

Col passare del tempo però questo blog iniziò ad interessarsi sempre più a ciò che succedeva all’esterno di Scientology. Proprio là fuori, dove il mondo reale si trovava e dove le persone reali vivevano: la società.
Questo è un processo naturale. Succede anche alle persone.
Quando una persona è presa dai problemi personali, è così introversa che può soltanto guardare dentro a sé stessa, nel disperato tentativo e nell’ossessione di risolverli. Non è neppure consapevole delle persone attorno a lei, figuriamoci dell’ambiente in senso più ampio, della società, o addirittura dei problemi di carattere mondiale.

I problemi di Scientology quindi, erano così grandi che le nostre intere energie erano assorbite nel tentativo di venirne a capo, e ci impedivano quella serenità e quella sicurezza necessaria a rivolgere lo sguardo altrove e a rendersi conto che c’erano altre persone là fuori che non per forza ci erano ostili, e che magari potevano essere nostre alleate, e che c’era un’intero mondo da comprendere, e magari che le origini del male erano da qualche parte là fuori, nascoste alla vista.

Perciò una volta venuti a capo dei problemi interni di Scientology, e per quanto ci riguarda tali problemi sono stati risolti, si è iniziato ad interessarsi sempre di più alla società la fuori, e a tutte quelle cose che all’inizio ci apparivano così misteriose e incomprensibili. Mi riferisco a tutta una serie di tematiche come i complotti, le società segrete, ufo e alieni, e così via.
In particolare, la cosa che non mi faceva alcun senso, era come fosse possibile che gli scientologist, così ferrati nella storia remotissima del genere umano (milioni o miliardi di anni fa), potessero rimanere del tutto sbalorditi di fronte ad un video sugli ufo, o non sapessero un accidente di banchieri internazionali, riti satanici e compagnia bella. Era una cosa del tutto incomprensibile – e del tutto inaccettabile – da parte di qualcuno che si prefigge la comprensione del genere umano e del mondo che ci circonda.

Perciò dopo lunghe peripezie ne venni a capo, e le tappe fondamentali sono qui presenti in questo blog. Soltanto che possono essere comprese solamente da persone hanno un certo background storico in Scientology, e che conoscono quindi i termini tecnici usati, le abbreviazioni varie, lo slang, e così via. Con questo articolo si cercherà di porre quindi rimedio a ciò.

La storia di Scientology, in forma breve, è questa: un ricercatore americano, tale Lafayette Ronald Hubbard, nato nel 1911 e morto ufficialmente nel 1986 (ma così non fu, e questa fu la grande scoperta che diede veramente inizio a tutto…), indagò a fondo, per lunghi decenni, nel tentativo di trovare risposta agli enigmi della vita e soprattutto delle sofferenze del genere umano, finché nel 1950 tali ricerche culminarono con la pubblicazione del libro “Dianetics: Scienza Moderna della Salute Mentale”.

Dianetics significa “attraverso la mente”, ma ad ogni modo consultate il Glossario, dove descrivo accuratamente ogni termine. Userò inoltre abbreviazioni del nome del ricercatore, ad esempio LRH, oppure Ron.

In Dianetics si scoprì che la sorgente delle aberrazioni umane e delle malattie psicosomatiche, l’unica sorgente, altro non era che le immagini mentali di esperienze negative e traumatiche, ancora accuratamente registrate dopo lungo tempo. Aberrazione significa “deviazione mentale”, o irrazionalità. Psicosomatico significa la “psiche” (anima) che fa ammalare il “soma” (corpo).

Ebbene, questa fu la più grande scoperta di Dianetics e Scientology, ossia che il seme della follia e delle malattie psicosomatiche era in quelle immagini alle quali nessuno aveva dato troppa importanza, e che nessuno avrebbe mai pensato fossero reali, vere e “solide”, seppur meno degli oggetti fisici che ci circondano. Alcuni le consideravano pura “immaginazione”, i più ne ignoravano completamente l’esistenza.
Ebbene, tali immagini sono fatte di energia molto sottile, non troppo diversa da qualsiasi altra forma di energia, come ad esempio quella elettrica, ma di qualità più sottile ed elevata. E tale energia, quando presente in notevoli quantità, e quindi divenuta ancora più solida e pesante, è in grado di opprimere la persona. Già, perché tali immagini hanno volume, hanno peso (seppur molto esiguo), e posizione nello spazio. E più il contenuto dell’immagine è spiacevole e doloroso, e più tale immagine diventa “pesante”, letteralmente, ed è quindi in grado di sopraffare la persona.

Ora ci si potrebbe chiedere CHI mai stia creando tali immagini, oppure CHE COSA le stia creando. E anche magari se sia possibile smantellarle, dato che producono l’intera somma dei problemi del mondo (visto che ogni uomo ce le ha, e che di conseguenza nessuno è del tutto razionale).

Ebbene “la cosa” che produce tali immagini è quello che in Scientology chiamiamo THETAN. Thetan è il modo in cui noi chiamiamo l’essere spirituale che abita in un corpo umano. Ossia TU. Il vero TU. Quella “cosa”, quell’entità che è consapevole di essere consapevole, ossia che sa di sapere, e che si rende conto di pensare, di decidere, di agire, e così via.

E che cos’è quindi tale essere, tale thetan? Com’è fatto?

Un thetan è un “nulla”, in termini “scientifici”.
E’ un nulla dal punto di vista dell’universo materiale, che è il mondo che ci circonda.
Il mondo materiale è fatto di materia ed energia, ed esiste nello spazio e nel tempo.
Gli oggetti che ci circondano sono fatti di energia compressa, che è talmente compressa da diventare solida. Ecco la materia.
Tali oggetti esistono nello spazio. E questo significa che non possono occupare lo stesso spazio. Ma che devono occupare posizioni diverse. Inoltre esiste una “distanza” fra le cose. Occorre viaggiare per raggiungere posti diversi. E per comunicare e per conoscere cose nuove occorre attraversare tali distanze. “Spazio” significa tutto ciò.
Infine c’è il tempo.
Tempo significa che le cose cambiamo, e che c’è un “prima” e un “dopo”.
Abbiamo quindi queste quattro cose: Materia, Energia, Spazio e Tempo. E questi quattro elementi vanno a formare l’Universo Materiale in cui attualmente stiamo vivendo. Dalle loro iniziali otteniamo la sigla M.E.S.T., che significa l’universo fisico, l’universo materiale.

Tale universo è soltanto uno degli universi possibili.
E’ l’universo delle rocce, dell’acqua, dello spazio e dei pianeti. E’ l’universo delle leggi della fisica, dell’elettricità, del magnetismo e di tutto il resto.
Ma questo non significa che sia l’unico universo possibile. Potrebbe benissimo esistere l’universo dei cartoni animati, o l’universo della magia, o l’universo di Mario Rossi, o quello di Tizio, Caio e Sempronio. In realtà ogni persona sembra avere il proprio Universo Casa, di cui è il Creatore e il solo proprietario. E dove valgono le leggi che lui ha stabilito. Ma queste ultime cose ve le propongo in punta di piedi, dato che non ho ancora una totale realtà e certezza che così sia effettivamente.

Ebbene, questo universo materiale, o universo MEST, sembrerebbe essere la somma o la collisione di tutti gli universi singoli e individuali di ciascuno dei fantastiliardi di miliardi di abitanti, sparsi qua e là, da innumerevole tempo. Perciò qui siamo soggetti alle leggi che valgono in questo universo – e in questo soltanto – e che sono le leggi della fisica.

Abbiamo quindi questo thetan, che in realtà non ha nulla a che spartire con questo universo. Egli proviene dell’universo THETA, che è l’universo del pensiero.
Ora non so ancora bene come sia successo, forse vi siamo entrati volontariamente, ma fatto sta che noi thetan siamo intrappolati in questo universo materiale da moltissimi miliardi di anni, e non siamo più in grado di uscirne.

Un thetan quindi, se descritto in termini MEST, ossia in termini materiali, è un “nulla”, è uno “zero”. Uno “zero assoluto” (come il gruppo musicale. Forse si sono ispirati a ciò, boh). Uno zero perché non ha energia, non ha materia, non ha una posizione nello spazio e nemmeno nel tempo. E’ uno zero che tuttavia ha capacità di pensare, e di creare con il pensiero. Gli oggetti circostanti sono infatti una creazione del pensiero dei thetan, quando ancora erano in grado di creare tramite pensiero.

Ora questo luogo altro non è che un campo da gioco.
La vita altro non è che un gioco.
Un thetan è una specie di Dio. E’ immortale, e non gli può succedere nulla a meno che lui non lo acconsenta. Ovviamente ciò era molto tempo fa. E ciò rimane tutt’oggi valido, tranne che per il “piccolo dettaglio” che si è incasinato in una serie così intricata di cose, che è diventato vittima delle sue stesse decisioni, indi per cui oggi possiede soltanto una frazione infinitesimale dei suoi antichi poteri, che pur tuttavia può ancora recuperare.
Perciò abbiamo un campo da gioco condiviso, una sorta di “internet”, che è questo universo MEST. E abbiamo i giocatori, che sono i thetan. Che probabilmente hanno deciso di giocare “online”, dato che giocare contro “il computer”, era diventato troppo noioso, o forse erano diventati troppo bravi e vincevano sempre, e quindi hanno deciso di giocare e sfidare altri giocatori, ossia altri esseri viventi come lui. Come un videogioco a cui siamo diventati troppo bravi. Ora ci si vuole misurare contro giocatori reali.

Ecco quindi che per avere un gioco si deve sottostare a delle regole. Una divinità con poteri illimitati non può trovare divertimento se può fare canestro sempre, da qualsiasi posizione, e ad occhi chiusi, o se i proiettili le passano attraverso senza colpirla. E’ come imbrogliare. E’ come avere “vite infinite” o usare altri trucchi nei videogiochi. Ecco che quindi i thetan si sono posti delle “limitazioni” per poter provare divertimento e sfida nei giochi. E devono persino aver messo una clausola per cui il tasto “ESC” non fosse disponibile! Capite?
Immaginate quindi che esista un videogioco bellissimo e avanzatissimo, nel quale ovviamente non si può “morire”, non nel senso reale del termine, dato che un thetan non può in alcun modo morire veramente, ma che richieda tutta una serie di “clausole” per poterci entrare… Immaginate clausole del tipo “potrai sperimentare dolore e ogni altra emozione”. “Potrai persino sperimentare la morte, intesa come azzeramento totale della memoria, e perdita del corpo attuale”. “Più perderai, e più perderai i tuoi poteri. Ma se vincerai, potrai riacquistarli”. Ed infine, questa terribile – ma affascinantissima (spero esista questa parola) – clausola: “In nessun caso potrai uscirne se ti troverai in difficoltà. L’unico modo di uscirne è tramite le tue sole forze. In ogni caso uscirne è possibile, ma non garantiamo la tua riuscita…”.
E immaginiamo poi che tale bellissimo videogioco (l’universo MEST) abbia la “forma” di una grande damigiana di vino. L’entrata e l’uscita si trovano solamente in alto, nel becco della damigiana. E che nell’esatto istante in cui si entra si diventa sempre più PESANTI, man mano che passa il tempo. E che per risalire in cima e quindi uscire occorra una quantità di energia e di volontà e di disciplina e di “perfezione” sempre maggiore. O che semplicemente ad ogni secondo di tempo passato, il nostro peso aumenti di un grammo…

Infine, immaginiamo che su tale damigiana vi fosse stata apposta l’etichetta “Solo per i più coraggiosi. Siamo certi che tu non abbia abbastanza fegato per questo…”.
Ed immaginiamo l’enorme forza, la smisurata energia, sfacciataggine, superbia e gagliardia dei thetan nel pieno delle loro forze e “govinezza”… Come non accettare la sfida?

Ecco quindi secondo me come sono andate le cose.

Abbiamo accettato questa sfida. Questo gioco estremo.
E abbiamo scelto di sottostare alle regole di tale gioco.
Come dei “superman” che per poter fare un onesto incontro di boxe con un normale essere umano debbano necessariamente indossare una collana di kryptonite.
Ebbene, eccoci qui oggi sul fondo della damigiana, come del pesante sedimento di vino.

Alcune discipline vi diranno che per uscire dalla damigiana sia necessario diventare degli eremiti e meditare per tutto il giorno, immobili su una roccia. Peccato che così si diventa sempre più solidi e ci si deposita sempre di più sul fondo. Altre ancora vi diranno che non c’è nessuna damigiana, e che in ogni caso niente ha senso, per cui perché tentare?

No, l’unica via d’uscita è verso l’alto.
E per uscire serve ritornare leggeri.
Sì, ma leggeri da cosa?
E che cos’è quindi che ci rende pesanti, dato che un thetan non è fatto di materia, e non ha quindi peso?

Bravi. La nostra mente.

La mente infatti è fatta di MEST. E’ fatta di materia ed energia, ed esiste nello spazio e nel tempo. La mente non è troppo diversa dalla materia che ci circonda. La mente è un pezzo di MEST, un oggetto fisico vero e proprio. Ok, è molto più sottile, è molto meno “densa” di un tavolo o di un mattone, ma è fatta della stessa sostanza.
Ma quindi come è fatta la mente? E che cos’è una mente?

La mente è come una pellicola cinematografica lunghissima.
Immaginate un addetto alla sala proiezioni.
Immaginate una stanza grande come uno stadio. O grande quanto tutta l’Italia.
Ed immaginate che esista soltanto una porta per uscire da quella stanza.
Ora immaginate che l’addetto a tale sala proiezioni sia il thetan.
Ed immaginate che sia completamente attorcigliato e avvolto da questa infinita pellicola per tutto il volume di questa stanza grande come l’Italia. Ed avrete una vaga idea di quanta “pellicola” sia necessario districare e riavvolgere sulle varie bobine e rimettere in ordine prima di cominciare a intravedere la porta d’uscita.

La stanza è l’universo MEST nel quale siamo intrappolati.
La porta della stanza è la via d’uscita.
La pellicola è la mente.
L’addetto alle proiezioni è il thetan, ossia tu.
E poi sì, c’è anche il corpo ovviamente, che altro non è che un ulteriore impiccio. E’ come la piombatura per un subacqueo. 

Questo esempio probabilmente vi avrà chiarito molto le idee.
E magari vi avrà anche spaventati un pochino, facendovi rendere conto di quanto difficile – e faticoso – sia trovare la porta d’uscita. Ma non temete… è persino peggio di così! 😀

Provo a descrivervi meglio la situazione, e le reali chance di uscita da questo infernale gioco…
Immaginate di trovarvi oggi in Calabria, e che la porta d’uscita si trovi sulle Alpi…
E immaginate che non esista alcun mezzo di trasporto, e che si possa andare soltanto a piedi.
E che non abbiate nessuna mappa.
E che lungo il percorso ci siano cartelli stradali sbagliati.
E “innocenti” paesani che vi diano indicazioni scorrette lungo il tragitto.
E che non vi sia soltanto la porta d’uscita a nord, ma che vi siano un altro centinaio o migliaio di porte sbagliate lungo il percorso, e che ciascuna di queste porte sbagliate, se attraversata, vi porti in una nazione più a Sud dell’Italia, giù in Nord Africa, o in Arabia, o in Congo, o in Sud Africa, o in Australia, o in Antartide… E il tutto sempre a piedi…
Ora immaginate di NON sapere nemmeno dove sia la porta d’uscita.
E immaginate di non sapere nemmeno di essere in una damigiana.
E di non sapere nemmeno che dovreste uscire da lì!
E immaginate che ad ogni errore nella vita la mole di pellicola cinematografica aumenti. E che aumenti ad ogni porta sbagliata valicata…
E che abbiate soltanto 70 anni di vita per farcela… pena la perdita di ogni progresso… e del dover ricominciare da capo!

Come vi sembra il quadro della situazione?
Ah, dimenticavo.
Aggiungiamo al quadro dei nemici agguerriti, che possono persino farvi fuori nel caso vi avvicinaste troppo sul sentiero corretto…

E dimenticavo anche che man mano la pellicola aumenta e vi si attorciglia, voi diventate sempre più deboli, sempre più ammalati, e sempre più pazzi…

Più o meno la situazione è questa.
Ci sono persone che non sanno nemmeno di essere in una damigiana.
E ci sono persone che non sanno di essere avvinghiate nella pellicola.
E ci sono persone che non sanno di essere un thetan.
E ci sono persone la cui intera esistenza è devota ad impedire che nessuno mai trovi la porta d’uscita. Ed hanno persino mezzi economici illimitati, e sono insediati in ogni struttura di potere, di “cultura”, di “informazione”, tutto il resto.

Bene.
Concentriamoci adesso sulla pellicola, ossia la nostra mente, che è in realtà l’unica cosa che ci sta tenendo ancorati sul fondo della damigiana.

La mente è il film completo e totale della nostra esistenza a partire da svariati miliardi di miliardi di anni fa, momento in cui siamo entrati in questa damigiana.

Immaginate una pellicola del tutto tridimensionale, del tutto immersiva e coinvolgente, nella quale si entri del tutto come una realtà virtuale, con tutte le sue belle percezioni all’interno (colore, suoni, odori, ecc…) e che a differenza di qualsiasi film possa persino registrare le seguenti cose:
– dolore fisico
– dolore emotivo
– emozioni in genere
– le nostre decisioni.

E qui sta il problema. Questo “film”, ossia la nostra mente, registra anche le cose negative, e può in seguito farcele risperimentare, senza la nostra volontà. Essendo la mente automatica, essa si mette in moto a prescindere dalla nostra volontà. Non ne abbiamo cioè il controllo completo. Esempio: “NON PENSARE AD UN ELEFANTE ROSA!”.

Che hai fatto? Lo hai pensato vero? Lo hai persino visualizzato.
Ecco che cosa fanno i notiziari ogni giorno. Stanno dicendo: “Sangue! Violenza!! L’uomo è una bestia!!!”.

Quindi abbiamo questa mente, che in realtà sta venendo creata da noi inconsapevolmente, e che più passa il tempo più ci rende pesanti. Peccato che l’uscita si trovi in alto, e che per poter “volare” fin lassù occorra ritornare leggeri come eravamo in origine.

E per togliersi questa pellicola attorcigliata da addosso serva come minimo rendersi conto di avere una pellicola cinematografica attorcigliata addosso. Ed in secondo luogo SAPERE come toglierla.

Dianetics e Scientology altro non sono che il metodo, le tecniche, per togliersi dal collo questa intricata pellicola, in modo da ritornare “leggeri”, e “volare” in alto verso l’uscita di questa damigiana.

Che poi giusto all’uscita della damigiana vi siano carte moschicide un po’ ovunque, questo è un altro problema… ma non voglio tormentarvi più del necessario.

Rendetevi conto quindi che qualsiasi disciplina non vi parli di queste IMMAGINI MENTALI che vanno a formare la nostra mente, e che non vi fornisca una tecnica per levarvi di addosso questa matassa, vi sta prendendo in giro, poco importa se consapevolmente o meno.

Più o meno sono come quei partiti che vi stanno dicendo che occorre austerità, che occorre pagare più tasse e tagliare i servizi, perché il problema sono gli evasori fiscali, quando in realtà l’evasione fiscale consiste dell’1% del problema ed il 99% consiste della truffa del debito pubblico, ossia del “debito” (o meglio strozzinaggio) “dovuto” a dei simpatici signori, a delle simpatiche aziende private, che ci tengono sotto scacco. Cosa che ogni politico ovviamente eviterà accuratamente di menzionarvi!! Poco ci importa se volontariamente, o se per semplice ignoranza o stupidità.

Il settore della salute mentale e della libertà spirituale si trova quindi in una situazione analoga: per ignoranza, o per stupidità, o per pura e semplice malignità o interesse personale, i vari “esperti”, i vari “fenomeni” e “saggi” là fuori non vi diranno che il problema è la pellicola che ci attorciglia. Il 99% magari non lo sa nemmeno che esista, figuriamoci possedere una tecnologia funzionale che la districhi e la annulli. Un altro 1% magari lo sa. E so che lo sa perché ci armeggia con essa ogni volta che moriamo, ogni volta cioè che muore il corpo che abitiamo. Magari è soltanto uno 0,05%, ma qualcuno che sa come stanno le cose, c’è. Mi sto riferendo a ciò che succede nell’Area fra le Vite, che è quel luogo dove molto ubbidientemente ci rechiamo per farci spazzare via la memoria, ogni 70 anni circa…

Perciò eccoci qui.
Dianetics e Scientology vi dicono che il problema è la pellicola in cui siete attorcigliati.
E vi danno delle tecniche, ossia dei modi per occuparsene, per rimettere in ordine tale confusione, in modo che possiate quantomeno vedere dove siete, e vedere che c’è una via d’uscita.

Alla prossima puntata…

by David Effe

 

 

1 Commento

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

L’Origine della Follia Umana e del Fanatismo Religioso: il Paradiso. Routine 3 – Heaven

Salve lettori,

oggi voglio parlarvi dell’origine della follia umana e del fanatismo religioso (sempre che ci sia una differenza). In realtà lo farà L. Ron Hubbard, tramite questo bollettino del 1963. Io ho soltanto provveduto a tradurvelo in italiano, e farò il mio meglio per rendervelo il più comprensibile possibile, spiegando ogni termine (tecnico e non) ed inserendo immagini.

Anni fa, quando ancora ero uno scientologo rispettoso dei dati confidenziali, mi chiedevo che cosa ci potesse essere mai nei Livelli Avanzati (il bollettino in esame non lo è, tranquilli). Poi uscii dalla chiesa ufficiale e continuai a colmare i vuoti, studiando qua e là, e altri ricercatori. Beh, ad un certo punto mi convinsi di una cosa: ero certo che la “religione” dovesse essere prima o poi affrontata, e che fosse uno dei cardini dell’aberrazione umana.

E avevo ragione.
Se c’era qualcosa su cui l’uomo in generale era folle, era proprio riguardo Dio, Satana, Inferno e Paradiso, Gesù Cristo e tutto il resto.
La cosa più sorprendente di tutte, è che PERSINO quando alcuni ricercatori imboccavano la strada giusta, ad esempio denunciando i vari piani segreti dell’elite, come ad esempio gli abusi e i rituali satanici, oppure l’eugenetica ed il transgendering forzato dei bambini, non riuscivano mai, in nessun caso, a mantenere un certo “distacco scientifico”, ma finivano sempre, sempre, sempre per invocare la salvezza divina contro queste “forze demoniache”.
A nessuno di loro, pur così abili e brillanti, è mai venuto in mente (e come sarebbe potuto, senza una vera conoscenza della mente della traccia del tempo?) che forse tutto questo fervore religioso e la “lotta” fra il “bene ed il male” potesse in fondo essere “artificiale”.

Le persone più difficili con cui comunicare, le persone più ottuse, più incapaci di ragionare e abbracciare nuove idee e nuove ipotesi, le persone con la mente più chiusa con abbiate mai avuto a che fare, sono certo siano state dei ferventi “credenti”, non importa di quale religione.

I crimini più orrendi, i più grandi genocidi della storia, le più grandi campagne per la soppressione della saggezza, fra cui saccheggi di biblioteche e libri arsi al rogo, sono tutti avvenuti sotto l’ala “protettrice” di questa o quell’altra religione.

TUTTO quello che sta accadendo di male persino OGGI nel mondo, deriva direttamente e unicamente da una sorta o l’altra di FANATISMO RELIGIOSO.

Persino dove la religione non sembra c’entrare nulla, come ad esempio nei sacrifici umani che continuano ad accadere ogni santo giorno, nascosti alla vista (specie a danno di bambini. Specie se conditi da stupro e cannibalismo), si scoprirà in realtà che sotto a ciò c’è un’ardente “fede” religiosa.

Ed ecco spiegato anche come mai la religione cattolica sia riuscita fare quel che ha fatto, ed essere ancor oggi più o meno in saldo potere mondiale. Scoprirete che c’è riuscita non soltanto con l’uso della forza e della violenza, e torture medioevali e persone arse sul rogo, ma c’è riuscita principalmente sfruttando i traumi remoti che ogni essere umano porta con sé da tempo immemorabile.

Ed ecco perché ancora oggi i presidenti americani giurano sulla Bibbia, e anche nei tribunali. Sulla loro banconota c’è scritto “In God We Trust” (abbiamo fiducia in Dio), e poi, in nome di quel “dio”, massacrano milioni e miliardi di persone. Che poi, ciascuno di loro è convinto che il loro dio sia quello giusto, sia esso Yahweh, il Dio cristiano o Lucifero.

Ciascuno di loro è pazzo. Ma in fondo ogni essere umano, sotto sotto, lo è.
Ed ora capirete perché.


NOTA: Questo bollettino non è confidenziale, sebbene non sia generalmente disponibile nelle chiese ufficiali di Scientology. Non è nemmeno presente in quella grande raccolta compilata nel 1975, i famosi Volumi Rossi. Il che è molto, molto sospetto, dal momento che Ron stesso inviò copie di questo bollettino a tutte le Organizzazioni di Scientology nel mondo e a tutte le filiali minori l’11 maggio 1963. Evidentemente voleva che questi dati fossero conosciuti. Ma qualcuno decise di NON inserirlo nei Volumi Rossi nel 1975. Come mai? Ve lo dico io… Nel 1975 Ron era già stato messo fuori combattimento da qualche anno. Inoltre, chi si sbarazzò di lui e conquistò segretamente le Organizzazioni di Scientology è o fa parte della stessa “elite” fanatico-religiosa che comanda il mondo, che possiede tutte le religioni, governi, e così via, e tale elite ovviamente non voleva che il segreto del loro potere sulla mente dell’uomo fosse svelato. Tale segreto è contenuto nel bollettino che segue.

Perdonate se aggiungerò moltissime note [in blu e in corsivo] per termini che molti di voi conoscono già, ma è giusto che chiunque comprenda a fondo queste cose, persino i non-scientologist).

Nota: giusto per cominciare, ecco il logo di RTC (Religious Technology Center, gli attuali proprietari di Scientology) e quello dei Gesuiti a confronto:

Si tratta in realtà del culto del Sole, ritenuto Dio. Il Portatore di Luce (=Lucifero). Tale culto risale come minimo all’Egitto con il Dio Horus, in Grecia poi con il Dio Apollo, e con la religione cristiana oggi, che altro non è una rivisitazione della religione egizia, mescolata all’antico testamento ebraico. Gesù altro non è che il Sole, e i 12 apostoli i 12 mesi dell’anno. E’ un culto astronomico trasformato in religione.

