Il Predatore-Psicopatico (altrimenti noto come Persona Soppressiva…)

Salve lettori,

mi sono imbattuto in un articolo molto interessante del blog White Wolf Revolution/Antica Fratellanza Lupi Bianchi, dal titolo “Il Predatore-Psicopatico e la sua guerra contro l’Essere Spirituale Libero”.

Davvero molto interessante il fatto che altri studiosi/ricercatori siano arrivati alle stesse identiche conclusioni a cui era arrivato L. Ron Hubbard ancora molti decenni fa.

Vi riporto di seguito l’articolo. Se volete leggerlo direttamente nel blog originario cliccate qui.


Il predatore-psicopatico e la sua guerra contro l’Essere Spirituale Libero

Tony Blair,ex premier del governo Britannico
Guardatelo attentamente: questi sono gli occhi di uno psicopatico!
Frase pronunciata dal dottor Loomis (interpretato da Malcom McDowell),nel film Halloween – The Beginning

prefazione:
Studi scientifici approfonditi,stanno svelando ora,quello che molti esoteristi sapevano da secoli,se non da millenni.Si stanno valutando studi e ricerche,che portano prove concrete e scientifiche,del fatto che alcuni esseri non hanno nessuna empatia,nessuna emozione e di conseguenza nessun rimorso,la loro vita è una intera follia,volta alla distruzione,al male,al dominio,all’accumulare risorse materiali, che servono poi ad avere il potere sugli altri,e creare stringenti forme di controllo sociale invasivo, che assumono nella loro testa malata,solo il valore di sicurezza,che il controllo totale a cui aspirano non gli sfugga di mano.
Questi sono definiti psicopatici,e come vedremo nell’articolo,sono esseri malati,che dispongono di un funzionamento solo parziale delle aere del cervello,che è legato solo alla sfera logica razionale,o del cervelletto rettile.
Per le loro insane aspirazioni,ambiscono e riescono ad arrivare,nei punti centrali del potere,dove poi recano danni irreparabili alla società e alla terra,essendo esseri degradati e senza empatia,e di cui tutti noi stiamo vedendo le loro azioni ogni giorno.
Questi studi però,stanno solo sfiorando un problema ben più enorme,che non è legato solo all’essenza di empatia o di emozioni che definiscono un essere in quanto “umano”,ma è un fattore soprattutto spirituale,legato all’ assenza dell’anima,la scintilla divina che alberga nell’uomo,che è la sua vera essenza,il suo vero essere,non il corpo fisico come invece è stato inculcato a credere.
In assenza dell’anima,questi esseri sono solo un corpo vuoto,un robot biologico,anzi un robot biologico difettoso,sanno che quando moriranno cadranno nel nulla,da dove sono venuti,non avendo l’anima che è immortale,ed è per questo che essi accumulano beni e sono profondamente materialisti,cercano di sfruttare il loro poco tempo a disposizione,per assecondare le loro malvagie depravazioni,e di godersi il breve tempo a loro concesso,in questo capiano che non hanno scrupoli o ripensamenti,e farebbero di tutto per arrivare ai loro obbiettivi.
Naturalmente per questi esseri degradati,arrivare al potere è la loro più grande aspirazione,il potere è sempre e solo corrotto,e genera sempre degenerazioni,di conseguenza è normale che questi esseri si ritrovino ad essere in maggioranza negli ambiti politici,nei media,banche,religioni,istituzioni militari,multinazionali e soprattutto nell’elite globalista,nei luoghi dove viene esercitato il potere,sia quello ufficiale che il vero potere nascosto.
In effetti l’immagine dello psicopatico che è stata data dai media,riguarda di solito solo l’uomo comune,mente i veri psicopatici sono all’interno delle istituzioni di potere,e le loro azioni malvagie,possono essere viste in ogni ambito.
Noi sappiamo da molto tempo che alcuni non hanno anima,e questi studi mettono in luce alcuni effetti visibili di questo.
Pensiamo sia un fatto legato al DNA danneggiato,da alcune modifiche genetiche fatte da entità dimensionali nell’antichità,che non permette all’anima di incarnarsi nel corpo fisico.
Ma allo stesso tempo queste differenze sono conosciute dalla stessa elite di sub-umani,e che usano proprio questo tipo di persone,essendo come loro, per affidare incarichi di potere di facciata,tenendoli continuamente sotto il loro controllo con continui ricatti a cui sono facilmente esposti,essendo totalmente corrotti e depravati.
Questo garantisce ad essi,che agiranno sicuramente secondo i dettami dell’elite,distruggendo e schiavizzando i popoli.
Questi sub-umani,devono essere mostrati alle genti per quello che sono,e soprattutto mostrando le loro azioni malvagie,se i giusti lasceranno ancora i governi degli uomini, in mano a queste belve inferiori, l’umanità sarà portata all’estinzione,e della terra non resterà niente.
Questa elite degenerata,è un cancro in metastasi,e i loro servi sono le cellule cancerogene che avanzano,davanti a questo cancro si deve reagire estirpandolo per sempre,insieme alla loro civiltà inferiore e schiavista che hanno creato,e che serve solo a rinforzare il loro corrotto potere,senza pietà,senza nessun compromesso,altrimenti morirà tutto il corpo,cioè la terra.
white wolf

Il predatore-psicopatico e la sua guerra contro l’Essere Spirituale Libero

Sintesi del lavoro del ricercatore indipendente Thomas Sheridan

“Il predatore-psicopatico è in guerra da sempre. Una guerra contro la bellezza che lo circonda. Sa che non potrà mai raggiungere lo stato di grazia in cui esiste un senso di apprezzamento e di gratitudine quindi cerca di distruggere questa bellezza. Mentre gli umani possono avere l’esperienza della bellezza della loro anima, il predatore è in cerca solo di mezzi energetici da “sottrarre”, menti da torturare e disturbare e ancora corpi da pervertire ed inquinare. I predatori creano uguaglianza, portando tutti quelli intorno a sé al loro livello di non-vita. Impongono il loro odio verso lo spirito umano nel mondo intorno a loro e avvelenano ogni cosa che toccano…la vita in sé è la loro più grande psicosi!

 

Eternamente affamati, sempre vuoti, non smettono mai di cercare quella cosa che ci rende umani e che ai predatori-psicopatici mancherà sempre: l’Anima.”
Thomas Sheridan
Thomas Sheridan


Queste informazioni aiutano a dare un senso alla propria vita, a guarire e ad affrontare la propria quotidianità con maggiore consapevolezza. 
Si tratta di una sintesi del grande lavoro di Thomas Sheridan e invito comunque tutti ad approfondire l’argomento. Personalmente, queste informazioni sono state di enorme importanza poiché non solo il mio passato e alcune relazioni finalmente hanno avuto un senso ma anche il mondo intorno è diventato piu comprensibile grazie a questa lente di lettura che apre un percorso personale, allo stesso tempo liberatorio e intenso. Uno strumento eccezionale d’indagine che fa capire che gli Esseri Spirituali Liberi sono sotto attacco da parte di una sub specie senza scrupoli e che sono in pericolo sia come individui sia come specie…senza questa informazione…
Se i predatori, insieme alla coscienza parassita e attraverso la griglia di potere psicopatico sono la parte attiva di questo male sociale mondiale, chi nega la loro esistenza e non affronta questo problema è la parte passiva e collabora, rendendosi complice, al mantenimento di questo mondo violento e crudele a beneficio di pochi. E’ arrivato il momento di aprire gli occhi e di affrontare questo argomento una volta per tutte, individualmente e collettivamente.
 
Negare l’esistenza del predatore per ignoranza o per “new age world credo” significa essere complici di quello che non va in questo mondo.
 
Coloro i quali e ogni azione che svaluta e non considera l’Essere Spirituale Libero in quanto tale è di tipo predatorio-psicopatico! E’ per questo motivo che questa conoscenza è cruciale sia per una crescita personale che per una crescita collettiva. Ora che conosciamo i mezzi, abbiamo la possibilità di affrontare insieme, senza paura, la realtà e diventare finalmente realisti, osservando la realtà nella sua completezza. 
Pur trovandoci in un momento storico difficile, in realtà questo è un tempo glorioso in cui si è aperta una finestra di conoscenza che aiuta, per chi vuole, ad espandere la propria consapevolezza. Come ad esempio il rendersi conto che la “mancanza di umanità in sé” è un modo di essere “psicopatico”.
E’ quindi molto importante allontanare per sempre da sé le persone, i comportamenti, gli atteggiamenti e i concetti che fanno parte della coscienza parassita predatoria…concetti, come ad esempio quello machiavellico, dell’utilizzare tutti i mezzi per arrivare allo scopo che è un concetto completamente anti Essere Spirituale Libero o anti Essere vivente e che in questo momento storico ci riguarda da vicino. Pur di realizzare il loro piano del nuovo ordine mondiale, i nostri governanti psicopatici ci stanno portando alla fame, svendendo il nostro Paese e sminuendo la nostra dignità senza nessuno scrupolo…secondo loro bisognerebbe solo realizzare un concetto astratto estraneo alla realtà, costi quel che costi!!! 

Dove c’è solo la mentalità del profitto o del business per il business troviamo predatori psicopatici oppure la coscienza predatoria.
 
Il mio impegno è quello di diffondere il più possibile questo materiale per fare chiarezza, in maniera particolare per sostenere i “targets” Esseri Spirituali Liberi danneggiati che, grazie a queste indicazioni, sono in grado di guarire e riprendere a vivere. In più queste informazioni possono ridare speranza e forza agli Esseri Spirituali Liberi affinché creino un mondo a loro beneficio…e soprattutto queste informazioni allontanano i predatori-psicopatici visto che questi ultimi sono attratti soprattutto da chi non sa della loro esistenza. Anche se è assolutamente una fortuna non averne mai incontrato uno credo che oggi, a causa della crisi che ci colpisce direttamente o indirettamente, queste indicazioni riguardano il 96% di tutti noi…

Una scienza recente, l’epigenetica, che si occupa delle caratteristiche ereditabili non codificate nella sequenza del DNA, ci viene in aiuto e ci indica che il cervello ha un sistema auto-regolatore che, per mantenere tutto il corpo in funzione, disattiva ciò che non viene utilizzato. Producendo solo comportamenti e atteggiamenti che stimolano il cervello rettile rischiamo di scartare il lobo frontale e quindi, disattivarlo. Se questa strategia è messa in atto dal potere dominante con l’aiuto dei media, possiamo servirci della stessa conoscenza per fare altrettanto: con il coltivare quotidianamente l’empatia, la compassione, la riconoscenza, la cooperazione, la solidarietà, l’intuizione, la creatività…

Quindi per noi Esseri 
Spirituali Liberi le opzioni sono due:
 
1) abbracciare i valori psicopatici e usare, come loro, solo il cervello rettile cercando di sopravvivere in una nuova era oscura nella paura infinita fino all’estinzione . Infatti, quando si utilizza solo il cervello rettile, ossia “attacca o fuggi” pensando unicamente alla propria sopravvivenza si rinnega totalmente la propria umanità;
2) riprendersi la propria umanità, utilizzare tutto il nostro cervello e la nostra creatività per avere la possibilità di creare un mondo in armonia con gli animali, la natura e il pianeta terra. Vivere senza paura con gioia e bellezza tutto intorno. 
 
A noi sta la scelta…e la responsabilità!

La finalita’ di queste indicazioni è quella di scoprire chi è il tuo nemico e conoscere la sua natura. Non è una questione di caccia alle streghe, è invece conoscere un “modus operandi” che se continuiamo a permetterlo porterà tutti all’estinzione. Infatti nella nostra dimensione duale esistono 2 tipi di coscienza quella predatoria/distruttiva e quella empatica/creativa. Per sapere cosa fare per difendere la propria vita iniziamo col definire che cosa sia un Essere Spirituale Libero.

 
 
Angela-Patrizia Calvaruso 2012

Antropologa e ricercatrice indipendente

Ci sono 2 specie che camminano su questo pianeta:

 
1) Gli Esseri Spirituali Liberi
Magnifici quando realizzati nel loro potenziale; un vero e proprio capolavoro della natura. Hanno capacità di amore per se stessi e per gli altri. Sono empatici, compassionevoli, riconoscenti, capaci di cooperazione e di solidarietà. Hanno una coscienza e sono consapevoli che ogni loro pensiero, parola o azione ha un impatto sul mondo esterno, sugli altri e su loro stessi. Se sbagliano fanno di tutto per rimediare, per assumersene la responsabilità e per migliorare come possono. Hanno intuizione e creatività per affrontare la vita quotidiana con flessibilità e senza stress. Se un gruppo di Esseri Spirituali Liberi viene messo su un’isola con  poche risorse non rischia l’estinzione grazie principalmente alla cooperazione, la solidarietà, l’empatia e naturalmente alla coscienza-consapevolezza creativa. Grazie a queste informazioni l’Essere Spirituali Liberi può concentrarsi sulle cose che nella vita portano gioia, serenità, pienezza e completezza piuttosto che sulle cose che i mass media e la pubblicità ci dicono che ci mancano per poterci completare ed “essere accettati”. Gli Esseri Spirituali Liberi si manifestano nella loro unicità, accettano se stessi e gli altri per quello che sono. Gli Esseri Spirituali Liberi sono stati generati per immaginare e per creare. Sono incapaci di crudeltà e di violenza gratuita…
 
2) I Predatori-Psicopatici senza coscienza-consapevolezza Sempre di aspetto umanoide ci sono poi i predatori chiamati anche psicopatici o i senza coscienza-consapevolezza. I predatori-psicopatici puri sono il 4% della popolazione (1 ogni 28 in Europa e 1 ogni 22 in nord America). Non rappresentano solo il concetto mitologico legato ai serial killer e anche se la maggior parte non sono violenti fisicamente, come ci vogliono fare credere, sono tutti violenti psicologicamente ed emotivamente…ed è per questo che ci danneggiano collettivamente e individualmente; con la tecnica del “crazy making” (fare “pazzo”) entrano nella nostra testa e cambiano la nostra realtà facendoci credere nel tempo che il bianco è nero e il nero è bianco. Sebbene ci siano intensità diverse della patologia, tutti senza eccezioni stravolgono la vita degli Esseri Spirituali Liberi che li circondano e come i buchi neri li trascinano in un pozzo buio senza fine… 
Lo spectrum della patologia parte dalle zecche parassite che non mollano più il malcapitato rendendogli una vita d’inferno isolandolo dal mondo tra critiche, accuse e sensi di colpa; al finto malato o finto disabile che tortura senza fine; al socialmente funzionale che si districa nella società, sfruttando chiunque incontri grazie ad una maschera di benessere mentale portata con destrezza e con fare opportunista; al predatore che usa la maschera del maschilismo per sfruttare e schiavizzare le donne considerandole solo degli oggetti sessuali o degli oggetti di procreazione; al politico carismatico favorito dai poteri forti perché senza scrupoli e senza vergogna e infine ai serial killer, gli assassini, i pedofili, i violentatori e i truffatori che non riescono più a gestire la loro patologia e continuano ad auto-giustificarsi finché la fanno franca e non vengono colti sul fatto…

Hanno tutti più o meno gli stessi tratti e le stesse strategie e sono tutti potenzialmente degli assassini (specialmente in momenti di grande caos) anche se la maggior parte non lo farebbe mai perché troppo complicato per farla franca e per non avere problemi…

 
La psichiatria medica patologica ha raggiunto dei risultati avanzatissimi grazie alla tecnologia e alle eccellenti analisi e indagini dei ricercatori. Oggigiorno, infatti, è possibile individuare uno psicopatico o una psicopatica molto facilmente. Basta fare la foto del cervello con il MIR scanner o risonanza magnetica e quando il lobo frontale è atrofizzato e non funziona ci si trova davanti a uno/a psicopatico/a. Un altro test effettuato da queste nuove tecnologie, molto semplice ed efficace è quello di mostrare al paziente una serie di foto in cui si alternano foto di gioia e di amore con foto cruente di corpi straziati. Grazie agli elettrodi si può notare che nel cervello dello/a psicopatico/a non c’è differenza alcuna visto che non avendo emozioni una foto vale l’altra e ai suoi occhi sono tutte uguali.

 

 

Guardatelo attentamente: questi sono gli occhi di uno psicopatico!

 

George W. Bush

 

Elisabetta II regina d’Inghilterra

 

Gianni Agnelli

 

Mario Monti

 

Bush padre

 

David Rockefeller,a capo di una delle famiglie appartenenti all’elite ebrea-illuminati

 

  Nathaniel Rothschild,appartenente a una delle famiglie dell’elite
ebrea-illuminati
 
 

 

il principe Carlo d’Inghilterra,appartenente a una delle famiglie dell’elite
ebrea-illuminati

 

Dick Cheney, Vice Presidente degli Stati Uniti durante l’amministrazione di George W. Bush.

 

Condoleezza Rice,Segretario di Stato degli Stati Uniti
Herman Achille Van Rompuy,Presidente del Consiglio europeo dal 2009

 

Mario Draghi,Presidente della Banca centrale europea

Il predatore o psicopatico non ha coscienza-consapevolezza e quindi non prova nessun rimorso per i danni provocati agli altri. Essere senza coscienza-consapevolezza al predatore non importa anzi lo considera un grande vantaggio e non ha nessuna intenzione di “guarire”. Conosce benissimo la differenza tra il bene e il male e sceglie il male come scorciatoia per ottenere quello che vuole poichè fondamentalmente pigro e presuntuoso. Sono ben in controllo delle loro azioni e diventano dipendenti, come l’eroinomane dalla scarica adrenalinica, quando predano secondo il loro piano, a differenza di chi non riesce a gestire le proprie azioni come chi soffre di depressione, di autismo e di schizofrenia. Senza coscienza e senza emozioni il predatore ha, infatti, tutto il tempo per analizzare le sue prede per studiarle bene in maniera da manipolarle il meglio possibile. Per il predatore, gli Esseri Umani sono dei targets o degli ostacoli, nient’altro!!!  Con gli altri predatori hanno come un radar e si riconoscono tra loro, mantengono la giusta distanza evitando di invadere il territorio dell’altro o si uniscono a “grappolo” per dominare. Si scrutano per scoprire tecniche di manipolazioni più effettive e appropriarsene. 


Non avendo emozioni, non conoscono l’Amore o la gioia di stare insieme tanto per stare insieme o la gioia di godersi un bel tramonto. Per il predatore tutto è business ed è tutto un gioco tra vincitori e perdenti. Chiaramente il predatore farà di tutto per essere sempre il vincitore in ogni situazione e in ogni relazione. Non essendo autonomo, il predatore ha bisogno di esercitare potere o controllo sugli altri specialmente sui targets che individua tra gli Esseri Spirituali Liberi e di cui si circonda.  Il predatore considera targets gli Esseri Spirituali Liberi empatici e sensibili proprio perché sono gli unici, quando non sono a conoscenza di queste informazioni, che sempre andranno loro incontro cercando di comprenderli e continuando ad aiutarli, comunque. Una pacchia per il predatore che la fa franca facendo quello che gli pare senza mai prendersi responsabilità delle proprie azioni. Come il panda che mangia solo bambù, il cibo del predatore sono solo le emozioni sia positive sia negative degli Esseri Spirituali Liberi che costistuiscono i loro targets. In realtà anche se è economicamente indipendente e/o si trova in un posto di lavoro molto influente, il predatore è di fatto un parassita. Non può vivere senza cibarsi delle emozioni…degli altri!
Quando un predatore individua un target farà tutto quello che è in suo potere per fare colpo. Studia la persona e specialmente se è uno psicopatico “socialmente funzionale”  inizierà a trasformarsi come fa il serpente che perde la vecchia pelle e poi “rinasce” con quella nuova. Si adatta con fare esperto al nuovo target, lo ascolta attentamente, va a ricercare gli interessi diventandone un esperto dal giorno alla notte; attenzioni continue che si succedono con corteggiamenti e complimenti mirati: un vero e proprio bombardamento d’amore… Questo fenomeno chiamato in inglese “love bombing”, appunto bombardamento d’amore, agisce sulla chimica del cervello e come conseguenza crea una dipendenza dovuta alla dopamina.  Il predatore non conosce esattamente come avviene il processo chimico nel cervello, sa solo che bombardare il target di complimenti, di finto amore e di attenzioni e poi smettere di colpo, come con una doccia fredda, funziona perfettamente per ottenere quello che vuole: una dipendenza emozionale da parte del target. Il predatore lo sa fin dalla sua adolescenza quando scopre che non ha emozioni e si mette a osservare le reazioni dei compagni di scuola e dei parenti. Capisce molto bene di avere un vantaggio sugli altri e comincia già verso i 14 anni a pianificare le sue azioni con investimenti strategici per circondarsi di targets da controllare e da distruggere a suo piacimento. 
 
