Il Clear di Vita Passata

Salve lettori,

la sera scorsa mi ha telefonato un caro amico. Aveva bisogno di parlarmi un po’ riguardo alle sue esperienze di auditing.

Dopo aver attestato Clear (avendo ricordato di aver fatto il Clearing Course nella vita precedente) è stato messo poi sui Gradi Inferiori, a partire dal Grado O.

Tralasciando i dettagli tecnici di cui mi ha parlato, alla fine della conversazione mi ha chiesto caldamente di scrivere un articolo su questo argomento, in modo che possa essere d’aiuto per chiunque altro si trovi nella stessa situazione.

Il suo dubbio principale era riguardo al fatto se dovesse o meno fare (o rifare?) i Gradi Inferiori.

Una fra le risposte che gli diedi, fu che la Tech Standard è assolutamente logica, e che perciò se qualcosa non sembra essere logico, si può essere certi che quella non è Tech Standard.

Proviamo perciò ad applicare la logica e l’intelligenza a questo specifico caso di un Clear di Vita Passata, o semplicemente di una persona che dice di aver ricevuto auditing in una vita passata.

E sono così certo del fatto che la Tech Standard sia assolutamente logica e razionale, che scriverò quello che secondo me sarebbe logico e razionale fare in casi simili, ancor prima di andarmi a cercare e leggere quello che dice LRH a riguardo. Una sorta di test. O una sorta di scommessa. E in seguito, dati di LRH alla mano, potremo confermare o smentire il mio ragionamento.

Prima di tutto, usando la logica, se il pc afferma di aver fatto il Clearing Course (Grado VII) sarebbe logico aspettarsi che abbia fatto tutti i Gradi precedenti fino a quel punto. Ma penso anche che supporre delle cose senza verificarle non possa essere un metodo sicuro di procedere.

Perciò, la prima cosa che secondo me sarebbe logico fare, quando un pc origina di aver già fatto auditing in una vita precedente (indipendentemente da QUALE tipo di auditing abbia ricevuto), sarebbe quella di indagare fino in fondo su tale area prima di decidere alcunché.

Non è logico cioè limitarsi soltanto a stabilire se sia diventato Clear o meno tramite ad esempio ad un CCRD (sorvolando per il momento sulla dubbia genuinità di tale Rundown). E non è logico nemmeno stabilire arbitrariamente (ossia senza avere o tener conto di dati concreti)  che debba iniziare dal Grado O, come nel caso attuale, oppure direttamente dai Livelli OT se è per quello (come consiglia caldamente RTC ad esempio).

La cosa logica da fare invece, è quella di indagare a fondo sul suo presunto auditing di vita precedente.

Ed il modo migliore di farlo, secondo me, è tramite una bella Comunicazione a 2 Sensi che, ricordiamo, è auditing, e che come tale deve terminare con un bel F/N e buoni indicatori.

In questo modo non si correrà il rischio (o meglio, la certezza) di lasciare della carica oltrepassata, che sicuramente continuerà a venire restimolata seduta dopo seduta.

Non si può cioè lasciare un “quasi” nella mente del preclear. Non si può lasciare un qualcosa di parzialmente scoperto, perchè verranno restimolate tutte quelle cose che vi sono connesse e che non sono state scoperte e riconosciute.

E in secondo luogo si potrà prendere nota di quali procedimenti ha già percorso, evitando così di percorrere 2 volte lo stesso procedimento o Grado, che è un errore grossolano di auditing.

In poche parole, si dovrebbero prendere tutti i dati possibili dal pc.
Farà bene al pc, e farà bene all’auditor.

Se dalla Comunicazione a 2 Sensi dovessero emergere evidenze che il pc ha già fatto dell’auditing, compreso alcuni o tutti i Gradi, allora la cosa corretta da fare sarebbe Riabilitare tali Gradi, chiedendogli, Grado dopo Grado, e Flusso dopo Flusso, se ha raggiunto e/o se è in grado di fare le Abilità Acquisite di ciascuno.

In questo modo possono venir riabilitate le varie Abilità dei Gradi che il pc magari ha “perduto” o riagganciato durante il tempo, ed inoltre il pc può essere rimesso a fare o continuare quelle che non ha raggiunto completamente.
Così si eviterà di percorrere due volte le stesse cose (generando ulteriore carica).

Come nota finale vorrei dire che non è vi è alcun tentativo qui di invalidare nessuno.
C’è soltanto la volontà di poter essere d’aiuto.
Inoltre chiunque ha il diritto di accettare o rifiutare tali consigli, così come le persone hanno il diritto di essere informate il più possibile prima di decidere.

Perciò i miei più sentiti complimenti a tutti gli auditor che ogni giorno continuano a fare il proprio lavoro, nonostante gli innumerevoli e meschini tentativi di mandarli fuori strada, di farli sbagliare, e così via.
Sono delle persone eccezionali, in quanto hanno persistito nonostante un addestramento alterato e reso notevolmente confuso al solo scopo di farli fallire, e nonostante questo ce l’hanno fatta.
Ed hanno persistito come indipendenti, nonostante l’opposizione della Chiesa.
Perciò tanto di cappello a tutti gli auditor.

 


CONCLUSIONE:

Quella del pc che pensa o sostiene di aver già fatto auditing in una vita precedente è una questione molto più frequente di quello che si pensi, e che ovviamente sarà soltanto destinata ad aumentare con il passare del tempo.

Purtroppo tale questione non sembra essere stata trattata e descritta quanto sarebbe lecito aspettarsi per una questione così delicata e allo stesso tempo fondamentale, dal momento che io credo che un pc che abbia veramente ricevuto dell’auditing in una vita precedente, anche solo qualche procedimento, non starà mai veramente bene finchè non farà completamente luce su quella pagina della sua esistenza, prima di proseguire ulteriormente sul suo Ponte.

Avrò quindi  cura in futuro di rimediare tutti i dati corretti di LRH a riguardo, che sono certo debbano esistere da qualche parte, ma che al momento non sembrano essere disponibili.

Buon proseguimento.

 

2 commenti

Archiviato in Generale

2 risposte a “Il Clear di Vita Passata

  1. AndreasScientology1972

    David wrote: “…un pc che abbia veramente ricevuto dell’auditing in una vita precedente, anche solo qualche procedimento, non starà mai veramente bene finchè non farà completamente luce su quella pagina della sua esistenza, prima di proseguire ulteriormente sul suo Ponte.”
    Yes, I can confirm this assumption as very true. That is why I would run Dianetics on such a life time, as this bypasses “remembering” and gives a valid insight into the life, with new data beside his knowingness and ideas and considerations. Also the meter will show whether the revealed data are true or not in Dianetics. See HCO B 25. Sept. 1963 Adequate Tone Arm Action as your stable datum to C/S any session and the workability of processes.

    Enjoy!
    Andreas

    Liked by 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...