Culto del Sole ovunque

Quello che sta facendo RTC con Scientology, quindi, è di trasformarla il più possibile nella religione cattolica. Troverete quindi l’uso sempre più insistente di termini “biblici” (basta vedere OT VIII: Verità Rivelata, livello totalmente falso e inventato da loro), dell’uso del senso di colpa e della “confessione” come strumento di controllo dei parrocchiani, e così via. E’ normale. E’ insito nella pazzia del loro “DNA”. (Ovviamente il DNA non c’entra nulla. Tale pazzia è contenuta nella mente di ognuno di noi, come capirete leggendo il testo che segue).

[OT= Operating Thetan, ossia un essere spirituale (ciascun individuo lo è) che è stato liberato fino al punto di poter estendere i suoi effetti oltre il suo corpo, fuori nell’universo fisico.
Thetan= lo spirito, l’anima. Da Theta=pensiero
OT VIII= Il corso numero 8 per il progresso spirituale del thetan]

NOTA: In rosso il testo originale di Ron Hubbard. In blu le mie spiegazioni e commenti.
NOTA: Questo bollettino può essere particolarmente ostico da comprendere. In tal caso vi consiglio di rileggerlo più volte.


HUBBARD COMMUNICATIONS OFFICE 

Saint Hill Manor, East Grinstead, Sussex
[L’ufficio stampa di Ron, situato nella cittadina di East Grinstead, nella regione del Sussex, a Sud di Londra. Era in un maniero (castello medioevale)]

East Grinstead

HCO BULLETIN DEL 11 MAGGIO AD13
[HCO= abbreviazione di Hubbard Communications Office
Bulletin= bollettino, ossia uno scritto di natura ufficiale, in merito a determinati argomenti di interesse pubblico.
AD= After Dianetics, ossia dopo la data di pubblicazione del libro Dianetics, che segnò l’inizio di Dianetics e Scientology, ossia il 1950.
AD13= 13 anni dopo il 1950, ossia il 1963]

Org Centrali [Org= abbreviazione di Organizzazione. Centrale= le organizzazioni ufficiali di Scientology, presenti nelle maggiori città, con competenza territoriale per tutte le filiali e i parrocchiani della loro zona di competenza]
Franchise [= le varie filiali alle dipendenze delle Org Centrali. Perciò tale bolettino era destinato alle Org e alle filiali di queste Org sparse per il mondo]

ROUTINE 3
[Routine= una ben precisa serie di tecniche di Scientology per portare la persona che riceve le terapie a scoprire sempre più cose sul suo passato e quindi liberarsi e migliorare sempre più. 
Routine 3= la terza serie di queste tecniche]

PARADISO

Beh, sono stato in Paradiso.

Ed ho scoperto che gli Scientologist sono stati in Paradiso.

E che evidentemente tutti quanti sono stati in Paradiso.

Gli implant della Massa da Problema sulle Mete, che sono l’apparente sorgente di base dell’aberrazione e del travaglio umano, che iniziano con la meta Dimenticare, furono fatti con cinismo “in Paradiso”.
[Implant= Letteralmente impianto. Ma non si tratta di un impianto “fisico”, ossia dell’inserimento di un microchip o di altro dispositivo nel corpo (che con ogni probabilità avvengono pur questi). Quando si parla di implant in Scientology, si intende un evento traumatico facente uso di elettricità, ipnosi, tortura, droga, elettronica allo scopo di sopraffare l’essere e di inculcargli idee, pensieri fissi e scopi nella vita, tutto all’insaputa del malcapitato. Tali implant sono avvenuti moltissimi miliardi di anni fa (e ancora oggi avvengono…), e sono le vere fondamenta della pazzia umana, delle idee strambe alla Darwin, del fanatismo religioso (come vedrete leggendo), ed in generale di tutte le disgrazie umane, comprese malattie, suicidi e tutto il resto, oltre che della totale amnesia che le persone hanno sulle vite passate. In altre parole, si tratta di controllo mentale così potente da far sembrare quello odierno (seppur terribile), un gioco da bambini.
Massa da Problema sulle Mete: un accumulo di energia negativa divenuta solida nel corso delle ere, e derivante dallo sforzo, dallo stress, dalle emozioni negative, dai traumi e tutto il resto che una persona ha sperimentato nel tentativo di raggiungere le “proprie” mete, i propri scopi e obiettivi nelle innumerevoli vite (e che spesso erano inculcati da altri individui tramite implant…). Lo scopo dell’individuo (ad esempio “rapinare banche”) è stato contrastato per lungo tempo da un individuo o individui con scopo opposto (ad esempio un poliziotto). Da tale conflitto ne scaturì tale massa energetica negativa, ancora oggi conservata e presente nella mente degli individui. Immaginate di mettere un potente flusso di energia contro un altro flusso di energia contrapposta ed equivalente: dopo lungo tempo si avrà condensazione di massa, solida quasi quanto la materia.
Meta “Dimenticare”= uno dei tanti scopi inculcati nella mente delle persone, e che tali persone inconsciamente seguiranno nelle loro vite successive. Tenteranno cioè di dimenticare…
In poche parole, nella mente delle persone si era già accumulata (molti miliardi di anni fa) questa Massa da Problema sulle Mete. E tale massa era composta da 1) Una meta da raggiungere; 2) Una identità che si dovrebbe essere al fine di raggiungere tale meta e 3) un’identità che si sarebbe opposta a tale meta. E come se non bastasse, nella nostra mente c’erano già moltissime mete, ingarbugliate fra loro.
Qualcuno, molto tempo fa, scoprì questa anatomia della mente umana, e usò tale scoperta segreta per “hackerare” la nostra mente, inserendo degli implant (dei “malware” se vogliamo…) al suo interno, allo scopo di controllarci e dominarci totalmente]

Per molto tempo le persone sono state arrabbiate con me per la mia mancanza di cooperazione nel credere al Paradiso Cristiano, Dio e Cristo. Non ho mai detto di non credere ad un Grande Thetan, ma di certo c’era qualcosa di molto banale riguardo al Paradiso e tutto il resto. Ma ora devo fare le mie scuse. C’è stato un Paradiso. Non troppo differente, in quanto crudele tradimento, dal paradiso degli Assassini del 12° secolo, i quali, come chiunque altro, drammatizzavano gli implant della traccia intera – sebbene in modo maggiore.

La setta degli Assassini, Siria, 1200 d.c circa

[Drammatizzare= recitare per filo e per segno, come un attore, il contenuto nascosto della nostra mente inconscia. “Drama” in inglese vuol dire “recitazione, teatro”. Quando una persona sta “drammatizando” (nel linguaggio di Scientology), si sta comportando in modo assurdo o folle, senza esserne consapevole. La mente purtroppo nasconde tale debolezza, ossia può essere “hackerata” senza che la persona lo sappia (tramite controllo mentale, ipnosi, droghe, elettroshock), e può poi essere controllata senza che lei sappia.
Traccia intera= La traccia è la nostra memoria. La nostra mente è un film ininterrotto di tutto quello che ci è successo. E’ una pellicola cinematografica in 3D, completa di tutte le percezioni e i pensieri e le emozioni della persona. Tale film viene registrato inconsciamente dalla persona, senza che egli lo sappia. Si chiama “traccia” appunto perché è come una traccia musicale, un nastro, una pellicola. Questo sistema automatico di registrazione, che potremmo definire come un “backup automatico” della nostra intera esperienza di vita, può però essere malignamente “hackerato” (ossia implantato) con dati e ordini sconosciuti alla persona. In origine Ron non sapeva delle vite passate, per cui chiamò tale registrazione semplicemente “traccia”. Quando scoprì che esistevano registrazioni precedenti alla vita attuale, allora chiamò l’intero insieme di esse “traccia intera”, ossia l’intera registrazione completa di tutta l’esistenza dell’individuo (lunga svariati migliaia di miliardi di anni)]

Sì. Sono stato in Paradiso. E voi pure. E avete lo schema dei suoi implant nell’HCO Bulletin “Schema di Linee”. Era completo di porte, angeli e santi di gesso – e di equipaggiamento per implantazione elettronica. Perciò c’era un Paradiso dopo tutto – il che è il motivo per cui siete su questo pianeta, e siete stati condannati a non essere mai più liberi – fino a Scientology.
[Schema di linee= Un grafico dove vengono scritte le varie mete che la persona ha avuto lungo le infinte ere, poi le varie identità che ha assunto per poterle raggiungere, e infine quali identità si sono opposte al suo raggiungimento. Tale schema è l’equivalente di uno schema elettrico di una bomba, dove bisogna saper quali fili tagliare al fine di disconnetterla. Scientology altro non è che l’esatta serie di tecniche atte a disinnescare quella bomba che è la mente umana. Se qualcuno non sa quali fili tirare, o peggio, se non sa nemmeno che esista una bomba nella mente, o peggio ancora, non sa nemmeno che esista una mente, non ha alcuna chance di successo con l’uomo. Ecco perché psicologia e psichiatria hanno un tasso di fallimento (e di suicidi) così elevato. Ma ovviamente, pur una tecnologia così avanzata come Scientology, SE MANOMESSA, arriva al punto di essere DANNOSA. Ma aspettate un po’… non è che in realtà tutto ciò è successo per davvero??]

Line plot

Un esempio di uno Schema di Linee. La meta in questo caso è “Urlare”. Nella colonna a sinistra abbiamo le identità che si opporrebbero a tale meta, e a destra le identità proprie della persona che sta ricevendo le terapie. Scoprendo la meta e le identità alla fine si riesce a disinnescare “la bomba”, ossia l’energia compressa accumulata a seguito di tali esperienze. Il thetan è molto potente. Ma la sua mente, composta da questa Massa Mentale, è come un cappotto di piombo che lo mantiene a fondo, a bassi livelli di esistenza. Frantumato il “cappotto”, riemergono naturalmente le vere potenzialità del thetan. (Le varie sigle verranno definite più avanti nel testo).

Prima di andare in Paradiso non eravate davvero molto cattivi o molto buoni, ma non pensavate di aver vissuto solo una volta, e avevate una buona memoria e sapevate chi eravate e vi godevate la vita. Ma in seguito…

Il simbolo del Cristo crocifisso è molto adatto infatti. È il simbolo di un thetan tradito.

DATI

C’è bisogno di ulteriore lavoro e di eventuali correzioni, ma questi sono i fatti essenziali:

Gli implant sono di natura elettronica, e seguono lo schema della GPM.
[GPM= Goals Problem Mass. Abbreviazione di Massa da Problema sulle Mete (definita sopra). Significa quindi che chi ha fatto tali implant, deve aver scoperto lo schema naturale della mente umana formatosi nel tentativo delle persone di raggiungere le proprie mete nel corso delle ere, e deve averlo usato per controllare segretamente le nostre menti]

La stazione di implant è esistita nell’ordine di grandezza di 43.000.000.000.000 anni fa. (Le date possono essere parte degli implant, ma non sembra così al momento. Ad ogni modo, ci si riserva una possibilità di correzione delle date).
[Si parla di 43 mila miliardi di anni fa. In seguito si parlerà di “trilioni”. Un trilione sono mille miliardi. Si tratta quindi di 43 trilioni di anni fa circa. Ron poi suggerisce che tale data possa essere il frutto di un artificio, un falsa informazione inserita durante la procedura di “lavaggio del cervello”, ma che al momento non sembrava essere così, e che quindi ciò sia davvero successo così tanto tempo fa. Esempio: se io prendessi un passante dalla strada potrei metterlo KO, portarlo in un posto segreto, sottoporlo a droghe, ipnosi e tutto il resto, inculcargli l’idea che lui deve lasciare il lavoro e dedicarsi agli ospedali in Africa, e dirgli di dimenticare quanto successo. Magari potrei inserire all’interno l’idea che tutto ciò sia successo duemila anni fa, nel remoto caso che un giorno l’individuo scoprisse la malefatta, magari da qualche terapista. Ron sta ipotizzando questo quando parla di “data da implant”
Stazione di Implant: Un luogo segreto dove vengono effettuati tali implant per controllare segretamente gli esseri. Sono esistiti ed esistono tutt’ora stazioni di implant, persino sulla Terra].

Alcuni ci sono passati dentro una volta, altri più di una volta.

La prima volta in cui io ci arrivai ed il momento dell’implant Dimenticare fu datato a 43.891.832.611.177 anni, 344 giorni, 10 ore, 20 minuti e 40 secondi dalle 22:02 ora solare di Greenwich, del 9 maggio 1963.

La seconda serie fu datata al momento dell’implant Dimenticare a 42.681.459.477.315 anni, 132 giorni, 18 ore, 20 minuti e 15 secondi dalle 23:02 ora solare di Greenwich, del 9 maggio 1963.
[Datare= stabilire grazie all’uso dell’elettrometro la data di un avvenimento. Al paziente vengono date gli elettrodi (le famose “lattine”) da tenere in mano, e gli vengono poste delle domande. Quando ci si avvicina all’anno, al mese, all’ora e ai minuti in cui è successo l’episodio, l’energia contenuta nell’episodio farà muovere la lancetta, e alla fine la data può essere ottenuta con precisione.
Per “ora solare” semplicemente si intende che non si tratta dell’ora legale, ossia quando si porta indietro l’orologio di un ora per godere di più luce durante la giornata. Lo specifico perché su internet alcune persone prendevano in giro Ron per ciò, dicendo che non esiste qualcosa come “l’ora solare di Greenwich”.
Si parla poi di “serie” in quanto in questo “Paradiso” non è avvenuto un solo implant, ma un’intera serie di implant, cioè molti consecutivi]

Non ci sono implant precedenti di questo tipo. Non ci sono implant successivi di questo tipo.

