Archivi del mese: agosto 2015

Read Istantanea alterata

Serie delle Alterazioni Tecniche n. 4

Salve lettori,

come annunciato, ecco una notizia sconvolgente sulle read istantanee.

Dopo Dianetics prima dei Gradi, il TM aggiunto ai fogli di verifica, e i Procedimenti dei Gradi che non vanno verificati per read prima di essere percorsi, ecco una grossa, grossissima alterazione tecnica che da sola ha causato danni incalcolabili: l’alterazione della definizione di Read Istantanea.

Mi sono imbattuto alcuni giorni fa in un resoconto di Max Hauri, presidente del Comitato delle Ron’s Org e C/O della RO di Grenchen, Svizzera, dove riassume una serie di alterazioni ad opera della Chiesa, fra cui la definizione di Read Istantanea oggetto di questo articolo.

Eccolo tradotto per voi:


VERIFICARE LE DOMANDE SUI PROCEDIMENTI DEI GRADI

DOMANDE E ITEM SENZA READ

PREPCHECKING RIPETITIVO MODERNO

READ ISTANTANEE

Di Max Hauri

1 agosto 2001

Aggiunta il 12 maggio 2005

Aggiunta il 14 maggio 2009

Fattore di Realtà e Osservazione: attorno al 1978 la Chiesa di Scientology diede il via ad alcuni tentativi di rendere la tech sdandardizzata (pubblicare tutto in quanto HCOB e HCOPL al posto di avere BTB e BPL) e facilmente comprensibile. La Chiesa scrisse un bel po’ di nuovi “HCOB” che erano basati su vera tech di LRH, ma che di fatto non erano stati scritti direttamente da lui. E tramite ciò alcuni errori fatali – la maggior parte probabilmente intenzionali – si insinuarono. Continua a leggere

22 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Salvaguardare la Tecnologia

Ecco la Policy Letter (è stata pubblicata anche come bollettino se non erro) che mi è sempre piaciuta di più.

Dedicata a tutti coloro a cui può essere utile leggerla o rileggerla.

Per qualcun’altro purtroppo, temo non servirà a nulla.

Se capita veramente a fondo, può aiutare a distinguere gli amici dai nemici, gli autentici dagli impostori.

Buona fortuna!


HUBBARD COMMUNICATIONS OFFICE
SAINT HILL MANOR, EAST GRINSTEAD, SUSSEX
HCO POLICY LETTER DEL 14 FEBBRAIO 1965

REMIMEO
TUTTI GLI HAT
PUBBLICAZIONE AD
AMPIA DIFFUSIONE

SERIE DI MANTENERE SCIENTOLOGY IN FUNZIONE N. 4
SALVAGUARDARE LA TECNOLOGIA

Da un bel po’ di anni usiamo l’espressione “fare squirrel”. Indica l’alterazione di Scientology, pratiche non ortodosse. È una cosa negativa. Ho trovato il modo per spiegarne il motivo.

Scientology è un sistema funzionale. Questo non significa che sia il miglior sistema possibile o un sistema perfetto. Ricorda ed usa questa definizione. Scientology è un sistema funzionale. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Che bella Rivincita!

Ecco un video molto bello su David Icke.

Forse qualcuno si chiederà che cosa c’entri con Scientology.

Ma ricordo che Scientology è il modo per conoscere, è la scienza del sapere.

Ed una delle cose che bisognerebbe senz’altro conoscere, è il mondo in cui viviamo.

Per cui chiunque dica delle cose sensate riguardo al mondo in cui viviamo e alla nostra “società”, per me è il benvenuto.

Lascia un commento

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Verificare i procedimenti dei Gradi

Serie delle Alterazioni Tecniche n. 3

Salve lettori,

continuo ad imbattermi in incongruenze fra la “tecnologia” in uso nella Chiesa, e quello che più verosimilmente dovrebbe essere la vera tecnologia di Scientology.

Oggi mi sono imbattuto nel famoso bollettino del 23 giugno 1980, “VERIFICARE DOMANDE SUI PROCEDIMENTI DEI GRADI”, nella sua versione però non rivista nel 1983, e la cosa devo dire si fa molto interessante…

Eccolo di seguito, appena tradotto:

HUBBARD COMMUNICATIONS OFFICE

Saint Hill Manor, East Grinstead, Sussex

HCO BULLETIN DEL 23 GIUGNO 1980

Remimeo

Tutti gli Auditor

I C/S

Livelli dell’Accademia

Tech

Qual

(Cancella il BTB del 22 Ott 1970

Pubbl. I, ripubblicato il 1 Ago 74

come BTB, DOMANDE CON READ)

VERIFICARE LE DOMANDE SUI PROCEDIMENTI DEI GRADI

Rif: HCOB 12 Giu 70 Serie del C/S 2; PROGRAMMAZIONE DEI CASI

HCO PL 17 Jun 70R URGENTE E IMPORTANTE; DEGRADAZIONI TECNICHE

HCOB 19 Apr 72 Serie del C/S 77; “QUICKIE” DEFINITO

HCOB 27 May 70R Riv il 3.12.78 DOMANDE E ITEM SENZA READ

HCOB 3 Dec 78 FLUSSI SENZA READ

HCOB 30 Apr 79 Serie del C/S 106; AUDIRE IL CLEAR DI DIANETICS

Quando si sta prendendo qualcosa da percorre su un individuo che si occuperà delle sue manifestazioni individuali, essa deve leggere bene prima di percorrerla. Item, flussi, domande di listing (L&N) o altre domande di auditing dirette alle manifestazioni di caso individuali della persona, vengono sempre verificate per read prima di percorrerle. E se non hanno read non vengono percorse (Rif: HCOB del 27 Mag 70R, Riv 3.12.78 DOMANDE E ITEM SENZA READ e l’HCOB del 3 Dic 78 FLUSSI SENZA READ). Continua a leggere

5 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Lo sapevo! (Fogli di Verifica e Tempo di Completamento aggiunto!)

