Briefing Amministrativo Numero 4

cbr_01

Briefing Amministrativo Numero 4

del Cap. W.B. Robertson

7 ottobre, AD 39

Ponti Omessi

Ciao a tutti!

Benvenuti a Davos, in Svizzera – quassù nelle nevose e bellissime Alpi – e a questa fantastica OT Convention del 1989, tenuta a Walchwil, Zurigo, Berna e altri diversi luoghi di consegna in Svizzera. Questo è il Briefing Amministrativo N. 4 e si chiama:

PONTI OMESSI”

Ora, probabilmente avete tutti letto o ascoltato i Briefing Amministrativi 1, 2, e 3 – su “Il Ponte”, “Ponti Falsi” e “Il Tuo Ponte”. Recentemente mi sono imbattuto in qualcosa di molto interessante, e calza a pennello con la convention, e gli argomenti delle conferenze della convention, e si tratta di uno sguardo generale su alcune cose che vengono omesse in questo gioco, omesse in questo universo, e sono state omesse o mai inserite. Ho la prova di ciò – mi sto appoggiando proprio qua (sul leggio) – che queste aree non sono mai state maneggiate e non hanno mai avuto un Ponte – va bene?

Ora, che cosa intendo quando dico “Ponte Omesso”? Intendo che è un ponte diverso, un po’ diverso, da quello su cui siete, quello che state facendo, o quello che siete stati addestrati ad usare. Ma nondimeno è lì, ed è necessario per concludere il gioco correttamente, o perlomeno per portarlo ad un gioco migliore, un gioco più viable. Così, quello a cui mi sto riferendo qui è un Ponte riguardo alla 5a e 6a Dinamica. Ora, quando dico “Ponti Omessi”, ciascuna di queste due dinamiche può essere composta da certe cose, che hanno bisogno di un ponte differente, perciò ce ne può essere più di uno. Ora, siamo stati in grado di arrivare a questo punto unicamente completando per davvero il Ponte per un thetan – il giocatore del gioco; tu – che sta giocando un gioco, sia che lo sappia o meno – su almeno 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, o 12 dinamiche. E, se uno è in missione, forse anche di più – ma state giocando un gioco su varie dinamiche.

O sapete tutti. Lo avete studiato fin dal primo momento che avete ascoltato la vostra prima conferenza per il pubblico sull’efficienza. Le “Otto Dinamiche”. E poi estetica, etica, tech, e admin.

Sì, abbiamo tutte queste dinamiche, e il vostro processing è dedicato ad espandere le vostre abilità su queste dinamiche, e a incrementare la vostra consapevolezza di queste varie dinamiche e dei giochi che vengono giocati su di esse. Ma questo è il vostro Ponte. Ma che mi dite delle particelle create, dei pezzettini creati di theta postulato, e della materia, energia, spazio e tempo, che esistono su queste dinamiche? Il loro Ponte è uguale al vostro? No. Ma anche loro devono terminare il gioco, altrimenti è un ciclo incompleto. Non si può giocare un gioco nuovo con – beh, si può, ma non sarà molto divertente, e probabilmente non altrettanto buono, e sarà meno viable rispetto a quello in cui si è – se non si finisce, non si fa as-is, non si porta a conclusione il ciclo sul vecchio gioco. Altrimenti si trascina nel nuovo gioco, giusto? Proprio come la bolletta che non hai pagato il mese scorso, essa continua ad infastidirti in questo mese, capite? O le carte che non hai archiviato correttamente l’anno scorso, non riesci a trovarle quest’anno, oppure qualsiasi altro ciclo incompleto nella tua vita. Se lo si guarda – perché si può guardarlo? Vedi, lo si può guardare perché non è completo! É ancora lì, che colpisce la tua attenzione. Ha ha! Se tu lo avessi veramente completato, allora direi – guarda i cicli completati, e abbi una sensazione di vittoria. “Sì, l’ho fatto”, “è finito”. Vedete? Ma il ciclo d’azione incompleto tratterrà la vostra attenzione.

Ora, ritorniamo alla 5a e 6a dinamica; 5a dinamica: forme di vita; 6a dinamica: materia, energia, spazio e tempo. Così ci può essere una combinazione di due ponti qui, o forse tre, che si devono maneggiare. Ok? Capite il punto della questione qui? Siete mai stai in qualche terapia o scuola di conoscenza, o in qualsiasi altro posto del genere, dove dicevano: “Bene, adesso ecco come porteremo questo pezzo di materia, energia, spazio e tempo fuori da questo gioco e lo faremo finire…” ? No. Le persone sono troppo indaffarate con i loro casi, su tutte le loro dinamiche. Di solito non se ne curano, tranne che in un caso specifico, ossia il loro corpo e qualunque cosa continui a scontrarsi con esso nell’Universo Fisico. Ed ecco che si ottiene una cosa chiamata episodio, o engram, o secondario, o in altri modi, che succedono a seconda delle varie randomity di collisione con il MEST o con altre forme di vita. Ovviamente, può anche essere DIVERTENTE in una certa misura, ma tutti i giochi dovrebbero essere divertenti. Se sono viable, dovrebbero anche essere divertenti.

Allora di che cosa si tratta? Che cosa è successo a questa materia, energia, spazio e tempo? Che cosa è successo alle particelle theta del corpo? Che cosa è successo a questi piccoli minuscoli individui? Oppure possiamo chiamarli piccoli pezzi di theta, perché quando si va agli Assiomi 1 e 2, si trova che la materia, energia, spazio e tempo stessi furono creati e/o vi fu dato l’accordo dallo statico o thetan, i giocatori del gioco. Così, a conti fatti, si hanno delle piccole particelle di theta creato qui, o che il theta ha creato, come preferite. Ora, qual’è il Ponte per questi individui? Ora ricordate che non stanno giocando il gioco su tutte le Dinamiche come invece fate voi. Sono infatti su una sola dinamica, sono una delle vostre dinamiche. Così è abbastanza ovvio, da un punto di vista tecnico, che loro possano avere un Ponte completamente diverso. Va bene? Ora ci troviamo nella posizione di poter effettivamente sviluppare i procedimenti per questi ponti. Ci siamo sbarazzati di tutta quell’altra spazzatura – tutti gli implant degli Implantatori, tutti gli episodi, engram, lock, secondari – tutte le cose che stavano influenzando il nostro gioco come il loro.

E ora lo si è ripulito per bene si può dire: “Hey, adesso voglio proprio avere un gioco migliore!”, e “In che cosa sono bloccate tutte le persone? Tiriamole fuori da lì!”. Perciò, questi sono i giocatori. Ma che mi dite delle particelle postulate? Beh, sappiamo che sul Ponte, se portiamo ciascuna persona nel gioco sul Ponte, essa si prenderà poi responsabilità per, e completerà il ciclo su, qualsiasi particella che ha creato. Questo noi lo sappiamo. Ciò accade su OT 12 e 13. Ma ci sono così tanti giocatori che la cosa richiederà un po’. E nel frattempo si deve operare con questa roba. E così, per ragioni puramente egoistiche – se vogliamo metterla in questo modo – si vuole operare meglio, e se si può portare un po’ del MEST e un po’ della Lambda, che è la parte delle forme di vita – il MEST è la parte Phi, la lettera greca Phi dagli Assiomi di Dianetics – se si vuole operare meglio, si può aiutare a portarlo su per il Ponte, perlomeno il proprio ambiente immediato. Ora, questo vi sembra interessante come aiuto per le vostre Operazioni OT? [si riferisce alle operazioni OT elencate nel libro “Settore 9”, ndt]. Perché sapete tutti che: “Sì, posso farlo. Ma ci vuole davvero tanto. Ci vuole di più che per i miei postulati di gioco del mio solito universo precedente. Quando volevo un hamburger, in qui giorni, dicevo soltanto: “Hamburger!” ed eccolo lì!”. Beh, quello era il vostro hamburger creato – magari attraverso ad un via, se volevate farlo rimanere per mangiarlo.

Lo avreste creato tramite un via, capite, in modo che non scomparisse non appena lo aveste guardato e detto: “Hmmm!!!”. Così in poche parole era vostro o magari quello del vostro amico, e tutti quanti sapevano quali particelle erano di chi. Ma in un grande e complicato gioco come questo, con 8 dinamiche e milioni di miliardi di giocatori, si deve operare all’interno di una struttura di: “Dobbiamo far andare questi individui su per il Ponte uno o due alla volta”. E lo stiamo facendo andare avanti. Ed ecco che ci imbattiamo negli scenari, e così via, e così via, e nel duro lavoro degli Implantatori per assicurarsi che le persone non si possano riconoscere l’un l’altra e tutto il resto, come diceva appunto Arnold.

Perciò noi, in quanto Giocatori, maneggiamo la cosa su una base di tutte le Dinamiche. Ma diamo uno sguardo anche alle possibilità di abbreviare alcuni di questi lunghi cicli affinché il postulato si completi, attraverso l’auditing di un po’ della materia, energia, spazio, tempo, e forme di vita che si trovano nel ciclo d’azione. Se possiamo audirle con successo, ffftttt! Possiamo ottenere il completamento del ciclo di azione molto più velocemente. E potremmo ottenere dei – diciamo – dei fenomeni davvero insoliti da tutto ciò.

Ora, questo è soltanto il background teorico e logico di ciò, dalla teoria dei giochi, e dalla teoria del Ponte, dalla tech – la tecnologia di LRH – e da Scientology. E che tutti voi avete osservato in precedenza, ne sono certo, in un modo o nell’altro. Ma ora osserviamola da un punto di vista del C/S, da un punto di vista della supervisione del caso. Osserviamo alcune di queste differenze, e credo che sarete sorpresi da alcune delle semplicità che abbiamo trascurato. Lo so, ho pensato di essere molto stupido, quando le ho trovate – non stupido adesso, ma stupido allora – e quando ho realizzato di non aver afferrato e probabilmente mal interpretato, o di non aver del tutto compreso il significato di quello che diceva LRH, o di essermi perso qualcosa a riguardo, e realizzai: “Cavolo, è così semplice. Come mai non l’abbiamo notato prima…”.