Io evidentemente ho una meta mia a 305 trilioni (americani) di anni e una GPM effettiva, entrambe le quali hanno tirato dentro questo implant di 43 trilioni di anni fa.
[Trilione americano = mille miliardi. Lo precisa perché il trilione inglese è un miliardo di miliardi.
Qui Ron sta dicendo che lui, molto prima di questo implant del Paradiso, aveva una sua vera meta (simile al contenuto dell’implant del Paradiso ovviamente. Gli episodi nella mente vengono archiviati per contenuto simile) e che per raggiungere tale meta aveva quindi formato una sua GPM effettiva, ossia non implantata artificialmente.
GPM Effettiva= Quelle Masse da Problema sulle Mete che sono state formate dall’individuo stesso nel tentativo di raggiungere gli scopi da lui stesso stabiliti, senza che nessun altro manomettesse la sua mente, e lo costringesse per infiniti miliardi di anni a inseguire scopi falsi, false chimere stabilite da altri.]

DATI ADDIZIONALI SULL’E-METER

Cinque mete in tutto possono essere comuni ad entrambe le serie. Le prime 3 delle 5 sono uguali. Non ci sono implant relativi al tempo in base al meter. Ci sono numeri in ogni implant, ma le date hanno read razzo. L’implanting venne fatto su thetan non-visibili, ma l’arrivo fu su una nave in un corpo di bambola secondo il meter. La Stella di Betlemme, le Porte del Paradiso, La Via fuori dall’Universo, ognuna delle quali dà RR al meter, suggeriscono azioni di reclutamento.
[RR= Read Razzo. Una “read” è una lettura all’e-meter (e-meter= abbreviazione di elettropsicometro, ossia misuratore (metro) elettrico della psiche (psiche=anima). Perciò “misuratore elettrico dell’anima”). Per lettura si intende un movimento dell’ago. Proprio come un qualsiasi tecnico legge i propri misuratori (ha quindi delle “letture” sui propri dispositivi), allo stesso modo il tecnico di Scientology ha delle letture (read) sul proprio e-meter. Una Read Razzo (Rocket Read in inglese) è un tipico movimento dell’ago che spara verso destra, come una pallottola sparata in acqua, e che poi rallenta improvvisamente. Ciò succede quando si colpiscono delle aree molto cariche della mente. Sono delle aree “bollenti”, che quando sfiorate fanno schizzare l’ago verso destra. Quando qualcosa da una RR al meter, significa che è qualcosa di “scottante” e di “affidabile”. Le date danno RR, quindi sembrano essere affidabili.
Poi dice che ci sono “numeri” negli implant. Ciò potrebbe essere l’origine della “Numerologia” e della “Cabala” che fa sembrare così folli alcuni “esoteristi”, per non dire tutti. Ad esempio sappiamo quanto cari siano alcuni numeri alla massoneria, il 33, il 666, e così via, e come tutte le loro azioni e i loro attentati, le date in cui agire e persino i nomi delle persone vengano assegnati in base alla numerologia]

[Abbiamo quindi un “arrivo” in questo luogo, tramite astronave, ed il thetan, ossia lo spirito del malcapitato, in quel momento sta abitando in un corpo artificiale, tipo bambola. Ma l’implanting a quanto pare veniva fatto direttamente sul thetan, senza alcun corpo. Ci devono essere quindi dei sistemi elettronici per catturarlo e tenerlo fermo, mentre gli viene fatto il “trattamento”]

thetan

Non c’era alcuno scopo di dare una meta particolare a qualche thetan in particolare. Il piano non prevedeva alcuna individualizzazione.
[In altre parole, abbiamo tutti lo stesso tipo di implant con le stesse mete inculcate, uguali per tutti]

Gli overt di un preclear dovrebbero essere cercati come motivo per cui questi implant hanno fatto key-in, il Facsimile 1, l’ipnotismo, ecc. Ma è in dubbio se qualche preclear abbia fatto [ad altri] questo tipo di implanting.
[Overt= Abbreviazione di “Atto Overt”, ossia un’azione dannosa, aggressiva o distruttiva verso qualcosa o qualcuno (“overt” in inglese significa “aperto, manifesto”). Un overt è fare qualcosa di male al prossimo, e tecnicamente apre le porte a quel meccanismo mentale che comunemente viene chiamato “karma”. In Scientology sappiamo che affinché qualcosa di negativo ci possa mai accadere, ci deve essere qualcosa di simile compiuto in precedenza dalla persona stessa, ecco perché Ron dice di cercare gli overt come motivo del “key-in” di questi implant.
Key-in
= riattivazione inconscia di implant o altri episodi traumatici che fino a quel punto erano “dormienti”. Ogni persona ha svariati milioni di episodi traumatici, ma che non sono mai “attivi” tutti assieme. Quando alcuni di questi episodi fanno “key-in”, ossia si riattivano, la persona crolla, si ammala o addirittura impazzisce.
Facsimile 1= Per “Facsimile” si intende un episodio completo registrato nella mente. Per esempio, se una persona va al Luna Park, in seguito avrà un “facsimile” di quella esperienza nella sua mente, ossia una copia esatta, proprio come un film, ed in seguito potrà rievocarlo e riguardarlo e risperimentarlo. I facsimili dolorosi invece, tendono a rimanere occultati nella mente. Il “Facsimile 1” è un tipo particolare di episodio successo a tutti gli umani qui sulla Terra, moltissimo tempo fa. Ovviamente non un episodio piacevole, e che sembra essere il responsabile di alcune malattie come asma, sinusite, brividi cronici, ecc. Fu chiamato così perchè fu il primo episodio chiave ad essere trovato in comune a tutte le persone].

Lo stato d’animo è stabilito sul fatto che i thetan sono malvagi, traditori e cattivi, ma tutto ciò fa parte dell’implant, non è veritiero.
[Emozione artificiale inserita. Un po’ come dare della morfina ad un condannato a morte. Almeno muore con il sorriso]

Il punto iniziale più remoto della serie non è conosciuto al momento della presente scrittura, ma probabilmente contiene del reclutamento tramite pubblicità. Il punto di partenza dalla serie non è del tutto conosciuto, ma probabilmente è del semplice abbandono.

Gli implant non furono fatti in una scatola o in qualche strano trucco di proiezione. Lo scenario è davvero lì, comune Universo Mest, spazio e materia, e nell’Universo Mest.

La prima (43 trilioni) serie consiste di 29 mete implantate.

La seconda (42 trilioni) serie consiste di 21 mete implantate.

Le prime tre mete in entrambe le serie sono le stesse, Dimenticare, Ricordare, e Andare Via. L’ultima meta e un’altra sono uguali in entrambe le serie. Il resto delle mete non sono uguali per i due implant.

DATI PERCEPITI PERSONALMENTE

Lo schema degli RI è differente per le due serie, e nella seconda serie consiste di RI aggiuntive sotto all’Avere una Meta e con una differente spirale discendente di aggettivi e avverbi, ma per il resto sono simili.
[Qui non ci capisco molto neppure io, ma in poche parole, ma mano che si scende nello schema di queste benedette GPM, c’è come un decadimento di queste identità e negli aggettivi e avverbi per descriverle].
[RI= Reliable Item, Item Affidabile. “Item” in inglese significa “voce”, non nel senso sonoro, ma una voce di un elenco di cose. Se ad esempio abbiamo una lista della spesa, ogni voce di quella lista è un “item” (banana, mela, sapone, ecc.). Un item affidabile (RI) è un’identità che la persona è effettivamente stata, oppure un’identità che si è opposta alla persona, nel raggiungere una Meta. Per esempio, supponiamo che la meta sia “essere ricco”. Trovata questa, si chiede: “Chi o che cosa si opporrebbe all’essere ricco?”. Quindi la persona cerca risposta a questa domanda, e farà un elenco di qualche tipo, ad esempio: “Un poveraccio, un agente del fisco, un monaco, un genitore”, e così via. Quello che deve essere trovato è l’item corretto, ossia chi o che cosa si è opposto effettivamente alla meta della persona. E questo soltanto il meter ce lo dirà, con una bella Read Razzo. L’item corretto viene quindi chiamato un “RI”. Trovato questo, ossia chi si è opposto, si cerca poi chi è stata la persona, chiedendo una domanda del tipo: “Chi o che cosa vorrebbe essere ricco?”, e alla fine, grazie al meter si trova questo secondo RI. (Sto semplificando molto al solo scopo di dare un’idea generale. L’argomento di studio è parecchio ostico…). Va bene, in poche parole il metodo di smantellare tutto questo bel lavoro di lavaggio del cervello che ci è stato fatto svariati miliardi di anni fa, e che ha continuato a fare danni per altrettanti svariati miliardi di anni, è trovando queste benedette Mete implantate nella nostra mente, e trovando le varie identità che si è stati e quelle che ci hanno combattuto lungo le ere nel tentativo di raggiungerle. Facendo ciò il potere di questa mostruosità perde via a via forza, liberando sempre di più il thetan, che gradualmente riacquista i suoi poteri originari. Il fatto però che questa procedura e questo studio sia davvero ostico e complicato ha fatto sì che quando gli usurpatori si impossessarono di Scientology e misero sotto chiave questa tecnologia, sostituendola con una di facile e semplice ma che non produceva più quello che doveva produrre, nessuno ne sentì troppo la mancanza. Tutto qui. E quindi nessuno si pose troppe domande su dove fossero finiti tali scritti, e come mai non venissero più praticati].

Entrambe le serie hanno le Porte del Paradiso visibili. L’ultimo implant di entrambe consiste nell’ “entrare” in Paradiso. L’ultima meta di entrambe è Essere in Paradiso. [come si vedrà in seguito, questi implant vengono fatti al contrario. Ecco perché “la fine” è “entrare in Paradiso”, che dovrebbe invece essere l’inizio]

Le porte nella prima serie sono ben fatte, ben costruite.

Un viale di statue di santi porta su fino ad esse.

In cima i pilastri delle porte ci sono angeli di marmo.

I terreni all’ingresso sono molto ben tenuti, disposti come i Busch Gardens a Pasadena, come si vedono così spesso nei film.

Oltre alle scatole di implant che sono sparse lungo tutto il sentiero, ci sono altri rumori e suoni come se i santi stessero difendendo e rimproverando. Questi non sono importanti nell’episodio.
[Non ho idea di come siano fatte tale scatole da implant, ma nel libro “La Storia dell’Uomo”, Ron parla delle “scatole a sorpresa”, ossia delle specie di pacchi regalo, che incuriosivano il thetan, e che una volta aperti esplodevano stordendolo].

La seconda serie, probabilmente nello stesso posto, mostra che cosa fa un trilione di anni di atti overt (oppure si tratta di un trucco addizionale per far collassare il tempo delle persone). Il luogo è squallido. La vegetazione è andata. I pilastri sono trascurati. I santi sono spariti. E anche gli Angeli. Un cartello su uno (quello a sinistra come si “entra”) dice: “Questo è il Paradiso”.

Quello a destra ha un cartello “Inferno” con una freccia, e all’interno dei terreni si possono vedere degli scavi come negli scavi archeologici, con terrazze grezze, che conducono all’ “Inferno”.

Un recinto in fil di ferro racchiude il posto. C’è un posto di guardia a fianco e fuori del pilastro destro.

La strada che “porta su” alle porte è profondamente erosa.

Un’effige di Giuseppe, completo di vestiti da deserto, viene visto avvicinarsi alle porte (ma senza muoversi), conducendo un asino che “porta” la Madonna originale ed il bambino di “Betlemme”. Le scatole da implant giacciono su entrambi i lati di questo percorso di “entrata”, a rasoterra.

Questi sono i finali effettivi delle due serie. Si indietreggia fuori dalle porte, ovviamente, dall’oppterm in cima verso il basso, dato che questa è la fine. Gli ultimi due RI dopo questa ultima meta dicono “è l’inizio”, “Non la fine”.
[Oppterm= terminale di opposizione. Un “terminale” è un termine per indicare un’identità in generale, senza distinguere se è stata l’identità del paziente o di chi gli si è opposto.
Mi rendo conto che questo testo fosse destinato ai tecnici di Scientology, e che Ron quindi dia per scontato che conoscano il loro mestiere. Non si è messo quindi a spiegare con parole semplici, come avrebbe fatto se stesse parlando ad un pubblico nuovo. Ma il suo contenuto è troppo importante per non condividerlo. Spero che al di là del contenuto puramente tecnico si riesca a capire il senso generale]

Il luogo, tramite implant e deduzione, si pensava fosse in cielo, come un’isola galleggiante.

In realtà era semplicemente un posto elevato fra le montagne di un pianeta, ed il sentiero delle porte scende giù in una gola, molto erosa e spoglia ai tempi del secondo implant, ma ricca di foreste e rigogliosa nel primo.

