Jon Zegel su David Mayo

Su notevole insistenza di Oldman, e a seguito di numerose e turbolente comm via mail che lui stesso vi può confermare (🙂 ), ho deciso infine di assecondare le sue volontà e di pubblicare questo nastro di Jon Zegel (ovviamente dopo averlo convinto a tagliarlo, mantenendo solo le parti principali).

Non so che cosa voglia dimostrare Oldman con ciò, e infatti lascerò che risponda lui a qualsiasi domanda.
Se vuole dimostrare che David Mayo è in malafede e un impostore, va bene, sarà accontentato. Io non vedo la necessità di dimostrarlo (dal momento che questo è già ovvio di per sé), o quantomeno di “dimostrarlo” tramite la testimonianza di qualcuno.

Questo è infatti il punto su cui io e Oldman ci siamo scontrati ultimamente, ossia che secondo lui delle testimonianze possano essere delle prove e dimostrazioni.
Io invece non ritengo assolutamente che possano esserlo, perchè come minimo ci possono essere 2 cose che non vanno in esse: 1) la testimonianza è falsa; 2) anche quando vera, la persona può essere nel torto.

Ma questa è la strada che Oldman ha scelto per arrivare alla sua meta, ed io gliela voglio concedere (non prima però di avergli fatto sudare le sue proverbiali 7 camicie, e questo ve lo potrà confermare di persona!).

Io invece ritengo che il modo corretto di farlo sia tramite DATI TECNICI, attraverso la tech. Ossia dimostrando le varie incongruenze e contraddizioni e assurdità nella tech a partire dal 1973 in poi.
E questo lo si sta già facendo con successo in questo Blog.
E lo si è fatto e lo si continua a fare da ancor prima nel Blog del caro amico Adreas Gross (Scientology-1972), e dell’amico Michel Snoek (Wise Old Goat).

Ma ad ogni modo, eccovi al tanto atteso nastro N.4 di Jon Zegel:

JON ZEGEL

Trascrizione in italiano del Quarto nastro registrato, primavera 1987

Ciao di nuovo. Chi parla è Jon Zegel e siamo in primavera, nel 1987 e questo è il tanto
sospirato nastro registrato Numero 4. Sono quasi passati 3 anni da quando vi ho
parlato l’ultima volta ed è passata molta acqua sotto i ponti da allora. Penso che questo
sarà il mio nastro migliore. Starà a voi giudicare, ma ciò di cui sono sicuro è che la
storia che sto per raccontarvi non è mai stata raccontata prima. Ciò che state per
ascoltare, senz’altro stupirà e forse scioccherà un bel po’ di persone. E’ una storia che
solo pochi conoscevano. Parleremo di riunioni alle quali voi non siete mai stati invitati,
di strategie che non sono mai comparse sull’AAC Journal o delle quali non si è mai
parlato durante le conferenze tenute da David. Sono queste le cose che vi voglio
prospettare. Come voi sapete, io sono stato dentro e fuori della mischia per parecchio
tempo. Essendo parte attiva del movimento, sapevo un bel po’ di cose riguardo a ciò che
succedeva nel field, delle quali voi non eravate consapevoli. Il motivo che mi ha indotto
ad iniziare questa ricerca, è il fatto che non capivo perché stessimo perdendo nei
tribunali, e proprio in una causa in cui pensavo fossimo innocenti. Nient’altro che
questo. Ciò che ho trovato è sconvolgente. Così sconvolgente, in effetti, che più di una
volta avevo preso la decisione di non volerci più guardar dentro. Può essere vero che la
verità ti renderà libero, ma nessuno ha mai detto che raccogliere tutto ciò non sarebbe
stato doloroso e a volte, imbarazzante. Vi prego di esaminare questo per voi stessi e di
basare le vostre conclusioni su dati di prima mano, invece di prendere per buona la
parola di qualcun’altro. E’ un fatto che l’AAC sia spacciato, Stockton è spacciato,
Candacraig è spacciato, il Clear Center è ridotto al 10% di quello che era, anche molti
altri sono spacciati. Per quanto riguarda i centri rimasti, la buona vecchia standard
tech è solo un distante ricordo. Avrete probabilmente visto un po’ della spazzatura
offerta come tech: Questa, è la cosa che spezzerà il vostro caso, un Ouija Board (ndt: Ouija
Board: tavoletta con le lettere dell’alfabeto, o altri segni, usata nelle sedute spiritiche
per comunicare con gli spiriti). Lasciatemi perdere! Tutt’altra cosa di quella promessa
nel 1983, vorrei aggiungere. E se è la tech standard che state cercando, non c’è nessun
posto nel field dove la potete trovare. Anche questo, è un fatto incontestabile.
Vedete, nella causa fatta dalla Chiesa, per spiegarvelo in parole molto semplici, si
affermava che i materiali di NOTs rubati in Danimarca erano stati trasferiti a David
Mayo ed all’AAC violando in tal modo numerosi statuti. Questa naturalmente è
un’estrema semplificazione della causa legale, ma è sufficiente per i nostri scopi.
Quando la chiesa intentò causa la prima volta per il furto dei materiali di Solo NOTs,
mi ricordo chiaramente di essermi incontrato all’AAC con David Mayo e pochi altri
associati e discusso il caso esaurientemente. Ne parlammo e ne riparlammo e più ne
parlavamo, più io ero sicuro che la nostra difesa in questa causa fosse solida.
David mi aveva assicurato di essere totalmente estraneo al furto dei materiali dei livelli
superiori in Danimarca e che questi materiali non erano stati inviati, al suo centro e io
gli credetti.

