Regole del Blog

Salve ragazzi,

Ultimamente è sorta una questione, che penso debba venire regolamentata.

Questo blog offre ai suoi lettori la libertà assoluta di parola.

Amici molto più esperti di me hanno tentato di avvisarmi a cosa stavo andando in contro con la mia scelta di non moderare i commenti, ma io ho voluto tentare comunque, ed intendo ancora farlo.

Tuttavia qualche aggiustamento deve essere fatto, perchè è anche vero che la libertà esiste all’interno di barriere. Inoltre l’auditor dirige l’attenzione del pc e la sua comunicazione. Non è che lo lascia parlare a ruota libera di ogni cosa che passi per la sua mente. Quella è psicologia, o psicanalisi probabilmente.

Perciò ritengo opportuno introdurre una nuova piccola regola, che se vogliamo è soltanto un’estensione della seconda.

Ossia: “Niente cose dette a metà o allusioni ambigue che diano ad intendere delle cose senza dirle chiaramente. Se qualcuno vuole dire qualcosa, qualsiasi cosa, è libero di dirla. MA deve anche dirla fino in fondo, essendo chiaro, senza lasciare nulla all’immaginazione. Altrimenti faccia a meno di dirla“.

Perchè questo?

Perchè il “lanciare frecciatine” può essere usato per disturbare. Ed ecco che ritorniamo alla seconda regola, ossia il non commentare per disturbare, tipico dei disturbatori, detti anche “troll”, ma sbaglio in cui ciascuno di noi può indulgere, magari quand’è un po’ arrabbiato.

Per cui, ecco le regole del blog:

(Verranno affisse su nuova pagina a parte)

In questo blog esiste libertà assoluta di parola.

Le uniche regole sono:

1) Niente offese personali. 

2) Niente commenti atti a disturbare, o a portare confusione. Ciò include:

  • 2a)  Il dovere di essere chiari nei propri commenti, sia grammaticalmente sia nell’espressione delle proprie idee.
  • 2b)  L’evitare parole o simboli malcompresi, o espressioni comprensibili solo ai pochi, a meno che non siano chiari fra gli utenti abituali, o che non vengano chiariti o definiti nel commento stesso
  • 2c)  Niente cose dette a metà, allusioni ambigue, o concetti espressi solo parzialmente, ma che lasciano il resto su mistero. Se si vuole dire qualcosa, la si deve dire fino in fondo in modo chiaro ed inequivocabile. Altrimenti si eviti di dirla.

Ecco ragazzi, per ora le regole sono queste.

Quello su cui insisto è appunto la CHIAREZZA nella comunicazione.

E questo include la chiarezza nello scrivere, ma anche la chiarezza nelle IDEE che vengono espresse.

Niente giochetti di basso livello, allusioni a cose che nessuno capisce, fumo negli occhi, e così via.

Da ora in poi sarò intransigente su questo.

Per cui adotterò questa linea di condotta. Questa “policy”, se volete:

“Quando non capisco qualcosa del commento, chiederò all’autore di chiarirlo. Se si rifiuta, oppure se continua ad essere incomprensibile entro un numero ragionevole di tentativi, allora cancellerò il suo commento, indicandone il motivo. Se continua ulteriormente su questa linea, l’utente verrà allontanato, presumendo che si tratti di un disturbatore”.

Il chiarire e comprendere la comunicazione è Scientology.

Il comunicare allo scopo di portare chiarimento e chiarezza fra le persone è Scientology.

Per cui, perchè non dovremmo usare Scientology?

13 commenti

Archiviato in Generale

13 risposte a “Regole del Blog

  1. Diogene

    David, non posso trattenermi dall’esternarti i miei più vivi complimenti per quanto impegno e mirata pazienza stai dedicando a questo tuo blog.
    Magari non condividerò del tutto il progetto, per certi versi auspicabile (perché pur sempre di Scn si tratta), di “aggregarsi” alle Ron’s Org, ma soltanto per il mio convincimento che una Soggettiva Ricerca Spirituale debba anche restare intelligentemente aperta a tutto ciò che incrementa la Consapevolezza individuale e che favorisce un Dialogo onesto.
    Se ho espresso una ovvietà, allora siamo in accordo e continuerò a seguire questo blog con interesse. Ogni punto di vista offre l’opportunità di un arricchimento e se ogni voce tende a rafforzare il coro, non sarà qualche lieve stonatura ad incrinare potenza ed armonia.
    Con un commento su LaReception, il 18 aprile mi sono permesso di consigliarti l’uso di ciò che sai su Comunicazione, Controllo e Havingness. Stai dimostrando di non essere uno sprovveduto ed è quindi superfluo da parte mia accennare al fatto che Havingness non è rappresentato da un “obbiettivo raggiunto” ma piuttosto dalla “responsabilità di mantenerlo o di lasciarlo”.
    Ti auguro ogni bene.