Quando il predatore-psicopatico decide che il target non è più interessante perché ormai completamente “dissanguato” e prosciugato, una volta trovato un sostituto, lo abbandona senza alcuna pietà, un abbandono spesso accompagnato da accuse mirate per fare venire i sensi di colpa, di cui sono esperti, cosicché al target viene inflitta una ulteriore tortura e dolore come gran finale. Se i targets non conoscono queste informazioni possono addirittura per anni e anni soffrire senza capire quello che è loro successo, prendendosi tutta la colpa e ammalandosi di rimorsi quando l’unica colpa è stata quella di incontrare un predatore sulla loro strada…e questa non è certo una colpa!

Quando il predatore è uno dei due genitori ci saranno nella vita del/lla figlio/a sano/a 2 possibili alternative:

1) diventare un proto-psicopatico o predatore secondario e abbracciare in pieno la cultura e i valori della classe dominante psicopatica fino a quando non succede qualcosa di grave che lo metta in crisi.
2) oppure s’innesca una coazione a ripetere e il target per guarire la ferita aperta dal genitore cercherà di rimarginarla in ogni modo attirando a sé, ed essendo attirato, da predatori-psicopatici fino a quando non verrà a conoscenza di queste informazioni.
 
 
Quando i genitori sani si accorgono di avere un figlio o una figlia psicopatica è loro dovere proteggere il resto della famiglia, visto che il predatore utilizzerà ogni mezzo per distruggerla. A proposito cito la storia di una coppia di americani che al compimento della maggiore età del figlio che aveva loro reso la vita impossibile fino a quel momento lo costrinsero in cambio dell’eredità anticipata ad arruolarsi nella carriera militare…detto, fatto ed il figlio sparì dalla circolazione.
 
Dopo il “love-bombing”, i predatori usano varie tattiche per rendere dipendente o scaricare “un target” e per fare fuori quelli che considerano degli ostacoli. Molto capaci con la parola ed esperti del male-dire usano tutti i mezzi per dividere le persone, mettere zizzania, far sentire in colpa, svalutare, sminuire ciò che è importante e ha valore, far sentire inadeguati, far sentire soli, nulli e senza speranza, bugie senza scrupoli e calunnie a volontà, il tutto per raggiungere i loro scopi. Con la parola riescono anche a farti fare cose che non faresti mai…<i sanguemisto: i faccendieri dell’aldilà possono solo sussurrarti nell’orecchio ma una loro parola può darti il coraggio o trasformare il tuo piacere preferito nel tuo peggiore incubo, sono quelli dal tratto demoniaco…e vivono accanto a noi!> (dal film “Constantine” del 2005 diretto da Francis Lawrence)
 
Mercanti del non-senso che portano a valangate nella vita dei targets o nel paese che dirigono, fanno credere che il bianco sia nero e che il nero sia bianco confondendo e ingannando il target; grazie a una maschera di benessere mentale (Mask of Sanity) impongono il loro “caos” interiore sugli altri per poter poi mettere ordine come vogliono loro; sono manipolatori, bugiardi patologici anche se la verità sarebbe stata l’opzione migliore; falsi che non mantengono le promesse date; inaffidabili e territoriali con scatti di collera, di gelosia e di rabbia quando si sentono minacciati; esperti del divide et impera riescono a dividere famiglie e organizzazioni intere lacerandole dall’interno per sempre…ma quello che senz’altro sanno fare meglio è portare il target a essere contro sè stesso!

Attenzione quindi ai trattamenti silenziosi; ai giochi mentali per rinforzare la dipendenza; al meccanismo dello specchio ossia al sentirsi fare delle accuse che in realtà riflettono chi parla; al fenomeno del “gaslighting” termine inglese usato in psichiatria, che deriva dal titolo di un film in cui il marito psicopatico di una ricca signora appena sposata,  per farla impazzire, faceva credere che quello che vedeva non c’era e viceversa (come ad esempio se la TV era accesa le faceva credere che fosse spenta o l’opposto)…infine state in guardia quando qualcuno vi fa sentire difettoso e da aggiustare, in qualche modo “rotto”…è possibile che abbiate a che fare con uno/a psicopatico/a!!!
 
Quello che lo psicopatico fa nel suo piccolo nelle relazioni con i propri targets succede lo stesso a un livello macro (come è il micro è il macro; come è in alto è in basso). Infatti, quando un predatore della classe dominante del governo ha a che fare con il popolo, utilizza le stesse identiche strategie come ad esempio le promesse non mantenute tipiche della democrazia o affermare senza scrupoli e senza vergogna che il bianco è nero e che il nero è bianco…
 
Abbiamo ora testimonianze anche da personaggi illustri che i predatori-psicopatici vengono ricercati da piccoli con molta attenzione specialmente in certe famiglie considerate “bene”, e una volta individuati vengono cresciuti, sostenuti e addestrati per prendere i posti di potere in tutte le aree della società. E’ cosi che in occidente ci ritroviamo una classe dominante colma di predatori-psicopatici-senza coscienza-consapevolezza. In realtà, siamo arrivati al punto che quando si va a votare, si hanno solo 2 alternative: psicopatico A o psicopatico B. In occidente la cultura non è formata dalla coscienza collettiva della popolazione come invece succede nelle culture tradizionali. Fin dai tempi dei Babilonesi la cultura occidentale è disegnata e “ingegnierizzata” dalla classe dominante e quindi ci ritroviamo una “coscienza parassita” che viene propagandata a ogni angolo grazie ai mass media e alla tecnologia. 
 
Le culture indigene tradizionali hanno sempre saputo della loro esistenza e conoscono bene l’impeto predatorio. Chiamati “demoni che cercano di invadere questo mondo e lo fanno impossessandosi delle persone” o ” quelli che ci rubano tutti i nostri averi, vanno a letto con le nostre donne o i nostri uomini mentre noi siamo via a procurare il cibo per i nostri bambini”, venivano individuati fin da piccoli ed erano considerati una minaccia per la comunità. Tant’è che quando compivano i 14-16 anni il villaggio organizzava una battuta di caccia in cui venivano fatti morire accidentalmente e la comunità era salva. E’ probabile che grazie a questa saggezza innata collettiva indirizzata alla sopravvivenza della comunità la nascita dei predatori fosse rara: 1 ogni 1000 circa. Anche i Catarì e gli Gnostici avevano avvisato ed informato sull’esistenza dei predatori. Non stupisce quindi di vedere con quale accanimento se ne è voluto lo sterminio a tutti i costi come d’altronde la stessa sorte è toccata alle civiltà indigene di tutto il pianeta…
 
In occidente la coscienza parassita si manifesta grazie ad una “griglia di controllo psicopatico” che interagisce continuamente sulla società, condizionando strategicamente la popolazione in modo tale che i comportamenti e gli atteggiamenti psicopatici vengono promossi per essere accettati come “normali” e possibilmente abbracciati e condivisi.
Vediamo per esempio la serie dei porno-vampiri che ci propinano in tutte le salse dove viene romanticizzata la figura del predatore-psicopatico alias vampiro…il predatore non conosce l’amore e punta tutto sul sesso come gli indica il cervello rettile, l’unica parte del cervello che utilizza. 

 
Oppure l’altra serie televisiva molto popolare “Sex and the city” in cui la donna è ridotta a impersonare una “drag queen” e vale solo se sexy e seducente. La femminilità viene completamente negata e stravolta. D’altronde per il predatore sia maschio che femmina, la donna con la sua capacità d’intuizione è davvero la loro più grande minaccia. Sanno benissimo che attaccando la donna e la femminilità in realtà viene compromessa la società intera. Non stupisce allora che la donna e la femminilità siano sotto attacco e “negate” da secoli…

Ci fanno credere che lo stereotipo femminile che i media promuovono sia quello della donna invece quello che vediamo è lo stereotipo della donna psicopatica senza empatia e senza compassione…uomini e donne non cadete in questa trappola micidiale e mistificatoria! I media non fanno altro che umanizzare i mostri e disumanizzare l’Essere 
Spirituale Libero. Non per niente molti predatori sono attratti dalle professioni del mondo dei media e dell’intrattenimento. Li troviamo dove ci sono grandi soldi in ballo, possibilità di potere e di sesso, meglio se tutto insieme come in politica, nel governo e nel mondo della finanza.

 esempi della donna psicopatica,che fa parte della propaganda degenerata e degenerante,che i media impongono alle masse
La donna non è stata liberata,anzi al contrario è stata asservita al vizio,alla degenerazione,alla stupidità e alla peggiore schiavitù,essa  è divenuta un pezzo di carne,da usare come si crede e poi gettare via,essa deve in ogni luogo esporre la sua merce,come 
fosse un vero e proprio oggetto(ndr). 
 
 
Un Essere Spirituale Libero che abbraccia ed è sotto l’influenza della coscienza parassita diventa un proto-psicopatico o predatore secondario e può essere pericoloso quanto un predatore puro. Le famiglie aristocratiche cercano con varie tecniche di fare diventare i loro bambini mancati predatori puri in predatori secondari (come ad esempio non tenere gli infanti in braccio o creare appositamenti dei traumi come la tradizionale caccia alla volpe inglese che una volta uccisa viene sbattuta in faccia ai bambini).

La differenza tra i due è che l’Essere Spirituale Libero che si atteggia a predatore avendo ancora la coscienza avrà rimorsi, crisi personali, esaurimenti nervosi e malattie psicosomatiche. Il predatore-psicopatico puro, invece, quando si ammala sarà un malato effettivo e non avrà mai una malattia psicosomatica non avendo emozioni e soprattutto non avendo scrupoli nell’usare e nel danneggiare gli altri.

L’homo psychopathicus ha pianificato di sostituirsi all’empatico homo sapiens su questo pianeta perché secondo gli eugenisti (vedi le tavole di Georgia) promotori del perverso movimento del transumanesimo o del postumanesimo l’Essere Umano sarebbe ormai diventato obsoleto e diffettoso. Quindi, senza rimorsi, scrupoli, vergogna o senso di colpa alcuno, gli eugenisti (molto popolari tra i predatori) si autogiustificano nel volere la diminuizione della popolazione mondiale e la sterilizzazione di massa (vedi Bill Gates e la sua sospetta ossessione con l’Africa). La verità è che c’è in atto una gara-gioco su chi sarà l’ultimo “vittorioso” predatore-psicopatico che sopravviverà su questo pianeta, costi quel che costi, come anche la distruzione del pianeta intero. Sicuramente sappiamo bene che se vengono messi un gruppo di predatori su un’isola con poche risorse…l’estinzione è certa!

 
Quando si capisce pienamente la funzione dell’esistenza dei predatori-psicopatici, l’allontanarli per sempre dalla propria vita non sarà motivo di odio ma bensi di comprensione e di guarigione per riprendere a vivere in modo sano.
Concludendo, Thomas Sheridan ci ricorda che la natura non sbaglia mai e che molto probabilmente il motivo dell’esistenza del predatore è quello che gli umani ritornino o diventino finalmente “Esseri Spirituali Liberi” capaci di abbracciare consapevolmente la propria umanità per poter fare il salto evolutivo epocale e creare così un mondo a beneficio di tutti…naturalmente di tutti gli Esseri Spirituali Liberi!
E quale sarà la sorte del predatore-psicopatico-senza coscienza? L’estinzione…
 
Queste sono le 5 caratteristiche per identificare uno/a psicopatico/a-predatore (deve avere tutti e 5 i tratti per essere considerato tale)
 
1) Non ha rimorsi, vergogna e senso di colpa per i danni procurati agli altri (emotivi, psicologici, fisici, intellettuali, sociali ed economici). Nella loro mente sono sempre perfetti e incapaci di sbagliare o di fare qualcosa di sbagliato e hanno sempre una giustificazione pronta. Hanno il complesso di Dio.
 
2) Cambia personalità a seconda della persona che ha davanti per manipolarla meglio. Sono degli organismi biologici a cui manca una struttura di personalità interna, non c’è nulla dentro di loro, come dei robot in cui c’è dentro solo una coscienza predatoria che diventa la personalità che serve come negli attori. “Dimmi cosa vuoi che io sia per avere la tua fiducia e io lo sarò”. Indossano la maschera del benessere mentale.
 
3) Usa il senso della pietà per ottenere quello che vuole e controllare gli altri. Non autonomi cercano persone empatiche per controllarle e avere potere su di loro: le trovano raccontando le loro storie pietose. Storie pietose spesso false usate per depredare.
 
4) Ha un passato misterioso che non combacia. Cambia interpretazione del proprio passato a seconda di cosa serve per ottenere quello che vuole e per controllare gli altri.
 
5) Sia gli uomini che le donne hanno un alto tasso di testosterone. Capiscono fin da piccoli che possono usare o non usare il sesso per ottenere quello che vogliono.
 
Tre orientamenti e alcuni consigli per rimanere o diventare “Essere Umani” e per difendersi dai predatori e dalla coscienza parassita predatoria. 
 
1) Identificare i predatori-psicopatici nella propria vita con l’aiuto di queste informazioni e allontanarli per sempre (nessun contatto in nessun modo). Non essere compiacenti al potere della griglia di controllo psicopatico. Diventare più auto-sufficienti e meno dipendenti dal sistema.
 
2) Osservare ed eliminare i propri comportamenti ed atteggiamenti psicopatici. Sono comportamenti ed atteggiamenti indotti dalla coscienza parassita che in realtà non ci appartengono.
 
3) Perdonarsi di essere un Essere Spirituale Libero e di avere sentimenti. Riprendersi la propria umanità e darle valore. Coltivare e praticare quotidianamente: l’empatia, la compassione, la riconoscenza, la cooperazione e la solidarietà. Senza, infatti, sarà difficile esercitare la propria intuizione e creatività, elementi essenziali per affrontare la vita di tutti i giorni con successo e senza stress. Aumenterà così l’autostima e la fiducia in se stessi fondamentali per difendersi e riconoscere i predatori. Unirsi con gli altri Esseri Spirituali Liberi tuoi veri fratelli e sorelle per riacquistare la fiducia in se stessi e negli altri.
 
Consigli
 


– Tenere un diario in cui scrivere quotidiatamente e

scrivere i sogni fatti la notte prima senza cercare di interpretarli per essere connessi con se stessi.

 
– Smettere di guardare la TV.
 
– Non comprare più riviste specialmente quelle femminili.
 
– Smettere di credere al loro sistema di valori (non è il “nostro governo” bensì il loro governo, non siamo noi a distruggere il Pianeta bensì loro stanno distruggendo il Pianeta e l’Essere Umano).
 
– Evitare di guardare il più possibile le pubblicità.
 
– Considerare arte solo ciò che innalza lo spirito umano e ti fa sentire meglio. Tutto il resto è spazzatura anti-bellezza e viene promossa come strategia per farti sentire depresso e amare le pubblicità e i video giochi…
 
– Diventare il più possibile auto-sufficienti (sovranità personale in ogni area della nostra vita etc…). 
 
– Scrivere lettere di protesta e anche lettere di elogio non solo per partecipare attivamente alla nostra realtà ma anche per sostenere le belle azioni e le cortesie.
 
– Cercare di bere acqua senza fluoro.
– Non utilizzare le lampadine fluorescenti o a neon.
– Nell’alimentazione includere sempre i grassi saturi. Per i vegetariani e i vegani introdurre l’olio di cocco.

Bibliografia


Thomas Sheridan – Puzzling People: The Labyrinth of the Psychopath 

 

– Defeated Demons: Freedom from Consciousness Parasites in Psychopathic Society

 

Definizione dello psicopatico di Cleckley:

The Mask of Sanity by Hervey Cleckey,  M.D. 1941 (tradotto in questo articolo come la maschera del benessere mentale)

la persona psicopatica mostra verso l’esterno una perfetta mimica di una persona normalmente funzionante, in grado di mascherare o nascondere la fondamentale mancanza di struttura della personalità interna, un caos interiore che si traduce in un comportamento distruttivo mirato soprattutto alla distruzione degli altri, quindi all’autodistruzione. Nonostante l’apparenza sincera, intelligente e l’affascinante presentazione esterna, internamente la persona psicopatica non ha la capacità di provare emozioni genuine.

 

vedi anche

Robert Hare   “La psicopatia” astrolabio edizioni

Robert Hare   “Without Conscience” http://www.hare.org/welcome/


Alan Watt   http://cuttingthroughthematrix.com/

Mark Passio  http://www.whatonearthishappening.com/

John Lash   http://www.metahistory.org/

 FONTE:essereumanoinarmonia.blogspot.it

55 commenti

Archiviato in Generale

55 risposte a “Il Predatore-Psicopatico (altrimenti noto come Persona Soppressiva…)

  1. Diogene

    Ciao, David. Se nessuno commenta, ricomincio io, e con piacere.
    L’articolo è molto valido a livello informativo e avalla ciò che agli scientologi viene insegnato in modo particolare nel PTS-SP Course.
    Le foto esemplificative… beh, per completare l’album delle figurine bisogna accendere un mutuo bancario… e un cero benedetto alla Madonna.
    Certo è che ci vuole coraggio a creare una efficace opposizione al dilagare subdolo di certi manierismi e all’arroganza di molti esseri dominanti.
    E’ una lotta atavica, simboleggiata nella Bibbia da Caino e Abele. Non so se mai sia esistito un Dio disposto a dirimere questa lotta, ma è sicuro che tocca agli uomini di buona volontà cercare di arginare l’ondata maligna.
    Dalla descrizione che ne fa l’autore dell’articolo sembrerebbe che gli “psicopatici senz’anima” siano dediti solo ad accumulare potere e ricchezza. Dunque, per combatterli senza cadere nella trappola dell’odio, bisognerebbe minare alla base il loro potere decisionale e non alimentare le loro ricchezze. Si tratta di una presa di coscienza e di un atteggiamento responsabile, perciò una corretta informazione può diventare il metodo più semplice ed invasivo per limitare i danni in tempi e ambienti diversi. Bisogna essere consapevoli che anche la controparte è abilissima nello sfruttare gli stessi metodi di informazione e di assuefazione. E’ quindi la capacità di discernimento che fa la differenza. Il vecchio Ron ha cercato di darci un metro di giudizio, quello del “maggior bene ecc.” per evitare conflitti di coscienza e fanatismi. Ha anche dato una sua indicazione tecnica del perché una persona diventa Soppressiva o PTS e con ciò ha aperto uno spiraglio per il recupero di tali “psicopatici”. Non mi sembra di aver letto nell’articolo una qualche proposta che vada in quella direzione.
    E’ disarmante sapere che anche nelle istituzioni più nobili si annidano personaggi tanto pericolosi per il genere umano, ma “se lo conosci lo eviti” o meglio ancora “se conosci la tech, essa ti proteggerà”.
    A noi restano ampie speranze: le “certezze” implantate le lasciamo alle Persone Soppressive e agli Stupidi Irreversibili. Triste, ma li avremo sempre tra i piedi o sul collo.