Ora, ecco uno degli esempi. State giocando il gioco su 8 Dinamiche – come minimo – forse 12, forse di più. Ma una particella che è stata creata, è stata creata con uno scopo. Non si creano le cose per nessuno scopo. Non si spendono i propri soldi per cose non ci servono. Non si programma la propria giornata per fare cose che non si vogliono fare, o che non c’è bisogno di fare. Perciò c’è della valutazione, della pianificazione, dell’importanza, riguardo a quello che si sta facendo e con quali cose lo si sta facendo. Perciò, quando si crea qualcosa, di solito la si crea con uno scopo. E questa è la prima cosa logica da guardare. Uno scopo non è la stessa cosa che operare su 8 o su 12 Dinamiche. É una cosa singola. Magari formulato un po’ complessamente, o inteso un po’ complessamente, ma non è la stessa cosa. Voglio dire, questo piccolo pezzo di MEST qui non va in giro e poi si sposa con questo piccolo pezzo di MEST. E non hanno bambini – capite cosa intendo? Non stanno operando sulla seconda dinamica. E questo piccolo pezzo di MEST qui non va in giro a dire quante piccole sotto-molecole o sotto-atomi o sotto-particelle egli possieda – seguite quello che sto dicendo? Non sta avendo le sue proprietà di 1a Dinamca, e la sua 2a Dinamica e così via. No, non si tratta per nulla dello stesso Ponte. Così, quando lo ho realizzato: “Hey, aspetta, questi individui si trovano sulle Dinamiche. Non stanno giocando un gioco su tutte le Dinamiche, si trovano sulle Dinamiche. Hanno soltanto uno scopo lì”.

Il trucco è trovare qual’è lo scopo. Ed il trucco è poi essere in grado di fare un C/S per audire quello scopo e per raddrizzarlo, e maneggiare ogni perdita su di esso. Non si tratta del Rundown dello Scopo Fallito ad ogni modo, perché non ha fallito, vedete? Lo sta ancora facendo. Una cosa riguardo a questi postulati, è che sono davvero forti. E queste piccole particelle continueranno a farlo per sempre, lo faranno. E potrebbero avere i loro problemi con esso, e potrebbero avere le loro Rotture di ARC, e così via, ma continueranno a farlo per sempre. Finchè il creatore di quella particella non andrà a fare il Ponte e non arriva a OT 12 e 13. Ma, finché lo sta facendo, potrebbe anche farlo felicemente, e potrebbe farlo anche farlo in modo autosostenibile, e potrebbe anche aiutare le persone che stanno cercando di ripulire il gioco e di finirlo in modo appropriato e di portarlo in un nuovo gioco. Capite cosa intendo?

C’è un fattore di aiuto qui. Ora, e questo è davvero grandioso, se decidete di aiutare a ripristinare in modo cristallino lo scopo del Lambda e del Phi, allora siete qualificati per audire e C/Ssare la Lambda e il Phi. Seguite? Non audite mai qualcuno che non volete aiutare. Perciò se vi ritrovate ad essere arrabbiati con il MEST, e non vi piace il vostro corpo e tutto il resto, beh, non diventate un auditor di ciò. Andate da un Auditor di Revisione. Non audite con delle contro-intenzioni. Non volete aiutarlo, ma ha bisogno di aiuto. Non perdeteci del tempo. Ma, se veramente volete aiutare la 5a e 6a dinamica, e vi piace l’idea di incrementare il potenziale dell’operazione, e di ridurre il tempo dell’operazione, allora ciò può essere fatto.

Ora una delle prime cose che ho realizzato, dopo aver realizzato che c’è uno scopo che risiede in ogni particella creata messa lì dal suo creatore, è che forse alcuni di essi sono simili, che forse alcuni di essi sono gli stessi. Un sacco di essi hanno a che fare con il gioco ovviamente. E che a questi scopi possono essere successe tutte quelle cose che possono essere successe a qualsiasi altra delle vostre dinamiche. Ma essi sono ancora lì. E questo è il loro fondamento. O perlomeno il loro fondamento di esistenza.

Se si vuole andare ancora più indietro di così, bisogna tornare all’individualità del loro creatore. In altre parole, egli deve venire e farlo lui stesso su OT 12 e 13, e prenderne coscienza lì, avanti e indietro. “Sì, io ti ho fatta. Ora hai finito con il gioco. Va bene ritornare a quel momento di creazione e fare as-is di te”. Ma c’è anche un’opportunità sui livelli OT superiori di fare un sacco di pulizia dei loro scopi, a gradiente. Come possiamo aiutare una particella di MEST, o una particella di Lambda (forma di vita), come possiamo aiutarla a raggiungere il suo scopo? E dobbiamo renderci conto che, dal momento che i thetan sono fondamentalmente buoni, che debbano aver messo degli scopi buoni li dentro. Fondamentalmente i loro scopi sono buoni. E probabilmente ogni volta che una molecola (una piccola particella creata) in un proiettile uccide il corpo di un thetan, per esempio in una battaglia, essa probabilmente ha un pochino di carica oltrepassata lì, e un po’ di angoscia, sofferenza e forse una Rottura di ARC con la persona che ha esploso il colpo. Ed il proiettile stesso ha tutto ciò. Vedete cosa intendo? Perché non sta aiutando molto bene il resto del gioco.

Ebbene, rimarrete sorpresi nello scoprire l’esistenza di una simile carica sulla materia, energia, spazio e tempo. Esse sono particolarmente suscettibili a, oppure l’effetto di, beh, diciamolo in quest’ordine:

1 – Trascuratezza o non riconoscimento da parte dei giocatori nel gioco. Ovviamente esse furono create per dare aiuto nel gioco, se non si dà loro riconoscimento, le si trascurerà, e loro saranno un po’ dispiaciute per ciò, perché va contro il loro scopo.

2 – Tradimento. Specialmente il tradimento. Dire che si farà qualcosa per loro e poi non farlo. Oppure semplicemente lasciarle in balia di sé stesse per un lungo periodo di tempo, senza usarle per nulla, oppure non mettendole in un altro gioco, dicendo: “Ok, è finito, siete libere”, o quello che è. E non dando loro i propri diritti di thetan.

3 – Esse sono suscettibili anche alla cattiva tech, come chiunque altro, giusto? E questo include qualcuno che esercita delle cattive intenzioni su di esse, capite? Probabilmente lo notate quando andate a comprare un’auto usata. Ne guardate qualcuna e dite: “Cavolo, al proprietario di sicuro non piaceva questa macchina. L’ha trattata molto male. Non la voglio assolutamente”. Vedete? E l’auto vi sta dando questa intenzione: “Voi giocatori non mi piacete. Mi avete ridotta male! Grrrr!!!”. Vedete? Sapete cosa intendo? E ci sono queste intenzioni lì, e che vengono duplicate dal MEST. E che vengono riflesse a chiunque si prenda la briga di esaminarle, e anche questa è parte della carica.

4 – Un’altra carica che si prendono è: l’overrun. In altre parole, il gioco è andato avanti troppo a lungo. “Hai detto che saresti tornato a liberarci, ma non l’hai fatto!”. “Hey, ci hai lasciato qui per una dannata eternità senza fare nulla! Non siamo nemmeno state usate. Nessuno ha giocato con noi. Non abbiamo ricevuto nessun tipo di riconoscimento, nessuna ARC! Ci sentiamo davvero overrrun a riguardo”. In particolar modo se i giocatori se ne vanno via e cercano di iniziare un nuovo gioco senza nemmeno… beh, ignorando completamente la materia, l’energia, lo spazio ed il tempo che si sono lasciati alle spalle. Oh santo cielo! Dal vostro lato può sembrare come “irresposabilità”. Sal loro lato appare come overrun, tradimento, cattiva o nessuna tech, nessun auditing, nessun riconoscimento. Ok?

Avete capito insomma. Ci può essere della carica lì. Perciò stiamo osservando questi fenomeni di caso. Ora, quale tech possiamo usare per occuparcene? Beh, si trova in una delle policy fondamentali di LRH, “verde su bianco”. E ciò si applica specialmente a Lambda. Se la si applica a Lambda, funziona molto bene, perché Lambda è l’interfaccia fra Theta e MEST, e Lambda perciò anima le forme di vita. Questa è la cosa nascosta che gli scienziati stanno costantemente cerando di scoprire. Che cosa da ordini alle cellule? Che cosa ordina ai nervi di fare “zzzt”? O di spostare la mano quando tocchi la stufa, e così via? Beh, questa è la nostra interfaccia Lambda. Si tratta semplicemente di pezzettini di theta creato che hanno la stessa “intelligenza” del thetan in alcune aree. Ed ce l’hanno questa intelligenza, in modo da sapere che “quando si mette quel pezzo di carne su quella piastra calda e non la si toglie, si ottiene carne cotta”. E “se usi quel dito per, sapete, per registrare le impronte digitali, o per scrivere a macchina o quello che è, sarà meglio che lo muovi velocemente!”. Come minimo il piccolo individuo Lambda sa ciò, e dice: “Hey! Togliti da lì!”. E la materia, energia, spazio e tempo dicono: “Oh, oh, dobbiamo toglierci da qui!”.

Altrimenti a loro non importerebbe. Se ne rimarrebbero lì a cuocere. Perché se ne rimarrebbero lì a cuocere? Perché esse, quando le si guarda come MEST, ogni particella vuole ritornare al suo proprio creatore. E vuole riunirsi al suo creatore e tornare con lui nel gioco. Perciò essa non ha realmente alcun scopo nel rimare appiccicata assieme ad altre, tranne che per il mutuo beneficio di aiutarsi l’un l’altra, quando chiunque altro le ha tradite. Questa è la prima idea che si scoprirà che esse hanno, anche se l’idea fondamentale non è questa. L’idea fondamentale è quella di riunirsi. Ed esse sanno che egli è da qualche parte, anche se la persona che le ha create ha lasciato l’universo. Egli forse è nello stato di statico da qualche parte, o fuori dal gioco. Perciò, la maggior parte delle vostre particelle MEST più piccole e leggere, dopo il loro primo tentativo socialista di aggregarsi per il loro beneficio comune, proveranno ad esteriorizzarsi dal gioco e a ritornare all’inizio. Ed ecco che abbiamo le radiazioni, la luce solare, e tutte queste particelle che si spostano per l’universo, che espandono l’universo, cercando di uscire! Gli scienziati trovano che l’universo si sta espandendo, che sta cercando di “uscire da sé stesso”. Ci sono davvero pochi pezzi di cose solide in esso, se ci si prende la briga di osservarlo. Nelle dimensioni dell’universo fisico, ci sono davvero piccoli ammassi di particelle, ed un sacco di spazio aperto.

E lo spazio stesso raramente riceve riconoscimento! Ricordate? Materia, energia, spazio e tempo. Che mi dite dello spazio? Piccole particelle create di spazio. Non ricevono quasi mai riconoscimento. Ma vi dirò una cosa, se guardate o se andate a chiedere ad un astronomo: “Quanto spazio c’è da qui alla Luna, o da qui alle stelle?”. Egli direbbe: “Oh, wow! C’è un sacco di spazio lì. Tanto, tanto, tanto!”. Lo misurano in anni luce, sapete. Hey, ma avete mai realizzato che qui c’è un altro semplice fondamento: l’affermazione sopracitata è prova dell’individualità di ogni giocatore nel gioco. Perché? Perché ogni particella di spazio non si comprime in sé stessa, o in qualsiasi altro spazio. Stanno tutte separate. Anche se la materia tende ad ammassarsi, lo spazio circostante, con cui è stata creata, tende tutto a rimanere individualizzato. Ecco perché abbiamo così tanto spazio attorno. La grande quantità di giocatori. Una grande quantità di spazio. E non si comprimerà.

Non stiamo parlando di area, stiamo parlando di spazio. Spazio di campo da gioco. Non si comprime. Si espanderà. Cercherà di andarsene sempre più lontano. Ma ogni particella di spazio, come dire, è “vicina di casa” ad altre particelle di spazio, principalmente perché non le viene mai dato riconoscimento da nessun’altro. Voglio dire, lo sappiamo già da facendo il Ponte. Che si può guardare un pezzo di materia, energia, spazio e tempo da qualsiasi parte e si può semplicemente dargli riconoscimento, e dire: “Hey, capisco che sei stato tradito, che sei andato overrun, che non sei flat o che non sei stato audito per niente lungo la via tecnica per farti terminare nel gioco, capisco tutto questo”. E tutto ad un tratto, wow, si ottiene questo incredibile flusso di “Wow, finalmente qualcuno mi capisce!” che proviene dalla materia, energia, spazio e tempo. Non importa che cosa è. Sì, provatelo qualche volta. Ma ricordate, la portata di una piccola particella creata è molto bassa, perciò si deve mettere entrambe le linee di comm in esistenza. Un po’ come l’uomo con la trombetta per l’orecchio, sapete? Bisogna mettere lì la linea di comm su cui mettere l’intenzione, ma si deve mettere anche la linea di comm di ritorno per far sì che essa ti parli, vedete? È come un telefono. Si devono avere entrambe le linee lì – una per ascoltare, e una per parlare. Telepaticamente. E scoprirai che potrai sentire quello che dice e che emozione sta sentendo, e così via. E che si può far brillare tutto il MEST attorno a sé semplicemente indicando la carica oltrepassata su ciò, capite? “Overrun, tradito dal tuo creatore, overrun qui e andato avanti troppo a lungo in questo gioco, non hai ricevuto alcuna tech oppure hai ricevuto della cattiva tech. Sì, capisco tutto ciò. Siamo qui per aiutarti”.

Oh, questo le renderà davvero eccitate. “Wow! Che cosa vuoi che faccia ora?”. Beh, adesso abbiamo qualcosa con qui possiamo davvero aiutarle. E questo sarebbe questo processing per Lambda e Phi. Ora, la policy che ho menzionato prima è “Organizzazioni OT”. Questa è quella in cui LRH scrive riguardo al riabilitare uno scopo fallito, o al riabilitare uno scopo, e questa azione riporterà nuova vita in quell’area, un’org, o un individuo. Ora questo è davvero interessante. Nuova vita. Ciò calza a pennello con la viability. Capace di vivere. Nuova vita. Così, tutto quello che si deve fare è elaborare una serie di procedimenti che ripuliranno la linea dello scopo, che audiranno la linea dello scopo della materia, energia, spazio, tempo, oppure la particella di Lambda, in modo che venga ripulita tutta dalla carica oltrepassata. Capite? E portarle avanti nel gioco dove si è nel tempo presente. E quindi o lasciarle continuare ad aiutare, oppure far loro sperimentare i loro diritti di thetan, andare libere – oppure può essere anche voler prendere un nuovo scopo, e fare le Operazioni OT con te. Di solito lo faranno. Vedete? Oppure fare il suo scopo così bene che quasi non si possa più metterle ko. Quello che sto dicendo è, che se avete un’automobile che è stata trattata con questi procedimenti, è meglio della Turtle Wax! [una marca molto famosa di cere per auto, ndt]. In altre parole, continua ad andare, e andare, e andare. Si ripara da sola. Non si rompe mai. Non si deve quasi mai fare qualcosa per lei. Forse si fa la manutenzione ordinaria, e lei ti dice quando c’è qualcosa che non va. Questo è interessante. Perciò, per la durata della materia, energia, spazio e tempo c’è un vantaggio.