    Liked by 1 persona

  2. Ti ringrazio moltissimo Diogene.
    Apprezzo molto.

    Riguardo alle Ron’s Org, io posso dirti solo questo riguardo a me: io non sono mai stato un tifoso di alcunché nella mia vita.
    Non sono mai stato capace di difendere oltre ogni ragionevolezza la mia squadra di calcio, la mia compagnia di amici, il mio partito politico quando ne avevo uno, il mio posto di lavoro, e se è per quello neppure la mia org…

    Questo mia caratteristica spesso mi ha fatto essere poco simpatico nei confronti dei miei compagni di squadra.
    Ma cosa ci vuoi fare, è più forte di me.

    Perchè ti sto dicendo questo?

    Semplicemente perchè io, come già detto altrove, non faccio il tifo per nessuna fazione, nessun gruppo, nessuna ideologia.

    Il fare ciò significherebbe che io dovrei sentire pressioni verso il difendere la “mia ideologia” anche quando questa commette degli errori, e questo io non posso, e non voglio farlo.

    Io faccio il tifo soltanto per il genere umano.
    Ecco, se c’è un gruppo per cui faccio il tifo a prescindere è proprio quello.

    Al momento mi trovo in totale sintonia con il Capitano Bill Robertson, oltre che con LRH, ovviamente.
    Ma questo non mi impedirà in futuro di poter dissentire se dovessi trovare delle cose con cui non sarò d’accordo.

    Allo stesso modo credo di saper apprezzare anche quei punti dove fazioni o gruppi differenti dai miei hanno ragione, o si battono per iniziative utili.

    Io penso questo di me stesso. Forse gli altri non pensano esattamente questo di me, questo non lo so. Ma poco importa.

    Perciò io non sono un “tifoso”. Non lo sono mai stato.
    Sono milanista ad esempio, ma penso di stare sulle palle agli stessi milanisti per non supportarli sempre e comunque, anche nel torto, come fanno probabilmente loro.

    Perciò non sono nemmeno un tifoso di CBR.
    Che la mia stima in lui sia innegabile, questo è chiaro.
    Ma penso di aver già detto tutto, e di essere riuscito a spiegarmi.

    Per il resto, benvenuto a te, e a chiunque altro voglia leggere e commentare questo blog.

    Che fa il tifo per gli esseri umani, e vuole che diventino liberi dalle forze malvagie che mirano a renderli eternamente schiavi.

    Mi piace

  3. Tenere il centro ovvero la via di mezzo.

    Il distacco sarebbe una fonte di felicità e contentezza perchè ci riporta alla dignità senza farci travolgere dagli eventi. Il distacco ci ridona regalità, essere in noi autentici in un autentico stato di forza e stabilità.
    Niente a che fare con la fredda e fragile indifferenza che è sempre dettata da uno stato di paura e sospetto, e di una mancanza di vera analisi ed esplorazione. Quando non si esercita tale condizione in realtà non sono in grado nemmeno di vedere un evento o le persone. Figuriamoci poi di capire gli eventi, di capire le persone.
    Il distacco è fiducia …uno spazio di sincero sentimento, stima per chi e cosa ci circonda! Nel senso che posso amare quando comprendo, quando capisco e lascio libero l’oggetto o la realtà amata. Apprezzo l’essere per ciò che è, lo sperimento e lo percepisco nella sua totalità. Oppure mi ritrovo la maggior parte del tempo a dettare legge su come vorrei che andassero le cose, e gli altri.
    Ecco perché il distacco diventa l’ingrediente essenziale del comprendere laddove per distacco s’intende comprensione profonda, rispetto e sincerità. Dipendenze, attaccamenti mi portano a delusioni ed amarezze, se le sto provando perché non trasformarle con la mia comprensione e col mio desiderio di migliorare? Confidando nel mio progresso e nella seconda possibilità che riceverò dagli eventi!
    Qualità che mantiene l’Anima libera da legami e dipendenze.
    MU risuona per tutta la valle .ed anche il cane ha un anima.