    Mi piace

  2. Molto bene Diogene.
    Ottimo riassunto della situazione.

    In un punto particolare tu dici:

    Non mi sembra di aver letto nell’articolo una qualche proposta che vada in quella direzione.

    Esatto.
    Non esiste alcuna Tecnologia a riguardo.
    Ed è per questo che questo Problema, rimane, ed è da sempre, IL più grande problema che questo universo abbia mai avuto.
    Perciò non ci si poteva aspettare che qualcuno avesse delle soluzioni adeguate, neppure gli autori di questo articolo.

    Però, a dire la verità, esisterebbe Dianetics Espansa, e questa sembrerebbe essere la soluzione al problema.
    Dico “sembrerebbe” perchè ben pochi hanno avuto l’onore di conoscerla a fondo, e ancor meno possono essere stati i “pazienti” sottoposti a tale procedura…

    Per cui questo rimane IL più grande problema.

    Uno spunto interessante potrebbe essere questa tecnologia di diagnosi tramite Risonanza Magnetica, o quello che è, che a detta degli autori sembrerebbe indicare in queste persone soppressive (o psicopatiche-predatrici) una disfunzione del lobo frontale del cervello.

    Ecco.
    Se tale strumento di diagnosi dovesse confermarsi valido al di là di ogni ragionevole dubbio, allora una soluzione potrebbe essere il fondare dei comitati dei cittadini per la messa in vigore di tali esami nei confronti di persone in posizione di potere nella politica, amministrazione, eccetera.

    Ovviamente questo gradino passerebbe per una corretta campagna di informazione.
    E una volta resa consapevole un’adeguata massa di cittadini, allora si potrebbe cercare di spingere per questo test obbligatorio necessario prima di avere il nulla osta al ricoprire cariche pubbliche.

    Lo so.
    Per noi “tecnici” tali persone sono facilmente individuabili.
    PERO’, se ci fosse ANCHE uno strumento scientifico che corroborasse tale nostra percezione, allora sarebbe un grossissimo aiuto.

    Penso questo.

    Mi piace

  3. MISTER X

    Ciao . Questa “Massa di cittadini”dovrebbe essre tipo la citazione di KSW ! : “Perciò ognuno di noi potrebbe elevarsi sopra la dominazione del bank e come gruppo di esseri liberati raggiungere libertà e ragione.” Dico questo perchè questi apparentemente “idioti “individui sono riusciti nella traccia a sottomettere interi sistemi.Basta vedere i vari personaggi storici e tutti quegli individui che negano le libertà individuali.Essendo senz’anima sono dei “robot”instancabili e sempre sullo “scopo”.Il prezzo della libertà portato avanti da esseri liberi e assenati riuscirebbe a isolare queste mezze calzette che usano le persone oneste ,rendendole PTS,come forza d’attacco per ottenere ciò che desiderano.

    Mi piace

  4. Diogene

    David, io ai tempi della prima “consegna” Dianetics Espansa l’ho percorsa (allora mi sottoponevo a tutto quello che mi veniva proposto, anche perché sembrava obbligatorio proseguire con quella che veniva definita una nuova scoperta). Non so poi come sia stata dispensata, ma – come dici bene tu – raramente è stata amministrata a dei veri psicopatici: quelli non vanno in auditing e mi viene il sospetto che nel proseguo sia servita più a “far confessare” dei presunti scopi malvagi che a sanarli in ossequio alla tech.
    Sottoporre a diagnosi preventiva tutti coloro che aspirano a diventare leader politici o economisti? E chi altri ancora? I legislatori, i tutori della legge, i militari, i medici, i dissidenti e le etnie sospette? Non so se tutte le religioni amministrano il sacramento del battesimo, ma quella cattolica lo fa per proteggere il neonato dal maligno. Diversi monaci buddisti mi hanno asperso con dell’acqua e i più venerati me l’hanno spruzzata addosso dopo che l’avevano tenuta per un momento in bocca. Un giovane “santone” buddista mi ha praticato un rituale (presumo benaugurante) posandomi alternativamente una spada ed un bastone sulle spalle. Avranno in qualche modo funzionato? Non te lo so dire. Anche da noi i santuari abbondano. E anche le cliniche di ogni tipo. Sono scettico? Sì, lo sono. Perché non ho visto anticorpi contro la cattiveria neppure in Scientology (citazione dovuta essendo questo un blog su Scn).
    Mister X nel suo commento si appella all’incitazione assennata di LRH affinché ciascuno di noi si elevi al di sopra del bank e si unisca al gruppo di Esseri Liberi per migliorare il mondo. Sarebbe una via percorribile, se non contraddicesse se stessa privilegiando i potenti e i danarosi. Viene il dubbio che manchi qualcosa anche alle organizzazioni religiose: che sia l’anima?

    Mi piace

  5. Alberto

    Io penso che Dianetics o Scientology non abbiano e non possono avere la bacchetta magica per tutti i problemi umani. Ricordo un certo Arnold Ehret, che gestì una clinica in Svizzera per 15 anni, che curava i suoi pazienti con un’alimentazione naturale (lui stesso era fruttariano) e/o digiuno. Disse che con 4 settimane di digiuno portò un pazzo alla sanità mentale. Questo è più o meno ciò che dice LRH su ciò che può fare un auditor classe XII con la tech. Ehret, spiega anche cosa succede al sangue e al cervello quando è in atto questa pulizia interna.

    Mi piace

  6. Marco

    Soppressivi ed i Psicopatici… un bel ampio argomento: “il motivo per cui la Terra è un inferno”. “…e se voi cercando l’inferno aveste trovato la Terra, questa farebbe al caso vostro…” più o meno cosi LRH.

    Non dimentichiamoci che questo pianeta è la “pattumiera” dove vengono scaricati le peggiori anime della galassia (LRH docet). Per fortuna vengono scaricate anche alcune anime di altissimo livello sociale ed intellettivo.

    Potrebbe sembrare dunque che ci possa essere un equilibrio… sennonché, il male ha gioco più facile del bene (oppure l’antisociale è più facilitato del sociale)… perché?
    Perché il bene costruisce, il male distrugge: costruire prende più tempo che distruggere…
    “Il male ci mette meno tempo…” Ed entriamo nel campo dell’universo Mest: il Tempo è un fattore Mest; costruire è un fattore dell’universo Mest; l’universo che serve a relazionare/mettere in relazione i thetan.
    Va beh, dunque sembra che il male abbia più gioco facile… ed infatti si dice che: “la giustizia non è di questo mondo” (c’è un’intera conferenza di LRH su questo argomento).

    Va beh, dico in poche parole altre “cosette”: io ricordo che LRH nel corso PTS/SP diceva che audire un vero SP non è una cosa semplice, ovvero costoro non si fanno audire. E se lo fanno è tutta una messa in scena e non sono onesti con l’auditor: “l’auditor li è il loro nemico”. Figurarsi se rispondono al nemico.
    Dunque anche Dn Espansa è inutile.

    Infatti è vero che (e questo dato lo ricordo bene, perché è una domanda dell’esame che ho dovuto andare a rivedere meglio): un SP è una persona che NON ha guadagni di caso. Amen.

    Cosa fare perciò con loro, gli SP quelli veri, E’ il tema che dovremmo svolgere e su cui speculare.

    Ora però vado al lavoro…

    Mi piace

  7. Molto bene lettori.
    Davvero degli ottimi spunti di riflessione.

    Questo è un argomento davvero terribile, che virtualmente potrebbe tenere banco per mesi e mesi.
    Forse potrebbe tenere banco all’infinito, dal momento che questo problema non sembra avere una soluzione chiara e definita.
    Ed è esso stesso abbastanza spaventoso, come lo è stare di fronte ad un folle totale, che però indossa una maschera di perfetta sanità, ma che però non esiterebbe un solo istante a farti fuori, se solo vedesse un attimo di esitazione nei tuoi occhi.
    Un’animale feroce, una bestia selvatica pronta a mordere non appena fiutasse un attimo di paura nella preda.

    @ Alberto:
    Benvenuto Alberto, credo sia la tua prima volta su queste pagine.
    Forse è come dici, Scientology non può avere la soluzione a tutti i problemi. O forse è stata semplicemente spazzata via alla forza psicopatica-predatrice organizzata.
    In ogni caso non sembra aver avuto il tempo, in quanto scienza, di indagare veramente a fondo qualsiasi campo di conoscenza umana.
    Ma come avrebbe potuto in soli 50 anni di storia?
    Un compito fin troppo arduo.

    Scientology si è occupata dei problemi principali dell’umanità.
    C’era la necessità di risolvere questi per primi.

    La scienza dell’alimentazione è infatti uno di quei campi non del tutto indagati dalla stessa (abbiamo soltanto uno studio iniziale sulle vitamine).

    Però, sebbene probabilmente sia possibile far rinsavire un pazzo con una corretta alimentazione, questo non significa automaticamente che la pazzia sia causata da un’alimentazione cattiva.
    La causa della pazzia ovviamente non risiede nell’alimentazione, sebbene una cattiva alimentazione possa far fare cave-in al corpo, e di conseguenza attivare in modo pesante le immagini mentali che fanno a quel punto crollare il thetan rendendolo pazzo per quel determinato periodo (che può certamente durare degli anni o una vita intera, ma che non è assolutamente uno stato che dura all’infinito, questo perlomeno nel PTS, che sperimenta una pazzia indotta e temporanea).

    La causa della pazzia sono le immagini mentali. Punto.
    L’unica causa delle aberrazioni sono le immagini mentali.

    Ovviamente, esistono vari modi per restimolarle.
    E’ per questo che apparentemente sembrano esserci molti tipi di pazzia, quando invece esistono soltanto molti modi di mettere in moto le immagini mentali.

    Una cattiva alimentazione, di solito combinata a scarso riposo, possono innescare la pazzia.
    La privazione del sonno può farlo.
    Avvelenamento o droghe possono.
    Una delusione d’amore anche.
    Ovviamente, la soppressione di un individuo, essere, o gruppo di esseri.
    In ogni caso servono determinati ingredienti, nel momento esatto, per scatenare questa pazzia. E l’ingrediente che sembra essere sempre presente, sembra appunto essere, come ci dice LRH, la soppressione.
    Perciò, se un essere non avesse più immagini mentali, in presenza di soppressione difficilmente impazzirebbe, o anche soltanto l’andare PTS.

    Perciò non è esattamente quello che LRH diceva un Classe XII potesse fare…
    Non metto in dubbio che Ehret abbia “guarito” qualche pazzo tramite una corretta alimentazione.
    Ma in realtà non l’ha veramente “guarito”.
    Lo ha soltanto tirato fuori (temporaneamente) dalle sue immagini mentali.
    E certamente non può farlo con qualunque tipo di pazzo. Soltanto con quelli che effettivamente hanno una carenza alimentare.

    Perciò l’unica guarigione possibile risiede nella risoluzione delle proprie immagini mentali, e l’unica disciplina conosciuta a riguardo, a quanto pare, è soltanto Scientology.

    Mi piace

  8. @ Mister X:

    Un gruppo di persone sane che avesse lo scopo di isolare quelle pazze sarebbe molto bello.
    Purtroppo gli insani/predatori/psicopatici/soppressivi hanno la capacità (e a quanto pare la tecnologia) per infiltrarsi in ogni organizzazione umana decente, morale, e dai nobili intenti.
    Questa è purtroppo la triste storia di ogni organizzazione mai vista sulla faccia della Terra, come pure l’esatta storia della Chiesa di Scientology…

    E’ per quello che io dicevo che se davvero questo test scientifico indiscutibile come la Risonanza Magnetica (o TAC o quello che è) si dimostrasse davvero affidabile al 100% nel rilevare psicopatici, allora questo sarebbe davvero un aiuto enorme!
    Con uno simile strumento in mano, allora si potrebbe davvero dare il via ad un qualche tipo di azione.

    Senza uno strumento del genere, nessun test psicologico, nessun esame clinico da parte di esperti potrà mai funzionare, in quanto potenzialmente soggetto ad errori e interpretazioni umane.

    Mi piace

  9. @ Diogene:

    Capisco le tue perplessità.

    Però, se davvero questa tecnologia di scansione del cervello si dimostrasse affidabile e a prova di errore al 100%, ipotizzando questo, non sarebbe uno strumento potentissimo?

    Non credi che potrebbe essere usata in qualche modo?

    Io nutro qualche dubbio riguardo a questa presunta infallibilità.
    Però si sta soltanto ragionando nel campo delle ipotesi.

    E a logica potrebbe anche essere.

    A che cosa serve veramente il cervello non è ancora del tutto universalmente conosciuto.
    Molti sono ancora convinti che serva a pensare e ragionare.
    Noi invece siamo già al gradino successivo: sappiamo che il thetan si serve del cervello come interfaccia per dirigere (ed essere a sua volta diretto da) il corpo.

    Io personalmente sospetto anche che il cervello non sia altro che un amplificatore del dolore.
    E’ possibile infatti disconnettere qualsiasi segnale di dolore inviato al thetan da qualsiasi zona del corpo, agendo sul cervello.
    Ciò può essere fatto per via chimica, ad esempio con anestetici, oppure per via fisica, tagliando ad esempio dei nervi.

    Perciò ne possiamo dedurre che senza un cervello un corpo non trasmetterebbe il dolore al suo “pilota” (il thetan).
    O che percepirebbe soltanto una piccola quantità di dolore, trascurabile.

    Se ci pensiamo bene, il cervello, con le sue numerose involuzioni, ricorda in un qualche modo una bobina che funziona da amplificatore.

    Questo potrebbe benissimo essere uno dei motivi per cui il thetan rimane intrappolato nel corpo: il dolore amplificato dal cervello di così molte volte sarebbe così sopraffacente da impedirgli di essere libero.
    O come minimo viene usato come metodo per controllarlo.

    Probabilmente dei corpi con un cervello più piccolo sarebbero meno aberrativi per un thetan.

    Ma queste sono soltanto mie speculazioni. Dateci il peso che preferite.

    Però è noto anche che ogni azione attiva una specifica parte del cervello.
    Ed è appunto su ciò che si basa questo “Test” sull’individuazione dello psicopatico.

    Ovviamente “lo scienziato” puro non sa dell’esistenza del thetan, e pensa che sia veramente il cervello la sede del pensiero e della coscienza.
    Ma noi sappiamo che è il thetan ad agire, ed il cervello risponde di conseguenza.

    Perciò alcuni movimenti azionano alcune aree del cervello.
    La parola ne aziona un’altra.
    Il dolore altre ancora.
    E presumibilmente alcuni tipi di pensiero ne innescano di differenti.

    Perciò ecco su cosa si basa questa teoria, e questo test.
    Dal momento che il soppressivo è del tutto incapace di empatia e di vere emozioni, alcune aree del suo cervello sono cronicamente inattive e finisco per atrofizzarsi o per mostrare una certa inerzia.
    Secondo gli autori di questo articolo questa zona sarebbe appunto la parte frontale.

    Se ciò si dimostrasse vero aldilà di ogni dubbio, io penso che avremmo uno strumento molto potente in mano.🙂

    Mi piace

  10. @ Marco:

    Beh, sì, hai ragione: un vero SP non si lascerebbe audire.
    Questo è vero.

    Però non penso che per questo motivo Dianetics Espansa sia inutile.

    Penso infatti che esistano diverse gradazioni di SP.

    L’SP puro, il vero pazzo totale che non esiterebbe ad uccidere milioni di persone con guerre e altro, con addosso però la sua bella maschera di sanità mentale, beh, per quello sì che sarebbe abbastanza inutile.

    Ma ne esistono molti altri a gradazione inferiore.
    Io posso dire di conoscerne parecchi.
    Con alcuni di loro cerco di esserci amico.
    E spesso ci si riesce.
    Sono certo che se ci pensate bene, potrete individuarne facilmente qualcuno nelle vostre vite.

    Certo, con loro è difficile essere del tutto sereni e rilassati, perchè non appena notano qualcosa che a loro pare “debolezza”, istintivamente “mordono”.
    Certo, non mordono fisicamente.
    Ma se abitassero in un corpo di un cane o altro animale, lo farebbero.
    Mordono emotivamente.
    Una battutina, una piccola cattiveria, cose di questo genere…

    Però devo dire anche che questi soppressivi di rango inferiore, oppure questi thetan ammalati ma non così tanto come dei veri SP totali, rispondono assolutamente quando si cerca di essere buoni con loro.
    In un qualche modo “rinsaviscono” per un po’.
    Poi, la terribile forza che li domina, alla fine ha il sopravvento, e finisce per impossessarsi completamente di loro, ed ecco che ricominciano con i loro morsi.

    Non sono veramente malvagi.
    Si trovano solamente in condizioni davvero peggiori delle loro stesse vittime.
    Ed io di questi individui ne ho conosciuti parecchi.
    E loro sanno che io in un qualche modo li comprendo, e loro lo percepiscono.
    Certo, a volte riescono a farmi male, ed in certi momenti vorrei ammazzarli, ve lo giuro.
    Però poi loro sembrano avere rimorsi per “aver perso il controllo”.

    Ora questa categoria di thetan può decisamente essere aiutata con l’auditing. Decisamente.
    Ma li ho osservati da vicino. E per lungo tempo.
    E NON sono PTS, se per caso lo stavate pensando.
    Sono SP.
    Ma non completamente ammalati, e ancora capaci di trattenersi, se opportunamente aiutati e guidati da qualcuno che conosce bene Scientology e i materiali PTS/SP.

    Per quelli invece ormai “irrecuperabili” l’unico sistema sarebbe legarli ad un letto.
    Di sicuro si può fare qualcosa.
    Ma ci vorrebbe tanta competenza, tanta umanità, tanta tecnologia, e soprattutto tanto tempo.
    Ma di certo può essere fatto.

    Niente in questo universo è completamente irrimediabile.
    Sono convinto di questo.🙂

    Mi piace

  11. Italo Alberti

    @David “La causa della pazzia sono le immagini mentali. Punto.
    L’unica causa delle aberrazioni sono le immagini mentali.”

    La soluzione allora sarebbe eliminare la mente analitica e reattiva. Oppure raggiungere lo straordinario stato di essere di Eckhart Tolle, lui ha raggiunto uno stato di essere che è in grado di stare “nell’adesso” non nel passato (immagini mentali). Lui forse ne ha ancora, ma comunque, semplicemente le riconosce per ciò che sono, non ci finisce dentro.

    Mi piace

  12. …Il che richiede un esercizio costante per non tornarci dentro.

    E che alla prossima morte, verrà riacciuffato e rimesso nell’implant fra le vite per un paio di mesi, e verrà nuovamente conciato per le feste, e tutti i suoi implant della traccia intera verranno rimescolati e riattivati nuovamente…

    E così il grande Eckhart Tolle tornerà ad essere uno qualsiasi, un bel bambino che sbaverà e si farà la pupù addosso, e dovrà re-imparare a camminare e parlare.

    No, la soluzione è unicamente la cancellazione delle immagini mentali in maniera definitiva.
    E solo Scientology può farlo.

    Chiunque vi stia indirizzando ad esercizi, pratiche e meditazioni varie vi sta soltanto prendendo in giro.
    E’ un impostore egli stesso, oppure è soltanto una persona molto stupida.

    Non fatevi fregare.

    Forse può funzionare per un certo periodo, o forse per una vita intera.
    Forse riuscirete a stare fuori dalla vostre immagini per quel periodo di tempo.
    Ma non un secondo di più.

    Se non cancellerete le vostre immagini mentali, alla vostra morte tutto ricomincerà da capo.
    Se possibile, con intensità maggiore.

    Non fatevi fregare dagli impostori per favore…

    Mi piace

  13. Italo Alberti

    Non mi risulta che Scientology riesca a cancellare immagini mentali, magari quelle del bank reattivo, ma la mente analitica no. Comunque Tolle è uno dei pochi veri OT dog che conosco, basta vedere i suoi video o leggere il sio libro che capire lo stato di consapevolezza che ha raggiunto, e di sicuro nell’area tra le vite saprà come destreggiarsi. In quell’area lì non è detto che tutti ci caschino o ci finiscano.

    Mi piace

  14. Alberto

    Mmm, credo non sia possibile cancellare la mente analitica

    Mi piace

  15. Ma Italo Alberti, soffri di schizofrenia per caso?
    Scrivi come Italo Alberti, e poi ti rispondi da solo (contraddicendoti) come “Alberto” nel commento successivo??

    Mi piace

  16. Alberto

    Sono le impostazioni.

    Mi piace

  17. Va bene Alberto, o Italo Alberti.
    Allora ti rispondo seriamente.

    Come giustamente hai detto, non è possibile cancellare la mente analitica.

    La mente analitica infatti è il thetan stesso.
    Ai tempi di Dianetics questa cosa non era nota.

    Parlando invece di immagini mentali, non c’è alcuna necessità di cancellare quelle analitiche, dal momento che esse non sono in creazione costante, ma vengono create all’occorrenza dal thetan.

    Quelle che vengono “cancellate” sono invece quelle in creazione permanente e inconsapevole, contenenti dolore, misemozione, eccetera, eccetera. Oppure quelle che vengono create “al momento”, ma sempre dal contenuto doloroso e aberrativo, e facenti parte di quell’apparato noto come “mente reattiva”.

    Vengono così “cancellate”, ma poi possono essere nuovamente ricreate dal thetan come ricordo, ma questa volta in modo consapevole, e senza il contenuto doloroso e aberrativo.

    Per un periodo LRH le ha chiamate anche “Facsimili Pesanti”, appunto perchè (almeno io penso), a differenza degli altri facsimili analitici, esse hanno davvero una massa, un peso, dovuto al carico emozionale negativo e doloroso in esse contenute.
    Infatti l’energia, compressa a sufficienza, diventa materia.
    Ed il nostro e-meter per l’appunto, ci mostra quanta di questa energia e materia viene dissipata ad ogni comando di auditing.

    Chi dice che Scientology non funziona, per l’appunto, non ha mai visto un e-meter in azione, oppure non ha mai capito questo principio, che è scientificamente chiaro e dimostrabile come qualunque altra legge fisica.

    Mi piace

  18. Marco

    David dici “Penso infatti che esistano diverse gradazioni di SP.
    L’SP puro, il vero pazzo totale che non esiterebbe ad uccidere milioni di persone con guerre e altro, con addosso però la sua bella maschera di sanità mentale, beh, per quello sì che sarebbe abbastanza inutile.

    Ma ne esistono molti altri a gradazione inferiore.

    Io ci andrei cauto David, perchè quello che dici è un tuo punto di vista che tu puoi anche esprimere… ma non è quello che dice LRH.

    “Esistono molti SP a gradazione inferiore…” non è una cosa ben precisa che fa parte della tech.
    Se tu dicessi “le persone possono fare Overt + / – saltuariamente e nel momento in cui fanno un’azione che fa il maggior danno sono in quel momento e in quella misura SP…” potrebbe essere un dato comprensibile.

    Ma dire che “esistono gradazioni dell’essere SP”… beh, secondo me porta parecchio fuori strada.

    Potresti dire che esistono gradazioni dell’essere PTS…! Perchè in effetti il PTS fa cose stupide/soppressive più o meno intense e più o meno croniche (o acute)… questo si. Infatti esistono livelli di PTS.

    Ma dire : “Io posso dire di conoscerne parecchi.
    Con alcuni di loro cerco di esserci amico.
    E spesso ci si riesce.
    Sono certo che se ci pensate bene, potrete individuarne facilmente qualcuno nelle vostre vite.
    Certo, con loro è difficile essere del tutto sereni e rilassati, perchè non appena notano qualcosa che a loro pare “debolezza”, istintivamente “mordono”. “
    beh, David questi di cui parli sono PTS (con varie gradazioni, questi si), ed i PTS in effetti possono essere recuperati (anche con Dn Espansa).

    L’SP è un’individuo che NON HA GUADAGNI DI CASO (dunque NON recuperabili). Anche solo perchè l’auditor li che lo sta audendo è un nemico.
    Amen.

    Mi piace

  19. Beh, questo è quello che pensi tu, Marco.

    Io invece penso esattamente quello che ho detto.

    Dalle tue parole mi viene da pensare che forse ne hai riconosciuti pochi nella tua vita, forse nessuno.
    Ma se così non fosse, allora ti chiedo: “quelli che hai incontrato nella tua vita, erano tanto folli quanto un Jack lo Squartatore, un Hitler, o un Vlad Tepes III l’Impalatore (che diede il via alla leggenda del conte Dracula)?”

    Gli assoluti non esistono Marco, dovresti saperlo.

    Inoltre non puoi dire: “Questo non è quello che dice LRH”, senza poi indicare (a citazione, a anche a memoria) dove effettivamente LRH smentisce quello che ho detto io.
    Anzi, domani con calma ti trovo alcuni punti in cui LRH più o meno dice la stessa cosa.

    E non puoi nemmeno dire che quelli che ho visto io sono PTS e non SP.
    Come fai a saperlo?

    Sai una cosa, potrei dirtene almeno 50, così su due piedi.
    Gente comunissima, vicini di casa, ecc…

    Nessuno di veramente pericoloso.
    Un paio o forse più, sì.

    Ma questo è il mio punto di vista, e tu hai tutto il diritto di avere il tuo.

    Però ti posso dire che il tuo punto di vista non mi stupisce.
    Non è per nulla un argomento di studio facile quello del PTS/SP.
    La gente fa una fatica pazzesca a riconoscerli.
    E questo è esattamente il motivo per cui Miscavige è arrivato dove è arrivato, e alla Chiesa di Scientology è successo quello che è successo.

    Mi piacerebbe davvero tanto fare un sondaggio fra tutti i diplomati del corso PTS/SP, e chiedere loro, a distanza di anni dal completamento del corso, se abbiano mai individuato con certezza qualche SP nella loro vita, e se sì, quanti.
    Non gente di passaggio, ma effettive persone conosciute da tempo, come colleghi di lavoro, vicini di casa, eccettera.
    Allora, dal momento che la matematica non è un’opinione, e se vogliamo credere alle percentuali fornite da LRH, se qualcuno riesce a nominarne meno di 5, o anche nessuno, allora sappiamo che non è stato in grado di individuarli, non che non ce ne siano.

    La percentuale che ognuno di noi conosce è 2,5%, su questo siamo d’accordo.
    Ma il bollettino del 28 novembre 1970, Serie del C/S n. 22, “Psicosi”, al paragrafetto “PERCENTUALE PIÙ ALTA”, dice: “A quanto pare, un totale che va dal 15 al 20% circa della razza umana è insano,
    o certamente lo è una percentuale molto più alta di quanto non si fosse stimato
    “.

    Perciò in base a LRH sappiamo che la percentuale di psicotici è ben più alta del 2,5%.

    Infine, quello che dici su Dianetics Espansa non è per nulla corretto.
    Dianetics Espansa NON è per i PTS.
    Per i PTS ci sono vari altri maneggiamenti, alcuni di Etica, altri di auditing, come appunto il Rundown della Persona Soppressa.
    Ma NON Dianetics Espansa.
    Quella è per i Soppressivi, per i psicotici, o per persone con tendenze simili (e già questo fa capire che ci possano essere varie gradazione di essere SP).

    E non è corretto nemmeno il dire “L’SP è un’individuo che NON HA GUADAGNI DI CASO (dunque NON recuperabili)”.
    Non è vero.
    Nel bollettino del 29 settembre 1965, “L’atto overt continuo”, LRH dice: “Non posso terminare questo HCOB senza fare una confessione. So come guarirli
    piuttosto facilmente.
    Forse non lascerò mai che questo venga fatto.
    Poiché, se costoro avessero avuto carta bianca, noi avremmo perso la nostra
    occasione. Ci siamo andati troppo vicino per poterci pensare
    “.

    Anche se poi, nel 1970, sviluppò per l’appunto la tecnologia di Dianetics Espansa per occuparsi di loro.

    Infine, un mio appunto personale.
    Penso che i dati sui PTS/SP andrebbero senz’altro conosciuti bene a fondo, ma che bisognerebbe vivere “dimenticandosi” di essi.
    Mi spiego meglio: ogni qualvolta mi sono tornati in menti questi dati, o li ho ripassati, e ogni volta che pensato alle persone che conoscevo che potevano corrispondere, o ogni qualvolta mi andava l’attenzione su qualcuno che avevo individuato, e pensavo che era SP, la mia qualità della vita tendeva a peggiorare nettamente.
    Questo secondo me perchè quello che si pensa tende a solidificarsi e a realizzarsi.

    E ha anche a che fare con il bollettino del 1980 “Riconoscere quello che c’è di giusto in un essere”.
    E anche con il fondamento di auditing secondo cui l’auditor debba mantenere sempre una buona opinione del pc, perchè nell’esatto istante in cui l’auditor comincia a fare qualche pensiero non troppo bello sul pc, quello è l’istante in cui il bank del pc gli crolla addosso, dal momento che viene a mancare l’equazione “mente analitica dell’auditor+mente analitica del pc= più grande del bank del pc” (è un dato sul livello 0).

    Perciò la mia personalissima esperienza in merito, è che ha un certo valore riconoscerli.
    Ma che si vive molto meglio se si smette di pensare che lo siano, e si cerca sempre di vedere quello che di buono hanno, perchè ce l’hanno ancora da qualche parte.🙂

    Mi piace

  20. MISTER X

    Ciao. A quanto pare tutto è su una scla graduata tra due assoluti. Come bebe e male. Man mano che si fanno esperienze, ci si muove su questa scala ,così è per tutto . Se si vive in questo universo ci si basa sulla logica a valori infiniti.Non solo l’essere sociale ma anhe l’essere antisociale.Di certo questo concetto è un po’ ostico perciò è più semplice dire bene/male( usare solo i 2 infiniti opposti quando si sa che sono inottenibili),che “Bene assoluto(inottenibile)e “Male assoluto inottenibile”. Così è per la mente analitica /Mente reattiva. Se la mente analitica è il thetan esso è senza immagini mentali . Per definizione il thetan è privo di mest . Il thetan è certezza e non ha bisogno di ricordare. Naturalmente vivendo nell’universo mest può usare immagini mentali molto leggere .Bah forse è meglio che si crei un nuovo universo perchè questo è basato su opposti e i “malvagi” cercherano sempre di contrastarlo perchè fa parte del gioco. Dire Sp assoluto ecc. è inesatto se consideriamo ciò ma Ron lo dava per scontato che fosse capito così e così lo ha spiegato in tantissime conferenze . Altra cosa prferisco che la famosa TAC per thetan non venisse mai scoperta perchè verrebe vista dagli SP come un mezo per scoprire ed eliminare gli ultimi uomini onesti. Preferisco IO diventere “una tac “.Ci dobbiamo liberare delle GPM .

    Mi piace

  21. MISTER X

    Altra cosa il thetan è bene e male allo stesso tempo perchè è pandetermnato. Se lui vuole solo essere Bene si ritroverà nella spirale discendente ed avrà Male perchè il gioco è fatto così.Scusate i vari errori di ortografia a causa della fretta.Buona giornata a tutti.

    Mi piace

  22. Marco

    Adesso non ho tempo David…. mi riservo di risponderti a tono in altro momento, ma una cosa te la voglio far notare subito…

    Dici: Però ti posso dire che il tuo punto di vista non mi stupisce.
    Non è per nulla un argomento di studio facile quello del PTS/SP.
    La gente fa una fatica pazzesca a riconoscerli.
    E questo è esattamente il motivo per cui Miscavige è arrivato dove è arrivato, e alla Chiesa di Scientology è successo quello che è successo.

    Beh, non ti pare di essere un tantino valutativo e fin anche invalidativo!?
    “Non è per nulla un argomento di studio facile….” !!??
    “La gente fa fatica pazzesca a riconoscerli.” !!??

    Stai forse dicendo che “la gente” (generalizzazione) non capisce bene come capisci tu? Tu sai le cose e/o le capisci studiandole dai materiali, mentre “la gente” (tra cui anch’io evidentemente) invece fa fatica!?

    Beh, mi pare che sia un punto di vista… diciamo solo… non ben valutato.
    Ovvero in realtà è solamente una tua opinione (fra l’altro secondo me TU non hai capito la Tech PTS/SP), fra l’altro espressa in un modo che da ben l’idea del tuo modo di… “atteggiarti”, diciamo solo così (ti risparmio il dirti che sei un tantino arrogante… fra l’altro senza averne i meriti).

    Ti consiglio di tranquillizarti un attimo e di addottare un pò più di “Calma e gesso”. O detta in altro modo, addottare un livello comunicativo più consono e rispettoso.

    Mi piace

  23. Hai ragione su parecchie cose Marco.
    In particolare sulle risposte non troppo piacevoli che ti ho dato.

    Di solito rileggo molte volte quello che ho scritto, per limare qua e là il mio modo spesso troppo senza misure di esprimere le mie convinzioni.
    Questa volta invece ho premuto “invio” senza starci troppo a pensare…

    Perciò sì, hai ragione su questo.

    A parte questo però, tutto il resto è esattamente quello che penso.

    Il Corso PTS/SP è un corso difficilissimo.

    Individuare SP e PTS è altrettanto difficile.

    Se te lo dico è con cognizione di causa.
    Ci sono passato attraverso molte volte.
    Ho parlato con moltissime persone che hanno fatto questo corso.
    E dalle loro risposte mi sono appunto fatto l’opinione che ti ho descritto.

    Questo ha a che fare con l’argomento “confronto del male”.
    E’ molto difficile da confrontare.
    E’ più facile pensare che “i pazzi” sono quelli che sono in manicomio e che sono “visibilmente insani”.
    Ma riconoscere ed ammettere che un genitore o un figlio, che in apparenza è così sano, razionale, in gamba e di successo in realtà è insano mentalmente, beh, questo non è per tutti gli stomaci.

    Sarò arrogante, sì.
    Questa mia convinzione può infastidire, sì.
    Potevo risparmiarmela di dirla così apertamente? Probabilmente sì.

    Provo a spiegarti con parole diverse, e spero migliori, quello che ho tentato di dire in precedenza, con tono sicuramente arrogante e presuntuoso, e anche invalidativo (del quale mi scuso):

    Io penso di conoscere questo corso e questi dati, non meglio di chiunque altro, ma sicuramente in modo migliore DELLA MEDIA delle persone che lo hanno completato.
    Questo NON perchè io sia migliore o più in gamba della media, ma unicamente perchè ci sono passato attraverso molte volte nel corso di anni, e perchè mi sono trovato nella necessità di capirlo e usarlo nella mia vita, ed è stato un argomento che “ha fatto molta presa in me”, nel senso che ci ho dedicato molto tempo, energia, studio, applicazione, ricerca, ecc…

    Viceversa, moltissime altre cose che ho studiato in SCN non le padroneggiate a dovere, e ti potrei fare alcuni esempi (per esempio le condizioni di etica).
    Questo perchè, per l’appunto, le ho reputate meno urgenti come questioni da risolvere, e una volta studiate sono rimaste lì, senza essere più coltivate.
    Perciò in questi altri argomenti penso di essere sicuramente al di sotto del livello di comprensione e applicazione della media.
    Per cui non penso assolutamente di saperla più lunga di chiunque altro su tutto.

    Ci sono cose che penso di conoscere bene, e altre sulle quali penso invece di essere abbastanza scarso.

    Però l’unica cosa certa qui è che senz’altro ho sbagliato il MODO di esprimerlo.

    Buona giornata!🙂

    Mi piace

  24. Luigi Cosivi

    Riguardo alla TAC, Mister X ha messo correttamente il dito nella piaga, anche perché sappiamo che l’ambiente medico è già nelle mani di quei signori. Penso inoltre che stiamo ripetendo il solito errore già commesso dai Darviniani e dalla Chiesa Cattolica, parlando di corpi. Il campo è quello spirituale, anche se un essere dentro un corpo mal messo, implantato ad arte, può avere molte difficoltà a vivere decentemente. La citazione di Dvid riguardante il male fatto e che LRH sapesse come aiutarli è da tenere presente per quando avremo tempo per loro, avendo aiutato tutti gli altri avremo appunto un sufficiente numero di Auditors a disposizione. Resterei però integralmente aderente alla separazione fatta da LRH tra PTS ed SP, attento ad una pericolosa interpretazione, definire PTS qualcuno non disposto ,per qualsiasi motivo , a usufruire della tec per depitiessarsi, fa abbassare la guardia. Ci fa mettere le mani in un nido di vipere e questa non è bontà o altruismo, è masochismo, sono pericolosi quanto gli SP. Ho studiato il PTS/SP solo nel 2006 e, purtroppo , devo dire che ,se lo avessi fatto molto prima, ora, per lo meno economicamente, starei decisamente meglio.

    Mi piace

  25. Luigi Cosivi

    Riguardo le condizioni di etica, penso che non funzionino quando vengono brutalmente assegnate, senza tener conto che una più bassa o più alta compromettono l’esito a priori. Assegnarle per punizione e non per aiuto è ancora un ulteriore crimine in uso assieme allo far scrivere O/W a una persona che non abbia il Grado 2 completato, diventa un brutale metodo di controllo attraverso la restimolazione del senso di colpa.

    Mi piace

  26. Mister X

    Le condizioni di etica mi pare siano “le azioni corrette che uno dovrebbe fare ,in sequenza, per migliorare le proprie dinamiche. Sono azioni concrete nell’universo fisico. Diciamo che la mia azienda va male. Studiando le condizioni e scoprendo su quale l’azienda è ,applicando la formula dovrei migliorare la condizione.Mettiamola così semplice . Però ci sono alcuni arbitrari che vengono introdotti del tipo: ” Se dopo 5 minuti la stat non mostra un’evidente cambiamento in salita (soprattutto in denaro) , bisogna che un’altrui determinazione ( il senior ) intervenga immediatamente ed è per questo che il senior ti sta addosso con telefonate ogni 5 minuti a chiederti “quanti prodotti ci sono ora’”. E’ un po’ come il C/S che cramma l’auditor perchè il suo pc non ha avuto un cog megagalattica dopo il primo comando. Cioè NON TI SI DA’ IL TEMPO PER FARLA FUNZIONARE. Dalla mia esperienza posso affermare che il why principale del mancato funzionamento delle condizioni nella chiesa ufficiale e a volte fuori è che non viene usata in modo autodeterminato così che la persona applicandola realizzi perché e come funziona ma viene continuamente indirizzata con arbitrari. In poche parole si stanno così creando robot anziché esseri liberi.Cito : La sapienza non sono dati è conoscenza autodeterminata

    Mi piace

  27. Marco

    David cominciamo a mettere un po’ d’ordine…

    Nel tuo commento precedente dici : ” Infine, quello che dici (Marco) su Dianetics Espansa non è per nulla corretto.
    Dianetics Espansa NON è per i PTS.
    Per i PTS ci sono vari altri maneggiamenti, alcuni di Etica, altri di auditing, come appunto il Rundown della Persona Soppressa.
    Ma NON Dianetics Espansa.
    Quella è per i Soppressivi, per i psicotici, o per persone con tendenze simili (e già questo fa capire che ci possano essere varie gradazione di essere SP).”