Ed io ho, e altri OT hanno già testimoniato alcuni di questi risultati, specialmente con l’operazione di materia, energia, spazio e tempo. E anche alcune altre attività davvero strane, in cui esso tende a fare quello che tu volevi che facesse, e non farsi mettere ko sulla sua linea dello scopo. Per esempio, cose che stavano cadendo e che si potevano rompere – e tutto ad un tratto Lambda e Phi lavorano assieme per assicurarsi che non succeda. E non lo si era nemmeno postulato. Voglio dire, si tratta proprio di immediata cooperazione da parte del corpo, da parte del MEST in quell’area, e qualunque cosa fosse che stava per cadere e rompersi, improvvisamente non lo fa. Ho visto alcune cose a riguardo, come il corpo che si muove così veloce che è impossibile anche solo vederlo. Ed esso fermerà la caduta dell’oggetto, o la rimetterà al suo posto, ed è più veloce di qualsiasi atleta che abbia mai visto reagire a qualunque cosa. Capite? Assolutamente quasi come una scia di luce. Ora, queste cose succedono, e anche molto spesso in realtà. Ora in passato abbiamo visto queste cose come: “Beh, il ragazzo sta facendo OT, è ovvio che queste cose accadano”. Ma quello che dovremmo osservare ora è che egli sta ottenendo una cooperazione migliore dalle dinamiche stesse, che hanno riconosciuto anche che la persona, il giocatore, sta salendo il Ponte. Vedete? Così, andare a OT può essere visto come un flusso a 2 sensi: egli è in miglior controllo delle sue dinamiche. Ma anche le dinamiche lo stanno riconoscendo, e cooperano meglio con lui. Vedete cosa intendo?

Ora andremo a spingere la ricerca, e i procedimenti tecnici menzionati qui, verso modi migliori per migliorare “i casi” del Phi e del Lambda, la materia, energia, spazio, tempo e forme di vita, interamente da sé stesse. E ciò porterà, come ho detto prima, un Ponte, o dei Ponti Omessi. Ponti Omessi che c’era bisogno ci fossero stati in passato, ma che non sono mai stati lì, e perciò il gioco è diventato troppo vecchio, è andato avanti troppo a lungo, è diventato stantio, l’interferenza è entrata e ogni cosa è andata a rotoli. Tutti volevano un gioco nuovo, ma nessuno poteva prendersi responsabilità per quello che era rimasto nel vecchio, così volevano soltanto andarsene, volare via, sapete? Ciò viene trattato in “Ponti Falsi”, il nastro prima dell’ultimo. I Ponti Falsi, sapete, le persone dicevano: “Beh, senti, posso andare a OT in una week-end?”. E, “Mi hai fatto uscire completamente dall’universo. Io non ho alcuna responsabilità per esso, voglio soltanto uscirne”. “Oh, sì, noi possiamo farlo. Possiamo farlo, sì, sì, sì. Bene, ora prendi queste droghe e vai”. Ed il tizio è andato, ed ecco che c’è un nuovo corpo a disposizione per qualche Implantatore o Marcabiano pronto all’uso.

Ok. Così abbiamo questa area, e questi procedimenti. Ho cominciato a lavorare ad alcuni di questi e a provarli, e saranno disponibili per la gente per C/Ssarli e audirli, e applicheremo alcuni di essi nel Ponte inferiore per problemi fisici specifici. E ovviamente, quando si osserva ciò in modo completo,

i gradienti a partire da Dianetics aiutano questa azione in entrambi gli aspetti: portare i thetan più a causa sulle loro dinamiche e sugli incidenti e ferite che sono capitati a loro, e anche riportare in alto il livello di comunicazione del corpo.

Dianetics riporta in alto anche la responsabilità della persona per il corpo e riporta il corpo a riconoscere che: “Hey, la persona sta giocando ancora al gioco, sta parlando a noi”. Vedete? “Ci sta facendo passare attraverso ai nostri episodi. Wow!”. Capite cosa intendo? É un’operazione a due sensi questa. Stiamo incrementando l’essere OT non solo su sé stessi, ma anche sulle proprie dinamiche. Ora io non so dove questo ci condurrà, perché in un gioco complesso come questo con così tanti giocatori, non abbiamo mai fatto prima una cosa del genere. Non ne abbiamo mai avuto bisogno. Abbiamo avuto altri giochi complessi, ma i Ponti erano piuttosto semplici. Non c’era interferenza, non c’era molta, come dire, soppressione, tradimento e così via. In questo ce n’è un sacco. Perciò potremmo ottenere dei risultati impressionanti. E questi saranno gli esatti aspetti tecnici che noi dobbiamo risolvere, e a cui dovremo dare l’alternativa alle cose che sono state pianificate “dall’altro lato” (di cui avete sentito parlare nelle conferenze di John e di Arnold, e nei discorsi di altre persone, e in alcune delle mie conferenze riguardo ad alcuni degli scenari pianificati per questo pianeta a livello del MEST, e a livello genetico del corpo). Se procediamo con questi procedimenti e con questa ricerca, possiamo trovare e riabilitare lo scopo delle particelle MEST, ed esse non ascolteranno gli Implantatori. Esse saranno completamente in PT e diranno: “Al diavolo questi tizi. Adesso andremo a concludere il gioco!”. Loro non saranno più in grado di ottenere alcuna obbedienza da esse. Mi seguite? Se loro stanno cercando di “scoprire lo scopo dell’atomo” e così via, supponete che noi avessimo già un catalogo di tutti gli scopi di base di tutte le particelle MEST nelle diverse categorie… Questo noi lo possiamo avere. Lambda avrà degli scopi un pochino più complicati, dal momento che fa andare avanti le forme di vita, ed è lì per aiutare il theta a tornare in comunicazione e per lavorare con il MEST. Perciò i loro scopi possono essere un po’ più complicati. Ho già elaborato una serie di procedimenti per loro, e sembrano molto validi, mi servono soltanto alcune persone che li provino quando sono in cima al Ponte. Ma quelli per il MEST? Ho già un angolino pronto per loro, e ho già scoperto alcune cose molto interessanti.

Che le combinazioni di MEST – adesso stiamo parlando della struttura molecolare di base – possono essere viste come una combinazione degli scopi degli atomi e delle particelle che lo compongono. Perciò prendiamo un semplice esempio che ho già esaminato: l’acqua. L’acqua, se avete letto un po’ di scienza e biologia, saprete che la sua moleca è H2O. Due idrogeno, un ossigeno. È un componente di base del corpo: è quasi il 90% del corpo. Si trova su tutte le vostre montagne qui, sotto forma di neve, è ovunque sul pianeta come acqua e oceani. E ce l’avete nelle vostre case, che arriva tramite tubazioni, ok? E ce l’avete nel vostro frigorifero come ghiaccio. Hey, è davvero una piccola persona molto attiva nel gioco, eh? Questi piccoli individui vanno in giro. Sono nell’aria, sono negli oceani, sono nei vostri cubetti di ghiaccio, sono nella vostra vasca da bagno, sono nel vostro corpo. Hey, ma chi sono questi tizi? I li chiamo le “molecole dell’acqua”, va bene? Che cosa li rende dei giocatori così grandiosi?

Corrono in giro, fanno ogni genere di gioco. Guardate uno dei vostri ruscelli quaggiù che sta scendendo da una montagna, e loro sono felici. Si stanno divertendo. Ovviamente quando li vediamo nell’inquinamento, quando le persone hanno gettato ogni genere di sostanza chimica nell’acqua, loro non sembrano tanto felici. Beh, non possono eseguire il loro scopo. Perché se analizziamo questi ragazzi… ora questo risale a – ho preso l’idea da un nastro delle PDC di LRH dove dice che l’oro, l’elemento oro, la molecola dell’oro o l’atomo dell’oro ha uno scopo in esso: “possiedimi”. A tutti piace l’oro. Voglio dire, nessuno lo rifiuta. Se offri a qualcuno un pezzo d’oro questi dirà: “Sì, lo prenderò”. Ha un “possiedimi!”. Così, ci ho pensato su e ho detto: “Beh, probabilmente è molto semplice, esse probabilmente hanno un semplice postulato su ogni particella, e si uniscono in questa combinazione che dà questa “cosa” chiamata acqua. E realizzai che allora si doveva andare attraverso la tavola periodica, la Tavola Periodica di Medeleev, e scrivere giù tutte queste informazioni extra che egli non mise per tutte le particelle e atomi e così via. Ma per la molecola dell’acqua abbiamo 2 idrogeni e 1 ossigeno. Ora, non mi sono addentrato negli scopi delle sotto-particelle e così via, che potrò esplorare successivamente nella ricerca, ma giusto su sull’atomo di base dell’idrogeno e dell’ossigeno.

E che cosa ho scoperto? Lo scopo “essere libero” sull’idrogeno, e “vivere” sull’ossigeno. Perciò, abbiamo 2 “essere liberi” e 1 “vivere”. Così si può ottenere la combinazione di: “essere libero di vivere liberamente”, o “libero di vivere liberamente”, o “vivere liberamente”. E quando si guarda a che cosa fa l’acqua, sta facendo questo. É davvero libera. Voglio dire, se non la guardi, e le cose si stanno facendo un po’ calde, essa dispiegherà le sue ali ed evaporerà fuori da qui. É libera. E dopo di che può essere lassù in una nuvola che se ne va in Cina, dicendo: “andrò a giocare là adesso”. E adesso è nel Fiume Giallo, e dopo di che è in un tifone, ed in seguito è paracadutata come neve nel nord dell’Alaska, e adesso è un pezzo di ghiaccio e sta trasportando una roccia: una roccia gigante, enorme, che gli esseri umani non riuscirebbero nemmeno ad alzare, e sta scendendo con essa giù da un ghiacciaio, sotto forma di pezzo di ghiaccio, e facendolo nell’arco di un periodo alcune migliaia di anni, mentre pensa a cosa farà in seguito. Ma sceglie per gran parte del tempo, vedete? E ha quel “libero e vivere”. Essa vive. È molto attiva, molto viable.

E l’oro con il “possiedimi”. Avete mai notato che le persone lo posseggono per davvero? Hanno l’oro nell’anello, ce l’hanno al dito, l’oro attorno al collo, ce l’hanno al collo. La maggior parte delle persone, se ha dell’oro lo mette in una cassaforte, e se lo tiene là. Capite cosa voglio dire? Ma non vedete mai un gioco dove la gente si lancia dei pezzi d’oro su e giù. Voglio dire, non si tratta di un postulato “raggiungere e lasciare”. É un “avere”. Io non ho mai visto un gioco in cui lo si lancia avanti e indietro. E anche quando si va in un casinò, ti fanno prendere delle fiches, non oro. Se vuoi scommettere un pezzo d’oro, loro ti dicono: “No, prendi queste fiches qui”.

Ok. così questa è un area di ricerca. Ho voluto parlarvene perché sembra che la convention di quest’anno stia andando in testa – dobbiamo proseguire e rimanere in testa e anche più avanti che in passato – rispetto ai miliardi e milioni di soldi per la ricerca che vengono stanziate dalla fazione degli Implantatori. Dobbiamo stare davanti a ciò. Loro hanno anche forse 5 milioni di scienziati che ci lavorano, e noi possiamo stare in testa con uno o due C/S, sapete, e 20 dollari per un bicchiere d’acqua occasionale. Acqua buona, sebbene, pulita. Ma questo è il perché ho voluto portarlo alla vostra attenzione, che vedrete alcune cose uscire e che forse nel vostro auditing ne riceverete qualcuna dal vostro C/S, forse per maneggiare qualche problema del corpo, o per portarvi in comunicazione migliore con il corpo.

Se siete sui livelli OT, in particolar modo Sorgente e oltre, avrete modo di sperimentare da voi stessi alcune di queste cose. E noi vogliamo catalogare queste cose, vogliamo maneggiare finalmente la 5a e 6a dinamica. Non sono mai state maneggiate prima. È ancora lì proprio davanti a voi, e la potete verificare con alcuni dei comandi che vi ho dato, quelle indicazioni di “carica oltrepassata”, e troverete che essa si trova ancora lì perché nessuno l’ha mai maneggiata prima. Non vi sta aiutando molto, se ne sta soltanto lì, ma si può fare in modo che vi aiuti, e più e meglio fate in modo che vi aiuti, più velocemente saremo in grado di concludere questo gioco e farne uno più viable. Puoi sempre portare con te nel nuovo gioco le cose ti piacciono, nessun problema, ma semplicemente non lasciarle senza auditing, non lasciarle con cicli incompleti, non lasciarle in uno stato di aberrazione.

Così tutto questo è possibile adesso, e non dimenticate le particelle di spazio, perché stanno mantenendo lo spazio fra ogni cosa. Sarebbe molto dura giocare un gioco in un grande ammasso. Perciò non dimenticate questi tizi dello spazio. Si deve creare dello spazio ogni volta che si fa una seduta di auditing. Perciò dite: “Hey ragazzi, aiutatemi a creare questo spazio, andremo a fare una grande seduta di auditing qui”. “Va bene!”. “Okay!”. “Certo!”. Date loro un po’ di riconoscimento.

E applicando i dati di questa conferenza, avrete un sacco di divertimento in più nel gioco, e otterrete più abilità OT e più in fretta, e sarete in grado di completare cicli di azione più velocemente, e tutti noi andremo a fare i nostri lavori su questo pianeta molto più facilmente, e con un sacco di risultati migliori. Perché, ricordate, non stiamo soltanto maneggiando il nostro stesso caso e quello degli altri giocatori, ma stiamo maneggiando anche i casi delle dinamiche stesse. E questi, signore e signori, e a tutte le particelle create che stanno ascoltando, sono i “Ponti Omessi”.

Grazie mille.

(APPLAUSO).

E adesso voglio ringraziare Ron – Elron Elray – il Maestro dei Giochi, senza il cui aiuto e tecnologia non avremmo potuto fare tutto questo. E forse perfino noi saremmo diventati “ammassi” con BPC di nessun riconoscimento, scopi falliti, tradimento e nessuna tech.

(APPLAUSO).

Grazie, questa è la fine del Briefing Amministrativo Numero 4.

1 Commento

Archiviato in Cap. Bill Robertson

Una risposta a “Briefing Amministrativo Numero 4

  1. Luigi.

    Ciao,sono luigi.Ringrazio molto David per il suo supporto .QUESTO MI HA PERMESSO DI VALIDARE LE MIE REALIZZAZIONI,MESSE IN DUBBIO DALLA GESTIONE SCORRETTA DELLA TECNOLOGIA SPIRITUALE. Essendo andato in accordo alle indicazioni sbagliate,,sono finito fuori dai confini.del codice Codice d.Onore. A tal riguardo ho messo una copia di questo codice attaccata sul mio cancello , e ogni volta che passo da li ne leggo alcune parti oggi e alcune parti domani e via cosi. E’ dura aderirvi ,ma è fallimentare ignorarlo. Ciao.

    Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...