Ma, una perdita dopo l’altra davanti al Giudice Pfaelzer, giudice incaricato del caso, io
mi ritrovavo parecchio confuso. Mi ricordo di vari momenti in cui io chiedevo a David
se lui in qualche misura fosse coinvolto nel furto o nella ricettazione dei materiali
rubati. Avendo ricevuto ripetute assicurazioni sull’innocenza di David, abbiamo usato
questo caso legale per chiamare a raccolta il field e raccogliere fondi per la nostra difesa
legale. Il grido di battaglia diventò TU potresti essere il prossimo. Per essere onesto, noi
non sapevamo se la linea Tu potresti essere il prossimo fosse necessariamente vera oppure
no, ma era una linea accettabile visto che avevamo davvero bisogno di denaro e David
Mayo era innocente. Sono incollerito perché mi hanno mentito ed io ho usato le mie
linee di comunicazione e il mio talento per mandare avanti quella bugia. E questo mi
agghiaccia veramente. Rivediamo l’intera scena e vi mostrerò in che modo sono
arrivato alla conclusione che David è veramente entrato in possesso dei materiali di
NOTs rubati. Sono arrivato a questa conclusione tramite prove pubblicamente
disponibili, inclusi molti degli archivi dell’AAC e di quelli di David Mayo stesso.
Fondamentalmente ciò che avvenne è questo: Il 9 Dicembre 1983 Robin Scott, assieme
a due complici, rubò 3 pacchi di NOTs ed un pacco di Classe VIII dall’AO in
Danimarca. E naturalmente, a pochi giorni dal furto, sapevamo chi era stato a rubare i
materiali. Prima e durante quel periodo, David insisteva nel dire che questi materiali
non erano necessari, che lui avrebbe potuto ricostruire il pacco di NOTs a memoria, ma
è interessante notare che lui non pubblicò mai niente fino a dopo il furto.
Il pacco di AA V, semplicemente non esisteva prima del furto, anche se David parlava
spesso di quanto avrebbe desiderato avere un pacco completato.
Poi, all’improvviso, nel gennaio 1984, non molto tempo dopo il furto, il pacco fu
pubblicato. Pagamenti anticipati affluivano all’AAC e per Febbraio del 1984, l’AA V o
NOTs, finalmente fu consegnato come servizio. Questo avvenimento fu ampiamente
promosso, David aveva finito il pacco, la sua ricostruzione.
Era tempo di festeggiare. RTC comunque vide la cosa sotto un aspetto diverso e nel
gennaio 1985 fece causa contro Robin Scott e i suoi complici, Ron Lawley, Morag
Bellmaine e Steve Bisbey e contro l’AAC, David Mayo, John Nelson, Harvey Haber, me
e la mia moglie di allora, per il furto e il possesso di questi materiali di NOTs.
Ora, daremo un’occhiata a ciò che io chiamo la Connessione di NOTs, perché è qui che
la storia si fa un po’ più interessante. Per cominciare, lasciate che vi faccia un po’ la
storia e vi dia qualche idea riguardo a chi erano i giocatori all’inizio di questo gioco.
David Mayo, John Nelson, Harvey Haber e Dede Reisdorf erano tutti ex-membri del
management della chiesa di Scientology che avevano formato l’AAC di Santa Barbara.
Lawley, Bisbey, Bellmaine, anche loro erano ex-membri della Sea Org e avevano
formato il nucleo di un gruppo che loro speravano sarebbe divenuto un vero AAC a
East Grinstead. Anche Robin e Adrienne Scott, che si erano dimessi dalla Chiesa
nell’autunno del 1983, erano ex-membri della Sea Org e avevano lavorato a FOLO UK;
Robin era anche arrivato ad essere il Deputy Commanding Officer li. Adrienne, anche
lei a FOLO UK, penso fosse l’HAS. Più tardi avrebbero formato l’AAC di Candacraig.
Ma la vera storia comincia mesi prima.

Conoscete il vecchio comando di Dianetics: C’è un inizio precedente? Si, c’è un inizio
precedente. Ron Lawley e Steve Bisbey, già nel maggio dell’83 o forse nel giugno dell’83
avevano rubato i pacchi dal Solo fino all’OT III dall’AOSH UK usando un complice
all’interno. Questo è documentato da registrazioni depositate in Tribunale.
Poi, nel luglio del 1983, Jeannie Hanson, un’amica intima di Lawley e Bisbey, fece un
viaggio per vedere David Mayo. Non ho le prove che i materiali da solo a OT III fossero
stati dati a David in quell’occasione, ma questo spiega una strana conversazione che io
ebbi con lui: gli offersi dei materiali simili provenienti dal Clear Center: Grazie – disse –
ma abbiamo tutto quello che ci serve.Questo mi sembrò strano, perché le nostre
primissime conversazioni e, da allora in poi, molte delle nostre conversazioni, si
accentravano sulla non disponibilità e scarsità di materiali e questo era un problema
costante. Ora, tutto ad un tratto, pareva che lui avesse tutti i materiali di cui aveva
bisogno. La cosa mi sembrò illogica, ma le diedi un valore nominale.
Ed io, a quel tempo, non ero ancora a conoscenza del furto commesso da Lawley/Bisbey
in giugno. Ma non eravamo ancora in possesso dei pacchi di NOTs.
Durante l’autunno del 1983 sia Ron Lawley che Robin Scott iniziarono una
corrispondenza epistolare con David Mayo. Entrambi asserivano di volersi affiliare con
l’AAC in Santa Barbara e dare servizi fino al Solo NOTs, e Scott diceva che voleva
mandare uno staff member a santa Barbara per addestramento.
Il 1 ottobre 1983, Robin Scott tenta un furto. Si avvicina ad uno staff di AO UK, gli
chiede di rubare materiali di NOTs ed altri materiali confidenziali ed in scambio gli
offre un lavoro da 20.000 sterline all’anno. Lo staff member dice a Robin di girare al
largo e fa rapporto su questo avvenimento. Il 6 di ottobre, Bob Ainsworth del gruppo
di Robin Scott a Candacraig scrive a David Mayo e gli dice che lui vorrebbe dare NOTs
e che lui sta escogitando il modo per ottenere i materiali. Prendete nota di questo.
Più tardi quell’autunno, Harvey Haber dell’AAC di Santa Barbara fece un viaggio in
Spagna per un raduno di indipendenti e poi passò da East Grinstead.
Durante le sua permanenza in quel luogo, Harvey si incontrò, tra gli altri, con Ron
Lawley, Steve Bisbey e Morag Bellmaine. Il seme dell’AAC di East Grinstead è stato
seminato. Non riesco ad immaginare che loro non abbiano discusso del furto
precedente, e forse di quello che stava per avvenire. Fino al 17 novembre, i registrar
dell’AAC stavano ancora rispondendo alle richieste di training di NOTs o AA V dicendo
che l’AAC in qual momento non dava quell’addestramento e che loro non erano in
grado fornire una data sicura di quando questo potrà essere disponibile.
Presto era tutto ciò che veniva detto. Poi il secondo furto. Il 9 dicembre 1983, Scott,
Lawley e Bellmaine fanno un viaggio a Copenhagen, entrano nell’AO in Danimarca e
come detto prima, prendono 3 pacchi di NOTs ed un pacco del corso di Classe VIII.
Scott prende un pacco e ritorna in Scozia, Lawley e Bellmaine prendono gli altri e
ritornano a East Grinstead. Subito dopo il loro ritorno a East Grinstead, Lawley e
Bellmaine si uniscono a Steve Bisbey e si recano direttamente all’ufficio di Martin
Ruston per fare fotocopie dei materiati rubati. Ma ecco l’argomento decisivo, questo è
l’argomento decisivo numero 1, una parte della storia che non vi è mai stata raccontata:

lo stesso giorno del furto, proprio quel giorno in cui i materiali di NOTs rubati venivano
fotocopiati, l’AAC fece due telefonate all’ufficio di Martin Ruston. Era lì, proprio nelle
registrazioni telefoniche. Io non sapevo neanche dell’esistenza di quelle telefonate
mentre stavo lavorando sulla causa legale. Ed ora l’argomento decisivo numero 2: Il 20
di dicembre, Harvey Haber dell’AAC di Santa Barbara prende il telefono, chiama Ron
Lawley a, East Grinstead e fa una telefonata intercontinentale di mezz’ora.
Questa non è una telefonata comune. E Harvey prende appunti sulla loro
conversazione. Questi appunti sono stati messi agli atti in Tribunale.
In quegli appunti, lui afferma che l’AAC avrebbe ottenuto i materiali; Lawley, Bisbey e
Bellmaine non avrebbero dato copie dei materiali se non a David Mayo e all’AAC.
In scambio, loro avrebbero ottenuto l’affiliazione all’AAC (solo come una nota tra
parentesi, vedete la ramificazione di questa cosa?) Loro inoltre avrebbero avuto 2 al
prezzo di 1 o il 50% di sconto per addestrare il loro staff all’AAC di santa Barbara.
Stiamo parlando di un fucile con le canne ancora fumanti: il perché Harvey abbia
scritto tutto questo, non lo saprò mai, ma lo fece, e una copia di questo è depositata
negli archivi del Tribunale perché tu possa vedere personalmente. Un’affiliazione con
individui conosciuti come ladri. Sempre in questi appunti si fa riferimento al fatto che
John Nelson sta pianificando un viaggia a East Grinstead all’inizio del gennaio 1994, e
che in occasione di tale viaggio, avrebbe escogitato i dettagli della questione.
David Mayo, apparentemente, fu informato di questo affare poco dopo la telefonata.
Ora dovete ricordare che fino al 1 gennaio 1984 non esisteva il pacco di AA V all’AAC,
solo le conferenze date da David Mayo a poche persone selezionate. In gennaio, Nelson
parti per East Grinstead e si incontrò con Lawley e Bisbey che avevano il pacco di
NOTs rubato. A quel tempo, l’affiliazione divenne ufficiale e Lawley, Bisbey e
Bellmaine andarono a formare il Consiglio di Amministrazione dell’AAC di East
Grinstead. Nelson fece anche un viaggetto veloce a Candacraig per parlare con Robin
Scott. Gli affari andarono proprio come Harvey aveva pianificato il 20 di dicembre.
Inoltre, Candacraig fu d’accordo di pagare il 5% delle sue entrate complessive all’AAC
di Santa Barbara. A questo punto potrei aggiungere che era certamente discutibile da
un punto di vista etico essere in comunicazione con queste persone. Affiliarsi a queste
persone come AAC (dal momento che gli atti in Tribunale marchiavano queste persone
come criminali) è ridicolo! Quello di cui stiamo parlando qui è un furto puro e semplice.
A parte tutte le discussioni, religiose o filosofiche, usate per giustificarlo, è stato
meramente un atto, criminale, come qualcuno che entra in casa vostra e vi ruba
qualcosa. Ma cosa dire riguardo al fatto che David Mayo avesse preso i pacchi di NOTs?
David e io abbiamo parlato svariate volte riguardo alla possibilità di ottenerne uno, ma
lui continuava a dire che lui non voleva essere coinvolto in niente di illegale e che quindi,
no, non voleva un pacco di NOTs che scottava. Io gli credetti. Argomento decisivo
numero 3: tutto ad un tratto, come fossero caduti dal cielo, i bollettini di AA V
iniziarono ad uscire, uno dopo l’altro. Nella mia deposizione in questa causa mi hanno
fatto esaminare ogni singola parte del pacco di AA V e ho letto le date di ogni
pubblicazione.

Pubblicazione 1; gennaio 1984.
Pubblicazione 2: gennaio 1984.
Pubblicazione 3. gennaio 1994.
Non penso sia necessario continuare. vero? Tutti i bollettini del pacco di AA V
uscirono nell’arco di un mese e tutti nel Gennaio del 1984. Io non notai la cosa, anche se
era li, lampante. Ero là seduto nella stanza, con gli avvocati e le carte e tutto il resto.
A quel tempo non mi era mai capitato notare che David avesse scritto l’intero pacco di
AAC V in meno di un mese. L’intera cosa. Quello sì che era un mese!
Ci si deve quindi porre una domanda scottante: se David Mayo è riuscito a ricostruire
l’AA V a memoria da NOTs, perché non l’aveva fatto nell’agosto del 1983?
O cosa dire riguardo ai mesi di settembre o ottobre o novembre o dicembre?
Le persone reclamavano a gran voce questi servizi. Perché aspettare?
Era nostra opinione che fornendo questi servizi, avremmo potuto guadagnare una
grande quantità di soldi. Inoltre, col tempo, la memoria svanisce. Il 13 marzo1984,
Robin Scott fu arrestato a Copenhagen. Il 14 marzo, quando la notizia arrivò all’AAC,
furono fatte delle telefonate a Ron Lawley, Steve Bisbey e Morag Bellmaine dell’AAC,
per un totale di 45 minuti di conversazione intercontinentale nell’arco di un giorno.
Ora che l’arresto era avvenuto, David aveva bisogno di prendere le distanze da Sott.
Gli atti del tribunale dimostrano che tutte le clausole della transazione avvenuta tra
Nelson e Haber erano state adempiute. Sarebbe quindi illogico assumere che anche la
clausola finale dell’accordo, la più importante e cioè il trasferimento dei pacchi rubati
di NOTs all’AAC, non fossa stata adempiuta. Sarebbe illogico supporre il contrario.
Le documentazione fornisce un forte indizio sul fatto che David possedesse una copia
dei pacchi rubati di NOTs. Da giugno 85 fino ad agosto 85, ho lavorato a tempo pieno.
Ho presenziato a tutte le deposizioni e le udienze, ho letto tutte le istanza e tutti gli
altri documenti legali; formavano una pila sorprendente di scartoffie. David ed io
abbiamo discusso per ore riguardo alla causa, e durante tutto quel tempo, lui mantenne
la sua posizione di completa innocenza. Ma le udienze iniziarono nel luglio del 1985.
Gliel’avremmo fatta vedere alla Chiesa di Scientology, giurato. Saremmo entrati là e li
avremmo presi a calci nel didietro, per dirla più chiaramente. Sfortunatamente
finimmo col restare a bocca asciutta! Perdemmo istanza dopo istanza, e creammo
l’impressione che il giudice Mariana Pfaelzer, giudice in questa causa, fosse contro di noi.
Così facemmo una ricerca su di lei, ma un’investigazione sulle cause legali da lei
condotte in precedenza, mostrava una percentuale molto bassa di annullamenti, cioè,
raramente lei era stata trovata di fatto o legalmente in torto da tribunali superiori
La sua percentuale di annullamenti era all’incirca del 4%, la più bassa di qualsiasi altro
giudice di quel distretto. Questo era, a dir poco, inquietante.E poi arriviamo
all’argomento decisivo numero 4: il giudice Pfaelzer mise personalmente a confronto i
materiali di AAC V con quelli di NOTs e poi entrò in aula. Quanto segue è quello che
lei sentenziò nel novembre 1985.