    Diz Tec. :
    “Dn espansa non è la stessa cosa che Dn standard. La differenza principale tra queste due, è che Dn standard è di applicazione molto generale.
    Dn espansa è invece adatta in modo molto specifico al pc, particolarmente casi che
    -hanno preso molte droghe, o
    -che hanno ricevuto trattamenti psichiatrici dannosi, o
    -che sono fisicamente inabili, o
    -che sono cronicamente malati, o
    -che hanno difficoltà a percorrere engram (per dirne alcune).
    Richiedono una tecnologia adattata in modo particolare. (HCOB 15/04/’72)”

    Mi pare che questo HCOB 15/04/’72 (da dove hanno ricavato la definizione per il Diz. Tec.) non si accenni nemmeno a Dn espansa usata per maneggiare gli SP… dice invece chiaramente che si usa per pc in evidente difficoltà di altro tipo (tutti “sintomi” PTS)..

    Il bello è che tu stesso ricordi l’HCOB che dice “ci vuole una tech speciale per gli SP”, ma ancora non rilasciata (o cmq non al momento di quella pubblicazione):
    Nel bollettino del 29 settembre 1965, “L’atto overt continuo”, LRH dice: “Non posso terminare questo HCOB senza fare una confessione. So come guarirli
    piuttosto facilmente. Forse non lascerò mai che questo venga fatto.
    Poiché, se costoro avessero avuto carta bianca, noi avremmo perso la nostra
    occasione. Ci siamo andati troppo vicino per poterci pensare“.

    Dunque!?

    Mi piace

  28. Marco

    David ti replico solo su alcuni punti salienti…

    Beh, questo è quello che pensi tu, Marco.
    Io invece penso esattamente quello che ho detto.

    Già in effetti è corretto tu dica che “IO penso esattamente quello che ho detto”… meno male.

    Dalle tue parole mi viene da pensare che forse ne hai riconosciuti pochi nella tua vita, forse nessuno.
    Ma se così non fosse, allora ti chiedo: “quelli che hai incontrato nella tua vita, erano tanto folli quanto un Jack lo Squartatore, un Hitler, o un Vlad Tepes III l’Impalatore (che diede il via alla leggenda del conte Dracula)?”

    Io vivo in questo pianeta… e incontrare degli SP è inevitabile (ecco perché sapere BENE al riguardo di questo argomento è quasi vitale)
    Gli SP caro David, non sono cosi visibili… se non li sai riconoscere. Io ho fatto il corso di PTS/SP com molta attenzione, visto che stavo vivendo una situazione difficile in contemporanea (dunque grande DemoKit estemporaneo). Cmq in fatto di comprendonio, ero uno dei migliori studenti dell’accademia.

    La tua domanda non la capisco bene: ci sono SP molto visibili (quando escono dal loro essere guardinghi diventano visibilissimi), ma la maggior parte si tiene non visibile (per esempio pochissimi sanno chi è Rothschild).

    Gli assoluti non esistono Marco, dovresti saperlo.
    E questo cosa vorrebbe dire? Un SP è una cosa ben precisa. Dire, come penso intendi, che nell’essere SP esistono “molte sfumature”, è abbastanza fuorviante: esistono molte sfumature di comportamento (+/- violento o manifesto ecc. che poi di solito essere visibile è tipico del PTS), ma una sola definizione definizione: “l’SP è sempre fuori del PT in un episodio dove viene attaccato ed in forte pericolo. In PT sta combattendo ancora quella battaglia del passato”.
    Potrei essere più preciso, ma poi quoto un pezzo di conferenza…

    Inoltre non puoi dire: “Questo non è quello che dice LRH”, senza poi indicare (a citazione, a anche a memoria) dove effettivamente LRH smentisce quello che ho detto io.
    Quando dico “questo dice LRH” è perché sono sicuro del dato, è perché non ho il tempo di cercare in quel momento la cosa, è perché credo che quello che dico sia un dato conosciuto ai più, e soprattutto perché siamo in un blog, non in una chiesa di Miscavige…😦
    Forse in un blog è possibile fare al contrario… cioè che sia la persona che contesta il dato (presunto di LRH) a smentire… come ho fatto io nel smentirti sul Rd Dn-Espansa (usando il Diz. Tec. ).

    E non puoi nemmeno dire che quelli che ho visto io sono PTS e non SP.
    Come fai a saperlo?
    Sai una cosa, potrei dirtene almeno 50, così su due piedi.
    Gente comunissima, vicini di casa, ecc…
    Nessuno di veramente pericoloso.
    Un paio o forse più, sì.
    Ma questo è il mio punto di vista, e tu hai tutto il diritto di avere il tuo.

    Va beh, per tutto questo e per il resto del tuo commento quoto una conferenza abbastanza esplicativa… non ho abbstanza tempo per queste scaramucce.

    Questi commenti e questo sforzo nel perdere tempo a scrivere, lo faccio a beneficio di chi legge il blog, non per una disputa di qualche tipo… Anche se in effetti un pochino mi turbo nel leggere opinioni “presunte tecniche”, ma personali, che vanno abbastanza in contrasto con i dati di LRH.
    Soprattutto quando si tratta di un argomento cosi delicato come la conoscenza sui PTS/SP.

    Il Post non lo commento, perché leggere che “si potrebbe riconoscere un SP dall’esame del cervello…”, beh, mi ha dato un moto di… reflusso gastrico.

    Ma è ovvio che siamo nel campo libero, cioè in un campo dove tutti possono dire tutto quello che vogliono… ma questo modo di fare la possiamo anche definire anarchia: ”Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca “ha trovato sé stesso” e si è posto, sdegnoso e superbo “sui margini della società” negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo. (Renzo Novatore) “

    Ciao

    Mi piace

  29. Marco

    LA PERSONALITA ANTISOCIALE
    CONFERENZA DEL 25/08/1966

    “Ciò che chiamiamo persona soppressiva è un individuo che ha certe caratteristiche di comportamento, che tratteremo qui, il quale sopprime le altre persone nelle sue vicinanze. E queste altre persone, quando vengono soppresse da lui, diventano PTS, ossia fonti potenziali e li guai.

    Vengono chiamate così, perché combinano veramente dei guai.
    Fanno roller-coaster m(montagne russe) , fanno natter (molta critica), mandano tutto in fumo.

    Il fatto che una persona faccia il diavolo a quattro non significa che sia una persona soppressiva. Può darsi che il soppressivo se ne stia là dietro con un finto sorriso da Gioconda. E il PTS è occupato a fare buchi nell’acqua, a correre in giro e fare ogni tipo di cose strane. Il PTS è attivo.

    Il PTS potrebbe impazzire o essere rinchiuso nel manicomio locale, o qualcosa del genere. Non è quella la fonte dei problemi sociali. Quello è solo il PTS.

    E questa persona è PTS, una fonte potenziale di guai, semplicemente perché è intimamente collegata a un soppressivo.

    Oggi, dopo tutti questi anni, so esattamente che cosa le accadde.
    Si era imbattuta in un SP, accidenti, e lui l’aveva ridotta a uno straccio.
    Forse si è imbattuta in più di uno, ma di sicuro era ridotta a uno straccio.
    E quello era semplicemente un caso di roller-coaster: meglio-peggio.

    Il fatto è che gli psichiatri odiano vedere la gente in quella condizione, e così immediatamente le fanno fare cave-in.
    II ragazzo dice: “Ehi! Finalmente mi sono reso conto che posso essere sano. Non è forse meraviglioso il mondo?”
    “Oh, mio Dio! Gli è venuta una crisi maniacale. Dobbiamo farti altri diciotto shock supplementari e leucotomie transorbitali e trrrrrrt’

    Così è nata questa cosa che loro chiamano “condizione maniacale”…e una cosa chiamata “euforia”.
    È così che, se qualcuno dice di essere migliorato o di aver fatto qualcosa di buono, beh, possono farlo rapidamente sprofondare di nuovo.

    La persona è migliorata, non potevano sopportarlo e le hanno fatto fare cave-in. Bang!

    Chiunque fosse stato nei suoi paraggi, e fosse stato un soppressivo, le farebbe fare cave-in.

    Perciò quando voi in quanto auditor vedete una cosa del genere, sappiate con che cosa siete alle prese!

    Non siate degli idioti ragionevoli!

    Voglio essere molto chiaro in proposito, perché se loro hanno inventato una cosa come “la personalità maniacale” per trovare spiegazioni al fatto che qualcuno si senta bene o migliori… quando dico “loro” mi riferisco agli psicoterapeuti di tipo soppressivo. Loro svilupperanno questa teoria.

    E la svilupperanno per voi personalmente e offriranno un sacco di ragioni per cui in realtà non ha funzionato e per cui la persona ha fatto cave-in, e come sia pericolosissimo audire qualcuno visto che accade questo.

    Invece questo è l’unico meccanismo che fa sì che questo accada.

    In questa organizzazione ho delle difficoltà a convincere perfino gli executive… una volta ogni tanto essi pensano: “Beh, forse c’è un altro motivo per cui la condizione della persona è peggiorata”. E passano settimane e settimane….
    Io lo ripeto parecchie volte e improvvisamente essi buttano alle ortiche tutto il resto e sono essi stessi convinti di avere isolato il fatto che è stato il contatto con un soppressivo a far peggiorare il caso del pc.
    Non è stato l’auditor, non è stato il Supervisore del Caso, non è stato questo né quell’altro né tutte le altre migliaia di cose che possono essere incolpate!

    Non date la colpa all’auditor. Non date la colpa all’auditor precedente! Non date la colpa all’HCO precedente!
    Piantatela di far questo!

    C’è solo un motivo per cui una cosa del genere accade.
    Si tratta di un SP una persona soppressiva.
    E onestamente, fatemi il piacere, questa è l’unica ragione. Non ce ne sono altre.

    Sentirete dire continuamente queste cose da parte di pc che arrivano dicendo: “Sono stato a Portland e mi hanno rovinato, laggiù. Mi hanno audito su procedimenti che non avrebbero dovuto audire con me”.
    Hanno imparato una certa fraseologia, sapete, tipo: “‘Mi hanno fatto fare overrun. Hanno fatto questo e quest’altro”.
    Hanno imparato queste varie fraseologie e vi daranno queste spiegazioni, e così via.

    Bene, so che sono lì di fronte a voi e che sono molto persuasivi. Ma per l’amor del cielo, fatemi il piacere, non bevetevela, perché non c’è neanche un’ombra di verità in essa.

    Ciò che è vero è che, dopo che il suo caso è migliorato, la persona ha incontrato un soppressivo, ha fatto roller-coaster e ora è in realtà un pc da etica.

    Non è affar vostro fare alcunché con lui, per nessun motivo! Appartiene all’E/O: Funzionario di Etica. E una proprietà privata e non appartiene a nessun altro.

    E voi dite: “Ma il nostro Funzionario di Etica non vale niente, e così via. Poiché dopotutto il pc è andato da lui, ma il suo caso non è migliorato immediatamente”.

    Beh, non m’interessa se il suo caso è migliorato o no. Se è una persona da etica, perlomeno è al di fuori dai dipartimenti tecnici.

    Anche se Etica non facesse nient’altro che questo, ce la faremmo tutti quanti.
    Perfino quelle persone alla fine ce la farebbero, vedete?

    E se Etica fosse solo un luogo dove metterli, perlomeno il resto di noi ce la farebbe.
    Se non esistesse alcun posto dove metterli, vi assicuro che non ce la faremmo proprio!
    La cosa è seria fino a quel punto.

    Sto parlando basandomi su quella grande miniera d’oro di esperienza tratta dalla prima Fondazione. Non vi ho mai detto un granché della prima Fondazione. Non avevo controllo su questa organizzazione, se non a forza di personalità e di urla.

    C’era in giro parecchia gente laggiù che stava semplicemente facendo a pezzi la procedura standard. Le persone che avevo addestrato appena prima di quella situazione, in realtà riuscivano ancora a ottenere dei risultati.
    Ma la gente che si trovava lì in giro non riusciva ad ottenerne. E io non riuscivo a mantenere in applicazione la tecnologia, primo, perché non ne avevo il controllo, secondo, perché non avevo l’etica.
    E non saremmo mai riusciti a mantenere in applicazione la tecnologia se non avessimo infine avuto l’etica.

    Perciò, maledite pure l’etica se volete; pensate che sia terribile che ci troviamo qui, debitori dei nostri servizi nei confronti del resto del mondo, facendo i cattivi con lui.
    E deplorate l’etica finché volete, ma rendetevi conto che è molto preziosa. E se voi, come auditor, siete in grande disaccordo con l’etica, e così via, allora dovete essere in disaccordo anche con l’audire la gente e con l’ottenere dei miglioramenti stabili.

    Bene, vi avevo detto che vi avrei tenuti informati su certe questioni di etica che potrebbero avere a che vedere con gli auditor.
    Mi sono seduto e ho compilato molto, molto accuratamente quella che dovrebbe essere una lista completa di tutte le caratteristiche di una persona soppressiva; le ho messe insieme basandomi sul rapporto tra quell’individuo e la società intorno a lui, tra quell’individuo e l’auditor, tra quell’individuo e se stesso.
    E spero che possiate trarre qualche vantaggio da questo.

    Come sapete, lo scopo fondamentale dell’etica è di far sì che la tecnologia venga applicata. Quello è il suo scopo primario, non ha nessun obiettivo di miglioramento sociale.

    E per far sì che la tecnologia venga applicata, si giunge fino a questo punto: se le persone vogliono migliorare, per quel che riguarda il loro caso, devono farlo in un ambiente relativamente non soppressivo.

    Il caso della gente non può progredire se si trova in un ambiente soppressivo… e i soppressivi non progrediscono per quanto riguarda il proprio caso.

    Perciò si potrebbe dire che l’etica, il concetto di persone soppressive, il concetto delle fonti potenziali di guai, il concetto di roller-coaster – ciò che fa sì che una persona migliori, poi peggiori, poi migliori, poi peggiori – queste cose, tutte quante, sono parte integrante della “valigetta dei trucchi” di un auditor.

    Se un auditor non conosce queste cose e non presta loro attenzione, egli si troverà ben presto in una situazione molto infelice.

    Perché se prendete l’abitudine di audire persone soppressive o di continuare ad audire una persona che riconoscete come soppressiva, vi troverete in una situazione molto infelice, perché, accidenti, lui non approderà a nulla.

    E un altro fattore è che bisogna essere in grado di riconoscere un miglioramento di caso e una perdita di miglioramento di caso; e riconoscere in queste due cose – ricordatevi che, prima di poter riconoscere una perdita di miglioramenti di caso, dovete essere capaci di riconoscere un miglioramento di caso – e saper riconoscere, in quelle cose, una situazione di etica e non una situazione di auditing.

    Se un auditor vede un soppressivo o una situazione PTS e non si rende conto… non li riconosce e non sa come affrontarli, non andrà molto lontano, oppure, se ci andrà, il suo caso e il suo progresso saranno completamente arrestati.

    Dico la verità. Questo è ciò che abbiamo imparato nella prima Fondazione… e ci è costato caro.

    Non è questione che nell’universo ci siano bravi ragazzi e cattivi ragazzi.
    Si dà semplicemente il caso che nell’universo ci siano dei tipi, non diversi dagli altri, se non un po’ più deboli e più stupidi, ci sono tipi che sono più portati ad essere totalmente “assenti”, che pensano di essere in un altro luogo, e vengono attaccati da persone o cose le quali a loro volta non esistono nel presente.

    Essi si comportano come un branco di cavalli pazzi e rendono la propria vita un tremendo pasticcio, poiché stanno combattendo contro qualcosa che non è presente, per motivi che non esistono!
    Se, attraverso una visione interna, aveste la possibilità di vedere la visio di un SP, rimarreste paralizzati dallo stupore, perché non credereste che possa esistere qualcosa di così sgargiante.
    Egli non vede il mondo intorno a sé.
    Egli vede un film tridimensionale in cui i nemici lo attaccano continuamente.

    Una volta tanto, vi sarete imbattuti in qualcuno che vedeva l’immagine di un muro, anche se non c’era nessun muro. Di tanto in tanto vi imbattete in persone del genere.
    È molto divertente. Non so come facciano anche solo a uscire e ad entrare dalle porte, ma è proprio così. Il muro non c’è, ma l’immagine del muro sì. E quando cominciate ad audire questa persona o a percorrere Raggiungere e lasciare sui muri, o qualcosa del genere, la persona si spaventa a morte, perché il muro trema e ha l’aria di crollare a pezzi.
    Voi pensate che stiano per diventare OT perché adesso riescono a cancellare la materia. No, lì non c’era un muro, vedete?
    Notate che per voi il muro non si sta cancellando, cosa che accadrebbe se lui fosse OT.

    Questa persona, dunque, quando comincia a percorrere uno dei nostri procedimenti di contatto, ha delle realizzazioni e dei miglioramenti enormi, perché si rende conto che il suo muro, di cui ha fatto il mock-up, non è il muro che si trova lì, e che il muro che si trova lì è lo stesso muro che voi e io vediamo. E questo gli procura un enorme sollievo.

    Tutto ciò che sto cercando di dirvi in proposito è quanto segue: come quel muro è un mock-up per questa persona, così ognuno di noi è un mock-up per un soppressivo.

    Qualcuno dirà: “Beh, ha semplicemente preso una paranoia e si è specializzato in quella, e così via, come fonte principale di quel fenomeno. Noi sappiamo che cos’è la paranoia, l’abbiamo sempre saputo”.
    Accantonate semplicemente l’intera faccenda.
    Diavolo, ciò che sostengono e che chiamano paranoico è una versione talmente mite di quello di cui sto parlando, che non c’interessa minimamente. Un paranoico pensa semplicemente che la gente sia contro di lui.

    No, ciò di cui parlo non ha niente a che vedere con la classificazione psichiatrica, perché nella maggior parte dei casi sembra davvero completamente sana.
    Una volta ogni morte di vescovo, uno di questi tipi finisce in manicomio, una volta ogni morte di vescovo.
    Ma penso veramente che, per uno psichiatra medio, costui avrebbe un aspetto così normale che verrebbe lasciato uscire immediatamente.

    Beh, non si tratta di una definizione semplice …
    Si tratta di una persona circondata da entità differenti da quelle che gli altri vedono.

    Questo è un punto di vista interessante perché è come se quella persona vivesse in una specie di cinerama.
    È in una caverna piena di schermi di cinerama, con la differenza che, quando entriamo e usciamo dalla sua vita, siamo noi i personaggi.

    Vedete, un paranoico di solito ha illusioni…dalla sua vita, entrano ed escono persone che sono frutto della sua fantasia, perciò perché ci sia qualcuno nella sua stanza, non ha bisogno di gente che entri ed esca dalla sua stanza. Mi seguite?

    Ma nel caso particolare del soppressivo, bisogna veramente che qualcuno entri ed esca dalla stanza perché lui si trovi di fronte uno dei suoi fantasmagorici personaggi.

    Per una persona equilibrata, è molto, molto, molto difficile immaginare che qualcuno possa passare la vita ingannando tutti quanti su questo punto.

    L’esatta anatomia di ciò che non va nel loro caso risiede nel fatto che sono bloccati sulla traccia del tempo.
    Sono bloccati in un qualche punto dell’esistenza, in una vicenda in cui si trovano in una situazione molto critica e sono circondati, tormentati, torturati o lesi in qualche modo da un popolo o da un gruppo.

    E anche se questo è accaduto a tutti noi, in un periodo o nell’altro, noi siamo avanzati lungo la traccia. Beh, il soppressivo non lo ha mai fatto.
    Non si è mai spostato di un centimetro oltre quel punto.
    Si trova lì, totalmente…L’oggi è quel punto nella traccia. Sono sempre le dieci. Capite?
    Il tempo non passa per questa persona.

    Fargli percorrere un engram è quasi impossibile, perché per andare da un capo all’altro di un engram bisogna avere un concetto del movimento nella traccia del tempo.
    E per cancellare qualcosa nella traccia del tempo, bisogna essere capaci di passarci sopra per arrivare al di là.
    E naturalmente costui non passerà sopra ad alcunché, perché egli non si trova in nessun altro punto se non in questo preciso istante del tempo, che sembra marcato con la punta di uno spillo.

    Ognuno di noi, in uno stato aberrato, può trovare un punto nella traccia in cui siamo, per così dire, bloccati. In altre parole, da molto tempo abbiamo lì un episodio che non avevamo notato in precedenza. Ma non è la stessa cosa.

    Da molto tempo il soppressivo ha il mondo lì e non se ne mai accorto. Ecco la differenza.

    Bene, questa persona è semplicemente in quella condizione. Eccola lì.
    Solo che si trova proprio qui, in mezzo a noi, e si comporta come il rivoluzionario oppresso dall’Inquisizione Spagnola e noi tutti siamo preti. Non so, ma penso che addirittura ci veda con la tunica.

    E ogni tanto ci dice cose bizzarre, estranee al contesto del discorso, che poi nasconde in fretta e furia, perché ha anche imparato che non deve lasciarsi dire che ha torto.
    Perciò, ovviamente, massacra tutti quanti.

    Solo grazie al fatto che conosciamo l’anatomia di come sono composti, e tutto il resto, che ora potremmo fare qualcosa per aiutarli.

    Ma sarebbe necessario un lavoro di gruppo molto, molto, molto pesante.
    Per intraprendere quest’impresa, ci vorrebbe un’organizzazione, preferibilmente una che potesse usufruire di attrezzature ospedaliere.

    Ciò che intendo dire è che la persona che ci troviamo di fronte, che non è stata aiutata con l’auditing…
    Possiamo anche fare una modifica e dire che, se non è stata aiutata con l’auditing dei gradi inferiori, se non è stata aiutata coi metodi di auditing consueti e ordinari, quella persona è un SP.

    Perciò possiamo dire che non trae alcun beneficio dalla terapia…
    Egli non risponde alle cure, questo è sicuro.
    Non si lascia correggere, questo è sicuro.

    Vi ripeto questa caratteristica: egli non risponde né alle cure, né alle correzioni, né alla psicoterapia.
    Nessuna reazione.
    Nessun cambiamento.

    Se parliamo dell’auditing – e l’auditing non è,psicoterapia e non è nemmeno una normale attività umana – ma egli non rispondeva alle procedure inferiori di auditing.
    Egli non risponde all’auditing dei gradi fino a… diciamo, il IV.

    In un’organizzazione un auditor molto esperto potrebbe indubbiamente occuparsi di queste persone e disfarle completamente, se solo riuscisse a tenerle ferme.
    Ma se iniziaste a occuparvi di ognuno di essi, dovreste avere un impianto ospedaliero.

    Non è che questo tipo si sia comportato come un matto, all’interno della società; il fatto è che diventerebbe completamente matto nell’istante in cui qualcuno gli desse l’impressione di volergli fare qualcosa mentalmente.

    L’unica cosa che ‘sto tipo non è in grado di fare è star di fronte alla propria mente!

    Potete riconoscere questo fattore come una delle motivazioni delle azioni che intraprende nei confronti di Scientology.
    Egli non osa star di fronte alla propria mente!
    Verrebbe colto da tremende convulsioni!

    Se desse un timido sguardo alla sua mente, comincerebbe a urlare come un ossesso, al punto che bisognerebbe rinchiuderlo per anni in una cella imbottita. Capito?

    Ecco perché quando voi vi fate avanti dicendo: “Audiremo la gente, daremo loro dei procedimenti e ci occuperemo della mente”, ecco perché questi tipi impazziscono! Mi seguite?

    Se fossero a capo di qualche Stato direbbero: “Dovete far fuori questa gente! Dovete ammazzarli! Dovete far loro qualcosa! Au-hhh!”
    Sapete, parlano in modo sensato, proprio così.

    Nel momento in cui hanno a che fare con la loro mente, i fantasmi che si portano sempre appresso si muovono leggermente e loro fanno… “Iaaahhhhl”

    Non è ciò che state facendo…
    Sprecate il vostro tempo se vi mettete a spiegare a questa gente che non state facendo niente di male, che tutto ciò che state facendo è aiutare le persone riguardo alla loro mente.
    Ciò che provoca in loro un panico indescrivibile è il pensiero che qualcosa abbia minimamente a che fare con la mente.

    Dovete riconoscere ciò con cui avete a che fare.
    Non siate ragionevoli!

    Con questa gente, non potete parlare di psicoterapia o della mente, non potete ragionare con loro, in nessuna maniera.

    Nell’istante in cui aprite il minimo spiraglio su questo argomento, essi vengono colti da crisi isteriche e irrazionali.
    Vorrebbero niente poco di meno che la vostra esecuzione.

    Il vostro crimine non è quello che loro dicono esso sia.
    Il vostro crimine è il fatto che per poco non li facevate stare di fronte a qualcosa a cui essi non riescono e non osano stare di fronte!

    E li avete quasi fatti scoprire, perché hanno constatato di non avere un buon controllo, e si rendono conto che se perdessero il controllo sarebbero sicuramente rinchiusi.
    Sanno di essere vicini alla follia a tal punto.
    Ecco perché se la prendono particolarmente con voi e con il vostro Pc.

    E la quinta caratteristica è: intorno a una personalità di questo tipo troviamo parenti o amici malati o intimiditi, i quali, quando non vengono proprio spinti alla pazzia, nella vita sono in qualche modo handicappati, non hanno successo e falliscono.

    Le persone nelle vicinanze della personalità antisociale conoscono solo fallimenti.

    Qualcuno dice: “Quella famiglia è sempre stata sfortunata. Sono sempre stati sfortunati, sai. Hanno perso un figlio, un altro è stato bocciato a scuola e l’altro è in prigione.
    Poi c’è Marianna. Beh, Marianna è in manicomio già da qualche tempo e…” Questa famiglia sembra incredibilmente sfortunata.

    Fatevi furbi. Quella famiglia non è sfortunata, essa ha un soppressivo al suo interno, proprio nel mezzo.

    Queste persone PTS procurano guai agli altri.
    Se si cerca di curarle, queste persone vicine al soppressivo – questo è molto importante – non guariscono.

    Migliorano un po’, poi peggiorano, migliorano un po’, poi peggiorano, poi peggiorano seriamente. E quando sembra che stiano veramente per guarire, muoiono.

    Il soppressivo non poteva sopportare che guarissero, perciò le ha semplicemente eliminate.

    Ecco con che cosa avete a che fare.

    Se in una famiglia vedete che la malattia, o qualcosa del genere, è una caratteristica costante, e non fate niente dal punto di vista dell’etica, beh, non avrete successo con nessun membro di quel gruppo.
    A meno che non ve ne occupiate da un punto di vista di etica.

    Quindi, se non si sa questo, l’auditing può fallire miseramente.

    Questo accade quando si ha a che fare con un gruppo di persone che fanno regolarmente roller-coaster, che sono malate, sfortunate e tutte queste cose, e non sospetti che ci sia un soppressivo tra loro e che loro siano tutti PTS, e fornisci altre spiegazioni, tipo: “Vivevano nelle paludi, perciò è logico che avessero sempre la febbre”.

    Non so. Chi diavolo li costringeva a vivere nelle paludi?

    Mi piace

  30. Cit. Marco:

    David cominciamo a mettere un po’ d’ordine…

    Nel tuo commento precedente dici : ” Infine, quello che dici (Marco) su Dianetics Espansa non è per nulla corretto.
    Dianetics Espansa NON è per i PTS.

    Per i PTS ci sono vari altri maneggiamenti, alcuni di Etica, altri di auditing, come appunto il Rundown della Persona Soppressa.
    Ma NON Dianetics Espansa.
    Quella è per i Soppressivi, per i psicotici, o per persone con tendenze simili (e già questo fa capire che ci possano essere varie gradazione di essere SP).”

    Diz Tec. :
    “Dn espansa non è la stessa cosa che Dn standard. La differenza principale tra queste due, è che Dn standard è di applicazione molto generale.
    Dn espansa è invece adatta in modo molto specifico al pc, particolarmente casi che
    -hanno preso molte droghe, o
    -che hanno ricevuto trattamenti psichiatrici dannosi, o
    -che sono fisicamente inabili, o
    -che sono cronicamente malati, o
    -che hanno difficoltà a percorrere engram (per dirne alcune).
    Richiedono una tecnologia adattata in modo particolare. (HCOB 15/04/’72)”

    Mi pare che questo HCOB 15/04/’72 (da dove hanno ricavato la definizione per il Diz. Tec.) non si accenni nemmeno a Dn espansa usata per maneggiare gli SP… dice invece chiaramente che si usa per pc in evidente difficoltà di altro tipo (tutti “sintomi” PTS)..

    Tutti sintomi PTS lo dici tu.
    Cosìccome la conclusione che tu ne trai (sbagliata), che è unicamente una tua elucubrazione.
    Fisicamente inabili e cronicamente malati” può essere ANCHE peculiarità dei Soppressivi. Esistono molti bollettini che lo indicano (se vuoi te li cerco, basta che me lo dici).
    Molte droghe, trattamenti psichiatrici e difficoltà a percorrere engram NON sono indicatori esclusivi di PTSness.

    Comunque hai ragione, non sono stato abbastanza preciso io.
    Ho detto che Dianetics Espansa è per i Soppressivi, e questo è impreciso, o non è preciso abbastanza, dal momento che ha generato discussioni.
    Avrei dovuto dire che Dianetics Espansa è per Soppressivi E ANCHE altri tipi specifici di caso, come quelli da te citati.
    I bollettini che lo spiegano sono i bollettini sui Rock Slam, e qui hai ragione, perchè sono sul Livello II, e questo non lo potevi sapere.
    Strano, perchè ero convinto che ci fossero anche sul PTS/SP, ma nel pacco digitale in mio possesso non li ho trovati. Forse nel pacco cartaceo su cui ho fatto il corso c’erano… mah, poco importa. [P.S. Sono andato a controllare. Il pacco cartaceo in mio possesso è il “Corso di Specializzazione su PTS/SP”, e lì ci sono, per l’appunto, questi bollettini sui Rock Slam, che ci sono anche sul Livello II dell’Accademia. Perciò confermo, se hai fatto il corso PTS/SP normale, con ogni probabilità non c’erano]

    Ti cito alcuni passi:

    ROCK SLAMMER In un normale gruppo di 400 persone, l’effettiva percentuale dei Rock Slammer è bassa. E’ circa 8 su 400, cioè dal 2 al 2,5%. Queste cifre ci dovrebbero essere familiari. Sono la stessa percentuale degli SP. E questo vi da un indizio per l’identificazione di un Rock Slammer. Queste persone naturalmente possono essere salvate come pc usando Dianetics Espansa. Tuttavia permettere loro di venire sullo staff potrebbe essere disastroso”

    “PC CHE HANNO ROCK SLAM – I pc che hanno Rock Slam devono essere auditi su Dianetics Espansa”

    “Nel 1970 iniziai un progetto di ricerca ad ampio raggio sul soggetto della pazzia, e i rapporti che intercorrono tra essa, i casi, i guadagni di caso e la soppressione. Fu solo allora che il pieno significato del Rock Slam fu scoperto e portato alla luce. Questa ricerca si sviluppò in quella che ora si chiama DIANETICS ESPANSA: una serie di speciali procedimenti ed azioni con esercizi e addestramento che permettono all’auditor di risolvere un tipo specifico di caso. Questo è stato tra l’altro il primo sistema efficace dell’uomo per scoprire e risolvere la psicosi e la prima piena comprensione si cosa sia la psicosi”

    “Ma cosa significa esattamente un Rock Slam per quanto riguarda il pc?
    Se non lo sai, puoi fallire con il pc, il caso, l’org e l’umanità.
    UN ROCK SLAM SIGNIFICA UN “INTENZIONE MALVAGIA E NASCOSTA SUL SOGGETTO O LA DOMANDA IN QUESTIONE O L ‘AUDITING.
    Due cose stanno alla base della pazzia o, per essere più precisi, ci sono due cause e condizioni che sono state fuse insieme dall’uomo e chiamate pazzia. Naturalmente, l’uomo non poteva definire la pazzia poiché non sapeva da che cosa fosse causata.
    La prima di queste due cose non ci riguarda eccessivamente qui; è il soggetto di un foglio di verifica e addestramento separati ed è chiamato maneggiamento PTS, o sorgente potenziale di guai. Un “PTS” è una persona che è stata o è collegata a qualcuno che ha intenzioni malvage. Un PTS può star male nella vita, o essere nevrotico, o impazzire a causa delle azioni perpetrate ai suoi danni da una persona con intenzioni malvage. La maggior parte delle persone che si trova negli istituti psichiatrici è probabilmente PTS.
    La seconda di queste due cose è la pazzia causata all’individuo stesso (per non parlare di altri ) da intenzioni malvage e nascoste.
    È abbastanza sconvolgente il punto in cui possono arrivare queste intenzioni e ciò che la persona farà ( e nasconderà ) al fine di realizzarle. Queste persone sono criminali insospettati o palesi e molte di loro sono pazze, cioè del tutto irrazionali nelle loro azioni – Poiché le loro intenzioni malvage sono nascoste, e poiché spesso sono molto plausibili, tali individui sono ciò che rende ” cosi misterioso il comportamento” e fa sembrare “l’uomo così malvagio, quando si vede ciò che l’umanità compie”, e sono ciò che genera tutti i tipi di inganno
    È quest’ultimo tipo, il Rock slammer cronico, che si maneggia in Dianetics espansa.”

    Purtroppo non è del tutto colpa tua.
    Il Dizionario Tecnico è uno strumento che può essere sì utile, ma che contiene molte insidie, non essendo stato fatto da LRH, ma dal suo staff.
    E ancora purtroppo, uno dei più grandi disastri che ha fatto, anzi IL più grande disastro che ha creato è stato appunto il dare il via all’alterazione della definizione di Read Istantanea. Infatti, lo staff che lo ha compilato, avendo preso una definizione di Lettura Istantanea fuori dal contesto, ha portato ogni Scientologist a credere che una Lettura Istantanea fosse soltanto una Fall (di varia misura), ignorando così almeno una quindicina di altre Letture Istantanee validissime, creando così un disastro senza precedenti nella storia di Scientology (e per scoprire questo, se permetti, è dovuto arrivare un signor nessuno come il sottoscritto).

    Riassumendo, io sono stato impreciso. Avrei dovuto mettere che Dianetics Espansa si occupa ANCHE di altre cose (sebbene adesso, grazie a queste citazioni, credo sia abbastanza evidente per quale scopo è nata, e qual’è il suo indirizzo principale).
    Ma tu, dicendo che si occupa dei PTS, hai detto una castroneria.

    Eppure ti avanza di dirmi:

    ” Anche se in effetti un pochino mi turbo nel leggere opinioni “presunte tecniche”, ma personali, che vanno abbastanza in contrasto con i dati di LRH.”

    Questa è un’accusa pesantuccia e che non tollero, non almeno senza difendermi.
    Perciò ti invito ad indicare dove io dica delle cose in contrasto con i dati di LRH.

    La cosa buffa invece, è che di persone che ne dicono di cose in contrasto con LRH ne hai fin quante ne vuoi.
    Ne hai un esempio clamoroso nella persona che supervede il tuo stesso caso.
    Persona che apertamente scredita KSW1, che invita ad altre pratiche e meditazione, e che sottilmente invalida Scientology, affermando che esistono pratiche superiori alla stessa.

    No, mi dispiace, se cerchi uno squirrel cerca altrove.

    E pensa un po’, io potrei benissimo essere il pioniere (perlomeno in Italia) del ripristino della vera Standard Tech, grazie alle scoperte e alle divulgazioni sulle alterazioni tecniche.
    Il tempo mi darà ragione, vedrai.
    Ma non è della ragione che vado in cerca.
    Quello che ho fatto, e che sto facendo, è a beneficio di tutti.
    E queste scoperte ormai sono online, e fra un po’ di tempo, o forse molto, si potranno tirare le somme, e giudicare chi ha fatto delle cose buone, e chi invece di cattive.

    Riguardo invece a quest’altra discussione, che cito:

    Dalle tue parole mi viene da pensare che forse ne hai riconosciuti pochi nella tua vita, forse nessuno.
    Ma se così non fosse, allora ti chiedo: “quelli che hai incontrato nella tua vita, erano tanto folli quanto un Jack lo Squartatore, un Hitler, o un Vlad Tepes III l’Impalatore (che diede il via alla leggenda del conte Dracula)?”

    Io vivo in questo pianeta… e incontrare degli SP è inevitabile (ecco perché sapere BENE al riguardo di questo argomento è quasi vitale)
    Gli SP caro David, non sono cosi visibili… se non li sai riconoscere. Io ho fatto il corso di PTS/SP com molta attenzione, visto che stavo vivendo una situazione difficile in contemporanea (dunque grande DemoKit estemporaneo). Cmq in fatto di comprendonio, ero uno dei migliori studenti dell’accademia.

    La tua domanda non la capisco bene: ci sono SP molto visibili (quando escono dal loro essere guardinghi diventano visibilissimi), ma la maggior parte si tiene non visibile (per esempio pochissimi sanno chi è Rothschild).

    Gli assoluti non esistono Marco, dovresti saperlo.
    E questo cosa vorrebbe dire? Un SP è una cosa ben precisa. Dire, come penso intendi, che nell’essere SP esistono “molte sfumature”, è abbastanza fuorviante: esistono molte sfumature di comportamento (+/- violento o manifesto ecc. che poi di solito essere visibile è tipico del PTS), ma una sola definizione definizione: “l’SP è sempre fuori del PT in un episodio dove viene attaccato ed in forte pericolo. In PT sta combattendo ancora quella battaglia del passato”.
    Potrei essere più preciso, ma poi quoto un pezzo di conferenza…

    ti posso dire soltanto che non hai risposto alla mia domanda.
    Ti avevo semplicemente chiesto se: “quelli che hai incontrato nella tua vita, erano tanto folli quanto un Jack lo Squartatore, un Hitler, o un Vlad Tepes III l’Impalatore (che diede il via alla leggenda del conte Dracula)?”
    Ti sembrano tutti uguali i Soppressivi?
    Ti sembrano tutti della stessa intensità e pericolosità?

    Il Post non lo commento, perché leggere che “si potrebbe riconoscere un SP dall’esame del cervello…”, beh, mi ha dato un moto di… reflusso gastrico.