    Che tutti possiate godere di ottima salute.

    Liked by 1 persona

  4. Si è bloccato il blog oppure i veri ” amici “si sono defilati alle prime difficoltà.
    Ciao David F.

    Mi piace

  5. Tutti ad esortarti …..Complimenti ……è un po merito mio se tu ai creato questo blog…….adulatori …….pistoleri di seconda mano che sparavano a zero su chi non la pensava come loro……le parole valgono zero, sono come bandiere che sventolano in ogni giro di vento…. Continua la ricerca David
    perchè nulla è più importante e più gratificante. Ciao e buon lavoro

    Mi piace

  6. Ciao Luciano,
    buongiorno.

    Sì, è vero, è da qualche giorno che non ci sono più commenti.
    Ma va bene così, non c’è nessun problema.
    Il blog andrà avanti, anche perchè il più è stato fatto. Ossia la decisione di farlo, e l’averlo fatto, quando non ne sapevo nulla di come si potesse creare un blog.

    Perciò ora la strada è in discesa.
    Di tanto in tanto pubblicherò qualche articolo.
    Anzi, forse è meglio se ne pubblico a frequenza maggiore.
    Ha senso attendere prima di pubblicare un nuovo articolo solo quando c’è un’accesa discussione in corso.

    Ma sai cosa ti dico riguardo ai blog, ai forum e così via?
    Ti dico che secondo me funzionano un po’ come i giornali, tg, riviste di gossip e così via.
    Questa sembra essere una delle caratteristiche del comportamento umano.

    Ossia, più l’entheta è alto, più questo desta curiosità.

    Non ho ancora capito del tutto perchè, ma è così.

    Io avrei due teorie al momento, così, su due piedi:
    1) Fa parte della severa “educazione” che abbiamo ricevuto.
    Ossia implant della traccia intera. Ma anche la mente reattiva stessa, che contiene solamente negatività.
    Inoltre le costanti cattive notizie che ci vengono date in pasto ogni giorno, non fanno altro che continuare a tenere in perenne restimolazione il nostro “bagaglio culturale” segreto.
    Tutto ciò rende in un certo qual modo l’essere umano attratto dalla negatività.
    Insomma, un’inclinazione naturale dell’uomo dettata dal contenuto della sua mente.
    2) la seconda teoria, è che il thetan ha un senso innato per l’ordine, e la giustizia.
    Per cui tutto quello che urta questa sua sensibilità, diventa inconsciamente un suo obbiettivo.
    Perciò, ogni qual volta che un thetan si imbatte in entheta, in lui scatta un desiderio di risolvere quella cosa. Sente che lì c’è “qualcosa che non va”, e allora va a vedere che cosa c’è che non va, al fine di sistemarla.
    Questa sua naturale inclinazione viene quindi usata per “intrappolarlo”, come un esca per un pesce.

    Io penso che in realtà sia un mix di queste due cose.
    Forse più 2 che 1.
    Ma sta di fatto che le persone sono attratte dall’entheta, dalle cattive notizie, dai litigi, dal gossip, e così via.

    Le discussioni più affollate sono di solito quelle dove c’è una qualche bagarre in corso fra alcuni utenti.
    Non sempre, ma di solito è così.

    Probabilmente questo principio è arcinoto da chi lo fa per mestiere, e costoro si prendono cura forse, di avere sempre dei guastafeste qua e là per alimentare l’interesse in qualche modo.

    Sta di fatto che da quando ho allontanato due utenti un po’ “sopra le righe” diciamo, i commenti sono crollati.

    Questo anche per una questione fisiologica: già eravamo in pochi a commentare, aggiungi a ciò il fatto di toglierne 2 da questo esiguo gruppo, e dopo di ciò il fatto che almeno uno di questi due dava il via ad una quantità notevole di commenti…

    Ma la vera ragione rimane quella descritta sopra.

    Ora questo blog è senz’altro un luogo più pacifico.
    Lo è senz’altro.
    Ed io cercherò di mantenerlo tale.

    Forse è anche un pochino più noioso. Certo.

    Ma sono certo che troveremo comunque degli spunti di discussione anche senza dover avere per forza dei guastafeste ad alimentarli.
    Ok?

    Buona giornata a tutti.

    Mi piace

  7. Non so chi sia SriPaul t.certo molto confusionario e con un modo stravagante nell’esprimersi. ma Pierpaolo non credo che le sue intenzioni fossero di creare casino anzi e perlomeno si firma questa è responsabilità e coerenza almeno dalle mie parti. La mia sensibilità mi fa dire che i soloni ti hanno fatto un giochetto di terza parte ,perchè il tuo blog li infastidiva (concorrenza Haa Haa ) Non mi stupirei che SPT sia una creazione di certi soloni per fomentare maaa!!! In certi blog se non sei concorde con i loro pensieri ti bannano come facevano i nazzifascisti o si muovono in branco e non ti permettono di esprimerti non esiste spiritualità senza condivisione di pensiero. Buona domenica ragazzo rimani libero di cuore e di mente non ci sono solo gabbie fisiche

    Liked by 1 persona

  8. Un ultima riflessione ma ti sembra normale che per essere libero una persona debba pagare? Gesù chiedeva soldi ? Buddha chiedeva soldi?
    Gandhi chiedeva soldi ? Nessun vero maestro chiede soldi e nessuna vero gruppo spirituale chiede soldi con l’intento di elevarti spiritualmente. Certo c’è il problema del vivere ,ma chi è libero non si preoccupa di ciò.
    Tutte le chiese chiedono soldi indi comprese, magari in forma minore ma comunque danaro. Pensi che buddha avesse rifiutato una persona senza soldi ? Non l’avrebbe accolta nel suo sangha ? No il ponte si paga non si regala e se sei povero sono cavoli tuoi, te lo devi guadagnare…….
    Naturalmente io la penso cosi; so che tu non sei d’accordo ma mi fa piacere che tu mi permetta di scriverlo.

    Liked by 1 persona

  9. Chi è pieno da e non si preoccupa del ricevere.

    Mi piace

  10. Hai detto giusto caro Luciano.
    Non sono del tutto d’accordo, ma puoi sicuramente esprimerlo🙂

    Mi pare questo un buon spunto di riflessione .
    Magari riusciremo a discuterlo meglio.

    Mi piace

  11. Marco

    Non voglio “intromettermi” Luciano, ma non capisco bene perchè parli di soldi… pare tu ti chieda quanto costa la libertà o come mai costa?! Ma mi pare che riguardo a ciò critichi persino gli Indipendenti…

    Dico la mia: io so solo che un thetan in un corpo di carne consuma prodotti (cibo ecc ecc)… e so che per avere ciò che consuma deve produrlo, cioè lavorare.

    Anche un auditor è un thetan in un corpo e dunque consuma… perciò la sua nobile produzione (rendere liberi gli Esseri) gli serve comunque per procurasi prodotti da consumare, dunque la sua produzione ed impegno deve essere pagata… altrimenti dopo un pò non avremmo più un auditor… o meglio non lo avremmo più a livello professionale, ma solo volontario (a gratis). Ma forse come volontario avrebbe veramente troppo poco tempo per rendere libera una quantità di persone sufficenti, tali da poter rendere attuabile un chiarimento sociale, ovvero un’inversione della spirale discendente… che è poi uno degli scopi di cui parla CBR nel breafing postato da David. Breafing da leggere più volte per comprenderlo bene.

    Mi piace

  12. Johnd320

    There are some attentiongrabbing points in time in this article but I dont know if I see all of them heart to heart. There may be some validity however I will take maintain opinion until I look into it further. Good article , thanks and we would like extra! Added to FeedBurner as properly bbaeeeegkead

    Mi piace

  13. Hello John,
    I don’t know how you arrived here, and how you did manage to properly read italian, that would be interesting.
    Anyway, I suggest you to read the original CBR materials (obviously in english) here: http://www.freezone.org/cbr/e_cbr_ac.htm

    If you have any questions write me at: settore9@outlook.it

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...