Serie delle Alterazioni Tecniche n. 2

Salve lettori,

mi sono appena arrivati i fogli di verifica, in uso nei Livelli di Addestramento, da un altissimo terminale delle Ron’s Org negli Stati Uniti, e…

… beh, lo sapevo!

L’ho sempre “saputo” in qualche modo, e “reattivamente” ho sempre un po’ combattuto questa cosa in Accademia…

Ma mi viene in mente quello che scrissi tempo fa, e che fu pubblicato alla Reception, dal titolo “Studio e Addestramento in Scientology”, dove esprimevo appunto il mio pensiero riguardo…

Di che cosa sto parlando?

Sto parlando del famigerato checksheet time!

Ed indovinate un po’?

Nei fogli di verifica del 1974 infatti, NON ESISTE ALCUNA MENZIONE RIGUARDO ALLA DURATA DEL CORSO!!!

Ed ecco l’ennesima soppressione ai nostri danni.

Lo studente è pronto quando è pronto. Quando è un prodotto!

La corsa “al completamento”, la corsa alle statistiche prima che arrivino le 14:00 di giovedì, non sono altro che aberrazioni.

Ed in base agli assiomi, sappiamo bene che il tempo è la principale fonte di aberrazione.

Lo è anche nel meschino implant fra le vite, con tutte le sue bugie e stravolgimenti temporali.

La creazione dell’aberrazione tramite il tempo… Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

La Terra è piatta?

[NOTA IMPORTANTE, SUCCESSIVA ALLA PUBBLICAZIONE ORIGINARIA DI QUESTO ARTICOLO: Quando scrissi l’articolo, tempo fa, avevo semplicemente elencato una serie di indizi che a quel tempo mi sembravano interessanti. Alcuni hanno resistito alla prova del tempo, altri (come il punto 8 ad esempio) no. Vi invito quindi a leggere anche i commenti oltre al presente articolo]

Salve lettori,

recentemente mi sono imbattuto in un’intera serie di video su Youtube, che letteralmente non mi hanno fatto dormire per giorni.

Come avrete capito dal titolo, sto parlando del fatto che alcune persone, ancora oggi, continuano a sostenere che la Terra non sia un globo, ma che sia in realtà assolutamente piatta.

Nella fattispecie, questo gruppo si chiama la “Flat Earth Society”, ed esiste sin dal 1884. Ma non sono di certo gli unici a sostenerlo, come lo si può scoprire navigando in rete.

Purtroppo non esiste molto materiale in italiano, ed è per questo che ve ne farò una sintesi.

Sì, lo so, sembra l’ennesima bufala.

Ma se riuscirete a superare l’incredulità iniziale, sono certo che le prove fornite pian piano non potranno che convincervi.

Perciò, cominciamo con i punti salienti di questa teoria:

1- Non è visibile alcuna curvatura dell’orizzonte tale da far supporre che la Terra sia un globo. La spiegazione ufficiale è che la Terra è così grande che bisogna trovarsi ad elevatissime altitudini per poterlo notare. Ma ciò è stato nuovamente smentito da palloni aerostatici e razzi amatoriali dotati di telecamere, lanciati fino ad oltre 30 km d’altitudine. Nessuna curvatura! Tutto assolutamente piatto, a perdita di vista all’orizzonte, e tutto intorno. La curvatura dell’orizzonte che si vede in alcune foto, è dovuta solamente alla distorsione della lente usata per catturare l’immagine.

2- Secondo alcuni calcoli che chiunque può fare, se la Terra fosse veramente tonda, gli oggetti in lontananza comincerebbero a non essere più visibili già da poche decine di chilometri. Questo invece non succede, ed in realtà è possibile vedere sia ad occhio nudo, e ancora meglio con strumenti di osservazione, oggetti lontani anche centinaia di chilometri senza il benchè minimo segno di abbassamento al di sotto dell’orizzonte. In questo senso l’esperimento storico più importante fu fatto per l’appunto dal fondatore della Flat Earth Society, S. B. Rowbotham, che nel 1838 si immerse fino al busto, dotato di telescopio in un canale artificiale perfettamente dritto lungo circa 10 km, e fece allontanare da sè un’imbarcazione dotata di bandiera rossa. Secondo i calcoli, tenendo presente che la Terra ha una circonferenza presunta di circa 40.000 km, ogni 10 km ci sarebbe dovuto essere un dislivello di circa 3 metri e mezzo al di sotto della linea di visuale, rendendo per cui invisibile l’imbarcazione, che dovrebbe essere sparita al di sotto dell’orizzonte. Cosa che invece ovviamente non avvenne, nemmeno di qualche centimetro.  vedi qui Continua a leggere

172 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog