Archivi del mese: maggio 2016

AAA Traduttori Cercasi…

Salve carissimi lettori,

rinnovo in queste poche righe l’invito a collaborare per alcune traduzioni dal sito dell’amico e collega Andreas Gross.

Il sito è blog.scientology-1972.org, e vi troviamo un grande quantità di documentazioni relative alla conquista segreta di Scientology e relative alterazioni tecniche.

La traduzione e divulgazione di queste ricerche hanno il potenziale di salvare letteralmente vite, per cui qualsiasi aiuto in questo senso è davvero apprezzato.
Ad esempio, abbiamo oggi un gravissimo dato falso relativo alla Condizione PTS, perpetrato attraverso l’infame 10 agosto 1973, per cui “tutte le malattie derivano da una condizione PTS…”.

Consiglio perciò a qualsiasi potenziale traduttore di leggere il Blog di Andreas, e di vedere se c’è qualche articolo che gli piacerebbe tradurre.

Grazie mille!

David

Annunci

1 Commento

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

La nostra Saint Hill…

IMG-20160525-WA0004

20160524_161128

20160524_16121520160524_161021

IMG-20160525-WA0000

Salve lettori,

ecco alcune foto di quella che potrebbe diventare la nostra futura sede.
🙂

Il Progetto Scientology 72 continua…

E continuiamo a cercare persone che vogliano unirsi a tale progetto…

Contattate in privato per informazioni: settore9@outlook.it

 

1 Commento

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Il Clear di Scientology

Salve lettori,

recentemente vi avevo detto (verbalmente) che un Clear di Scientology è un vero Clear e che non ha più bisogno di alcun auditing soggettivo.
[Aggiunta successiva alla pubblicazione di questo articolo: vedere l’area dei commenti per ulteriori informazioni su questa affermazione].

Questo ovviamente può sconvolgere un po’ i dati stabili di tutte quelle persone che sono state addestrate o hanno avuto esperienza soltanto con il ponte fasullo di RTC, e che sono abituate a continuare, e a continuare, e a continuare a far auditing soggettivo sui livelli OT.
Questo succede perchè non hanno mai risolto quello che si sarebbe dovuto risolvere nel Ponte Inferiore, e poi quindi nel Grado VII del Ponte Inferiore, dove l’intera mente del preclear svanisce.
Ecco quindi il dato:

dall’HCOB del 2 Aprile 1965: “LA STRADA VERSO CLEAR”

[…]
GLI STATI DI ESSERE

UN RELEASE è sopra al Livello V

UN CLEAR è sopra al Livello VI

UN THETA CLEAR è al Livello IX

UN THETAN OPERANTE è al Livello XVIII.

Sopra al Livello VI non ci sono “procedimenti di auditing mentale” come li conosciamo. Ci sono soltanto vari esercizi e procedimenti di familiarizzazione come quelli ne “La Creazione dell’Abilità Umana”, e la riconquista delle abilità che si supponeva non potessero essere mai raggiunte.

Questa è la strada e la mappa della strada.

L’unico errore che ho fatto è stato credere che la strada fosse un po’ più breve di quello che in realtà è.

[…]

L. RON HUBBARD
Fondatore

Continua a leggere

24 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Il Clear di Vita Passata

Salve lettori,

la sera scorsa mi ha telefonato un caro amico. Aveva bisogno di parlarmi un po’ riguardo alle sue esperienze di auditing.

Dopo aver attestato Clear (avendo ricordato di aver fatto il Clearing Course nella vita precedente) è stato messo poi sui Gradi Inferiori, a partire dal Grado O.

Tralasciando i dettagli tecnici di cui mi ha parlato, alla fine della conversazione mi ha chiesto caldamente di scrivere un articolo su questo argomento, in modo che possa essere d’aiuto per chiunque altro si trovi nella stessa situazione.

Il suo dubbio principale era riguardo al fatto se dovesse o meno fare (o rifare?) i Gradi Inferiori.

Una fra le risposte che gli diedi, fu che la Tech Standard è assolutamente logica, e che perciò se qualcosa non sembra essere logico, si può essere certi che quella non è Tech Standard.

Proviamo perciò ad applicare la logica e l’intelligenza a questo specifico caso di un Clear di Vita Passata, o semplicemente di una persona che dice di aver ricevuto auditing in una vita passata. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Con Il Senno Di Poi…

Ieri un mio caro amico si è imbattuto in un vecchio post di Richard, e me lo ha riproposto…

Ebbene, analizzandolo con il senno di poi, io trovo che ci siano dei punti decisamente rivelatori, per non dire inquietanti…

Ecco perciò tale post, comparso alla Reception il 21 maggio 2012 (clicca qui), dal titolo: “E Se…”, e successivamente la mia analisi:

L’unico vero e immenso problema con la Verità è quello di saperla riconoscere quando ci sfiora o ci passa davanti confusa tra le menzogne.

E se….  

E se… nel ’68 durante il primo progetto pilota del livello VIII ci fossimo imbattuti in una Verità così sconvolgente da farci riesaminare tutto il lavoro svolto fino ad allora?

E se … a quel punto i livelli IV, V e VI fossero diventati quasi inutili?

E se… il GO ci avesse fornito le informazioni che speravamo di non dover ricevere?

E se … ci si fosse resi conto che stavamo dirigendoci ormai in una trappola, e cosa peggiore, ci stavamo portando i nostri veri amici?

E se … per rimediare a questo avessimo lavorato alacremente dal ’72  al  ’82 per sconvolgere l’intero Ponte al fine di renderlo non idoneo allo scopo di produrre un Thetan Operante?

E se … Solo Nots fosse stato l’uovo di Colombo per indirizzare tutti verso un vicolo cieco?

E se … i veri Livelli Superiori non fossero stati lasciati di proposito a chi asserisce di possederli?

E se … la vera Tech fosse al sicuro in attesa che dei veri Pionieri della Libertà Spirituale possano disporne e continuare il lavoro esattamente da dove venne interrotto?

E se … queste poche frasi spiegassero ampiamente gli ultimi 30 anni di Track relativi alla Tecnologia?

E se … gli occhi  di chi le legge diventassero improvvisamente più luminosi?

A quel punto….sapresti riconoscere la Verità?

Qualsiasi cosa succeda ricorda: “Source è sempre Source”!

Il primo punto su cui voglio mettere l’attenzione, è l’ammissione qui, seppur indiretta, da parte di Richard, di essere consapevole che la Tech è stata alterata a partire dal 1972 fino al 1982.
Questo è un punto davvero sconcertante, dal momento che nel 2012 nessuno parlava ancora di “Scientology 72”. L’argomento non era ancora conosciuto, perlomeno qui in Italia. Continua a leggere

10 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Jon Zegel su David Mayo

Su notevole insistenza di Oldman, e a seguito di numerose e turbolente comm via mail che lui stesso vi può confermare ( 🙂 ), ho deciso infine di assecondare le sue volontà e di pubblicare questo nastro di Jon Zegel (ovviamente dopo averlo convinto a tagliarlo, mantenendo solo le parti principali).

Non so che cosa voglia dimostrare Oldman con ciò, e infatti lascerò che risponda lui a qualsiasi domanda.
Se vuole dimostrare che David Mayo è in malafede e un impostore, va bene, sarà accontentato. Io non vedo la necessità di dimostrarlo (dal momento che questo è già ovvio di per sé), o quantomeno di “dimostrarlo” tramite la testimonianza di qualcuno.

Questo è infatti il punto su cui io e Oldman ci siamo scontrati ultimamente, ossia che secondo lui delle testimonianze possano essere delle prove e dimostrazioni.
Io invece non ritengo assolutamente che possano esserlo, perchè come minimo ci possono essere 2 cose che non vanno in esse: 1) la testimonianza è falsa; 2) anche quando vera, la persona può essere nel torto.

Ma questa è la strada che Oldman ha scelto per arrivare alla sua meta, ed io gliela voglio concedere (non prima però di avergli fatto sudare le sue proverbiali 7 camicie, e questo ve lo potrà confermare di persona!).

Io invece ritengo che il modo corretto di farlo sia tramite DATI TECNICI, attraverso la tech. Ossia dimostrando le varie incongruenze e contraddizioni e assurdità nella tech a partire dal 1973 in poi.
E questo lo si sta già facendo con successo in questo Blog.
E lo si è fatto e lo si continua a fare da ancor prima nel Blog del caro amico Adreas Gross (Scientology-1972), e dell’amico Michel Snoek (Wise Old Goat).

Ma ad ogni modo, eccovi al tanto atteso nastro N.4 di Jon Zegel: Continua a leggere

13 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog

Uso del Meter

Salve lettori,

Durante la traduzione del bollettino “Routine 3-R Rivista” del 6 maggio 1969 II, per capire meglio un passaggio sono andato a leggermi l’originale bollettino “Routine 3-R” del 24 giugno 1963, da cui è tratto.

Ed ecco quindi due passaggi molto interessanti: uno riguardo al datare al meter, e l’altro riguardo al percorrere qualcosa che non ha read sul meter…

“Un altro errore è mancare di accettare i dati del pc. I dati del pc si prendono. Non si prendono mai i suoi ordini.

Esempio corretto: Auditor (datando al meter): “E’maggiore di 18 trilioni, minore di 18 trilioni (ottiene read contraddittorie o un ago sporco). (Senza meter) Stai pensando a qualcosa?”. PC: “E’ minore di 18 trilioni”. Auditor: “Grazie. (Al meter) E’ maggiore di 17 trilioni, 500 miliardi. Minore di …”. PC: “E’ 17 trilioni, 908 miliardi, 406 milioni, 95 mila e 706 anni fa”. Auditor (avendo accuratamente scritto giù tutto): “Grazie”. (Termina la datazione).”

[…]

Nel datare, i dati contrari del pc non detti e non presi possono darti una data completamente sbagliata.

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Tutti gli Articoli del Blog