Gli inizi non sono ancora stati esplorati (da me) molto bene nel momento in cui scrivo. Non ho visto il secondo inizio (che dice “è la fine”). Ad ogni modo so che la seconda serie fu fatta in lunghi tunnel quadrati con scatole da implant, non diverse da piccoli altoparlanti con lavorazioni in intaglio sul davanti, su entrambi i lati.tunnel

La prima serie di fatto inizia con l’arrivo in una “città” (dato che tutto è al contrario allo scopo di sconvolgere il senso del tempo). Questa “città” consisteva di un autobus, alcune facciate di edifici, marciapiedi, rotaie dei treni, una casa in affitto, un’osteria nel seminterrato dove c’è una bacheca ben illuminata, e un EDIFICIO BANCARIO.

La banca è il punto di interesse chiave. È interessante che noi usiamo la parola “bank” (presa di fatto dalla computerologia) per indicare la mente reattiva.
[Mente Reattiva= quella parte di mente che è nascosta e sconosciuta all’individuo e che agisce senza il suo consenso, al di sotto della sua consapevolezza. Reattiva perché reagisce agli stimoli, senza ragionare. L’inconscio della psicanalisi]

Questo edificio bancario era una costruzione vecchio stile tipo granito, con facciata sull’angolo, due o tre piani di altezza, con la porta sulla facciata arrotondata – anche un tipo di porta girevole.

Barklays Bank, a Londra

 

All’interno, a sinistra della porta d’entrata c’è un bancone arrotondato. Direttamente attraverso la stanza ci sono LE scale.

L’oppterm e il terminale in cima di Dimenticare sono la cima di queste scale. L’implant procede quindi scendendo le scale, gradino dopo gradino, i terminali su un lato (quello sinistro se uno salisse le scale), gli oppterm sull’altro. La prima serie (43 trilioni) ha tutti i suoi impulsi di implant a livello del passo. Nella seconda serie le scatole sono ad altezza di orecchio per un uomo. Per il momento in cui si arriva alle porte nella prima serie, i terminali sono sono a sinistra come ci si avvicina alle porte, e gli oppterm a destra, essendosi rovesciati in qualche punto.

La prima (43 trilioni) serie aveva delle scale in marmo molto raffinate. Le stesse scale possono essere viste in qualsiasi stazione dei treni ben tenuta. Erano complete di palla bianca su sostegno di ferro battuto.

A quanto sembra il thetan veniva preso da una trappola a palo su cui era bloccato.

[Trappola del Palo= uno dei vari metodi usati in passato (e forse tutt’ora) per catturare i thetan liberi (ossia non obbligati ad abitare in un corpo), al fine di “addomesticarli” in vari modi]

Non procede passo dopo passo lungo tutta la serie di implant, ma dopo la prima rampa di scale se ne va via, si ferma mentre diverse coppie di RI sparano, quindi va in una nuova locazione.
[Sparare= dare una Read Razzo all’e-meter]

Il luogo sembrava avere persone al suo interno. Ma tutte queste erano effigi. Sembrano essere radioattive. Il contatto con esse fa male. Nessun essere vivente. Ma effigi che sembrano umani eseguono improvvise e ripetitive azioni, con lunghe pause nel mezzo. Nello “scantinato” questi manichini vengono visti operare macchinari. 

La casa in affitto all’inizio effettivo ha un ospite manichino e una padrona in kimono e fasciatura che legge il giornale.

Non ci sono diavoli o satana che io abbia visto.

C’è un passeggero che sale sull’autobus, un “lavoratore” a metà strada delle prime scale di Dimenticare mentre “mangia il pranzo”, e su Essere in Paradiso un giardiniere o un elettricista che aggiusta una scatola da implant dietro a una siepe, e che periodicamente salta in piedi e urla.
[In poche parole ad ogni gradino della scala di marmo, all’interno della banca, veniva fatto un implant. Ogni gradino una meta diversa implantata. Chi ha creato questi implant deve per forza aver scoperto lo schema nascosto di una mente, che assomiglia ad una scala]

Il luogo, finché gli implant rimangono scaricati solo parzialmente, sembra nuotare in mezzo a masse elettroniche bianche e nere, ma queste si dissipano man mano che gli implant vengono percorsi via secondo lo schema.
[Scaricare= la mente ha la proprietà di accumulare energia emotiva dannosa. Tale energia non è troppo diversa dall’energia elettrica. Conflitti, paure, odio e ogni altra emozione negativa “caricano” di energia negativa la nostra mente, come se fosse una batteria. Le tecniche di Scientology sono interamente devolute a “scaricare” questa energia dannosa accumulata. L’e-meter mostra sia dove è localizzata tale carica, sia quanta di questa carica viene scaricata ad ogni seduta. E’ per questo che Scientology è una scienza precisa ed esatta (e non una religione a mio avviso. Chiamarla religione fu un metodo per sopravvivere in un epoca in cui non veniva concesso di operare se non ci si affiliava alla medicina o alla psichiatria, discipline totalmente nelle mani dei nemici dell’umanità. Scienza dello spirito è una definizione che potrebbe calzare. Ma questo è un argomento per un altro articolo)]

Di fatto si “entra” nella “città” come prima azione. Gli implant, ad ogni modo, furono truccati in modo da far sembrare le porte [del paradiso] l’inizio dell’episodio. Si procede all’incontrario a partire dalla città, poi nella banca, giù dalle scale e alla fine fuori dalle Porte del Paradiso, giù lungo la collina e si viene lasciati lì abbandonati. Si può aver avuto un corpo o i suoi resti nella città, ma non se ne ha nessuno quando abbandonati.

“ESSERE IN PARADISO” è l’ultima meta implantata in entrambe le serie. La meta può essere formulata in modo leggermente diverso nella seconda serie.

Non si tratta di un implant di costruzione del corpo, nonostante il percorrerlo dia somatici al petto.
[Implant di costruzione del corpo= quei tipi di implant che in passato hanno soggiogato la volontà dei thetan costringendoli a mettersi a costruire corpi. Forse alcuni lo stanno ancora facendo tutt’ora…
Somatico= dal greco “soma”, corpo. Somatico è un termine generico per indicare un qualsiasi disturbo, dolore o sensazione al corpo]

Non si tratta di un implant della GE. È della persona stessa. Il percorrerlo, in particolar modo se fatto male, lo fa ripercuotere sul corpo. Ci sono somatici del corpo su di esso ad ogni modo, in particolare su occhi, faccia, petto, ossa.
[GE= Genetic Entity, entità genetica. Un tipo di essere, molto simile ai thetan, che ha come unico scopo della sua esistenza l’occuparsi di un corpo ed il tenerlo in vita (fa battere il cuore, si occupa della digestione, ecc…). Il corpo umano è gestito dalla GE, che ne sarebbe il legittimo proprietario, ma alla nascita un thetan se ne impossessa con la forza, determinando una sorta di convivenza. Forse le GE sono dei thetan come noi, ma che non si sono ancora ripresi dagli implant di costruzione dei corpi (questa è una mia elucubrazione. Man mano che scrivo capisco cose nuove pure io). Il resto delle definizioni invece sono del tutto fedeli alle definizioni fornite da Ron, ma dette a parole mie]

Apparentemente può essere percorso soltanto tramite 3M e Read Razzo. Bisogna avere la meta per ottenere gli RI.
[3M= Si riferisce alla Routine 3M. Una sotto-routine della famiglia 3]

CONCLUSIONI

Il luogo è così pieno di bugie da implant che il preclear diventa piuttosto confuso, e questa recensione dei dati effettivi è necessaria per una navigazione di successo. Ad ogni modo, è molto facile vederne più tradimento di quanto non ce ne sia effettivamente – il che è più che sufficiente.
[Ron parla di “navigazione” nella mente. La mente è così vasta e piena di tranelli che l’avventurarsi senza sapere com’è fatta a grandi linee (una mappa), e soprattutto senza una bussola (l’e-meter), equivale a morte certa. Questo perché ci sono delle aree così cariche che il solo sfiorarle (senza poi scaricare adeguatamente ciò che si è attivato) mette in moto malattie varie, infarti, ecc. Ci sono quindi 2 modi per mettersi nei guai con la mente: 1) trastullarsi con essa senza sapere effettivamente cosa si stia facendo; 2) sabotando segretamente una tecnica che funzionava… (vi suona familiare?).
Chiunque si sia mai cimentato con la mente, sa che quanto sopra è vero].

Ad ogni modo, dato che il luogo è esistito così a lungo, si è trovato in vario stato di riparazione e in qualche cambiamento. (Questi dati sul tempo sono soggetti a revisione). Ma in 1.2 trilioni di anni soltanto qualcosa dello schema e dell’aspetto dell’implant ha subito variazione. Ad ogni modo, ci possono essere state altre stazioni. Soltanto il tempo e la ricerca ce lo diranno realmente.

Si deve datare la prima (la più antica) meta di dimenticare del preclear, trovare quante volte il preclear ci è passato attraverso, o attraverso tali stazioni implant, datare le altre volte e fare attenzione a percorre soltanto la prima della prima serie. Dal momento che è la base, come nel Prepchecking, Sec Checking e nel vecchio percorrere engram, tende ad alleviare i rimanenti implant.
[Prepchecking e Sec Checking= Checking= verifica, controllo; Prep=preparatorio; Sec= sicurezza (verifica preparatoria e verifica di sicurezza). Sono delle procedure per preparare un paziente alle sedute in modo che sia a suo agio. Viene fatto scaricando le preoccupazioni della vita attuale, prima di avventurarsi nel passato remoto
Percorrere= far attraversare gli episodi al paziente
Engram= un trauma registrato nella mente, e sconosciuto al paziente, e che quindi ha il potere di controllarlo. Solo ciò che non conosci può influenzarti
Base= il primo episodio di una serie di episodi simili. Se ad esempio si è stati lasciati dalla fidanzata un milione di volte, la faccenda non si risolverà veramente finché non si trova e non si scarica la prima volta in cui è successo. La prima volta si chiama base. Ecco perché la psicologia non funziona, ed anzi, fa peggiorare le persone: fa parlare le persone per mesi o anni degli stessi episodi. Tali episodi infatti non si de-intensificano mai, non sembrano mai risolversi. Questo perché lo psicologo non sa che deve andare a ritroso a episodi simili, finché non raggiunge la prima volta]

Ma percorrere implant successivi alla base è molto più dura per il pc, sebbene possa essere fatto. Laddove si manchi un RI in un implant precedente, quel ripetuto RI quando trovato in uno successivo tende ad essere molto più pesantemente carico.

Ri-percorrere qualsiasi implant che è stato percorso soltanto parzialmente tende a rendere più ostico l’intero implant e lo rende difficile da percorrere.

FORTUNA

Penso che siamo fortunati. Potrebbe essere stato molto peggio. Questo sogno Paradisiaco di distruzione potrebbe essere stato corrente, e non molto tempo fa. Potrebbe essere successo spesso, e non solo una o due o tre volte per pc. Ma apparentemente non lo è stato, ed è unico in sé stesso.
[Pc= abbreviazione di pre-clear, ossia “non ancora clear”. Un clear è un individuo “chiarito”, “sgomberato” dai fardelli della propria mente. Clear in inglese vuol dire “sgomberare”, “fare largo”, “ripulire”. Un “pc” quindi è il paziente che riceve le sedute]

Questo È il nucleo della Mente Reattiva. Si trova il più in fondo possibile a Sud [=più in fondo possibile]. Perché qui, soltanto una volta nella traccia, qualcuno ha scoperto il meccanismo degli scopi e degli RI e li ha usati per installare la mania religiosa e per inchiodare i thetan ad “una vita” e ai pianeti.

La cosa è stata fatta così bene che è rimasta bloccata sin da allora. Ci sono altri implant, ci sono altre mete e GPM, ma queste sono minori e vengono trovate e listate facilmente quando questa serie chiave di implant viene tolta di mezzo.
[Listare= questo metodo di risolvere la mente tramite la Routine 3, dove il terapeuta, con l’occhio all’e-meter, chiede al pc (il paziente) di elencare le proprie mete e terminali fino a trovare quelle corrette, e così facendo il castello di carte cade. Esistono ovviamente anche altre tecniche, ma questa è quella che risolve il nucleo della mente reattiva]

Eravamo in una posizione di avere un numero infinito di pezzi del puzzle. Ora abbiamo un numero finito che, sebbene molto tosto, è sempre finito in quanto numero. Inoltre, ogni passo di processing intrapreso, ogni RI scaricata è un guadagno positivo verso un risultato preciso e finito nel processing.
[Processing= altro modo per indicare le sedute di Scientology]

Oltre a ciò, abbiamo le nostre mani su un pezzo terrificante di tecnologia che interessa il mondo intero. Con rapidità e con un Meter si può mostrare che il Paradiso è un falso sogno e che la vecchia religione era basata su una bugia molto dolorosa, su un cinico tradimento.