Ecco una citazione:
La Corte non ha trovato credibile la testimonianza di David Mayo riguardo a
come lui e l’Advanced Ability Center fossero venuti a trovarsi in possesso dei
documenti in oggetto in questa causa.
Questa Corte non crede che qualcuno, neppure il signor Mayo, sia in grado di
riprodurre a memoria dei materiali sostanzialmente identici a quelli rubati
alla Chiesa in Danimarca.
I documenti sono troppo voluminosi, troppo dettagliati e troppo identici nella
sostanza e nelle parole per essere stati creati dal signor Mayo senza aver fatto
riferimento ai documenti rubati.
Il giudice ordinò che tutti i materiali, AAC o NOTs, in possesso degli imputati fossero
consegnati alla Corte. I semi erano stati gettati in un caldo giorno di Luglio del 1983.
Ci riunimmo tutti nel mio appartamento: David Mayo, John Nelson, Harvey e Donna
Haber, io e la mia moglie di allora Vivien. Una riunione che chiamerò: Meeting della
nascita dell’AAC. Queste erano riunioni nelle quali i piani venivano elaborati scartati, e
poi ancora rielaborati e infine, fu quello il posto in cui si raggiunsero certi accordi.
Devo confessare che questi primi incontri ebbero un certo effetto su di me.
Ero elettrizzato, non sono mai stato sull’Apollo, non ho mai lavorato a Int e le storie
che mi venivano raccontate da questo gruppetto di persone, ora dopo ora, mi
lasciavano senza parole. Beh, non senza parole, ero più che altro sbalordito.
Erano cose che non avevo mai sentito prima, cose che anche voi non avevate mai
sentito. E considerai che se avevano elettrizzato me, lo stesso avrebbero fatto con voi e
fu questo che usai per rendere attraenti i miei nastri. Questo non per dire che fosse una
cosa calcolata da parte mia, ma ripensandoci, successe in questo modo.
E ripensandoci ancora, io non chiesi mai veramente a David e agli altri membri
dell’AAC delle prove che documentassero le loro rivendicazioni, quelle che io vi trasmisi
in buona fede nei miei nastri. A quei tempi, non mi venne mai in mente di pensare che
David mi potesse mentire. David Mayo, dall’inizio e fino alla metà del 1983 stava
spianandosi la strada per vivere. Quando ci incontrammo la prima volta, lui volle essere
informato su chi c’era nel field a Los Angeles in che modo lui avrebbe potuto far iniziare
qualcosa. Discutemmo di ogni cosa, inclusa la linea generale di PR che avremmo
dovuto usare. Ma le cose non capitano da sole, sono le persone che le devono pianificare
e farle succedere. Pensare che il movimento del field sia nato spontaneamente, è
ridicolo. No, fu fatto succedere. Lo so perché io c’ero all’inizio, e ci ho lavorato per farlo
succedere. Divenni un portavoce del movimento nel suo stadio iniziale quando lo
stavamo veramente facendo iniziare. David Mayo ed io discutemmo abbondantemente
della strategia e del modo più opportuno di presentare la sua storia al field.
Ciò che state per ascoltare, vi potrà turbare. Ma non è questa la mia intenzione,
credetemi. Può sembrare una cosa calcolata, e sono spiacente di dovervi dire che in una
certa misura, è la verità. Comunque, dopo aver elaborato questa strategia, decidemmo
di metterla in uso. Nell’agosto del 1983, i Mayo, gli Habers e John Nelson, con il mio
aiuto, fondarono l’AAC di Santa Barbara. Secondo la strategia, l’AAC doveva affermare

di essere quanto di meglio ci fosse nel field, condotta da ex-executives della Sea Org.
Tutti noi facemmo confluire potere verso l’AAC, mandammo soldi, liste di nominativi,
prendemmo servizi. Eppure, anche quando sembrava che le cose andassero bene, la
rivalità tra i gruppi del field per accaparrarsi il pubblico e il denaro cresceva, e con essa,
il cattivo sangue nel nostro ambiente di ARC elevato. Questa è una piccola storia che
forse non conoscevate. Lasciate che vi racconti i veri retroscena del field.
Ad una delle prime riunioni dei proprietari di centri, David Mayo insisteva per ottenere
il controllo totale sul field. Questo si scontrò dall’altra parte con delle orecchie da
mercante. L’ultima cosa che questa gente voleva era che qualcuno fosse in controllo.
A quei tempi Mayo sosteneva di volere il controllo totale per un desiderio di mantenere
la tech standard. Ma col passare del tempo, divenne evidente che il suo desiderio di
controllo aveva poco a che fare con la tech, e più col fatto di essere l’unico a dare i livelli
superiori nel field, una posizione molto remunerativa. Io lo aiutai a mettere in piedi
l’AAC ed ero inoltre il proprietario del Clear Center. Ero quindi molto consapevole di ciò
che stava succedendo e conoscevo tutte le battaglie 1.1 (Ndt: 1.1 = Ostilità nascosta)
che cerano per accaparrarsi i pezzi grossi e chi aveva più soldi, ecc.
Forse potevano permettersi di pagare quel prezzo, ma non prendetevi in giro, quello che
loro hanno avuto in cambio, non era assolutamente la tech standard.
Potrei raccontare delle storie capaci di farvi rizzare i capelli: riguardo a C/S che non
erano mai stati addestrati per essere C/S, riguardo ad auditor che audivano
inventandosi le cose e riguardo a C/S che non verificavano neppure i folder.
Potrei anche raccontarvi di altre cose che sarebbero mai dovute succedere a nessuno.
E non mi riferisco solo all’AAC. Questa è la storia del field.
Tenete presente che ero addestrato fino a Classe VIII. Se veramente c’era un tentativo
sincero di metter lì la tech standard nel field, come mai il nostro leader di fiducia David
Mayo ora sta facendo qualcosa che si chiama Methapsychology, di qualsiasi cosa si
tratti? Molte delle informazioni che io ricevetti, provenivano da membri fondatori
dell’AAC con le quali mi incontrai nel mio appartamento. David Mayo è stato il Senior
C/S International dal 1978 fino al 1982. John Nelson era il CO CMO INT, uno degli
ufficiali amministrativi più alti nella Chiesa, dal 1981 fino al 1982. Anche Dede
Reisdorf era stata il CO CMO INT e aveva ricoperto quella carica prima di John
Nelson, dal 1979 fino al 1981. Ci siamo ritrovati con David Mayo e compagni che
chiudevano l’AAC, danneggiando severamente con un colpo solo, quel poco che era
rimasto del field, e sapete una cosa, tutti noi abbiamo pagato per questo in contanti,
proprio di tasca nostra. Quando i contanti cominciarono a diminuire all’AAC, esso fu
chiuso. Questo fa riflettere sul conto bancario segreto nel Lichtenstein, dove David
Mayo si recò dopo la chiusura dell’AAC. Il mio avvocato mi riferì questo. Non sappiamo
quanto lui esportò dal paese, ma sarebbe logico pensare che lui abbia fatto un viaggio
in Europa solo per fare un deposito di 500 dollari. Ho divagato un po’ dalla mia storia,
ma erano cose che non volevo tralasciare.

13 commenti

Archiviato in Generale

13 risposte a “Jon Zegel su David Mayo

  1. Burlesque

    Hai ragione tu David, bella storia, ma non serve a nulla. E’ la linea di seguire i cambiamenti della della tecnologia che può dipanare la matassa e fornirci gli elementi per decidere quale strada seguire.

    Liked by 1 persona

  2. Luigi Cosivi

    Non conosco oldmann ne zegel ne majo, per sentito dire sapevo del furto di materiali, che è sempre deprecabile ma, credo, in linea con la volontà di LRH che i materiali non siano in monopolio ad alcuno. Piuttosto di criminalizzare e rimestare cose orami avvenute e punite, ringrazierei che su internet si trovi tutto e ,che ogni giorno, qualcuno faccia il possibile per continuare a rendere disponibili i materiali, anche nella nostra lingua. Questo è il maggior bene per il maggior numero di dinamiche e non ,come usa nella chiesetta, che considera solo la loro terza giustificando crimini continui sia sugli staff stessi che sul pubblico. Poi oldmann continui pure a guardare le pagliuzze e trascurare le travi, il movimento Indipentete va incoraggiato e aiutato, ma non certo con dubbi. Siamo persone che cercano la verità della tecnologia in modo aperto e corretto, ci interessano poco le baruffe delle comari.

    Liked by 1 persona

  3. clod

    Ciao a tutti , volevo segnalarvi ( anche se probabilmente lo sapete già ) che in questi giorni è stato pubblicato il libro di Ron Miscavige ( padre di David ) , lui è rimasto in Cos per più di 40 anni e alla fine ha ammesso anche lui che il figlio ha creato alterazioni e abusi .
    Io ogni tanto ho ancora dubbi , però tutto sta ormai ad indicare che effettivamente nella Chiesa ufficiale non si pratichi più la vera Scn .
    Qui l’articolo in inglese .
    http://www.salon.com/2016/05/07/ron_miscaviges_life_in_scientology_it_was_inhuman_as_far_as_im_concerned/

    Mi piace

  4. Certo, in particolare qui:

    How drastically has the church changed since you got involved?

    It’s a 180. That’s how drastic it is. In ’69 and ’70, it was kind of very laissez-faire. You could go to an organization, referred to as “orgs,” and you’d go in there and find people were friendly; you could do courses that just were immediately helpful. It was like a self-help movement. It’s hard to explain how nice it was to go there. Everybody was there for the same purpose and you met a lot of friends, and it was reasonably priced.

    Today, basically the prices are aimed at people who are very affluent or wealthy. It’s not accomplishing any of the purposes that I thought it was set out to do in the ’70s. In those days, what you were trying to make is “auditors.” An auditor is a person who counsels another person and brings them to a greater awareness of life and how they are, and maybe get over some of their failings and some of the things that upset them. These days, most of the emphasis is on raising money to buy new buildings, which is not the same as it was then”.

    Mi piace

  5. oldman

    Confermo tutto quello che dice David e non vi ha detto tutto.

    Ma perchè ho voluto mettere in evidenza, perlomeno per gli italiani e in particolare per quelli de La Reception, questo nastro di Jon Zegel?
    Ricordo, per coloro che non lo hanno letto o per coloro a cui è sfuggito, che Jon Zegel è uno dei fondatori delle AAC.
    Quelle AAC di cui ha fatto parte il C/S Paolo Facchinetti.
    Infatti tutto è degenerato quando ho scritto questo post su La Reception.
    Sapevo benissimo che Paolo Facchinetti conosceva il Nastro N° 4 di Jon Zegel.
    —————————————————————————
    @ Paolo facchinetti

    Da Paolo Facchinetti
    Ho conosciuto persone che hanno vissuto direttamente il periodo storico di Scientology che cita Oldman e io stesso probabilmente ho vissuto Scientology un po’ prima di Oldman, per cui non me la sento proprio di avallare le sue teorie.
    Bisogna notare anche che personaggi tecnici importanti che hanno lavorato fianco a fianco con LRH nel periodo citato da Oldman, assolutamente non coinvolti con la gestione successiva di Miscavige, hanno sentito poi il bisogno di correggere o completare la tech “fino al 72” e sicuramente erano persone che ne sapevano più di me e più di Oldman.

    Da oldman
    Sarebbe ora Paolo che tu scoprissi chi sono “realmente” questi fantomatici
    “Bisogna notare anche che personaggi tecnici importanti che hanno lavorato fianco a fianco con LRH nel periodo citato da Oldman,”

    Vai sotto internet e batti:
    Zegel Breifing 4 Free Zone
    e leggi la trascrizione N°4 di Jon Zegel.