    Avevo spiegato che dal momento che il thetan utilizza il cervello per comandare il corpo, e che ogni azione e pensiero attiva automaticamente (senza che il thetan se ne renda conto ovviamente) alcune aree piuttosto che altre, allora era possibile, secondo me, che alcune persone totalmente incapaci di alcune emozioni (come gli SP) come ad esempio l’empatia e la compassione, avessero delle aree del proprio cervello cronicamente inutilizzate.
    Ora, sia ben chiaro, non ho partorito io una simile idea.
    E’ soltanto che io provo a ragionare sulle cose.
    E avendo constatato che alcune persone affermano che con le moderne tecniche di scansione del cervello (TAC, Risonanze Magnetiche, o altro) sia possibile individuare gli psicotici, ho semplicemente cercato di capire in che modo potesse essere.
    Se affermano questa cosa con tale convinzione, potrebbe anche essere vera.
    E se fosse vera, ecco la spiegazione più logica.

    Infine, che cosa pensi di aver dimostrato con quell’intera citazione di una conferenza, a parte il fatto che hai appunto citato un’intera conferenza, quando sai benissimo, visto i trascorsi, che sarebbe preferibile citarne soltanto i pezzi salienti (per i motivi spiegati più volte)?
    Stavi forse cercando di dimostrare che audire un soppressivo non è possibile?
    Hai visto che la data della conferenza è il 1966, e che invece la tecnologia di Dianetics Espansa è degli anni ’70, e che perciò ci può essere stato un progresso?
    O forse hai cercato di dimostrare che tutti i Soppressivi sono uguali, e che non possono esistere diverse intensità?

    Il fatto che LRH possa non aver mai scritto esplicitamente che “Esistono vari gradienti di SP”, non significa automaticamente che sia falso.
    La persona ha tutto il diritto di pensare e ragionare con la propria testa, ed estrapolare ulteriori informazioni dai dati studiati, che più o meno è quello che Ron cercava di dire con “Integrità Personale”, e “E’ vero quello che è vero per te, non perchè lo dico io”.

    Questa è appunto la differenza fra la loquacità, o “comprensione letterale”, e la vera comprensione dei dati.

    E questo è appunto il prodotto della Chie$a di Scientology, con le sue fraseologie ripetute al muro, e i suoi staff arroganti che ripetono i dati a memoria senza capirne un accidente (in questo caso non mi sto riferendo a te, sia ben chiaro. Era soltanto un appunto).

    Però credo che ci siano alcuni punti in cui LRH lo dice (i vari gradienti di SP).
    Vedrai che te li trovo…

    Mi piace

  31. Luigi Cosivi

    Mi spiace David, ma il tono di questo intervento è assimilabile a quello di un TROLL, bada bene che mi riferisco al tono e non a te. Penso opportuno che valutazioni e invalidazioni vengano evitate e che tu chieda scusa , il codice dell’Auditor dove è finito? Il nostro C/S è di estremo valore dimostrato, la tua stizza non ti fa onore.

    Mi piace

  32. Il codice dell’auditor si usa in seduta.

    Nella vita può essere usato o meno.
    Prova ne è il Codice del Supervisore.
    Il Codice del Supervisore infatti è il codice dell’auditor AL CONTRARIO.

    Infatti il Supervisore DEVE invalidare quando lo studente devìa dalla pratica corretta. Cosa succederebbe se applicasse il Codice dell’Auditor, invece quello del Supervisore?

    Allo stesso modo chi cerca di non invalidare e valutare mai nella vita, rischia di tollerare dei comportamenti DISTRUTTIVI.
    Come ad esempio incitare alla distruzione di KSW1, l’uso di altre pratiche, eccetera, eccetera.

    Qui non si può applicare il codice dell’auditor.

    Inoltre io non ho mai messo in dubbio la competenza tecnica di quella persona, ma soltanto i punti sopracitati.
    Se per voi questo è tollerabile, questa è una vostra scelta.

    Io invece mi dissocio, e lo dico apertamente.
    Perchè secondo me sono cose distruttive per la tecnologia standard e Scientology, le persone e i casi.

    Però, caro Luigi, su una cosa sei saggio, e ti rispetto, e hai ragione.
    Sul tono delle mie risposte ci si potrebbe lavorare su un po’.

    P.S.

    E seguendo il tuo consiglio, ho limato un po’ il commento. 😉

    Mi piace

  33. Diogene

    Interessante diatriba a suon di referenze. Istruttiva, almeno.
    Non mi reputo un “tecnico” e quindi non ci metto neanche un apostrofo.
    Ma esprimo la mia soddisfazione nel vedere che delle opinioni divergenti vengono trattate apertamente, anche se in maniera piuttosto risentita.
    Sono un cultore della comunicazione e so che le persone intelligenti sono capaci di modulare i toni e di adattarvisi. Offendersi è da sconfitti: solo la comprensione riappacifica, anche con se stessi. Oppure un caffè al bar.
    E’ da un po’ che avevo in mente di complimentarmi con David e Marco per la verve che mettono nei loro interventi e per la capacità di reazione ben motivata ogniqualvolta ne sentono la necessità.

    Mi piace

  34. Grazie Diogene.

    Purtroppo è comprensibile che gli animi si possano accendere un po’.
    Non stiamo parlando di calcio infatti.
    Se stessimo parlando di calcio saremmo dei folli a farlo, e non saremmo molto meglio di tanti tifosi, pronti a scannarsi per un nonnulla.

    Invece stiamo parlando di questioni dannatamente serie.
    Abbiamo a che fare con la vita e con il futuro di svariati miliardi di esseri, con la sofferenza umana, con con la libertà e la schiavitù degli individui, e con la sanità mentale o la pazzia.

    Perciò è del tutto comprensibilissimo e tollerabile che qualcuno possa battersi con fervore per le proprie convinzioni.
    In cuor suo, si sta battendo non per un’egoistica smania di aver ragione, ma si sta battendo a nome e a difesa degli esseri umani che sente di rappresentare, contro i soprusi da parte di altri esseri, che da troppo tempo continuano imperterriti.

    Mi stupirei quindi del contrario.
    Ne rimarrei deluso, piuttosto, se nessuno ogni tanto non alzasse la voce e non si arrabbiasse.

    Perciò lasciamo da parte ogni rancore e seppelliamo l’ascia di guerra (almeno per oggi😀 ).

    Se volete si può continuare a parlare di alcune cose che sono emerse durante questo dibattito.
    Secondo voi:

    1) E’ giusta o no la policy Mantenere Scientology in Funzione N.1 ?
    2) E’ giusto o meno integrare Scientology con altre pratiche, come ad esempio la meditazione?
    3) Esistono pratiche superiori a Scientology?
    4) Dianetics Espansa a cosa serve? Serve per maneggiare i PTS?
    5) Secondo voi è possibile che i psicopatici, SP, o come vogliamo chiamarli, vengano rilevati con strumenti scientifici come la TAC, Risonanza Magnetica, o quello che è?

    Ecco, di tutte queste cose si può continuare a parlare, se vi va.
    Senza mettere di mezzo nessuno, puntare il dito, mandarsi a quel paese, eccetera.
    In poche parole parlare di concetti e idee, e non delle persone che se ne fanno portatrici in quanto tali.
    In questo modo penso che nessuno possa ritenersi offeso.

    Che ne dite?
    Buon proseguimento.

    Mi piace

  35. Marco

    @David
    Estraggo solo una frase da tutto il tuo lungo commento “Tutti sintomi PTS lo dici tu. Cosìccome la conclusione che tu ne trai (sbagliata), che è unicamente una tua elucubrazione. “ perchè è esemplificativa, e per me rimembrante, di qual’è il tuo tono comunicativo (ovvero relazioni interpersonali): spesso fuori luogo, ma con un preponderante intento di essere valutativo, ma con anche un mascherato scopo (che a me ormai non sfugge di certo) invalidativo.

    Dunque ti dico: di tutta questa tua disanima sull’individuare SP tramite una TAC al cervello, di tutta questa tua convinzione su Dn-Espansa, sulle tue assurde opinioni invalidative di alcuni terminali tecnici a me cari, delle tue elucubrazioni difficili da seguire (quelle che spesso proponi nei post, tipo la Terra potrebbe essere piatta)… ma sopratutto del tuo continua indole di “salire in cattedra” (che ormai ho definito sia una caratteristica)… beh, mi spiace… ma quello che intendo solamente dirti è: “No Comment”.
    Lo so che tronco la comunicazione, mi dispiace tanto, ma che ci devo fare…!? Non ho proprio più interesse.

    Non mi interessa più stare a discutere, non ho più nemmeno voglia di stare a pensare cosa dire e/o come cercare di fare chiarezza…, perchè in effetti ho capito che… che se sfreghi troppo una saponetta, con l’acqua intento a lavarti il viso, finisce che fa tanta schiuma… e poi finisce che, senza un paio di ruvidi guanti, non adeguati a lavare il viso, ti sfugge continuamente di mano…
    Ma ora ho capito… e sono arrivato al punto che, visto che comunque mi devo lavare il viso, beh, sono stanco delle saponette che mi sfuggono dalle mani (ho una certa età e non ho più voglia di chinarmi a rincorrere saponette scivolose) e dunque ho deciso di usare solo sapone liquido, estratto da un comodo contenitore poggiato sul lavandino.

    E’ solo un pò di stupido humor inglese… speriamo venga capito per il verso giusto.

    “Uno psichiatra entra nella camera d’attesa del suo ufficio e vede due uomini. Uno pende capovolto dal soffitto. L’altro sta tagliando un pezzo di legno immaginario.
    Il dottore si avvicina all’uomo che sta “segando il legno” e gli chiede: “cosa sta facendo?”
    “Sto segando del legno.” Risponde l’uomo.
    “E cosa sta facendo il tuo amico?” chiede il dottore.
    “Oh lui crede di essere una lampadina.”
    “Beh, non credi dovresti dirgli di scendere, perchè credo che gli sta andando il sangue alla testa!?”
    “Cosa!? E io dovrei poi segare il legno al buio?”

    Humor inglese by Katherine Jones

    Mi piace

  36. Ma non si era detto di lasciare perdere ogni commento sulla persona?
    Va bene…
    Hai voluto avere l’ultima parola.
    Concessa.

    Per il resto mi dispiace vedere che non hai alcuna argomentazione, oltre alle barzellette e qualche ripicca personale.

    Io posso essere molto antipatico, va bene, lo capisco.
    Ma i dati sono i dati.
    E se non sei d’accordo, non è che non sei d’accordo con me, ma non sei d’accordo con LRH.

    Dianetics Espansa è quello che hai letto. Se non sei d’accordo, non è che non sei d’accordo con me. Non sei d’accordo con LRH.
    KSW1 l’ha scritta LRH. Perciò se non sei d’accordo, tu o chiunque altro, non è che non sei d’accordo con me. Non sei d’accordo con LRH.
    Fare o consigliare altre pratiche significa non essere d’accordo con LRH, non con me.
    Sostenere che Scientology è soltanto una psicoterapia e che esistono pratiche superiori a Scientology significa non essere d’accordo con LRH, non con me.
    Sostenere e appoggiare qualcuno che sostiene le tesi di cui sopra, non è essere in disaccordo o contro di me, è essere in disaccordo o contro LRH.

    Chiamiamo le cose per quelle che sono.
    Chi sostiene queste cose, non è amico di LRH.
    Punto.

    E prendersela con me perchè dico queste cose apertamente, è prendersela con un bersaglio facile.

    Che cosa penserebbe LRH di voi, se vi incontrasse?
    Ma ogni tanto ve lo chiedete?

    State facendo, o appoggiando, o come minimo tollerando l’aperta alterazione di Scientology.

    Qual’è la mia colpa in questo caso?
    Denunciare apertamente queste cose?
    E cosa dovrei fare?
    Fare come molti di voi, pronti ad osannare il vostro opinion leader, che sta facendo tutto il contrario di quello che LRH ha sempre detto?

    Mi dispiace, ma questo non è criticare o parlare male di qualcuno.
    Non provateci nemmeno a cercare di farmi sentire in colpa per questo.

    Io sto facendo la cosa giusta.
    Sto affermando chiaramente e a voce alta che non sono d’accordo.
    E che chiunque approvi, segua, o anche solamente taccia conoscendo queste cose è COMPLICE.

    Ora sono affaracci vostri.
    Arrangiatevi.

    Buonanotte.

    Mi piace

  37. MISTER X

    Ci sono alcune cose che Tutti gli scientlist dovrebbero chiarirsi e una di queste è: Scn accetta tutte le religioni . Per adesso in scn sono entrati più che altro Atei e spiritualisti di vario genere. Ma se iniziano ad entrare induisti gli impediscono di fare yoga? agli ebrei impediscono di pregare ? Agl indiani d’america impediscono di fare stregoneria ed altre usanze. Certamente sappiamo che non è Tech standard e che l’importante è che non la usino durante un rundown ma è possibile che nonstante i “controlli” queste persone continuio a fare queste pratiche anche durante l’audiing. Sappiamo che LRH (personalmente) non ha completato il ponte e sono sicuro he anche la chiesa tra qualche anno si metterà a sviluppare i suoi livelli OT mancanti.Siamo su un terreno Minato e per qualche colpo di fortuna Ron nel 77 sviluppo Ned x OT con l’ausilio di David majo ,se no ci saremmo trovati tutti incasnati percorrendo con R3RA. Noi sappiamo che Ron di persona ha completato fino ad un certo punto il ponte e se uno vuole continuare … Be c’è molta speculazione sul soggetto ).Nela via della felicità paral di non cambiare la religione di un’altro e cose simli. Eppure tra gli “scientologst” c’è un disprezzo verso chi entra in scn e usa altre pratiche e si cerca in modo nascosto di smontargli i dati stabili. Mi sono chiesto tante volte ma fare il segno della croce entrando i chiesa è corretto? ed è come dire entrando in una casa giapponese mi devo togliere le scarpe? o devo fumare il calumet (droga) in una tenda sioux o se sono nella Mecca e tutti si inchinano io devo stare i piedi ? Cosa deve fare un’altra etnia se va a vedere una mostra di scientology o una ua chiesa ?. O visto miei amici essere disprezzati perchè hanno fatto chemioterapia dopo essersi beccati un cancro che la tech standard (ma piena di valutazioni e invalidazioni ) non aveva maneggiato. In varie religioini si parla di AMORE. Beh sai cosa ti dico: se nelle Academy ci fosse più Amore le cose andrebbero molto meglio per non parlare di usarla in etica. Io uso Amore quando aiuto una persona e non mi interessa se qualcuno mi dice che è squirrel o che sto introducendo un arbitrario . E se ho un figlio che sta soffrendo di un male terminale non mi vergogerei di fargli prescivere morfina dal medico .Anche questo è squirrel? Beh chi se ne frega .

    Mi piace

  38. Marco

    Beh, ma insomma… non stai esagerando!?

    David dici:
    Io posso essere molto antipatico, va bene, lo capisco.
    Ma i dati sono i dati.

    E se non sei d’accordo, non è che non sei d’accordo con me, ma non sei d’accordo con LRH.

    Dianetics Espansa è quello che hai letto.
    Se non sei d’accordo, non è che non sei d’accordo con me. Non sei d’accordo con LRH.

    KSW1 l’ha scritta LRH.
    Perciò se non sei d’accordo, tu o chiunque altro, non è che non sei d’accordo con me. Non sei d’accordo con LRH.

    Sostenere che Scientology è soltanto una psicoterapia e che esistono pratiche superiori a Scientology significa non essere d’accordo con LRH, non con me.

    Sostenere e appoggiare qualcuno che sostiene le tesi di cui sopra, non è essere in disaccordo o contro di me, è essere in disaccordo o contro LRH.

    Chiamiamo le cose per quelle che sono. Chi sostiene queste cose, non è amico di LRH.
    Punto.

    E prendersela con me perchè dico queste cose apertamente, è prendersela con un bersaglio facile. Che cosa penserebbe LRH di voi, se vi incontrasse?

    Ma ogni tanto ve lo chiedete?
    State facendo, o appoggiando, o come minimo tollerando l’aperta alterazione di Scientology.

    Beh, caro ragazzo, ti faccio notare che stai “accostandoti” un po’ troppo ad LRH: chi sei tu , il nuovo HCO indipendente, portavoce di LRH?
    Sei il solo interprete onesto e corretto degli scritti di LRH?

    Ma sei proprio certo che quello che dici tu viene direttamente da LRH, o che quello che dici è quello che ha sostenuto, e/o che sosterebbe LRH?
    Lui sarebbe d’accordo con quello che dici, che promuovi e/o che fai?

    Mah, in base a quello che proponi e promuovi, e/o a come sentenzi e ti opponi a dei provetti ed indubbi scientologist, che nonostante le diffcoltà del momento vanno avanti e promuovono il Ponte, io non ci credo molto…

    Caro David, ricordati la reference “Giudicali dalle loro azioni!”.
    Quando una persona è un pò indecisa o confusa e/o non sa bene cosa pensare di qualcuno… beh, non è male usare: “giudicali dalle loro azioni” (ovvero “non da solo ciò che dicono o sostengono”). “Fatti non pugnette.”

    Mi pare invece che ci sia da parte tua un po’ troppo “delirio di onnipotenza”* (in realtà è solo un pochino, ma nel scaltro ambiente scientologo è già troppo, ovvero ha già passato un’evidenza)… non so forse perché sei cosi bravo a fare ricerche e a tradurre l’inglese!?
    (*una delle definizioni adatte al contesto: “indigestione del sè” o anche “partito per la tangente”).

    Quello che inoltre/anche è molto evidente, è che sostieni le tue idee e comprensioni (ed interpretazioni), con una gran quantità, e capacità, di retorica*. In effetti sei molto bravo a scrivere lunghe disamine e/o a sciorinare lunghi voli pindarici. In effetti di sicuro sei un ragazzo d’irrefrenabile fantasticosa intelligenza e capacità letteraria (forse solo un pò prolissa, ma questo ora non è in discussione)
    (* Def. : “retorica /re’tɔrika/ (ant. o lett. rettorica) s. f. [da lat. rhetorica (ars), gr. rhētorikḗ (tékhnē)]. – 1. (crit.) -l’arte del parlare e dello scrivere in modo ornato ed efficace ≈ eloquenza, oratoria-. 2. (estens., spreg.) -modo di scrivere e di parlare ampolloso, enfatico e pieno di sè: un discorso pieno di r.-
    Sinonimi: ampollosità, enfasi, gonfiezza, (lett.) grandiloquenza, magniloquenza, pomposità, ridondanza, prolissità.
    Contrario: laconicità, naturalezza, schiettezza, semplicità, asciuttezza, brevità, concisione, stringatezza.)

    Retorica e prolissità che ti serve a sostenere le tue “contorsioni” sulla conoscenza e la tecnica di LRH, ma sopratutto, secondo me, atte in principal modo all’aver ragione (e/o all’autorizzarti come un/il “predicatore del verbo”).

    Quando nel mio ultimo commento parlavo di saponetta scivolosa, intendevo dire proprio questo: che qualsiasi idea ed evidenza ti si dice o ti si citi (con conferenze e/o Diz. Tec. e/o HCOB ecc. ecc.)… beh, o è vecchia, o è mal interpretata, o forse è alterata, o l’ha detto/scritto qualcun altro, o è mal tradotta, ecc. ecc. ecc. e per sostenere questo usi pagine e pagine di parole. Una saponetta, appunto.
    O, altra metafora, discutere/replicare con te “è come fare a pugni con un’ombra”.

    Il punto qui è che: “Tu hai sempre ragione, gli altri hanno sempre torto…”

    Riflettici su un po’… perché si può rimediare.