Che effetto ha tutto ciò su una qualsiasi natura religiosa di Scientology? La rafforza. Le nuove religioni rovesciano sempre i falsi dei della vecchia, e fanno qualcosa per rinforzare l’uomo. Noi possiamo migliorare l’uomo. Possiamo dimostrare che i vecchi dei sono falsi. E possiamo rendere l’universo un posto più felice in cui uno spirito possa abitare. Cosa si può volere di più? Questo di fatto ci posiziona di gran lunga più avanti di qualsiasi altro essere che ci sia in circolazione. Ci mette, grazie all’incremento della beingness e al ripristino della vita, in controllo di molto destino.
[Ok, sono costretto a spiegare meglio quanto detto poco sopra riguardo a Scientology religione sì o no. A mio parere il motivo per cui Ron dovette entrare nel campo della religione era perché in quel momento (1954 circa) era l’unica soluzione per sopravvivere agli attacchi, e per poter dare sedute alle persone. Forse non sapete che esistono leggi che proibiscono alle persone di guarire il prossimo se non si è iscritti all’albo dei medici. Ma ai ministri del culto ciò è concesso, sempre se affermano di curare lo spirito e non il corpo. Oggi invece tale definizione ha l’effetto opposto, ossia è una delle cose che più ci crea problemi. Quindi ciò che ci salvò in passato, è quello che ci sta uccidendo oggi. Se non si fosse mai affermato che Scientology è una religione e si fosse detto che è solo e soltanto una scienza, oggi le cose sarebbero più facili. Ma la cosa davvero ironica è che in realtà non è per nulla scorretto chiamarla religione, dal momento che opera nel campo spirituale. Il problema di questa definizione, è che Scientology non ha nulla a che vedere con le altre religioni, basate su dogmi, nessuna certezza scientifica, e nessun risultato per l’anima del parrocchiano… “Al destino, come sappiamo, non manca di certo il senso dell’ironia” (cit. Morpheus, film “Matrix”)]

Al momento abbiamo soltanto pochi problemi irrisolti riguardo alla vita, sebbene possano essere vasti, come ad esempio la costruzione dei corpi e come si stabilisce il carattere e si comunica, se fattibile, con gli esseri che stanno creando alberi e insetti. Ci sono un po’ di cose di questo genere. Ma immagino che quando finalmente riusciremo a comunicare con gli scarafaggi sotto le rocce e riusciremo a liberarli, senza alcun dubbio troveremo il Creatore del Paradiso che più di 43 trilioni di anni fa progettò e costruì le sue Porte ed intrappolò tutti noi.

Santo Cielo, odierei essere colpevole di quell’overt. Ma non importa – neppure voi lo siete. Quel tizio è ANDATO (lo spero!).

L. RON HUBBARD

(Nota: Questo HCO Bulletin è basato su oltre un migliaio di ore di auditing [sinonimo di “processing”, dal latino “audere”, ossia ascoltare] di ricerca, analizzando i facsimili della mente reattiva, e con l’aiuto di un Elettrometro Mark V [mark= modello (ingl.)].

Si tratta di ricerca scientifica, e non è in nessun modo basata sulla mera opinione del ricercatore. Questo HCO Bulletin non è il risultato della fede o delle convinzioni di nessuno. I dati di Scientology riflettono una lunga, ardua, e minuziosa ricerca lungo un periodo di qualcosa come 30 anni nella natura dell’Uomo, la mente, lo spirito umano e la sua relazione con l’universo fisico. I dati e i fenomeni scoperti in Scientology sono comuni a tutte le menti e a tutti gli uomini, e possono essere dimostrati a chiunque. La verità non ha bisogno di essere creduta per essere verità non più di quanto l’acqua abbia bisogno del permesso di qualcuno per scorrere a valle. I dati sono questi e possono essere duplicati da qualsiasi ricercatore o praticante onesto. Noi in Scientology cerchiamo la libertà, il miglioramento dell’Uomo e la felicità dell’individuo, e ciò comprende il nostro atteggiamento verso i dati scoperti. I dati, ad ogni modo, sono semplicemente sé stessi, ed esistono indipendentemente dall’opinione che chiunque possa avere. I contenuti di questo HCO Bulletin rivelano gli apparenti impulsi che si trovano alla base del zelotismo [vi consiglio di ricercare questo termine. Forse la sua scelta non è stata fatta con leggerezza…] religioso e la fonte della mania religiosa e della pazzia che ha terrorizzato la Terra lungo le ere, e che hanno dato alla religione l’apparenza di follia. Dal momento questo scritto è destinato ai miei amici, ha, ovviamente, una apparenza di irriverenza).

(Nota: Tutti i nostri dati sulla traccia intera rimangono effettivi e non sono presi da nessun implant. Gli unici dati pubblicati in precedenza erano i fattori del tempo coinvolti nelle GPM).

L. RON HUBBARD

[trad David Effe gen 2018]

CONCLUSIONE

Abbiamo qui sopra lo schema ed il nucleo della mente reattiva (il resto della soluzione fu elaborato nel 1964-65 e prende nome di Routine 6).

Se nel vostro percorso in Scientology non ne avete mai sentito parlare, e se nelle vostre sedute non avete mai percorso GPM di nessun genere, allora è ovvio che non avete ricevuto la vera Scientology, e che la vostra mente reattiva è ancora lì al suo posto.

Purtroppo la strada verso Clear e verso la libertà dello spirito è molto più lunga e difficile di quanto si ritenga, o di quanto lo scientologo medio ritenga. Più lunga e più difficile perché è necessario studiare molto di più, e ricevere molto più processing di quanto la falsa Scientology odierna sostenga. Le GPM non sono un gioco da ragazzi. Occorre intraprendere questo percorso con la massima dedizione. Ed è praticamente certo che non si può diventare Clear se uno non studia per diventare auditor, dato che per diventare Clear deve imparare ad audire se stesso nei gradi VI e VII. Ecco perché quando questa tecnologia venne definitivamente soppiantata con l’arrivo della Dianetics della Nuova Era nel 1978 il pubblico ne fu entusiasta… Come sappiamo, una delle caratteristiche più comuni dell’uomo è quella di sfuggire la fatica e ricercare le vie più brevi.

4 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Metodo di Ricerca

Salve lettori,

vi copio/incollo un commento che ho scritto sul gruppo Facebook “Fruttalia”, gestito dal caro amico Luca Speranza.

Si parla incidentalmente di alimentazione, ma il vero intendo è quello di portare razionalità in un mondo sempre più irrazionale e folle (o forse sempre meno? Io in realtà penso che si stia vincendo, ma questo i media non devono assolutamente farvelo sapere! Shhh! E’ un segreto!).

Si parla in realtà di metodo di ricerca, e dell’enorme differenza fra metodo deduttivo e metodo induttivo. Ron ne parla nel libro Dianetics del 1950, e vi dice che le sue scoperte, e la scoperta della mente reattiva, così nascosta per lungo tempo, è dovuta all’uso del corretto metodo filosofico induttivo.

Buona lettura


Salve lettori,
vorrei scrivere due parole riguardo all’argomento “metodo di ricerca”, in generale.

Premetto che non parlerò di alimentazione, perché di alimentazione non ne capisco molto. Ma cercherò di dare un prezioso consiglio a chi ama questo argomento e sta cercando di barcamenarsi fra le confusioni e le deliberate bugie, al fine di arrivare a capire per davvero quale sia l’alimentazione migliore per il corpo umano (nota che parlo di “corpo umano” e non di “essere umano”. Non esiste un “essere umano”. Esiste un “essere” spirituale immortale che abita in un corpo animale della specie “umana”).

Il problema delle “teorie” è che queste vengono create, ideate PRIMA di avere le prove, PRIMA di fare gli esperimenti. Si “pensa” quindi ad una teoria, e quando se ne trova una che sembri “logica” e CREDIBILE, la si elegge come corretta. Si sceglie di crederci. E da quel momento in poi si cercherà di dimostrarla.

Diventa quindi un qualcosa di non molto diverso dalla religione. Diventa una specie di atto di fede.
E quasi sempre subentra uno degli impulsi primari della mente umana, che è l’istinto ad “aver ragione”.
Troveremo quindi persone che non vorranno sentir ragioni persino qualora qualcuno dimostrasse che la loro teoria è del tutto sbagliata…

No ragazzi.
Tale “metodo” di ricerca è del tutto scorretto.
E’ l’esatto CONTRARIO di quello che si dovrebbe fare per arrivare alla verità.
E sapete perché?
Perché tale “metodo” prenderà in considerazione SOLTANTO le ipotesi che ci sembrano credibili, e soltanto quelle ipotesi che possono scaturire dal nostro livello di cultura attuale, e dal nostro livello di conoscenza attuale. In altre parole, le teorie vengono elaborate in base alle informazioni che si hanno già.

Più o meno equivale a girare il mappamondo, chiudere gli occhi e mettere il dito in un punto, come “metodo” per ritrovare una persona scomparsa… Magari la persona scomparsa non è neppure nel mappamondo, capite?

No ragazzi.
Questo metodo non funziona.
Non è neppure un metodo.
E’ l’istinto base dell’uomo di comprendere (o magari ricordare qualcosa che ha dimenticato?).
E’ un puro processo di pensiero.
Non ha nulla a che vedere con il processo di ricerca della verità.

Il METODO CORRETTO invece è quanto segue:
esaminare gli indizi a disposizione, e a partire da quelli, risalire gradualmente alla sorgente, alla causa di tali effetti che si sono osservati.
Il metodo corretto è fare delle prove, e vedere cosa succede.
La TEORIA verrà sviluppata soltanto DOPO. E non sarebbe neppure così importante averla! Capite?
Semplicemente si sa che le cose stanno così. Si sa che “per qualche strano motivo”, quando si mangia corteccia di albero e cervello di colibrì, le persone vivono 200 anni, e quando non lo si fa, ne vivono 70.
Capite quanto assurda e folle possa essere la verità?

Perciò cercare di DEDURRE quale possa essere l’alimentazione corretta dell’uomo in base alla sua struttura anatomica (denti, mani, intestino) può non essere la strada corretta.
DI SICURO questa sembra essere la risposta più logica!
Ma non è detto che sia per forza così.
E vi spiego il perché.

Dire che l’uomo è fruttivoro, o che quanto meno NON sia carnivoro in base al suo intestino, denti e tutto il resto, PRESUPPONE che la “Natura” sia infallibile, che sia per forza un qualcosa di “divino” e quindi “perfetto”.

Ma che cos’è questa NATURA?
Sappiamo veramente cosa sia?
Siamo davvero certi di saperlo?

E se la “natura” stessa non fosse altro che qualcosa di completamente artificiale?
E se questa “natura” che noi vediamo qui sulla Terra altro non fosse una delle tante “nature” esistenti, e magari uno dei più bassi livelli di qualità esistenti, o magari un livello del tutto imperfetto?

Vedete, finché si usa la DEDUZIONE come metodo di ricerca, non si arriverà mai alla verità.
Tale metodo si chiama infatti metodo DEDUTTIVO.
Si pensa ad un’ipotesi che possa piacere, e poi si cerca di dimostrarla.

Il metodo corretto per arrivare alla verità è il suo esatto opposto, e si chiama metodo INDUTTIVO. Si OSSERVANO gli EFFETTI, qualunque essi siano, e si cerca di risalirne alla CAUSA.

Usando la DEDUZIONE quindi, deduciamo che a partire dall’anatomia dell’uomo, costui dovrebbe mangiare frutti, in quanto non ha denti, artigli e intestino per mangiare carne cruda.
Certo, questa è una teoria molto, molto logica.
Ma vediamo un po’ quante altre ipotesi LASCEREBBE FUORI:

magari la “natura” non è per nulla divina.
Magari la “natura” non è per nulla perfetta e infallibile.
Magari il corpo umano che c’è qui sulla Terra è un progetto fallimentare di laboratorio, ed in realtà dovrebbe mangiare carne o altro, ma non ha l’apparato per assimilarlo.
Magari invece il corpo umano è perfetto, MA qui sulla Terra non esiste IL SUO ALIMENTO PERFETTO.
Magari questo luogo è soltanto un porto cosmico, dove sono state scaricare A CASO varie merci, corpi umani, alberi, piante, pesci, animali, e quelli che ce l’hanno fatta, bene, quelli che si sono estinti, amen!
Magari non c’è NESSUN progetto biologico di nessun tipo alla base della vita qui sulla Terra, ma semplicemente sono stati scaricati qui a casaccio delle forme viventi.
Magari le varie razze umane qui sulla Terra provengono da vari altri luoghi o pianeti, e sono semplicemente state importate qui da altrove.
Magari ESISTE l’alimento PERFETTO per l’uomo, ma NON è stato importato qui! Oppure è stato importato qui, ma nel corso della storia è stato distrutto o dimenticato! E quindi chi sta ricercando l’ALIMENTO PERFETTO per la specie umana, non lo troverà mai! Capite?

Perciò elaborare una teoria “credibile” e cercare poi di dimostrarla, difficilmente vi porterà alla verità di qualcosa.
Perché la verità può essere fuori dallo spettro di cose che conoscete, o che riuscite ad immaginare.

Inoltre corre il rischio di farvi diventare dei fanatici, non troppo diversi dai fanatici religiosi, perché eleggere una teoria a verità senza poterla dimostrare non è molto diverso dalla fede religiosa. Ecco spiegato il motivo della follia estrema di alcune persone qui sulla Terra.

Perciò dire che l’alimento perfetto per l’uomo è il frutto perché si trova ad altezza occhio/mano, e non può essere carne perché l’uomo non ha gli artigli/denti/intestino, o non può essere un tubero perché l’uomo non ha l’olfatto per trovarlo e le unghie per scavare, PUO’ NON ESSERE LA RISPOSTA GIUSTA.

Attenzione, non sto difendendo l’onnivorismo.
Se qualcuno lo sta pensando, si sbaglia di grosso.
Sto soltanto cercando di aiutarvi a trovare le risposte corrette nella vita.
Sto cercando, come chiunque altro di voi, a rendere questo posto un luogo migliore in cui vivere.
Ed il mio contributo è semplicemente questo: il corretto metodo di ricerca.