    Chi è Jon Zegel?
    Se non ho capito male, è l’avvocato Scientologo che ha difeso David Mayo dall’accusa di essere in possesso del materiale Confidenziale rubato a Copenaghen.
    ——————————————————————————

    Non andate a cercarlo, Guido e Marisa non lo hanno mai fatto passare.
    Hanno capito subito la pericolosità, per loro, di quel nastro e hanno dato inizio a quella drammatizzazione che poi è culminata col definirmi: Troll.

    Avrete letto gli scritti di Richard, ma sapete chi è Richard?
    A questa domanda ha risposto qualche anno fà Paolo Facchinetti: Richard non è una persona ma un Gruppo di persone(il Gruppo Richard).
    Allora io mi sono chiesto: Chi sono queste persone?
    Se andate a vedere su La Reception, almeno un paio di volte, Guido annunciava entusiasticamente di aver ricevuto uno scritto da Richard, che lo stavano traducendo e che poi lo avrebbe pubblicato.
    Allora io mi sono chiesto: Ma chi sarà, qusto personaggio che scrive in inglese e che è amico di Paolo Facchinetti e di Guido?
    Se qualcuno mi dicesse: Ma stai dicendo che è David Mayo?
    No io non lo stò dicendo, forse lo stò insinuando.
    Del resto non ho nessuna prova, ma una serie di indizzi.

    Più di una volta mi è stato chiesto quale era il mio scopo, quando ho fatto il mio primo post il 27 Dicembre 2015 alle 12:34 su La Reception, in effetti erano più di uno.

    Il primo era ed è quello di separare la pula della Scientology sviluppata da David Mayo per Miscavig, dal grano della Scientology di L.R.H. targata 1972.

    Questo l’ho scritto più volte, ma ora che conoscete chi era David Mayo, lo capite molto meglio.

    Il secondo era togliere la Scienrology di L.R.H., sviluppata fino al 1972, dal binaro morto su cui era stata portata e ancora mantenuta, da Miscavige, Mayo e il Gruppo Richard.

    Il terzo punto è ripristinare KSW, della tecnologia di L.R.H., per poter effettivamente portare le persone a Clear e chiarire questo pianeta.