    Scusa le valutazioni… ma mi sono dovuto adeguare: quando ci vuole ci vuole… e questo mi pareva il caso.

    Ma/ed anche… alle volte un’indicazione fa riflettere. E spesso rimette in linea molti disallineamenti.

    Dunque scusami per il dolore procurato (se è stato così), se ho sbagliato tollerami, anche solo perchè: ti prometto che non ti romperò più le uova… nel paniere, intendo.

    Liked by 1 persona

  39. Marco

    Cavolo ho fatto un pasticcio con il grassetto… mi dispiace.
    Scusami.

    Liked by 1 persona

  40. @ Mister X:

    “La mente analitica è incapace di errore, a patto che gli siano forniti i dati giusti.”

    Quello che tu dici, Mister X, appare molto giusto e sensato.

    E questa è la conclusione a cui gran parte delle persone arriva.

    Ma il problema è la correttezza dei dati su cui si è ragionato.

    Non sono le conclusioni ad essere sbagliate, sono i DATI in possesso ad esserlo.

    Abbiamo a che fare con una moltitudine di dati alterati, e soprattutto DATI MANCANTI.

    La domanda da porsi è: “Perchè alcune persone sono state tentate di usare altre pratiche assieme a Scientology?”.
    “Quale problema stavano cercando di risolvere?”.

    Questa E’ la domanda da porsi.

    Se qualcuno ha sentito il bisogno di “integrare” Scientology con altre filosofie, è solamente perchè sentiva il bisogno di “rimediare” a qualche condizione non ottimale in lui stesso, o nei suoi pc.
    L’errore in questo caso è stato il credere che quella applicata fosse la VERA tecnologia, e applicata nel modo CORRETTO.
    E’ tutto scritto in KSW1, basta leggerla con attenzione.
    Quando qualcuno non ottiene i risultati sperati da quello che egli PENSA che sia la tecnologia standard, stai pur certo che in maggior o minor misura farà squirrel.

    Ma se in passato questa “disperazione” che ha portato le persone a “cercare altre strade” poteva forse non avere delle spiegazioni plausibili, oggi invece molte più cose sono note, perciò questo non è più un mistero.

    Oggi sappiamo che la scomparsa di Ron non avvenne l’11 gennaio 1986, ma ben 5 anni prima, ossia alla fine del 1980 circa, e che questi 5 anni sono stati passati a fare ogni genere di nefandezza, fra cui pubblicare bollettini con la firma di LRH, e “rivedere” vecchi bollettini, alterandoli.

    -Dianetics venne spostata dopo i Gradi, ed in questo modo qualunque pc con difficoltà fisiche, grandi o piccole (praticamente chiunque), venne costretto a ricevere il proprio auditing in presenza di Problema del Tempo Presente cronico.

    -Credendo che l’unica lettura valida dell’e-meter fossero le Fall, si sono ignorate almeno i 3/4 delle letture totali che i meter invece giustamente fornivano, e questo, per chi conosce l’argomento, significa che i meter molto presto smettono di funzionare, in quanto i pc finiscono in Rottura di ARC con il Meter e Scientology, e un pc con rottura di ARC smette di essere rilevato sul meter. Questo significa tonnellate di read mancate, ossia argomenti con carica restimolati ma abbandonati, oltre che a withhold mancati involontari nei pc.

    -I pieni fenomeni finali dei Gradi hanno smesso di essere raggiunti, in quanto si introdusse “la pratica” di verificare i procedimenti dei Gradi prima di percorrerli, e quelli “senza read” non vennero percorsi, quando invece TUTTI i procedimenti dei Gradi vanno percorsi uno dopo l’altro.

    Questi sono solo alcuni esempi.
    E ce li abbiamo dove NESSUNO ne ha mai sospettato l’esistenza, ossia nei fondamenti di SCN e nei Gradi Inferiori.
    Lasciamo perdere i livelli OT, dove, semmai, la soppressione è stata di gran lunga peggiore.
    Ma che in ogni caso ha affondato le proprie radici sulle alterazioni sui fondamenti di cui sopra.

    Per cui possiamo vedere molto chiaramente che quello che la gente pensava fosse la vera Scientology, in realtà era soltanto una zuppa di alterazioni inefficaci.

    E questo ha scoraggiato abbastanza le persone, da indurle a cercare “altre strade”, o a cercare di “migliorare” quel prodotto ovviamente difettoso chiamato Scientology.

    Ma l’essere umano evidentemente è abbastanza propenso a farsi fregare.
    Viene fregato OGNI giorno.
    E CHI lo frega è sempre lo stesso tizio.
    E questo tizio lo sta prendendo per i fondelli da eoni.

    Ogni giorno lo manda a lavorare al posto suo, mentre lui si gode il sole a bordo di uno yatch con il suo drink in mano.
    Ogni giorno lo manda a morire in guerra, per combattere per cose che nessuno avrà mai, a parte lui.
    Ogni giorno lo spreme con tasse e mutui, che non si estingueranno mai, perchè sono progettati appunto per essere inestinguibili.
    Ogni giorno lo avvelena con aria, acqua e cibo inquinati.
    Ogni giorno condanna alla malattia milioni di neonati con i suoi “vaccini”.
    E ogni giorno a milioni di persone fa il lavaggio del cervello nell’area delle vite.

    E’ sempre stato un NOI contro LORO.
    E’ sempre stato un POVERI contro RICCHI.
    Ed è sempre stato ESSERI UMANI (thetan) contro… boh… non lo so esattamente che COSA siano.

    Ed ecco l’ennesima fregatura che NOI supinamente ci siamo bevuti: ecco a voi signore e signori l’unica vera “Scientology”!, (spacciata come vera e autentica e standard, quando invece è successo tutto quello che ho descritto sopra).

    Basta.
    E’ giunto il momento di smetterla di farsi fregare.

    Al diavolo la diplomazia.

    Mi piace

  41. @ Marco
    Quello che hai scritto mi sta bene.

    Va bene così.

    E’ il tuo punto di vista e lo rispetto.🙂

    Mi piace

  42. MISTER X

    Ciao a tutti. Io terrei una statistica per verificare con attenzione l’andamento dei procedimenti soggettivi percorsi senza read .osservando se poi sono risultati in Read false o Overrun. Una mancanza di read non significa che non abbia carica ma signifia che al momento non è disponibile. Alla base della tech standard ci sono i fondamenti ed essi non sono i bollettini ma gli Assiomi ,le logiche ecc.. Forzare un pc è una grossa violazione e come prima cosa devi dare al pc realtà di ciò che andrai a fare. Io contiuerò a verificare per Read . Ron man mano che andava avanti nella ricerca modificava bollettini precedenti e sicuramente se fosse stato in vita e sule linee un po’ di più è possibile che qualche tech tanto amata dai puristi di scn venisse da lui modificata …in luce di nuove scoperte tecniche . Se uno ha qualche difficoltà nella comprensione di qc va in cramming a ricevere chiarimento di parole ed il chiaritore deve solo trovare e chiarire ( mai consigliare,suggerire ecc). Alla fine quello che il pc capisce capisce anche se non è quello che ha capito il chiaritore di parlole o il craming officer.Perciò senza offesa per nessuno più ci miglioriamo e più capiamo e più rispettiamo . ARC uguale comprensione

    Liked by 1 persona

  43. Italo Alberti

    Bisogna vedere cosa si intende per READ, per mia esperienza come auditor di classe 4, più di una volta mi si presentavano TIC che ovviamente non prendevo, ma secondo me erano da prendere per read. Chiaramente le ref. mi dicevano di no. Ma la session non scorreva e con le liste di riparazione saltava sempre fuori che una read era stata mancata.
    Qui iniziai a pormi delle domande: dopotutto non è sempre un indicatore di carica. perché non prenderlo per buono?

    Liked by 1 persona

  44. Diogene

    Domanda da scemo del villaggio: Ma se la standard tech della church è diventata squirrel e tutti gli altri al di fuori sono squirrel, è rimasto qualcuno in giro che non sia squirrel?
    E com’è che ogni fazione squirrel dichiara di essere l’unica depositaria della standard tech? Non vi sembra di aver già vissuto per 2000 anni la stessa storia col cristianesimo?
    Credo che ciascuno debba seguire la via che gli è più congeniale e che non gli si debba negare il diritto di cambiare opinione. Entro certi limiti e senza essere estremisti, resta l’unico modo per fare ricerca.
    I difensori ad oltranza potranno mantenere salde le loro posizioni, ma prima o poi dovranno affrontare anch’essi l’indifendibile.
    La variabile Pc e la variabile Auditor (più ancora della variabile Studente / Comprensione) raramente produrranno risultati identici a ciò che una definizione tenta di descrivere. E’ come cercare di riprodurre il rombo di una moto usando le parole. Anche riuscendoci… c’è udito e udito!

    Mi piace

  45. Mister X

    Diciamo pure che la dimensione della Read è basata sulla corretta determinazione della sensibilità. Diciamo che un tic è una read più piccola di una Small Fall e uno stop è una Read più piccola di un Tic. Siamo su una scala graduata di reazioni verso destra.Quindi qualsiasi movimento istantaneo è sospetto . L’auditor calcola e ragiona sempre su ciò che sta facendo :non è un robot.Il fatto di avere belle “Read” dipende da diversi fattori: TR 1 in. Ruds del pc in. Comprensione della domanda di auditing da parte del pc , corretta determinazione della sensibilità, pc che è nutrito ed è riposato a sufficienza, realtà sul soggetto,Ecc.Per esempio in tempi passati nella chiesa (prima dell’uscita del Quantum), se l’ago non dava reazioni(rigidino o pulito o simili) aumentavi automaticamente la sensibilità a 16 o 32 . Quel Tic che tu hai avuto, con una sensibilità del genere sarebbe stata una Fall o anche LFBD. Ricorda che sei tu l’auditor in session. Agisci secondo la tua determinazione e comprensione:Fai ciò che tu hai capito non ciò che ho capito io o ciò che ha capito qualcun altro. Se tu avessi portato quel Tic ad F/N o release di sicuro non ti avrei mandato in cramming ma ti avrei dato minimo Well Done. Secondo alcuni pc il massimo che puoi ottenere sono stop e tic che se tu non prendi come valide bloccherai il caso.

    Mi piace

  46. Marco

    Diogene: Credo che ciascuno debba seguire la via che gli è più congeniale e che non gli si debba negare il diritto di cambiare opinione. Entro certi limiti e senza essere estremisti, resta l’unico modo per fare ricerca. Beh, la tua considerazione non è male…

    “I cicli di comunicazione dell’auditing”
    Conferenza 6 Agosto 1963

    «Vi state occupando dei casi più difficili che si possano trovare in tutto l’universo, dato che la riabilitazione di una persona richiede che riabilitiate il suo sapere.

    Se il suo sapere non aumenta di per sé, la persona non migliora.

    Vedete, la carica elettrica nel caso è semplicemente un sintomo che misura il suo sapere. Se ha troppa carica il suo sapere è molto basso.

    Questo fornisce una misura indiretta, della quantità del sapere della persona.»

    L. Ron Hubbard

    Mi piace

  47. VERIFICARE I PROCEDIMENTI DEI GRADI:

    Vi ricordo che per un certo periodo (fra il 1953 e il 1960 circa) il meter non venne più usato, per motivi che non saprei dire, anche se mi pare di aver sentito o letto che il motivo era che non si riteneva che fosse tecnicamente preciso a quei tempi. E non prendete neppure per corretta la data. L’unica cosa certa, è che per alcuni anni il meter non venne più usato.
    Perciò i procedimenti venivano percorsi sui pc e basta, senza verificare nulla.
    E a quanto pare non sono mai stati verificati per read nemmeno successivamente, almeno fino al famigerato bollettino del 23 giugno del 1980RA I riv 1983.
    Ricordiamo poi le parole di Max Hauri, presidente delle Ron’s Org in Europa: “Nessun auditor di mia conoscenza che ha fatto l’Accademia e/o il SHSBC prima del 1978 ha mai verificato alcun procedimento dei gradi per read”.

    READ ISTANTANEA:

    Quando un meter ha una read, l’unica cosa che sai è che ha avuto una read.
    Sta poi all’auditor e al pc vedere di cosa si tratta.
    Indica soltanto che c’è qualcosa, e quel qualcosa può essere tutto: una malcomprensione, una protesta, un “sì” in risposta alla domanda, un “no” in risposta alla domanda, eccetera, eccetera.

    Un “tick” a sensibilità più alta si sarebbe manifestato come una Fall, e su questo concordo con Mister X.

    Giustissimo quello che dice Italo Alberti: è successo molte volte anche a me.
    Vedevo un Tick e come auditor, conoscendo il caso e le circostanze, era ovvio che era una read valida, eppure ero costretto a tormentare il pc con ulteriori verifiche (bottoni, ecc…) per ottenere una “read valida”, in modo da potermi difendere dal C/S ed eventuali cramming.
    La stessa cosa è successa anche con dei “Stop”, e perfino con Fall Accelerate, e addirittura con Rise Istantanee!
    Che ovviamente non ho potuto prendere, ma che ero sicuro fossero read valide.

    Se ci pensiamo bene, che cos’è una Fall Accelerata?
    E’ soltanto un ago che sta già cadendo verso destra dolcemente a causa di una spinta precedente e del peso dell’ago, che quindi continua ad andare a destra per inerzia. E che mentre sta ancora andando verso destra, un’ulteriore energia (un’ulteriore Fall) lo fa schizzare ulteriormente verso destra.
    Perciò è una Fall che avviene mentre l’ago sta già andando verso destra.
    Perchè non si dovrebbe prendere??
    Se l’ago, invece che andare verso destra, fosse stato fermo, o in leggera Rise, la stessa identica Fall di cui sopra sarebbe invece stata visibilissima.
    E’ per questo motivo che alcuni auditor aspettano (sbagliando) che l’ago sia ben fermo prima di verificare.
    Temono che una Fall oscuri eventuali read.

    L’importante, nelle Fall accelerate o rallentate è prenderle per buone quando avviene l’accelerazione o il rallentamento (come un F/N rallentato ovviamente), perchè è in quel punto che un’ulteriore energia si manifesta.

    Nell’org in cui ero, ho provato alcune volte a prenderle, giustificandomi appunto così come vi ho detto, ma sono stato “corretto”.

    In definitiva, tutte le reazioni dell’ago presenti nel libro Introduzione all’E-Meter e nel film delle “Read all’E-Meter” sono Read valide se istantanee.
    Anche una Rise, Rise e Fall Accelerate, Tick, Stop, eccetera.
    Lo dice perfino il nome stesso: il film delle Read all’E-Meter.

    Nel Listing e Nulling, e nel percorrere Item specifici, come ad esempio in Dianetics, si cercano invece delle Read più ampie, ma queste sono eccezioni, e viene specificato infatti che si cercano quel tipo di read.

    Mi piace

  48. Cit. Mister X:

    Ciao a tutti. Io terrei una statistica per verificare con attenzione l’andamento dei procedimenti soggettivi percorsi senza read .osservando se poi sono risultati in Read false o Overrun.

    Esatto.
    L’unico modo per sapere se qualcosa è vera o no è di provarla di persona.
    Sia per i Procedimenti dei Gradi, ma anche per le Read Istantanee, il chiedere “Chi l’ha mancato?” anche se il rudimento ha già dato F/N, il percorrere Dianetics prima dei Gradi, eccetera, eccetera.

    Mi piace

  49. Mister X

    Ciao. Per quanto riguarda il superare l’F/N sul MWH ti posso dire che è una grossa violazione del codice dell’auditor oltre che oltrepassare il legittimo EP .C’è un’altra OUTNESS che viene fatta regolarmente nella chiesa che è chiedere un MWH ed ottenere un WH. Il MWH è un soggetto a se stante . Faccio un esempio . A ciascuno di noi è capitato di dire una bugia: “Uno giorno incontro un amico di vecchia data è mi dice cosa fai nella vita? Io non avendo studiato e sentendomi imbarazzato gli rispondo che mi sono laureato e sto facendo l’insegnante in una scuola . La cosa finisce lì ma un giorno lo vedo parlare con una mia cugina . Loro mi vedono e mi salutano. Io vado via ed inizio da lì a rimuginare. Ogni volta che incontro questo vecchio amico mi sento di m….ma succede anche quando incontro mia cugina.” Questo è un bell’ MWH . Se dovessi andare in session in una chiesa non verrebbe reso in considerazione perché primo io ho DETTO e loro vogliono un FATTO.e in secondo luogo vogliono un WH ossia COSA HAI FATTO: AZIONE FISICA( overt). Spero di non aver restimolato qualche MWH non maneggiato in passato a causa di questa alterazione. RIFERIMENTI: NASTRO DEL GRADO 2 il wh mancato mancato.

    Mi piace

  50. Mister X io a questo punto ti stenderei un tappeto rosso cosparso di fiori!

    Lo sai qual’è il titolo del prossimo articolo, ossia la Serie delle Alterazioni Tecniche n.6?

    Si intitola “Il Withhold Mancato non è un Withhold” (o un titolo simile).

    La conferenza è appunto quella sul Livello 2, e si intitola “Il W/H mancato che è stato mancato”.

    Io quando la studiai la prima volta pensai: “Ma che cavolo sta dicendo Ron?”, quando disse: “Sono certo che non avete mai trovato un solo W/H mancato in vista vostra. Chiedete un W/H mancato, ed il pc vi dice un W/H, e voi lo accettate”…

    Bene, non voglio anticipare nulla, ma hai già ben presente la questione🙂

    Non ho ancora pubblicato questo articolo perchè non ho la conferenza in questione, e dovrei citare a memoria quindi…

    Anzi, se qualcuno può inviarmi questa famosa conferenza, gli sarei grato!

    Mi piace

  51. Italo Alberti

    David Effe, bisogna tener presente che l’W/H mancato può essere stato mancato dall’auditor già solo per il semplice fatto di aver verificato la domanda. Questa di solito è la situazione.

    Mi piace

  52. Sì, certo.
    Ma qui si parlava di un’altra cosa…
    Quando pubblicherò l’articolo capirai!🙂
    (Anzi, se hai quella conferenza sul liv. 2 mandamela per favore!)

    Mi piace

  53. Mister X

    La conferenza ti è stata inviata su settore9@outlook.it per gentile concessione di mister x.

    Liked by 1 persona

  54. Mi dispiace che sia in inglese, ma questa ragazza parla in modo chiarissimo, e se attivate i sottotitoli si capisce abbastanza.

    In poche parole denuncia il governo americano, e l’elite di potere, dicendo che sono insani, e usano il controllo mentale attraverso ipnosi, droga e coercizione (PDH insomma) su larga scala. Sulle femmine per trasformarle in schiave sessuali, e sui maschi per fargli fare attentati, terrorismo, omicidi, e così via.
    Controllo mentale…

    Ricordate una conferenza sui livelli dell’Accademia dove Ron dice: “Oggi vi parlerò di una parola molto sporca… E’ la parola più aberrata che ci sia…” (A questo punto chiunque pensa alla parola “sesso” ovviamente. E invece…) “Questa parola è CONTROLLO”.

    La ragazza del video prosegue dicendo che la visione del futuro secondo questi leader, questa elite di politici e altro, è una visione in cui qualcuno controlla sempre qualcun’altro.
    Controllo….
    Controllo…
    Controllo mentale…

    E poi qualcuno mi viene perfino a dire: “Lo sai quanti casi di PDH ha trovato XXXXX XXXXXXXXXXX in tutta la sua carriera di C/S? Zero…”.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...