Perché il suo esatto opposto, è ciò che maggiormente ha contribuito a rendere questo luogo un inferno.
E il suo esatto opposto è: scegliere un’IDEA PREFERITA, e difenderla fino alla morte (meglio se di chi non la pensa come noi), non importa se sia giusta oppure no.

Guardatevi attorno e poi ditemi se questo mondo non sia basato su folli teorie, ELETTE a “verità”.

“Scienze” e “religioni” qui sulla Terra si basano esclusivamente su ciò.
E sono sotto gli occhi di tutti i cadaveri che da millenni hanno prodotto.

No, non è questo il modo di arrivare alla verità, in qualunque campo.

Il metodo corretto è il suo esatto opposto:
non abbiate NESSUNA teoria di partenza.
Esaminate gli indizi.
Fate degli esperimenti, e osservate cosa succede.
E pian piano risalite alla CAUSA.
E quello che troverete sono certo VI STUPIRA’! Non sarà quasi mai quello che vi sareste aspettato!

Questa è intelligenza.
Questa è saggezza, priva dei dogmi della “scienza” e della “religione”.
Fatene buon uso, perché questa è la strada verso la verità, la via di uscita.

In che modo quindi possiamo USARE questo metodo di ricerca, il metodo INDUTTIVO, nel vostro campo, nel campo dell’alimentazione?

Semplice.
Spogliatevi di ogni teoria alla base.
Mangiate diverse cose, e osservatene gli effetti.
Pian piano vi avvicinerete alla verità, ossia all’alimentazione MIGLIORE disponibile su questo pianeta.
Perché potrebbe benissimo essere che tale alimentazione non sia più disponibile qui, ad esempio.

Buon proseguimento.

David

6 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Il Nuovo Sistema

Salve lettori,

tempo fa (2014) scrissi un libricino.
L’idea mi venne una notte insonne, nella quale non c’era verso di dormire.

Stavo pensando a delle soluzioni a questo sistema economico basato sullo sfruttamento delle persone e dell’ambiente, al fine di arricchire pochi “eletti”.

E le idee mi vennero molto velocemente. Di fatto “scrissi” l’intero libro mentalmente, capitolo dopo capitolo. La mattina il libro era completo nella mia mente.

Ovviamente impiegai un paio di mesi a scriverlo “su carta”. Modificai alcune piccole cose e ne aggiunsi altre nei mesi e anche negli anni successivi. Ma di base il libro era quello “concepito” quella notte.

Quella esperienza mi fece però dubitare sul fatto che le idee siano sempre e per forza nostre. E se a volte le “nostre idee” ci fossero suggerite da altrove? Da dove provengono le “nostre” idee? Siamo davvero sicuri che siano davvero partorite sempre da noi?

Non pubblicai il libro, principalmente per timore di aver scritto un sacco di stupidaggini.
Ma va beh, eccolo qui.
Se qualcuno di voi lo leggerà magari potrà dirmi se secondo lui questo Nuovo Sistema potrebbe funzionare, se potrebbe essere realizzato, o se si tratti soltanto di utopia.

Buona lettura:

Il Nuovo Sistema ott2016

2 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

La Causa dei Blow

Salve lettori,

tempo fa ci fu un dibattito su un altro blog riguardo al presunto fatto che LRH scoprì, ad un certo punto della storia, che non era vero che tutti i Blow (qualcuno che improvvisamente abbandona un luogo, un gruppo o una persona) erano causati dai fenomeni overt/withhold (fare azioni negative, danneggiare persone o cose, e poi tenere segreti questi comportamenti), ma erano causati anche da Rotture di ARC (ossia delusioni di vario tipo), e che nonostante l’avesse scoperto non lo rese mai noto, in quanto ciò avrebbe dovuto ammettere anche le responsabilità di Scientology per le persone che la abbandonavano.

Questa insinuazione altro non è che un ennesimo esempio di quello che può essere chiamato CRITICISMO nei confronti di Ron, fenomeno che, purtroppo, troppo spesso infesta il campo indipendente.

Secondo questa teoria, Ron avrebbe scoperto che in realtà i blow avvenivano maggiormente (o totalmente; adesso non ricordo bene cosa venne detto. Se qualche lettore ricorda meglio, e se riesce a trovare qualche link di questa discussione, ben venga) a causa delle Rotture di ARC, e non a causa del comportamento non ottimale dell’individuo. E sempre secondo questa teoria, Ron non avrebbe mai reso pubblica tale scoperta. In altre parole tenne un segreto. E questo perchè se lo avesse rivelato, l’intero sistema di etica sarebbe crollato (questo secondo chi sosteneva tale teoria).

Ma questo non è vero.
E’ vero sì che anche le Rotture di ARC possono far sì che una persona faccia blow, ma non è vero che Ron ci ha nascosto nulla. Non lo ha mai fatto. 
Ecco infatti che ce lo dice nel nastro numero 18 del Corso di Classe VIII, 14 ottobre 1968:

“Va bene, numero nove. Prometto di non lasciare che un preclear termini la seduta di sua determinazione, ma di concludere quei cicli che ho cominciato”.

Questo significa che se un pc fa blow dalla seduta, l’auditor è negligente di non aver scoperto e notato quella Rottura di ARC e di non averla risolta prima che risultasse in un blow, ed è negligente di non aver notato e scoperto il withhold mancato che gli farà fare blow. Capite?

Queste sono le uniche ragioni per cui un pc termina la seduta di sua determinazione”.

Capite?
Ve lo ha detto.
Come minimo, qui.

Ma sono certo che lo abbia detto anche altrove.

Ron non vi ha mai mentito.
Certo, lungo il percorso di ricerca avrà preso anche lui qualche cantonata qua e là, e si sarà sbagliato anche lui qua e là, suppongo. Non sarebbe umano se non gli fosse successo.
Inoltre, non è possibile comprendere veramente a fondo qualcosa, ossia in modo completo, comprendendo un lato soltanto di quella cosa. Questo è un universo duale, e ciò che appare come singolo, in realtà è costituito da due lati. Sono i due lati della stessa medaglia. E’ tutto negli Assiomi ragazzi. “Un dato non può essere valutato a meno che non venga comparato ad un altro dato di natura simile”.
Perciò non è possibile imparare qualcosa soltanto imparando tutti i modi giusti di farla. Occorre anche imparare tutti i modi sbagliati.

Perciò Ron avrà sicuramente sbagliato qua e là. Probabilmente avrà sbagliato in tutti i modi possibili prima di trovare il modo giusto di fare le cose. E tale modo giusto è la Tecnologia Standard, oggi purtroppo scombussolata e sabotata parecchio.

Perciò ecco come stanno le cose: non c’è soltanto un motivo per i Blow.

Certo, questo è ciò che Ron sostenne nel dicembre 1959.
Questo è quanto egli osservò nel 1959. E lo comunicò.
Lo scrisse in un paio di bollettini: “Responsabilità” (23 dicembre) e “Blow” (31 dicembre) 1959.

Poi studiò a fondo le parole malcomprese, e l’8 settembre 1964, in “Overt, che cosa c’è alla base di essi?”, disse: 

“Avviene in questo modo:
1. Un essere non afferra il significato di una parola o simbolo.
2. Questo fa sì che l’essere comprenda male l’area del simbolo o parola (chi l’ha usata,
qualunque cosa a cui si collegasse).
3. Questo fa sentire l’essere diverso o antagonista nei confronti di chi ha usato il
simbolo o ciò a cui si applicava, il che rende lecito commettere un overt.
4. Avendo commesso l’overt, l’essere adesso sente di dover avere un motivatore, e così
si sente cave-in [crollato].
Questa è la sostanza che compone l’inferno. Questa è la trappola.”

Perciò nel 1964, ci disse che anche le parole malcomprese possono causare un blow.

Nel 1968, ce lo disse che anche le Rotture di ARC possono causare un blow.

Nel 1971, infine, ci disse che anche un’esteriorizzazione non risolta o pasticciata può causare il blow.

Perciò non vi ha nascosto nulla.
Semplicemente, man mano che scopriva le cose, ve lo comunicava. Ecco perchè è così importante  comprendere la cronologia, e prestare sempre molta attenzione alle date.

Se vi è stato nascosto, o se non vi è stato detto abbastanza, se qualcuno ha ancora voglia di prendersela con lui, certo, può dirgli ancora: “Va bene, ma non l’hai detto abbastanza forte! Avresti dovuto dircelo a voce più alta!”.

Ma io penso penso in realtà, che se ha fatto comodo a qualcuno il tenervi all’oscuro di ciò, questo è stato il “management” e non Ron.

E penso anche chi è afflitto da tale “criticismo nei confronti di Ron”, manchi terribilmente della capacità di cambiare punto di vista e di mettersi nei panni di qualcun’altro. 
Forse dovrebbe cercare di immaginare contro cosa deve aver combatto Ron, contro quanta mente reattiva delle persone sue amiche, e delle persone sue nemiche.
E forse dovrebbe pensare che non aveva soltanto un org da gestire.
Aveva un mondo intero.
E sicuramente tali persone hanno poca immaginazione, o meglio, poca realtà su come funziona questo mondo, chi comanda veramente, il livello di segretezza di tale potere, e così via.

Perciò ci sono diverse cose che possono causare un blow.
Può essere una parola mal compresa.
Può essere un withhold.
Può essere una Rottura di ARC.
E può essere un’esteriorizzazione non risolta o pasticciata.
Probabilmente ce ne saranno anche altre, ma per ora conosciamo queste.

Buon proseguimento.

 

 

1 Commento

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

I Gradi sotto il Grado 0

Salve lettori,

si è parlato moltissime volte in questo blog del fatto che Dianetics dovrebbe essere percorsa PRIMA dei Gradi di Scientology. Anzi, si può tranquillamente dire che questa sia una delle sue battaglie primarie.

Ecco quindi un’altra ennesima conferma.
Dal nastro numero 17 del Corso di Classe VIII, 13 ottobre 1968:

“Quando iniziate ad audirli, [i pc] percorrono molto lentamente, e molto male.
[…]
E così percorrete ARC Filo Diretto. Che è “Rievoca qualcosa che era davvero reale per te”. “Rievoca una volta in cui eri in buona comunicazione con qualcuno” [eccetera].
E tutto ad un tratto la persona si estroverte abbastanza da scoprire che c’è un auditor là.

Ora è ancora introvertito, ma percorri un po’ di secondari fino a F/N.
Trovi momenti di perdita. […] Le perdite delle persone amate, e cose del genere. Ragazzi, potete far versare lacrime a secchi ad un pc quando percorrete veramente un secondario. […] Ci sono guadagni terrificanti da ottenere qui.

Bene, questo estroverte la persona un po’ di più, vedete?

Ora vi occupate dell’engram disponibile, e scoprirete che questo includerà anche la sua malattia psicosomatica. Sempre se percorrete per davvero l’engram disponibile. Esso sarà il male o dolore cronico di cui si lamenta maggiormente.
Così lo percorrete, e lo estrovertite ancora di più.

Ora lo avete estrovertito ad un punto tale in cui riesce veramente a vedere l’auditor.
Adesso è pronto a prendere in considerazione la comunicazione [Grado 0].

[…]
Così vi sedete, e provate ad abbreviare il tutto.
E dite: “proveremo a percorrere il procedimento 0 di comunicazione, senza preparare il caso”.
Beh, troverete spesso che un caso non sta percorrendo perché i suoi [gradi] sotto zero sono out. Il caso non è stato estrovertito abbastanza da poter essere veramente audito su qualcosa di analitico. Su qualcosa tipo la Comunicazione, e così via”.

P.S.

ARC Filo Diretto deve venire PRIMA di percorrere Dianetics.

Questo perché la sequenza corretta è scaricare i Lock tramite il rievocare, e questo è ARC Filo Diretto. Poi vengono i Secondari, percorsi tramite il ritornare, ed infine gli Engram.

Si alleggeriscono quindi i Lock (semplici momenti negativi e fastidiosi), per poi cancellare Secondari (perdite pesanti) ed infine Engram ( veri traumi con dolore fisico e incoscienza). 
Rievocare significa il semplice ricordare stando nel presente.
Ritornare significa tornare ad un momento del passato risperimentandolo.

Troverete quindi in vari procedimenti questa sequenza di ottenere l’ago libero sui lock, poi sui secondari, e poi sugli engram.

Bene.
Che cosa hanno fatto quindi nel Ponte del 1978?
Bravi. Indovinato. Hanno spostato qualcosa.
Hanno spostato ARC Filo Diretto dopo Dianetics.

Ecco il ponte del 1978:

Ponte 1978

Infine, nel 1981, hanno completato l’opera spostando Dianetics dopo tutti i Gradi 0-IV.

Buon proseguimento.

3 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Il Vero Ponte

Salve lettori,

un piccolo passaggio dal nastro numero 15 del Corso di Classe VIII, 11 ottobre 1968:

“Ora, ad esempio, avete visto che il tizio ha la sciatica, o qualcosa del genere. E questo è un indice del caso.
Che diavolo ci fa con la sciatica?? E’ un Release di Grado III. Non dovrebbe avere malattie psicosomatiche…”.

Questo perché nel vero ponte le malattie fisiche venivano sradicate in modo completo con Dianetics, come primo grado, PRIMA di iniziare l’auditing di Scientology, ossia i Gradi 0-VII fino a Clear.