    Questa è la strada per arrivare a Clear
    —————————————————————————

    STADI DI RELEASE
    Una volta che un pc ha cominciato ad uscire dal suo bank,egli continua ad uscirne oppure vi rientra dentro un poco.
    Mentre è in uno stato di Release, non rimane in uno status quo.
    Un Release di primo stadio spesso, con il processing, ne viene ulteriormente fuori fino a Release OT di primo stadio.
    Analogamente, un Release di secondo stadio può diventare un Release OT di secondo stadio.
    Nel suo comprensibile entusiasmo (si sente molto meglio, più grande e più forte), un Release a volte cerca un altro riconoscimento richiedendo la verifica di un ulteriore stato di Release.
    Un pc che ha raggiunto il primo stadio può diventare Release OT di primo stadio, ma non può in alcun modo diventare Release di secondo stadio senza i Procedimenti di Potere.
    In breve, non si può avanzare dallo stadio 1 al 2, ecc., senza ricevere l’effettivo processing.
    Perché? Perché‚ un key-out non è altro che quello: un key-out.
    Solo perché non si ha più una tigre in grembo, non significa che la tigre sia sparita. È semplicemente andata in anticamera.
    Nel corso dell’esistenza qualcuno lascerà la porta aperta.
    La tigre non gli ritornerà in grembo, ma sicuramente si adagerà sul tappeto e sogghignerà. Key-out significa che la tigre c’è ancora. Release significa che è lontana.
    Un Release di primo stadio può essere più release di un altro Release di primo stadio. La tigre è più lontana.
    Ma quando si comincia a salire di numero (primo, secondo, terzo, ecc.) si sta parlando di meno tigre. C’è meno bank.
    Il Release di primo stadio toglie alla tigre un po’ di baffi e il sogghigno.
    Sono i lock che se ne vanno. La tigre è vicina o lontana; questo significa più o meno primo stadio, non significa che c’è meno tigre.
    Il Release di secondo stadio rimuove le misemozioni della tigre e i suoi artigli anteriori.
    La tigre può ora essere vicina o lontana, ma c’è ancora quel tanto di tigre.
    Può essere lontana al punto da sentirsi sicuro della sua scomparsa, ma è semplicemente lontana.
    Rimane ancora quel tanto di tigre (ad eccezione dei baffi, del sogghigno, dell’irascibilità e degli artigli anteriori); semplicemente non è visibile.
    Il Release di terzo stadio toglie alla tigre la capacità di paralizzare le nostre facoltà mentali.
    Infatti il Release di terzo stadio rimuove le barriere che ostacolano la nostra
    capacità di conoscere.
    La tigre, sebbene ora sia senza baffi, sogghigno, irascibilità, artigli anteriori e capacità di paralizzare, è ancora nei paraggi.
    A questo stadio può allontanarsi tanto da rassicurare la persona sul fatto che non ci sia più nessuna tigre.
    Ma è troppo presto per stappare lo champagne. Forse non tornerà per anni, addirittura per secoli, ma esiste ancora.
    Il Release di quarto stadio toglie tutti gli artigli della tigre e smussa le sue zanne e la costringe a nascondersi nei ripostigli; ma, sebbene non abbia più baffi, sogghigno, artigli, il suo effetto terrificante o la sua vecchia mordacità, è pur sempre una tigre.
    Si possono fare allegramente delle capriole al sole, sentendosi alquanto sicuri che non c’è più nessuna tigre. Solamente i lock sul bank di R6 se ne sono andati. Il bank di R6 è ancora lì .
    A questo stadio il pc sente di poter muovere montagne da solo e tende a battere i
    pugni sul petto. Trascura il fatto che dipende ancora da un corpo.
    Ma di fronte a lui c’è il GROSSO lavoro. C’è ancora una tigre. Questa tigre, se non verrà fatta svanire completamente, prima o poi arriverà di soppiatto e mangerà le leccornie.
    Per cui bisogna mettere a posto la Signora Tigre una volta per tutte: percorrere tutto il bank di R6 e diventare un Release di quinto stadio.
    Ora, e solo ora, con un poco di riorientamento, è possibile essere CLEAR.
    Non più tigre, né vicina né lontana. Non esiste, e si può andare avanti per trilioni di anni.
    Agli inizi, i miei pc diventavano Clear key-out e se ne andavano via. Rimanevano così per lungo tempo.
    Erano sicuri di aver raggiunto lo zenit.
    Al giorno d’oggi, ci ritroveremo di fronte allo stesso problema.
    Un Release si sentirà certo di aver raggiunto lo stadio successivo di Release quando in realtà la tigre è solamente uscita a pranzo.
    Io sarei l’ultimo a procurare docce fredde a qualcuno riguardo al soggetto del Release, ma ho la passione di dire la verità così come la conosco e quando la conosco. Ne potete sempre star certi.
    La cosa non sempre gode di popolarità, ma è onesta.
    Quindi, queste sono le sole vie per salire lungo gli stadi di release.
    Per diventare un RELEASE DI PRIMO STADIO si deve aver ricevuto un qualche tipo
    di auditing di grado inferiore. Questo rimuove dalla mente reattiva i lock (momenti di sofferenza della vita).
    Poiché‚ i lock tenevano la persona inchiodata alla mente reattiva, lei ora può venirne fuori.
    Per diventare RELEASE DI SECONDO STADIO bisogna aver ricevuto i Procedimenti
    superiori di Potere.
    Questo elimina i secondari (misemozioni e turbamenti) e gli engram (momenti di dolore e incoscienza).
    E poiché‚ essi inchiodavano l’individuo alla mente reattiva, ora può uscirne e non è più così probabile che vi ritorni, perché‚ non ha più secondari ed engram che lo richiamano indietro.
    Per diventare RELEASE DI TERZO STADIO si devono affrontare gli esseri, i luoghi
    e i soggetti a lungo detestati.
    E quando questi se ne sono andati, è improbabile che l’individuo venga richiamato molto presto nella mente reattiva, poiché‚ dei dettagli della sua vita di tutti i giorni non gli ricorderanno gli esseri, i luoghi e i soggetti che una volta
    detestava.
    Per diventare un RELEASE DI QUARTO STADIO si devono togliere correttamente
    le parole finali lock dal bank di R6.
    Per farlo correttamente, l’individuo deve essere egli stesso un auditor di R6. Quando queste se ne sono andate, il bank di R6 rimane sulle nude fondamenta e la persona può essere piuttosto libera da esso per un bel pezzo.
    Ma ora arriviamo proprio alle radici.
    Per diventare un RELEASE DI QUINTO STADIO si deve aver percorso tutto ciò che
    è rimasto della mente reattiva.
    Siamo tremendamente fortunati ad avere la combinazione della camera blindata perché‚ è rimasta chiusa completamente per trilioni di anni.
    Ciò viene fatto tramite un procedimento chiamato R6GPMI, ovvero GPM per Item.
    E ti posso assicurare che:
    1. può essere fatto e
    2. era un vero inferno procedere alla cieca quando stavo cercando di scoprirlo. Ci sono voluti diversi anni e migliaia di ore di auditing di ricerca solo per scoprirne il modello.
    Questo è il lavoro più lungo (R6GPMI) e richiede ora almeno 14 mesi di Solo auditing giornaliero, dopodiché‚ si diventa Release di quinto stadio, pronti
    per una rifinitura e Clear.
    Ora comprenderete che ad ognuno di questi stadi l’individuo deve perdere la condizione di Release per poter ottenere lo stadio successivo di Release.
    Questo richiede fegato e fiducia. Ci si sente SPLENDIDAMENTE. Il mondo è bello.
    Il pavido si innervosisce al pensiero di tuffarsi nuovamente nell’asfalto o, per mantenere la nostra metafora, al pensiero di fischiare deliberatamente alla tigre: “Qui, tigre! Qui, tigre! Dovunque tu sia, vieni fuori!”.
    Così una delle trovate per evitare questo ulteriore combattimento è fingere di aver raggiunto un numero superiore di Release senza il duro lavoro ed i graffi necessari per conseguirlo onestamente.
    Aggiungete a tutto questo che esiste un tempo presente e un corpo su cui ricevere le fiondate e le frecce e vedrete che è un quadro complesso.
    Ma noi abbiamo la via.
    ED E’ LA VIA.
    Molti si faranno avanti per convincere le persone paurose del fatto che possono saltare gli stadi senza dolore, fatica o auditing, ma flettendo il torace, mangiando cereali o pregando.
    Ma quella non è la VIA. Lì non c’è nessun ponte.
    Il punto principale su cui la gente inciamperà sarà questo: nessuno ha la benché
    minima realtà di quanto siano elevati questi stati o quanto terribilmente elevato sia veramente lo stato di Clear.
    Beh, le cose stanno così . È di aiuto?
    L. RON HUBBARD
    FONDATORE
    ———————————————————————————

    Come è evidente solo seguendo i procedimenti di L.R.H. si può arrivare allo stato di Clear, non c’è nessuna scorciatoia, come crede David Mayo et company.

    Qualcuno potrà chiedermi: Ma hai raggiunto i tuoi tre scopi?
    Solo parzialmente.
    Siamo solo all’inizio e molto resta da fare, ma se riusciremo a portare a termine questi scopi lo dobbiamo a persone come David, per non confonderci con tutti questi David, il gestore di questo blog.

    Altri hanno già lavorato e stanno lavorando per consentire che questo si compia, già a partire se non ricordo male dal 1993.
    Quando vi siete chiesti: Ma cosa succede a quelli che vanno sui livelli OT?
    La risposta è: Non si può andare sui livelli OT, senza essere prima Clear.

    Qui termina l’entità virtuale di nome Oldman.
    Quello che potevo fare come Oldman, penso di averlo fatto.
    Se qualcuno mi vuole contattare lo può fare su questo Blog oppure a:
    oldmangang@yahoo.it

    E’ stato un piacere incontrarvi, e lo dico con sincerità.
    Se siete stati sulla traccia avrete visto che qui non si tratta di incolpare qualcuno, ci siamo dati da fare un pò tutti.

    A coloro che continuano a pensare che la Scientology clonata da David Mayo per Miscavige è ancora la strada migliore, auguro buona fortuna.
    Ma dico anche che se non riescono a trovare il coraggio e la forza di David( sempre quello di questo blog) e affrontare la tigre, dovranno rimanere in fondo alla lista di quelli che porteremo a Clear.

    Un saluto a tutti Oldman.

    Liked by 1 persona

  6. Bene Oldman.

    È stata dura capirsi, e ci siamo scontrati parecchio, perciò a maggior ragione ti dico bravo per aver persistito fino al risultato finale.

    Tra l’altro, il bollettino che hai citato mi è piaciuto tantissimo, e spiega forse meglio di qualsiasi altro quanto sia veramente dura e lunga la strada per diventare Clear, e di conseguenza, quanto sia soltanto un’illusoria scorciatoia la strada di NED/Mayo.

    Avevo deciso di pubblicare tale bollettino da te qui citato in un articolo a parte, e di certo lo farò.

    Ora vediamo un po’ che succede…

    Mi piace

  7. Burlesque

    Per mia esperienza, ossevando alcuni OT della Cof$ ma anche del campo indipendente, vedo che a volte hanno ancora delle restimolazioni. E’ evidente che hanno ancora la tigre che morde nei paraggi…

    Liked by 1 persona

  8. paolo facchinetti

    Bisogna essere un po’ poco percettivi per non capire che il nastro di Joe Zegel è la tipica dichiarazione imposta dalla CofS a chi vuole sottrarsi da una causa legale o a chi DEVE rimettersi in good standing (con la CofS di Miscavige).
    Quando parlavo di personaggi tecnici non mi riferivo a David Mayo, ma a gente come John McMaster, Clear n. 1, Jeff Walker, primo Senior C/S International, Oto Roos, secondo Senior C/S International e auditor di LRH, Micke Goldstein, fondatore di Idenics, e tanti, tanti altri, per non parlare di Bill Robertson che ci ha messo tantissimo del suo.

    Mi piace

  9. paolo facchinetti

    Non c’è niente da fare… quando uno ha la mente complottista non può accettare semplicemente quello che un altro gli dice. E’ tropo semplice accettare che Richard sia quello che dico io o dice Guido e cioè che è il nome sintetico di un gruppo di 4 persone che vuole mantenere l’anonimato. No! Bisogna ipotizzare che sia David Mayo e che io e Guido lo traduciamo di nascosto.. David Mayo che io non sento da 4 o 5 anni e che poverino forse è già anche morto anche se spero di no!

    Mi piace

  10. Ciao Paolo, mi dispiace per il ritardo di pubblicazione, ma i tuoi commenti erano finiti nella spam.

    Mi piace

  11. oldman

    @ Paolo Facchinetti

    La tua abilità di menare il can per l’aia, ( da Scientologo ti avrei potuto dire di fate Q&A) di non rispondere o rispondere tramite generalizzazioni oramai è nota.

    Quello che ha detto Jon Zeghel di David Mayo e degli AAC è vero o no?
    Tu, Guido e altri ne eravate a conoscenza o no?
    La Tecnologia di Scientology, di L.R.H. targata 1972, è stata alterata da David Mayo, e da coloro che sotto giuramento, David Mayo ha citato oppure no?
    Tu che sei un C/S di Scientology, è vero o no che mentre la Tecnologya di L.R.H. targata 1972, portava a Clear, quella alterata da David Mayo e altri, con lo sviluppo della scorciatoia di NED, no?
    Se vuoi rispondere fallo con argomentazioni tecniche, per favore.

    Chi sono quelli che attribuiscono agli altri aggettivi qualificativi per denigrarli, li conosciamo, ne parla anche L.R.H.
    Quando uno non è ingrado di argomentare, dice ( come nel mio caso): Sei un complottista.
    Se volevi dire che sono in buona compagnia con quelli che parlano di implant o di Marcabiani, hai perfettamente ragione.
    Mi fai un onore dicendo che faccio parte della Gang di L.R.H. del resto lo avevo già detto io.

    Mi attribuiscui cose che non ho mai detto.
    Io non ho mai detto che David Mayo fa parte del Gruppo Richard, ma che certi indizzi mi hanno portato a questa considerazione.
    Ho infatti detto che non avevo prove, ma solo indizzi.
    Certo qualcuno dice che tre indizzi fanno una prova, ma io non li ho contati.
    Perchè non ci dici chi sono i componenti del Gruppo Richard, in particolare chi è quello che scrive in inglese e che deve essere tradotto?
    Chi è questo grande Terminale Tecnico, che pur avendo un ponte traballante fino a OT VII o se vuoi OT VIII, sviluppa OT IX?

    L’equazione di base dell’auditing è:
    Auditor + PC > Bank
    in effetti è scorretta, l’equazione completa è:
    (Auditor con E-Meter) + PC > Bank
    Lo sviluppo di Scientology è iniziata quando L.R.H ha fatto sviluppare, derivandolo dall’oscilloscopio, il primo E-Meter.
    Il compito che mi sono dato è quello, con altri, di rimettere in funzione la Scientology di L.R.H. targata 1972, quella tecnologia, che con l’uso di un E-meter, ci farà camminare sul Ponte.

    A te e agli altri potrà piacere o no, ma questo è ciò che noi faremo con o senza il vostro aiuto, perchè ora c’è tutto ciò che serve per poterlo realizzare.
    Ora c’è tutto ciò che serve per risolvere due grossi problemi a cui s’è trovato di fronte L.R.H, che hanno impedito e impediscono la diffusione di Scientology, sì anche i complottisti, che non ci sono, stanno dando una grossa mano.

    Non pensare che io ce l’abbia con te, Guido, Marisa o altri de La Reception.
    Voi avete dato inizio a Scientology in Italia o avete sputato l’anima per anni e anni nella Cofs e questo merito non ve lo toglierà mai nessuno.
    Però è giunta l’ora di guardare la realtà e decidere quale sarà il vostro e il nostro futuro.
    Il lavoro è tanto e anche se tu dici che i complotti non ci sono, ci sono persone che faranno di tutto per fermarci e quando dico tutto, intendo proprio tutto.

    Tu, voi, da che parte state?
    Volete ricominciare a sputare l’anima per rimettere in funzione Scientology o pensate che adesso tocca agli altri?

    Con tanta A.R.C, Oldman.

    Mi piace

  12. Luigi

    Ciao,sono luigi. Mi piacerebbe tantissimo incontrarci , e al diavolo i siluri “avanti tutta. ” Io so che ce la faro’, so il rischio che stiamo correndo e preferirei essere piegato in due su una affettatrice ,che mi “liberi ” degli engram in quel modo, piuttosto che darla vinta a chi vuole farci fallire .Che pers— ESSERI meravigliosi ,il solo leggervi mi rende pericoloso. Grazie caro David il mio cuore batte come un sano . Ho anche delle sorprese in altro ambito e te ne voglio parlare. Ti auguro di fiorire e prosperare.

    Liked by 1 persona

  13. Molto bene Luigi.
    C’è molta attività nel sottobosco… molta più di quanto il blog lasci intendere.
    Ci sentiamo in privato.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...