Buon proseguimento.

Lascia un commento

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Etica, Tech, Admin, e…

Salve lettori,

recentemente ho avuto una discussione riguardo al famoso ciclo Etica-Tech-Admin, dove per cui se l’Admin in un area è out, il motivo è che la Tech era out. E se la Tech è out, prima di ciò era l’Etica ad essere out.

In altre parole l’Etica viene prima della Tech, e la Tech prima dell’Admin, nel ciclo del declino.

Per Admin intendiamo l’amministrazione corretta di un’area. Ad esempio, se in un ufficio le cartelle sono archiviate scorrettamente, se non esiste un organigramma, o se la posta viene smarrita spesso, allora si può dire che l’Admin è out.

Per Tech intendiamo la tecnologia in uso in un’area. Intendiamo quanto bene funziona ed è conosciuta una tecnologia. Per il nostro settore, intendiamo quanto bene gli auditor sono addestrati ed ottengono quindi risultati.

Per Etica intendiamo… beh, penso che ormai non sia più chiaro a nessuno che cosa si intenda per Etica. Penso ci sia notevole confusione su questo soggetto. Sono certo oltre ogni misura che la stragrande maggioranza degli scientologist sia convinta che per etica si intenda “non fare overt”. Tenere le mani pulite. Oppure scrivere overt/withhold. Oppure “comportarsi bene”. In realtà, se si vanno veramente a spulciare le policy letter e  i nastri sull’Etica, si scopre che quando si parla di Etica, per il 99% del tempo si parla di PTS/SP, e di assegnare Condizioni di Etica. Molto, molto raramente si parla dell’etica personale della persona, intesa come gli overt/withhold della persona. 
Questo perché i veri problemi nel progresso di Scientology sono provocati da fenomeni PTS/SP, e non perché il preclear ha messo le mani nella marmellata. Ma questo è un argomento per un altro articolo…

Torniamo quindi al ciclo Etica-Tech-Admin.
Stavo discutendo con questa persona, e mi stava dicendo che il motivo della tech out nella sua area era l’Etica. 
Io invece gli stavo dicendo che non era vero, e che il motivo in realtà era che non esisteva nessuna Tech in primo luogo, e che per cui non avrebbe mai messo “in” la Tech nella sua area tramite l’Etica. 
Ma tale ciclo di Etica-Tech-Admin sembrava darmi torto.

Eppure io ero convinto che il vero motivo dell’apparente “Etica out” che apparentemente stava dando luogo a Tech out, era in realtà un’assenza di vera Tech in primo luogo.

Ed ecco quindi che oggi mi imbatto in queste parole di LRH. Dal nastro n. 13 del Corso di Classe VIII “Etica e Supervisione del Caso”, 9 ottobre 1968:

Vedete, si tratta in realtà di un ciclo a quattro punti, non solo tre. E’ verissimo, è verissimo che quando l’Admin è out la Tech è out, e quando la Tech è out l’Etica è out. Capite? Ma va indietro di un altro ancora. La Tech doveva essere out in primo luogo.
[…]
L’Admin è visibilmente out, beh, perciò la Tech è out. Così guardate un po’ più a fondo e scoprirete che avrebbero dovuto mettere in l’Etica ma non lo fecero. Sono già in una situazione fuori Etica. E quindi, affinché tutto ciò sia andato a pezzi, la Tech deve essere andata out in primo luogo.
[…]
Ora, quando vedete che l’Etica viene messa in duramente, sapete anche che la Tech è stata out. E sapete che la gente cercherà di risolvere le cose soltanto con l’Etica? Etica in! Etica in! Etica in! Etica in! Sono come bloccati sulla traccia del tempo. Vedete? Etica in! Etica in! Ma dove diavolo è la Tech?“.

Ecco perché non riparerete mai lo scientologo di vecchia data, sui Livelli OT, cronicamente malato, mettendolo a scrivere O/W per giorni e giorni. Di fatto, lo state spingendo ancor di più nella fossa. Il modo di ripararlo è quello di riparare il suo AUDITING squirrel ricevuto molto tempo indietro. Questo perchè la TECH era out in primo luogo, prima che l’apparente situazione non etica emergesse.

Si tratta quindi di un ciclo a quattro punti: Tech –> Etica –> Tech –> Admin.

Oppure, detta in altro modo, “Se l’Admin è out, è perché la Tech è out, e se la Tech è out, è perché l’Etica è out, ammesso che in tale area esista della tech corretta in primo luogo“.

Buon proseguimento.

David

 

6 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Controllo Mentale

Salve lettori,

stavo rileggendo un vecchio articolo, Realtà VS Apparenza – Agire in base alle Statistiche, dove avevo ipotizzato un possibile controllo mentale ai danni dell’atleta Ronda Rousey, l’atleta femminile più famosa nella arti marziali ormai caduta in disgrazia, ed ecco che mi è venuto in mente di aver visto un video che conferma la validità di tale ipotesi, proprio in questo stesso sport, e proprio ai danni del più famoso atleta maschile in questo sport.

Mi riferisco a Conor Mc Gregor, divenuto famosissimo per l’incontro di boxe disputato contro Floyd Mayweather.

Ecco quindi il video, che a mio avviso lascia ben poco spazio al dubbio:

Altri video in cui delle celebrità vanno in “trance”, come ipnotizzate, e si bloccano:

(sopra) Al Rocker azionato dalla parola “Holy Ghost”.

(sopra) Lady Gaga azionata dalla parola “Oh good Lord!”.

(sopra) Britney Spears sembra auto-azionarsi dicendo la parola “weird” (strana, stramba).

(sopra) Eminen in trance per ben 20 secondi.

(sopra) la star del basket Draymond Green va in trance per oltre 20 secondi.

(sopra) Kourtney Kardashian. “Persa” per circa 20 secondi. Dice per ben 2 volte “He just came in” (è appena entrato). Forse a significare che il comando ipnotico o forse qualche “entità” è entrata con successo nella sua mente.

(sopra) Lindsay Lohan viene comandata dal suo Handler (controllore) tramite gesto della mano. Ogni celebrità ha una sorta di “pilota”, chiamato “handler”, che in realtà è il loro ipnotista.

(sopra) Bill Clinton.

Ho scelto soltanto degli spezzoni, ma su Youtube trovate molte compilation a riguardo, che qui non ho messo soltanto perché sono troppo diluite da discorsi in inglese.

Buon proseguimento.


2 novembre 2017

4 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

La Causa Principale degli Incidenti e Malattie (e guai d’etica)

Salve lettori,

questo articolo si riferisce e continua l’articolo “Tutte” le malattie, e “tutti” gli incidenti derivano da una condizione PTS…, dove viene fatto presente che il tristemente famoso bollettino “10 agosto” (1973) è un bollettino falso, in quanto cerca di far credere che TUTTE le malattie e TUTTI gli incidenti derivino direttamente e unicamente da una condizione PTS.

Ciò è incredibilmente e malignamente falso.
E’ un’indicazione scorretta di portata colossale, ed essa soltanto ha portato a danni e disastri incalcolabili nei casi e nelle vite delle persone.
Le organizzazioni di Scientology ed i gruppi più o meno scientologist nel campo indipendente sono quasi impazziti a causa della fiducia cieca in questo falso dato, perciò penso che tramite il solo riconoscerlo come falso possa portare notevole sollievo.

Sebbene di certo sia vero che malattia, incidenti e PTS abbiano notevoli cose in comune e siano sicuramente in relazione in una certa misura, altra cosa è affermare che TUTTI questi derivino DIRETTAMENTE e UNICAMENTE da una condizione PTS.
QUEST’ULTIMA PARTE è il dato falso aberrato.

L’introduzione di questo dato falso è stata quindi un’ATTO SOPPRESSIVO di portata gigantesca, un vero e diretto attentato ai casi, alla vita e alla salute degli scientologist, e non solo.

LA causa della malattia è unicamente l’engram e le sue catene.

Ci si potrebbe quindi chiedere poi, come mai tali engram siano in restimolazione al punto tale da causare malattie, ed UNO dei motivi certamente può essere una condizione PTS, ossia di soppressione.

Quando un individuo è soggetto a soppressione e quindi diventa PTS, allora commette stupidaggini e può avere incidenti, questo è ovvio, ed è quello che il termine PTS infatti indica. MA dire che ne sia l’UNICA causa TRASFORMA un dato corretto in un dato aberrato. Il trucco e l’inganno sta tutto qui.

E’ possibile infatti prendere qualsiasi azione corretta che un thetan può fare, renderla perpetua in modo ossessivo, e trasformarla in un’ABERRAZIONE. Questo è ciò in cui consiste un facsimile di servizio. Un facsimile di servizio altro non è che una soluzione che un tempo funzionò, e che oggi viene usata dalla persona in modo automatico per risolvere ogni situazione simile, o peggio, ogni situazione nella vita. La follia è composta da ciò.

Ad esempio una volta l’individuo ebbe una discussione con un collega, e la cosa non sembrava risolversi in alcun modo, e alla fine alzando la voce e urlando riuscì ad avere la meglio (apparentemente). Da lì in poi, ogni volta che non riuscirà a farsi capire urlerà.

Perciò, sicuramente una condizione PTS può restimolare ed abbattere una persona a tal punto da farla ammalare, e sicuramente una persona PTS può avere incidenti, ma dire che TUTTE le malattie e TUTTI gli incidenti derivano DIRETTAMENTE e UNICAMENTE da una condizione PTS trasforma un dato corretto in un dato aberrato.

Ecco invece qual è la causa PRINCIPALE di malattie e incidenti:

HCO BULLETIN DEL 13 GIUGNO 1970

Serie del C/S N. 3
PRIORITÀ DELLE SEDUTE
I PROGRAMMI DI RIPARAZIONE E LA LORO PRIORITÀ

Quando un pc ha ricevuto una seduta che è stata condotta in modo scorretto, una seduta che non è approdata a F/N, realizzazione, VGI, è spesso dannoso ritardare la seduta di riparazione.

La maggior parte dei pc che si ammalano o hanno incidenti deriva da:

A. Gravi errori nella programmazione del caso;
B. Ritardi nel riparare una seduta pasticciata.

Recentemente ci sono stati diversi esempi di pc che avevano finito una seduta con un procedimento non flat e che, dopo che la seduta di riparazione era stata ritardata per diversi giorni o addirittura settimane, si sono presi un raffreddore, hanno avuto incidenti di lieve entità o sono finiti in guai di etica.

Quindi la riparazione ha la priorità.

Perciò quello che rende veramente PTS e ammalati gli scientologist è l’auditing pasticciato ricevuto e la falsa indicazione che tutte le loro malattie, tutti i loro incidenti, e tutti i loro guai d’etica derivano dalla loro presunta condizione PTS.

Aggiungi a ciò il fatto che nessuno di loro è più diventato veramente Clear a partire dal pensionamento del Clearing Course, aggiungi a ciò che Dianetics è stata spostata dopo il Grado IV e addirittura proibita totalmente dopo “clear”, aggiungi a ciò che i Livelli OT 4, 5, 6 e 7 sono del tutto inventati e che il 3 non è mai stato veramente completato, ed ecco che quindi il quadro appare completo e diventa sempre più chiaro.

Perciò è sicuramente vero che un PTS può ammalarsi, avere incidenti, e finire in pasticci d’etica. Tutte queste cose succedono.

Ma l’essere PTS non ne è l’unica causa.

E non ne è nemmeno la causa principale.

Buon proseguimento.

David


9/nov/2017

Correzione: Si parla di causa principale di incidenti e malattie nell’ambito degli scientologist che hanno ricevuto auditing.

Per chi invece non è scientologist, non ha ricevuto auditing, o l’auditing ricevuto è corretto, allora la causa degli incidenti e malattie va ricercata altrove, e sicuramente il fenomeno PTS/SP ne fa parte.

3 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Dianetics Proibita su Clear e OT??

Salve lettori,

ecco un semplice passaggio tratto dal primo nastro su Dianetics Espansa, 30 marzo 1972:

“Non c’è nessun’altra ragione… l’unica ragione, l’unica ragione al mondo per cui qualcuno sta avendo ad esempio problemi alla pelle, infiammazioni, sfoghi e cose del genere, ciascuna di queste cose e così via sono semplicemente engram. Sono tutti engam.

Ora vi sto parlando, detto per inciso, dei materiali di ricerca su fino a, non so, OT 20. Sarebbe così difficile percorrere alcune di queste cose come engram che la persona non ci andrebbe nemmeno vicino probabilmente. E quando la persona non è totalmente preparata con Dianetics e quando non ha percorso via tutte le sue droghe e tutto il resto, non può davvero entrarci dentro. Perciò non ottiene in realtà gran beneficio da tutto ciò, e di fatto può restimolarsi, vedete?

Vi sto dicendo quindi che tutti questi sono engram. Non importa quale livello stiate percorrendo. State ancora percorrendo Dianetics”.

[…]

“Così la persona è Clear e non ha più engram, e il corpo sembra che stia mettendo lì ulteriori engram. Percorreteli ovviamente!”

Abbiamo due cose interessanti qui:

  • La prima il ribadire, se mai fosse ancora necessario, che Dianetics non solo è vitale, ma assolutamente indispensabile prima, durante e dopo il Ponte Inferiore fino a Clear,
  • La seconda che il Ponte ovviamente non finisce a OT VIII.

Buon proseguimento.

David

Lascia un commento

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog